Home / COME RICONQUISTARE UN AMORE / Il sogno più bello

Il sogno più bello

Buongiorno, sono un padre/marito afflitto e triste (per forza se son qui a scrivere). La donna che amo ha preso la triste decisione di farsi una vita diversa da quella che fino ad ora era stata. Il dramma sta che lei ha maturato la decisione in quello che per me era invece il periodo della rifioritura della nostra relazione. Un autentico fulmine in un cielo terso e sereno che mi faceva vedere molto lontano. Abbiamo due figli che adoriamo, di 4 e 7 anni, la nostra famiglia è sempre stata ammirata ed invidiata da tanti, ma alla luce degli accadimenti, non era tutto oro quel che luccicava ed io distratto e miope non me ne sono accorto.

Ci siamo lasciati appiattire dalla vita e dalle responsabilità, abbiamo perso di vista il NOI di coppia a favore del LORO (bambini). Le principesse si sono frapposte fra di noi, come giusto sia, ma ci hanno tenuto a distanza. Io mi sono messo in disparte e le ho lasciato fare la madre a tempo pieno e non ho capito che anche lei aveva bisogno di attenzioni. Il mio bisogno di attenzioni mi ha impedito di vedere i suoi bisogni e si è sentita trascurata. Avevamo entrambi bisogno l’uno dell’altra, ma non ci siamo capiti. Io attendevo il mio turno (per intenderci) che i bambini raggiungessero una relativa indipendenza, lei invece ha perso fiducia in me.
Ora lei ha deciso di andarsene e, dopo un breve di periodo di convivenza forzata, lo ha fatto. I rapporti non sono idilliaci, ma non c’è conflitto, qualche discussione più che altro per sfoghi di rabbia, ma che rientrano tutte con un ulteriore confronto pacificatore e sereno. Nel periodo di convivenza forza ho provato a dimostrarle quanto tenessi a lei, forse esagerando anche con le manifestazioni e forse era meglio se l’avessi lasciata in pace e libera di riflettere, forse l’ho un po’ soffocata, ma era ciò ciò il cuore mi spingeva a fare.
Che fare ora che lei non è più qui con me? Come riconquistare la sua fiducia e stima, come riunire la nostra famiglia?

da: Antonello

5 Commenti

  1. caro Antonello, se è solo questione di stima e fiducia e tu non le hai mai fatto mancare nulla e non le hai mai fatto intendere che eri interessato ad altre, sicuramente se ne accorgerà da sola. Solo il tempo materiale di “sbollire” questa situazione di rabbia, chiamiamola così.
    Ma, per esperienza personale, ho paura che ci sia altro sotto. Non vorrei che in questo frangente in cui tu le hai mancato di attenzione, lei non abbia ricevuto queste attenzioni da qualcuno esterno.
    Non dico sia il tuo caso, ma fossi in te ci starei un po’ attento….cerca di vedere/notare/osservare qualche comportamento strano, anche se ora che è fuori casa ti sarà un po’ più difficile.
    In ogni caso, ti sono vicino

    • Caro Antonello, per il fatto che lei sia fuori casa ci sono comunque modi di osservare possibili comportamenti strani: uno su tutto i social network. Per il resto appoggio in pieno Davide 79
      Un abbraccio e che la Dea Bendata sia con te

  2. Antonello ne ha un altro. Una donna responsabile non pensa a ste caxxate sulle attenzioni che le mancano, fidati. Figurati se una mamma ha cuore per lasciare i figli. Solo se ha perso la testa per un altro una donna se ne va. Credimi

    • Concordo.

      Anche io e il mio compagno non ci diamo più le attenzioni dei primi tempi da quando siamo genitori ma non mi passa neanche per l’anticamera del cervello l’idea di lasciarlo perché lo amo e so bene che è una fase che finirà non appena nostra figlia sarà un po’ più autonoma.

      C’è un altro probabilmente…altrimenti restava con te, mandava giù il rospo e cercava di far ripartire la storia.

  3. Vorrei darti un mio modesto parere:
    lei ha bisogno di spazio ora, indipendentemente dalle ragioni e dalla situazione, la sua mente ha bisogno di questo secondo me.
    Io sono in una situazione simile alla tua, mi permetto di dire meno peggiore, in quanto iniziata da poco e senza bambini di mezzo, ma lo specifico solo per dirti che non ho esperienza quindi di prole, e non posso aiutarti veramente su quel punto.
    Posso tuttavia capire che i figli abbiano al tempo stesso, dei pro e dei contro (ovviamente nell’ambito della relazione, perchè i figli in generale sono una benedizione e hanno solo pro).
    Io userei il cosìddetto metodo del “no contact”, cioè del troncare i contatti con lei, per un periodo in cui possa abituarsi a stare da sola, sbollire la rabbia, e riflettere su cosa ha perso.
    Gli unici contatti secondo me devono essere quelli legati ai figli o ad altre necessità in cui non potete fare a meno di vedervi, e in cui secondo me dovresti essere gentile ma freddo, in modo che lei possa realmente avere paura di perdere te e la sua famiglia.
    Nel frattempo lavora su te stesso, sul tuo aspetto fisico, sulla tua sicurezza: la donna non vuole un uomo bisognoso di attenzioni, ma vuole un uomo sicuro di se. Ripensa a cosa non le andava bene di te, vedi altre ragazze (in amicizia) per aumentare autostima e appunto sicurezza.

    Leggo nei commenti la certezza di un altro, certo non lo escluderei, ma nemmeno darei la cosa per scontata. E poi ricordati che se ha un altro, il meccanismo psicologico non cambia, è sempre un sostituto a te (quindi fidati che non durerà, perchè la maggior parte delle storie iniziate così finiscono presto nel dimenticatoio) per colmare ciò che tu non le davi. Ma ricordati che l’altro è un passatempo, una novità, una spinta passionale al di fuori della famiglia e dei suoi problemi.

    Fra 20 giorni o un mese, quando ti senti pronto, ricomincia a frequentarla da amico, per poi aumentare pian piano le cose, fino a riaccendere in lei passione, sentimenti e altro.. Un viaggio, una gita fuori porta, una cena, pensa a cosa potresti fare.
    Un album di foto ricordi, il percorso della vostra vita.. La scienza insegna che qualsiasi fenomeno può ricapitare a patto che si ricreino le condizioni iniziali. Se vi siete amati, può ricapitare: non si sa quando, non è facile, ma non è impossibile. Impegnati e lotta per chi ami.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *