Home / SOFFRIRE PER AMORE / Mi fa soffrire la sua indifferenza

Mi fa soffrire la sua indifferenza

Ciao a tutti, io sono stato lasciato tre settimane fa. Ho richiamato, ho parlato ho scritto e ovviamente non è cambiato nulla. Sto idealizzando, sto pensando, sto rimpiangendo, mi sto pentendo di errori fatti, nonostante tutto quello che leggo nel post purtroppo faccio fatica a non addossarmi tante colpe anche se è vero che la colpa è sempre di entrambi.
Il problema è che lei lavora dove sono io e che la cosa mi sta facendo odiare il mio lavoro che invece amavo, l’azienda è grande e se voglio posso non vederla, appositamente non sto andando in mensa per non incrociarla.
Oggi è il primo giorno che sto provando a non scriverle ne chiamarla, non so ancora se ce la farò ma vorrei tanto.
La cosa che mi fa più soffrire è tutta questa indifferenza, mi chiedo come sia possibile cancellare così una persona, io non sono così, a suo tempo quando io avevo dei dubbi e avevo paura di soffrire e mi ero allontanato sapevo come si sentiva e la cercavo comunque per consolarla e poi un po’ alla volta ho finito per innamorarmi veramente di lei.
Ho tanta paura di finire in depressione, ho perso l’interesse per tutto, ho perso peso (tanto), non trovo nulla che mi dia sollievo se non l’idea di poterle parlare, vado da uno psicologo che mi ha consigliato uno psichiatra per prendere dei farmaci antidepressivi La cosa mi spaventa e per ora non lo sto facendo, ma ho tanta paura che questa condizione durerà per sempre e di aver perso quella che invece era la persona giusta e che sarebbe bastato veramente poco per stare bene insieme, certo con il senno di poi sembra semplice ma sono quasi convinto che sia così.
Ho voglia di parlare con persone che si trovano nella mia stessa situazione, quanto meno per sostenerci a vicenda…scrivetemi se ne avete voglia, mi farete felice…

da: Paolo

73 Commenti

  1. Ciao Paolo, non so da quanto tempo stavate insieme ma so quanto fa male. Io dopo 8 anni di fidanzamento l’ho vista andare via indifferente al dolore che mi provocava. Quella persona che aveva condiviso tutto con me se ne è completamente fregata del fatto che soffrissi. Certo, poi sentendo le persone a me vicine c’è chi dice che c’è poco da fare, quando è finita è finita, meglio un distacco netto! Io non la vedo così o forse la mia sensibilità non mi avrebbe mai fatto comportare così.
    Fattene una ragione, cadere in depressione sembra quasi inevitabile ma vedrai che ti alzerai più forte di prima!

  2. Guarda che la sua totale indifferenza può aiutarti a capire che è finita!
    certo che lo fa per se stessa, per non sentire sensi di colpa, ma lo fa anche per te così che non ti fai false speranze.
    personalmente preferisco un taglio netto che forse fa soffrire più all’inizio ma permette di ricominciare una nuova vita in poco tempo a quelle storie che non finiscono mai perché ci si sente e risente

  3. Ciao Paolo, io ho scritto pure la mia storia qui sopra (vero amore o vero incubo) perché mi è successa una cosa molto simile. Sono stata fidanzata per 2 anni ed il mio così detto “fidanzato innamoratissimo” di me, dopo avermene fatte di tutti i colori incluso rubare soldi dalla mia famiglia ed insultarmi e trattarmi generalmente male, io che l’ho perdonato tutto perché pur che sembra banale lo amavo davvero tanto, fin al punto che la mia famiglia non mi parlava più perché dicevano che mi trattava troppo male. Ma me ne fregavo, ho solo dato amore, e lui pure mi dava tanto amore, poi iniziò a trattarmi sempre peggio finché tutto ad un tratto, mi lascia, si mette con un’altra (nell’arco di meno di un mese) e se non bastasse, lei adesso è incinta, lui va a giro felicissimo, ed è come io non fossi mai esistita. Fin a pochi mesi fa stava ancora con me e io ci soffro ancora. So che non era la persona giusta ma mi fa male anche a me la sua indifferenza o il modo che lui va a giro come se non fossi mai esistita. Ti capisco del tutto, però posso dirti come persona che ci ha sofferto davvero tanto che, la cosa che più mi ha aiutata era non sentirlo più. A volte il peggior male è l’unica cura per stare di nuovo bene. Purtroppo questa è la vita e me ne sto facendo una ragione che le cose cambiano ed i rapporti finiscono. Mi dispiace per la tua sofferenza, io in pochi mesi però sto ancora nella fase di recuperare me stessa e star meglio, e pian piano ci sto riuscendo perché sto notando che ogni giorno fa un po’ meno male. Ti auguro anche a te questo ricupero al più presto, so che fa male, ma se hai voglia di parlarne ti offro il mio sostegno morale come persona che ti capisce davvero tantissimo in questo momento

  4. Ciao Paolo,come vedi…magra consolazione,non sei solo! Sto` anche io attraversando un brutto periodo, ho scritto la mia storia poco tempo fa. Non ho capito una cosa della tua storia, ti ha lasciata senza chiarimenti? Tu le scrivi e vuoi parlarle xche` non ti ha dato spiegazioni o perche` non accetti la sua scelta? Se ti va` siamo qui x ascoltarti.

    • Ciao Marilu’, io ho letto tutta la tua storia. Come è finita poi? scusami se torno su un argomento vecchio, ma spero sempre in un lieto fine.

  5. Ciao Paolo,
    La mia storia è finita da otto mesi dopo cinque anni. A volte mi sveglio dicendo che sono solo un ragazzo di 28 anni, altre volte mi sembra che questi 28 anni abbiano le cifre invertite! Non c’è stato minuto che io non abbia pensato a lei, il nome con il quale mi firmo è appunto il soprannome che scherzosamente le ho dato alcune volte! Non accetti quello che è successo perché ti fidavi, perché la amavi e la ami! Non ho soluzioni da darti perché io non ne ho trovate! Sono qui a leggere queste pagine dopo otto mesi alla ricerca di risposte che non ho! Ossessione? Amore? Ricordi? Forse sono la causa, ma la verità è che sto male, sto male come i miei amici non riescono a capire, sto male come la mia famiglia non riesce ad accettare! Probabilmente sto male come lei non riesce ad immaginare! Ma pensi che se qualcuno capisse quello che provi in questo momento cambierebbe qualcosa? Ho maturato alcune idee in questi otto mesi. Non cambierebbe assolutamente nulla se lei sapesse quello che provi in questo momento! Non cambieranno nulla le mi parole! Anche la mia ex ragazza non mi ha più chiamato dopo che mi ha lasciato! Senza che i suoi atteggiamenti fossero cambiati, otto mesi fa, nascondendo le sue paure e i suoi dubbi, mentre io le stavo portando la colazione una mattina come tante, mi ha trattato male e poi mi ha lasciato dopo il litigio inspiegabile che seguì da li a poco! Il giorno più inspiegabile della mia vita! Dopo aver scritto i soliti “ti amo” due sere prima, dopo i “mi manchi” e tutte le dolci parole che si usano! Cinque anni e non una chiamata in otto mesi. Sono una persona solitamente forte, ma la semplicità e la follia di quello che a me sembrava una pazzia di un momento mi hanno letteralmente ridotto uno straccio! Sono quasi sempre in camera, un continui pendolo tra rabbia e dolore! Le cose che sono successe sono tante, l’ho cercata, l’ho chiamata e non volendo allontanata sempre di più. Ho lasciato di me un ricordo che non meritavo perché, Paolo, ogni cosa che farai in questo momento non avrai la tua ragazza a giudicarti ma una persona che non ti sopporta più! Ogni cosa sarà mal vista, anche quando tu penserai di fare del bene! Ho letto ovunque: NON LA CERCARE PIU’, ma non ci sono riuscito e non ti nego che ancora adesso fatico! Se scrivo su facebook è come se scrivessi a lei (anche se ho cancellato il suo contatto), ma sai scrivi pubblicamente magari legge! Ho cancellato il suo numero, che tanto conosco a memoria ma forse un giorno dimenticherò! Frequentiamo la stessa Università che voglio lasciare, ma non riesco perché mi sembrerebbe di aumentare il fallimento di me stesso che sto provando sulla mia pelle! Niente mi fa sorridere, ho fatto un solo esame in un anno, ho preso 30 e lode, il primo nella mia vita e non ho avuto nemmeno un sorriso, non studio da mesi ormai… Paolo ti capisco, davvero, perchè ho la sensazione che tu stai male ma non quanto sto io e probabilmente leggendo queste righe avrai pensato questa cosa anche tu! Ognuno di noi pensa di provare un dolore che altri non hanno provato! Questo un po ci accomuna! Se ha amato una persona più di stesso non troverai conforto in luoghi comuni, nelle frasi di Oscar Wild o di Neruda! Non troverai rifugio nell’orgoglio, non troverai distrazione tale da non farti chiudere gli occhi bagnando un cuscino! Non credere che era una relazione malata, che tu eri dipendente se soffri tanto, che soffri perché non ami te stesso, che forse sei insicuro…. reputo queste frasi di un’enorme superficialità che solo chi non si è ancora innamorato può dire….. Paolo spero che tu ti senta meno solo e ti do solo un consiglio. Nella vita non si può mai sapere (e queste parole sono pericolose e sai perché: perché sono parole di speranza che a volte fa solo male). Ma ti dico non ti negare nessuna possibilità, se riesci lasciala andare… potessi stare al tuo posto in questo momento, ti invidio… non farei niente..perché mi sembra di essermi negato anche la possibilità di tornare insieme…proprio così, tu stai soffrendo ed io ti invidio! Fidati, lasciala andare… ti lascio una frase inutile e significativa: “Che io possa avere la forza di cambiare le cose che posso modificare e la pazienza di accettare quelle che non posso cambiare e la saggezza per distinguere la differenza tra le une e le altre.” ….Io ancora non sono saggio abbastanza… un abbraccio M.

    • ciao possiamo contattarci? ho letto la tua e mail di risposta e mi ha molto

      • Scusami del ritardo, non entravo in questo account da tempo! Dimmi se ancora vuoi contattarmi !

    • Ciao, posso sapere come mai hai cancellato i suoi contatti? Perché io sto vivendo una situazione simile, nel senso che mi ha lasciato e poi dopo non mi ha più risposto, ma non mi ha bloccato né cancellato…e allora perché non rispondere?! Ora sono 3 giorni non le scrivo…

  6. Sciura` sei riuscito a farmi piangere, mi hanno colpito profondamente le tue parole. Ho fatto anche io l` errore di continuare a cercarlo e la speranza non mi solleva.
    Paolo,lasciala andare e se lo vorrà` tornerà`. Purtroppo non sempre si ha la capacita` di rispettare i tempi dell` altro sempre che sia questione di tempi di riflessione, io non l`ho avuta e non ho avuto nemmeno una spiegazione, da gennaio e` andato via di casa e quando viene a prendere la nostra piccola devo trattenermi. Vorrei aprire la porta e abbracciarlo x l`eternità`ma poi mi dico, e` venuto x la piccola non x me…a stento mi saluta e io ogni volta perdo un pezzo di me. Vi sono vicina

  7. Mi dispiace molto Marilù… ogni tanto mi aiuta pensare, che è unico ciò che proviamo per una persona, ma non è unica la persona! Che infondo quel che c’è di bello vive nella nostra testa, nei nostri sogni, nella nostra immaginazione! Forse è un peccato che queste persone non si vedano come sono viste da noi, è ancora più triste che queste persone siano peggiori di quel che immaginiamo, però di una cosa sono certo….voglio essere innamorato di qualcuno che mi sappia risollevare da questi momenti non che ne sia la causa… voglio dare la possibilità a me stesso di dire.. Ah questo è veramente l’amore non quello che adesso credo che sia! Perché voglio sperare che l’amore sia molto di più di quel che ho conosciuto, perché non può essere amore quel che provo in questo momento! Ma questo è un pensiero che è figlio della serata, domani mattina ne ho un altro, domani sera ne ho un altro…. la solita confusione… però Marilù ti sono accanto…Paolo ti sono vicino… forse siamo tutti dietro uno schermo a pensare… forse chiuderemo e ci sentiremo cadere nell’abisso dei sogni che a volte sono troppo lucidi… ma stasera mi piace pensare che tutti abbiamo i nostri momento bui… noi lo stiamo vivendo ora, passerà anche per noi o troveremo il modo di farlo passare… un bacio alla tua bambina… M.

  8. Grazie,chissa` se un giorno ciascuno di noi ritrovera` il proprio equilibrio e benessere,Le tue parole mi riempiono il cuore.Mi sento sola ma e` anche vero che ho allontanato tutti x non essere noiosa e non di compagnia.Sono diventata un` altra persona,ho perso il sorriso e la gioia ,io che ero un vulcano di allegria.Tutti mi dicono di uscire e andare avanti ma al massimo vado al parchetto con il mio angelo di 4 anni,solo lei mi da la forza di andare avanti anche se avrei voluto darle una famiglia.Grazie e un abbraccio a tutti

  9. Non sono stata capace di donare alla nostra “meraviglia”la gioia di vivere in una famiglia con un papa` e una mamma e non riesco a non farmene una colpa.Non avra` una passeggiata mano nella mano,e anche quando vado al parchetto e` una sofferenza vedere le coppie che si divertono con i propri figli ed io li` a un passo dal trattenermi x non piangere a dirotto,cosa che faccio quando lei si addormenta,o quando non riesco a trattenermi do la colpa al trucco,guai a sentire una canzone anche quelle dei cartoni riescono a farmi venire il magone.Scusatemi

  10. E` incredibile quanto il nostro cuore e la nostra mente possano dare in termini di Amore e Sensibilita`.Io ve ne regalo un po`….Amare non costa nulla …e` il Soffrire che non ha prezzo.

  11. “mi chiedo come sia possibile cancellare così una persona, io non sono così”

    Nemmeno io.
    Ma di teste di c. è pieno il mondo, ahimè! Ora lo sai anche tu.

  12. “personalmente preferisco un taglio netto che forse fa soffrire più all’inizio ma permette di ricominciare una nuova vita in poco tempo a quelle storie che non finiscono mai perché ci si sente e risente”

    blablabla…i soliti luoghi comuni che vanno benissimo prima dei vent’anni, ma dopo…in termini pratici significano solo: USARE LE PERSONE COME FOSSERO OGGETTI CON UNA SCADENZA

    Poi magari si scopre che Paolo e la sua ex sono stati insieme per tanti anni, e che tra un po’ di tempo lei si fa viva con la coda tra le gambe. Vediamo se non sarà così visto che sono tutte uguali ste storie, come una fotocopia.

    Ma finitela con ‘ste paraculate, donne!
    Cominciate a tirare fuori le palle sì, ma quelle di AVER CORAGGIO DI TENERVI L’UOMO CHE AVETE SCELTO E CHE VI AMA.
    Di questi tempi lasciarsi dopo anni per futili motivi va di moda, quindi diventa troppo facile trovare delle scuse per giustificare il gesto. Oserei dire banale. Basta controllare nel Manuale delle Cazzate Femminili.

  13. A me pare che tu sia a dir poco maschilista,guarda la realta.Ogni storia e` una storia a se` e non sempre il Manuale delle cazzate femminili di cui tu pare sia accanito lettore e` cosi lineare.Leggi i racconti e magari soffermati a riflettere.Leggi la mia storia…le mie riflessioni e se ne sei capace,commentala criticamente ma con giudizio!!!!Tu forse non ha MAI conosciuto l` amore.

  14. Ma tu stai scherzando. O sei completamente impazzita.
    Come ti permetti di giudicare chi non hai mai conosciuto prima? Cosa ne sai che io sia veramente un maschilista o che non abbia motivi seri per dire cio che ho detto? cosa ne sai che non abbia conosciuto l’amore nella mia vita?
    Non è possibile scrivere simili sciocchezze, andiamo!
    Il Manuale delle Cazzate Femminili lo conoscono in media tutti gli uomini, fin dai tempi dei primissimi approcci.

    Io mi chiedo piuttosto come sei messa con la tua integrità per giudicare qualcuno con zero elementi per poterlo fare….

  15. E` proprio la mia integrita` che mi ha fatto ribollire il sangue x come ti esprimi sul genere femminile.Io non ho preconcetti sia l` uomo che la donna hanno i propri limiti ,debolezze o chiamali come vuoi…e ci sono storie dove e` l` uomo che scappa x non avere le capacita` di affrontare le difficolta e i momenti di criticita` che in una coppia possono manifestarsi tanto quanto le donne.Ho ritenuto il tuo un accanimento unidirezionale.Tutto qui.

  16. Paolo sta male e pian piano dovra` accettare e andare avanti,e per esempio anche io sto sempre piu realizzando che non puoi costringere l` uomo che ami alla follia e con il quale hai costruito una famiglia ad amarti…Mi ha amato e adesso non piu`,dobbio farcene una ragione e imparare a rispettare le decisioni dell` altro.E` doloroso ma nom c` e` soluzione,io continuo a dirmelo e forse un giorno trovero` il mio equilibrio,vome spero che cio` avvenga x tutti coloro che in questo momento stanno vivendo il proprio dolore.

  17. Io ho 27 anni , è già la terza volta che rimango scottata da una storia d amore .. Ci metto l anima e se ne vanno .. Ci siamo lasciati il 31 luglio , era un ragazzo d oro , avevamo progetti sul futuro ma ora totale indieffernza (da parte sua) l ho lasciato io per uno sbaglio che lui ha commesso ( e anche grande) ma l ho lasciato solo per fargli capire che aveva sbagliato , ma nella sostanza mi ha lasciata lui perchè da quel giorno si è fatto sentire solo il giorno dopo per ribabire che gli facevo schifo e altri insulti .. Un paio di hiorni fa gli ho mandato un messaggio per dirgli che mi manca .. Ma nessuna risposta .. L ho chiamato ma nulla .. È proprio indifferente .. Dopo un anno in simbisiosi ha ripreso la sua vita in mano .. Amici , ragazze e discoteca .. Credo che non mi abbia mai amata e forse è questo che fa più male .. Ma anche l indifferenza è una risposta .. E non so se riuscirò ad accettarlo ( a vbreve termine) sto comunque cercando di non farmi più sentire anche se è dura

  18. Ciao Paolo come stai?!

  19. sciurà hai epresso tutto il mio stato d’essere con parole migliori rispetto a quelle che avrei potuto trovare. Dopo un anno io sto ancora così… e non servono psicologi e antidepressivi…vorrei solo dimenticare

  20. delle volte indifferenza e solo una difesa per i dolori subiti, in una storia o eè un accumulo di tante storie,non solo d’amore.. ci si impara essere indifferenti,per chi è una persona sensibile ed emotiva è unica arma e unica forza…in altri casi indifferenza si applica , perché è indifferente per davvero.. non glie ne frega niente.. a me ora per esempio frega eccome.. ma per la sua sparizione non ho fatto una piega.. niente di niente..semplicemente non si è presentato per appuntamento e nemmeno mi ha avvisato.. e io niente… rimango cosi.. indifferente e fredda.. devi imparare essere duro e forte.. in ogni istante nella vita..se sai che non ti meriti il trattamento simile non reagire.. rispondi con il tuo silenzio e con il tuo non fare niente.. indifferente.. aria.. con tempo il dolore passa..e ti resta indifferente davvero..

  21. sciurà..leggo te e leggo me stessa..sono due anni che vivo questo incubo..

  22. Io sono dovuto arrivarci all’indifferenza ed è la seconda volta. Ci provi a non far finire tutto e a mantenere nonostante tutto qualcosa di bello per non buttare tutto e per non soffrire il silenzio più brutto che esiste, quello della persona che vorresti sentire e vivere ogni attimo della tua vita ma stavamo arrivando a distruggerci attimi di infinita dolcezza in cui bastava dire la parola sbagliata che diventavano litigi furibondo in cui vince la rabbia tanto da aver capito che la mia presenza ormai per lei era più un dolore che una gioia.Non posso essere io a guarirla da un dolore che le ho causato io stesso sentendomi dire di continuo che io non soffro sto bene e cattiverie di tutti i generi che mi farei anche dire se servisse ma la vedo quanto sta male e si trattiene perchè mi ha chiesto di rimanere solo amici ma ogni tanto si lascia andare per poi riprendersi subito con immani sofferenze da parte di entrambi e io no riesco a dirle di no quindi ci sto male e vedo lei stare male perchè vuole resistere ma ogni tanto non ci riesce(senza arrivare a chissà cosa già il pensarmi in certe situazioni che non ci sono più) e non ha senso sentire quella sua falsa freddezza composta che no so a cosa la possa portare quindi l’ultima volta che abbiamo litigato ho reagito cosa che normalmente non faccio e l’ho trattata male nella speranza che ci aiuti ,soprattutto a lei, a staccarsi da me visto che è quello che diceva sempre di voler fare.
    Volevo solo far capire che quando si sta malissimo l’indifferenza non è altro che una protezione che si fa a se stessi e anche a chi si vuol bene per farla uscire dal vortice in cui si finisce.

  23. Ho letto le vostre storie. La mia è molto simile. Abbandonata dopo due anni di amore intenso vissuto in simbiosi. Poi, lui ha dato un taglio netto. Non me l’aspettavo. I segnali erano sempre mascherati dalle sue parole d’amore e dalle sue attenzioni nei miei confronti. Forse troppe. all’improvviso dice che vuole essere libero e vuole altre esperienze con donne e mi specifica con tante donne perchè si è accorto di piacere molto. E poi cerca qualcosa di meglio. Sono passati sei mesi e io sto ancora male per lui. Prima l’ho odiato ora ho perdonato. Spero di passare all’indifferenza. E’ tutto difficile e doloroso. Sembra che il tempo non aiuti per niente. Ho provato ad uscire con altri uomini ma non mi interessa. In testa ho solo lui. E ora….sotto le feste di Natale sono devastata….mi chiedo quando finirà la mia sofferenza…..Lui da me ha voluto tutto: amore, passione, aiuto..ecc…ecc quando il suo serbatoio d’amore si è riempito perbene mi ha mollato come un pacco…..

    • È simile come storia …
      . È da un mese che mi ha lasciata andava tutto bene abbiamo fatto i tutto x stare insieme , avevamo dei progetti per la nuova vacanza ,figli,casa tutto ….. e in un giorno lui decide voglio cambiare vita fare quello che voglio e uscite con chi voglio . Non voglio tradirti nn te lo meriti! Voglio stare da solo per il momento poi lui vedrà fatti un altra vita io mi faccio la mia….. e non si è fatto più sentire niente…. ha pianto il giorno che mi ha mollato dicendo di anarmi e io ho fatto di tutto in questo mese inviato messaggi ,piango tutti i giorni lo penso sempre gli ho scritto Una lettera e fatto una nostra foto in cornice . Ma lui nn mi pensa proprio più com’è possibile dimenticarsi così di una persona che hai amato tantissimo!sta sempre su facebook è whottapp quindi già ho trovato la sostituta ma io nn lo voglio perderelo voglio di nuovo ma nn so come fare …… ieri sera sono andata sotto casa sua e mi ha detto di andare via e di nn scriverlo più ho sbagliato lo so ma io nn ce la faccio più

  24. Carissimo Paolo,io ho 39 anni
    Sono padre di una ragazza di 21 anni
    Ti posso dire dalla mia esperienza personale che nulla e perduto… Vai avanti.. Si forte e l’arma dell’indiferenza e il “Sorriso ” quando la trovi soridigli si forte e affronta tutto anche se essa ti dica non ti amo più ma saprai che ai rotto quel muro dell’indifferenza… Lo so fa male molto male…. Ma non abbaterti vai avanti avrai i tuoi errori ma sei già un grande duomo d’aver ammesso i tuoi errori e giustificati gli errori di essa… Forza Paulo…
    L’amore non e tutto… E sapi bene che ai un nome molto importante…
    Come Il grande Puolo di tarso…
    Ciao..

  25. Paolo prima o poi ci passiamo tutti, io ne sono uscito o ne sto uscendo- E’passato 1 anno e mezzo da quando non stiamo più insieme. La vedo tutti i giorni, e la vedo fare la stupida con le sue nuove amiche. Sono passato anch’io nella fase manchi, ti amo.. ecc….. non serve a niente fidati. L’arma migliore è l’indifferenza e il tempo. Quando la vedevo iniziavo a tremare e a bloccarmi, ora non mi fa ne caldo ne freddo, anzi pena. Non è facile, credimi si perde entrambi 50%, hai perso tu e lei, solo che adesso sei tu a soffrire. Se ti sei comportato onestamente, se l hai amata più della tua stessa vita, puoi dormire tranquillo e augurargli ogni bene. La vita è adattarsi, la vita è amarsi, la vita è sacrificio, la vita è libertà, la vita è ridere, la vita è attesa, la vita è fuori…. la vita è essere te stessi. Se lo sei, vedrai cosa ti aspetta. Ciao

  26. Ciao a tutti! Anch’io sono stato lasciato a inizio luglio dopo l’ennesima lite, una lite apparentemente stupida ma forse la goccia che ha fatto traboccare il suo vaso. Mi ha lasciato in stagione lontano 200 km da famiglia e amici. Mi ha lasciato con un SMS..ed è venuta a parlarmi dopo due settimane fredda e staccata solo per togliersi i sassolini dalle scarpe, egoisticamente direi. Quando sono tornato dalla stagione ero ancora distrutto, dalla sua cattiveria e dalla sua indifferenza a tutto. Mi sembrava che la ragazza con cui ero stato si fosse rivelata un altra. Non lo auguro a nessuno perché non si è più gli stessi. Vivi male..non hai piu voglia di nulla, niente sembra aver piu senso. Dopo mesi di indifferenza una sera è espolsa in presa forse all’alcool ingerito e scoppiando a piangere ammesse che viveva di sensi di colpa per il male gratuito che mi aveva fatto. Venne a casa mia per parlare e scusarsi, piangeva e io labbracciai forte, un abbraccio sincero come nessuno le aveva piu dato dopo di me. Ancora una volta la perdonai nonostante sapessi volesse qualcun altro che per fortuna non ricambiava. Poco dopo mi tradì riferendo a persone cose che le avevo detto di non dire mai. Dopo di ciò la cosa tornò come prima..indifferenza da entrambi..come due perfetti sconosciuti. Stanotte dopo 10 mesi l ho sognata nuovamente..e allora mi chiedo se tutti gli sforzi che faccio per dimenticarla servano a qualcosa. Penso che certi dolori non passino mai. Scusate per lo sfogo..ho cercato di accorciare il tutto..

  27. Ciao Paolo,

    E’ passato tanto tempo da questo tuo post ma ora sono io che mi ritrovo nella tua situazione.

    Sono stato lasciato da un paio di settimane da una persona con la quale per 1 anno e mezzo sono stato amante.

    Ci siamo conosciuti al lavoro e lei ha lasciato il suo ex per me… ma non è mai riuscita a cancellarlo davvero dalla sua vita in quanto ci ha messo 9 mesi ha mandarlo via di casa…
    Io in questi 9 mesi ho cercato di fare di tutto per darle coraggio, per darle forza… e siamo arrivati ad innamorarci… a parlare di avere un figlio insieme.. di sposarci… diceva che non riusciva ad immaginare una vita senza di me…
    Quando lui se n’è andato, circa 2 mesi fa, lei ha iniziato ad entrare in crisi, a chiudersi in se stessa… diceva che voleva essere lasciata tranquilla e stare un po sola… ma io non ce l ho fatta a darle quella tranquillita che lei cercava perché nel frattempo lei continuava a sentire il suo ex.. a provare sensi di colpa nei suoi confronti..
    Dopo 2 mesi di crisi, lei mi ha chiesto una pausa perche ero diventato troppo pesante, troppo incalzante e diceva che non mi riconosceva piu…
    Io ho cercato di farle capire che la mia insistenza, la mia pesantezza era una conseguenza del suo distacco, della sua crisi e non la causa… ma lei ha sempre sostenuto di avermi dato un sacco di possibilita… ma la realtà è che non ha mai dato una vera possibilità a NOI.. al nostro amore!

    Nelle prime 2 settimane di pausa lei ha iniziato a trattarmi con indifferenza, senza mai chiedermi come stessi e senza praticamente calcolarmi… dopo 2 settimane le ho chiesto di farmi sapere se era gia finita perche non riuscivo ad andare avanti nel dubbio…
    Lei mi ha scritto via chat che visto che ero insistente per lei era finita… ma alla mia domanda “mi ami ancora o no” lei mi ha risposto.. “non lo so piu”…
    Dopo una settimana l ho affrontata di persona e mi ha detto che è finita perche non ha piu voglia di lottare per qualcosa che si è rotto… mi ha detto “le cose cambiano”…
    Le ho chiesto se si stesse sentendo con qualcuno, o con il suo ex… ma ha negato tutto… peccato che ora sono venuto a sapere che lei si sta risentendo con il suo ex e pochi gg fa lo ha inviato a pranzo dai suoi…
    E’ stata bugiarda… mi ha trattato di merda… ha sempre pensato che il problema fossi io, quando invece è lei che ha rovinato tutto!

    Io, da scemo, l’ultima volta che l ho vista ho cercato di implorarla di tornare da me, ma invece dovevo mandarla a fare in culo e dirle che non ci si comporta cosi!

    Ora lei non sa che io so.. lei ne è uscita pulita… e al lavoro solo indifferenza!

    Sto cercando anceh io di non guardarla piu, di far finta che non esiste… ma non ce la faccio… e non riesco a credere che per lei sono completamente indifferente!

    Come si fa a passare dal tutto al nulla in cosi poco tempo!! ?? come si fa a ritornare con il tuo ex dopo averlo tradito per 1 anno e mezzo??? come si fa a dimenticare il male che le aveva fatto e a dimenticare il bene che le avevo fatto io!!???

    Lei lavora con me, 5 metri dietro me… la vedo e la sento ridere tutti i giorni e fa malissimo vedere che Lei è serena.. che lei ha ricomniciato a vivere.

    Non posso e non riesco a credere che lei non provi nulla quando mi vede, quando mi sente…

    Io sto impegnandomi a non guardarla piu, a trattarla con indifferenza… ma non sempre ce la faccio e ogni tanto mi volto verso di lei per vedere se mi guarda… cosa che ovviamente non fa, o almeno non me ne accorgo!

    Io vorrei tanto odiarla, ma non ci riesco… non ce la faccio!!!

    Se potete darmi qualche consiglio ve ne sarei grato!

    Grazie

    Ciao

    Stefano

    • Sono nella tua stessa identica situazione…la differenza è solo che lei viveva con lui e pur uscendo con me per un anno, aver fatto valigie e portate su un altra casa per una cosa o un altra nn se n’è andata…e lui è tornato da lei. So anche che le ha confessato diverse cose, tradimenti, lui a lei….mentre lei a lui niente….ora ci siamo allontanati ovviamente ma io sto ancora aspettando di capire, tanti perchè mi ronzano in testa e nn riesco a nn pensare a lei. Mi aveva promesso di parlarne in effetti, mi invitò nel luogo dove lavora (fuori città) ma nn sono andato per problemi quel giorno. Ha un indifferenza incredibile, ovviamente sta di nuovo col suo ex, ma nn riesco a capire come si faccia a cancellare tutto in un lampo…

      • Ciao,
        Stessa situazione.

        Identica.

        Ditemi quello che succede dopo….
        Stefanoq

      • Cosa succede dopo? Succede che troverai un altra persona con la quale ripartire da capo, probabilmente in una relazione più sana e che ti dia molto di pù della passata. Non ho la presunzione di sapere tutto, ma ho passato le vostre stesse esperienze, anche in questo momento. Una sola cosa posso davvero suggerirvi: dimenticatela. So bene che non ci è possibile farlo in poco tempo, ma più rimarrete attaccati ad un’illusione, ad una speranza e più passerà il tempo senza che voi davvero facciate il vero salto di qualità, cioè riprendervi in mano la vostra vita. Attaccarsi ai sensi di colpa, ai ricordi, stare a rimuginare sui discorsi fatti non serve a nulla, anche se è fisiologico che succeda. Partite dal presupposto che la persona che avevate idealizzato non è nulla più del carnefice che vi ha messo in questa situazione, pensate sempre che se si è comportata così una volta è più probabile che lo rifaccia piuttosto che cambiare davvero. Ed alla fine il giorno in cui vi renderete conto che nulla c’è di più prezioso che voi stessi sarete in grado di ricordare senza avere alun patimento, senza nostalgia.. E da quel giorno sarete davvero pronti per poter volare ancora più in alto. Quando? Dipende da voi.. Staccatevi e dimenticate, nella stessa maniera in cui siete stati dimenticati da una persona che in libertà ha scelto di non stare con voi. Questa è l’unica medicina possibile

  28. Weilla bellissima gente, Io sono una persona che vi può aiutate a voi ragazzi, Quindi se soffrite per amore ce solo un rimedio buono per dimenticare. Fate cosi, prima di tutto datevi qualche schiaffo per svegliarvi un po. E poi prendete un amico con la macchina e andate a fare sesso con una puttana bellissima. La più bella che vedete sul sito della vostra città. E spendete questi 100€ in modo giusto. Poi starete molto bene, Sicuro al 100%

  29. Ciao Paolo, ora come stai? Anche io ho sofferto e ancora sto soffrendo tantissimo per amore. Non sono in grado di darti dei consigli perché in fondo non sono nemmeno in grado di aiutare me stesso. Anche a me diverse ragazze mi hanno ferito profondamente. E anche a me la cosa che più di tutte mi ha fatto male è l’indifferenza. Come si fa a essere così indifferenti? Come si fa? Ho constatato troppo egoismo, troppo individualismo. Alcune ragazze si mostrano fredde e dure come la roccia. Tu puoi soffrire le pene dell’inferno e loro continuano tranquillamente per la loro strada, come se tu non esistessi. Non esistono ringraziamenti per ciò che si è fatto, non esistono ripensamenti, non esiste nulla. L’unico consiglio che posso darti è di distrarti, esci con gli amici, coltiva tuoi interessi. Anche se nel dolore tutto perde di interesse fallo lo stesso. A me giova passeggiare nei boschi, leggere, parlare con gli amici e le amiche. E’ dura perché il pensare diventa ossessivo, ci si chiede il perché, ci si chiede cosa fare. E poi, posso dirti che forse un rimedio c’è: trovare un’altra ragazza. Sarebbe di grande aiuto. A me a volte in passato è servito. Certo, non è facile, ma aiuterebbe. Sono sicuro che se adesso io trovassi un’altra ragazza il dolore che proverei sarebbe minore.

  30. Siamo stati insieme 5 anni e mezzo, una convivenza, una voglia di avere un figlio, progetti su progetti, viaggi, amore a non finire e poi trova un lavoro e da li a due mesi sta già con un altro, un suo collega.
    Cancellato del tutto, non vuole ne vedere ne sentire. Mi ha cancellato da facebook, What’s Up, bloccato il numero di telefono.
    Il mio errore? Averla amata più della mia vita!
    Adesso se mi avvicino ha detto che mi denuncia. Fa male, un male cane, e la cosa più difficile da comprendere è perché. Perché è cambiata così? Perché non è più la stessa? Le ultime volte il suo sguardo e la sua voce sembravano cambiate.
    Che tristezza, spero solo di uscirne al più presto da tutto quello che sto vivendo

  31. ciao Paolo, ti capisco piu che bene. Soffro la tua stessa condizione, l’indifferenza. Non mi spiego nemmeno io come possa non toccarli nel profondo come tocca noi tutto quello che succede, purtroppo in una coppia a quanto ho potuto appurare x esperienza mia c’è sempre chi corre e chi scappa. Generalmente l’indifferenza credo la sfoderino per paura, non so di cosa, ma spero che sia cosi.Tutti mi dicono che l’unica soluzione è lasciarli vivere ed il tempo…sono difficili entrambi. Spero che prima o poi ci passi,si ama da morire ma non si muore d’amore dicono….forse…

  32. Ciao ragazzi. Mi domando quanti di voi, ad oggi, siano “guariti”. Intendo “tornati insieme all’ex ” , “incontrato chi vi fa star meglio” oppure semplicemente DIMENTICATO.
    E vorrei avere un consiglio al riguardo, visto che sono stata lasciata dopo due anni, ora è passato un anno, nel frattempo, se prima soffrivo e basta, oggi mi sono ammalata di depressione. Non credevo potesse una persona ammalarsi (la depressione si cura con i farmaci quando è VERA depressione, e non malinconia come credevo).ho dovuto lasciare il lavoro xke non riuscivo a far niente. Priva di forza fisica ed energia, quando in passato ero bellissima, forte serena simpatica e felice. I miei giorni sono vuoti non faccio nulla, neanche mi vesto più. Tutto è cambiato. Nonostante la mia vita ora è così buia, credo che prima o poi ne ESCO, sia da questa brutta malattia, sia dalla dipendenza da lui. Mi domando se provo davvero amore o se semplicemente è dipendenza, da trattare come qualunque altra dipendenza. Sta di fatto che, dipendenza o meno, sto ancora male x lui. Fino a ieri gli ho scritto. Sono settimane che non risponde ai miei messaggi, anche xke spesso sono accusatori. C’è da dire xo che se è un anno che mi ha lasciata, in questo anno ci siamo rivisti spesso. Inizialmente siamo proprio tornati insieme, ma x poco, abbiamo festeggiato san Valentino e dopo poco mi lascia di nuovo, anche xke ha avuto un incidente cn la macchina che ha distrutto e tuttora non ha la macchina x cui non può più “controllarmi”, ho dimenticato di dire che è molto geloso, nonché malfidato. Insomma dopo l incidente mi lascia. Ci siamo visti diverse volte, c’è molta attrazione e passione da parte di entrambi, ma lui, essendo un musicista, non può permettersi molte cose economicamente, ne darmi molto. A me non è mai importato mentre a lui pesa da morire. Tra l’altro ha già un figlio da un precedente matrimonio. Io mai sposata. Ora che lui mi ignora, mi sono completamente abbandonata, mi scivola tutto addosso, tranne lui. Se ne esce, dicono.

  33. sono lasciato con mia fidanzata dopo 4 anni e mi manca ancora

  34. Salve, anche io ho avuto una storia simile. Ho conosciuto una ragazza e c’è stato subito feeling a tal punto da bruciare tutte le tappe e passare subito all’aspetto intimo della relazione. Io non sapevo come comportarmi quando mi chiedeva se mi piaceva. Continuavo a rispondere” boh”, ” non sono sicuro di volerti ancora come mia fidanzata”,”voglio conoscerti meglio”. Sono un ragazzo di 22 anni e questa è stata la prima volta che ho trovato una ragazza che amavo e mi sentivo strano. Lei mi aveva avvisato che stava conoscendo un altro ragazzo oltre a me e, piano piano, stava perdendo interesse nei miei confronti perchè ero incerto se volerla come fidanzata. Be, dopo il loro primo bacio lei ha scelto lui e lo ama e ha troncato subito la relazione tra me e lei. Mi continuava a dire che potevamo restare solo amici.Però, la cosa che mi faceva più male è che era super gelosa se gli parlavo di una ragazza, voleva tanti abbracci da me, anche sdraiati nello stesso letto, però niente di più. Il nostro rapporto è cambiato
    tutto drasticamente da un giorno all’altro. Così, dopo 2 settimane ho deciso di dirle addio e di non cercarmi più perchè non riesco a restare amici, soffrivo solo al pensiero che stava con un altro. Quindi ti capisco che rimanere indifferente fa male.. tanto male. Vorresti riscriverle ma poi sai che rimarrai “intrappolato” in una morsa di sofferenze continue. Anche io sto male al solo pensiero di restarle indifferente, soprattuto quando ha detto al suo migliore amico che mi ha pure sognato. Un mio consiglio è trasforma questa ansia, questa paura o infelicità in energia positiva. esci con gli amici, FAI SPORT. lo sport è davvero qualcosa di speciale in queste situazioni. Ti ho scritto perchè esattamente come te, ho perso una ragazza che amavo e CHE MI VOLEVA. Sapevo che lei era quella giusta ma ho sbagliato ricordati che la vita va avanti e ci sarà una ragazza che ti amerà per quello che sei

  35. Mi sono frequentata con un ragazzo per un po’ di mesi..lui era un tipo molto sicuro di se stesso..stavamo bene assieme e lui mi dedicava tantissimo tempo, appena lo chiamavo correva e progettava weekend e ferie con me..l’ho lasciato per due motivi:il primo il suo carattere arrogante che non mi dava sicurezza nel futuro e la seconda (che non gli ho detto) perchè avevo trovato un altro. Quando l’ho lasciato mi ha risposto in maniera fredda dicendomi che sicuramente mi ero trovata un’altra persona.Ho provato a ricontattarlo spiegandogli che mi ero trovata un altro e che avevo fatto questa scelta perchè pensavo che non fossimo fatti per star assieme.Speravo che mi rispondesse visto che era il tipo che ti scrive sempre e che ti vuole vedere sempre. Non mi ha mai risposto. Finchè ad un certo punto dopo due mesi mi invia la foto di lui con una nuova ragazza e mi blocca definitivamente. Non volevo nulla da lui,solo rivederlo. Io non mi sono comportata bene ed era giusto che lui si fosse trovato una ma non capisco questa sua indifferenza a tutte le mie chiamate. con il rapporto sincero e diretto che avevamo io e lui, mi aspettavo una risposta altrettanto schietta invece nulla. Non capisco se il suo comportamento sia una strategia per farmela pagare oppure se semplicemente io non fossi molto importante per lui. D’altro canto perchè non scrivere un messaggio di risposta chiaro ed efficace?
    attendo i vostri commenti

    • Giulia hai detto che lui era un ragazzo arrogante. Come puoi pretendere che lui dopo un tuo rifiuto, e dopo anche una bugia (lasciarlo per un altro) la prendesse “bene”? Ti rendi conto che “lo hai preferito a un altro” e non glielo avevi nemmeno detto? Ora per quanto questo ragazzo non mi piaccia per come si è comportato dopo (mandare dopo due mesi la foto con la nuova ragazza e bloccarti) dimostrando così il suo carattere superbo e vendicativo (e su questo ti posso anche dar ragione per averlo lasciato), non posso dargli del tutto torto. Ricordati che lui sembrava molto innamorato di te ed era sempre presente e ti dedicava molto del suo tempo. Il tempo è prezioso Giulia e uno che lo vuole passare con te è una persona che a te ci tiene. Tu invece lo hai ferito e gli hai pure mentito (ti piaceva un altro e quindi lo hai un po’ tradito). Ora pensa se fosse stato lui a farlo a te. Cioè lui si trova un’altra mentre tu stai ancora con lui e ne sei innamorata. Poi di punto in bianco una sera che siete insieme lui ti dice che per il tuo carattere vuole lasciarti e nega che si sia già trovata un’altra. Ma non credi che lo avresti mandato al diavolo e che se avesse mai provato a contattarti l’avresti bloccato, oppure riempito di insulti? Giulia tu hai ferito ma tratti la cosa con troppa superficialità. Come ho detto per il carattere che aveva il tuo ex sono sicura che hai fatto bene, ma non aspettarti riconoscenza o perdono (soprattutto da uno arrogante) per come lo hai trattato.

      • Hai perfettamente ragione..io credo che il suo carattere arrogante nascondesse un’insicurezza e un modo grottesco per verificare quanto io tenessi a lui.Voleva che io cadessi ai suoi piedi come molte altre ragazze, mentre io tante volte non passavo il mio tempo con lui..e questo lo rendeva sospettoso. In ogni caso io sono stata troppo frettolosa nel lasciarlo e avrei dovuto se non altro, parlargli visto che il nostro rapporto era molto schietto.Non sono amareggiata del fatto che si sia trovato un’altra, bensì cercavo un confronto ma era troppo tardi..uno come lui non da seconde possibilità neanche per parlare. Però l’indifferenza sua fa male, avrei preferito che urlasse e inveisse contro di me piuttosto che non rispondere e cancellare ogni traccia di me dai suoi profili il giorno dopo!!Con questa ragazza è ancora assieme. La cosa buffa sai quale è? Che cercavamo entrambi una persona che ci desse sicurezza (lei è molto cara e buona) ma nonostante ci piacessimo, non siamo assieme ora…potevamo benissimo essere la sicurezza l’uno per l’altra.. ma non ci siamo capiti…

  36. Ciao, la mia storia é molto simile alle vostre. Il mio ragazzo dopo 4 anni fantastici da un giorno all’altro mi ha lasciata. Senza molte spiegazioni e credo che il reale motivo non venga mai detto in questi casi forse x rispetto, forse per per orgoglio e forse mai lo scopriremo. I primi mesi sono stati traumatici, pensiero costante, continue domande su cosa fare x “farlo tornare” trovare un motivo sensato a tutto questo ma poi pian piano si migliora. Son passati 3 mesi e ora ho iniziato a farmi una vita già che prima vivevo in simbiosi con lui. Nn ho più amici ma ho pensato a cosa realmente voglio fare. Anche sola uscire, andare in palestra star più tempo coi miei cari e devo dire che inizio a star meglio. Non sperate che la vostra vita migliori subito. La mancanza si sente ancora ma vi assicuro che pensando più a noi stessi e sforzandoci un po’ scopriremo di esser più forti di quel che pensiamo ?

  37. Ciao, non so se nel frattempo hai superato quello stato d’animo ma voglio comunque risponderti per esperienza
    vissuta,ricomincia ad amarti è difficile lo so ma solo cosi ci riuscirai, comincia a cambiare abitudini fai nuovi amici e ricomincerai a vivere. Non dimenticherai, ma farai esperienza che ti servirà per difenderti.

  38. Tutto passa prima o poi e anche se fa male e si soffre bisogna guardare avanti e pensare che chi non ci vuole non ci merita…io sono convinta che chi fa del male prima o dopo gli torna indietro la stessa cosa e poi si ricorderanno di chi gli ha amati veramente …sono stata lasciata due settimane fa e credetemi che ho amato sta persona col cuore …ma adesso mi viene solo voglia di tirargli due sberle ben messe per come si è comportato …

  39. mi sentivo con un ragazzo quest’estate erano due mesi che parlavamo … dopo un po è sparito , non mi rispondeva più , lo vedevo e lui faceva finta di niente ….. dopo un pò di tempo gli ho riscritto e abbiamo riniziato a parlare … ci siamo messi insieme a dicembre e 6 giorni fà mi ha lasciato dicendomi che eravamo lontani.. lui abita a cupello , io a termoli saranno 20 minuti di macchina!! mi ha detto che ora si stava accorgendo che ci riuscivamo a vedere solo il sabato… io gli chiedevo sempre se potevo andare a cupello siccome lui non guida e mi diceva ‘ti faccio sapere ‘ e non mi faceva mai sapere niente! ultimamente lo vedevo strano lo dovevo cercare sempre io …. quando stavamo insieme il sabato era molto distante! io gli ho detto ok va bene allora possiamo salutarci… mi ha detto rimaniamo amici e mi ha detto ‘ ci risentiamo ‘ a me piace davvero tanto e non riesco a non cercarlo … lui da quel giorno non mi ha più risposto… non so cosa fare !!!

    • Cara Angela, purtroppo quando fanno così i ragazzi (mi dispiace tantissimo dirlo) hanno un’altra fra le mani. E’ chiaro che quelle che ha usato sono solo scuse. Ricorda che se uno ci tiene il sistema per vedersi lo trova sempre, mentre il tuo ex rifiutava addirittura le tue soluzioni. Quindi l’unico consiglio che posso darti è cercare di non contattarlo (tanto otterresti solo un rifiuto) e rivolgere le tue attenzioni verso qualche altro ragazzo che potrebbe piacerti.
      Sono sicura che tra un po’ verrai a sapere che l’ex si vede già con qualcuna.
      So che è difficile, che ci sei rimasta male, ma lascialo andare. Non mi sembrava sincero dall’inizio. Sei molto giovane: di sicuro troverai presto qualcuno che te lo farà dimenticare.

  40. Io sposatissimo con figli lei fidanzata da molto, grande differenza d’età, lavoriamo vicino in pratica ci vediamo tutti i giorni. Ci siamo visti e amati per 6/7 mesi, anche se la cosa doveva essere senza impegno …..

    Lei si è sentita in colpa ed ha voluto fermare tutto…..
    La vedo che se ne fotte ed io ci sto da cane…….forse me lo merito, però mi ha ferito la sua indifferenza anche se mi accorgo che butta l’occhio di sfuggita….
    Mi manca il suo sapore anche se mi innervosisco quando la vedo.
    Penso hai bei momenti vissuti insieme, ci sto male.
    Credo che dall’inizio per lei sono stato solo un’avventura, voleva stare con l’uomo maturo ……
    Magari lo fossi veramente…..adorerei mia moglie, donna straordinaria…
    Purtroppo l’amore non è matematica o ragionamento
    Ciao a tutti i delusi, animo!!!!!

  41. Carissimi è vero a volte succede e ci si rimane malissimo. Attoniti, basiti e realmente sconvolti. Ma succede e occorre andare avanti. Serve ripensare al proprio comportamento, ripensare a come ci si è sentiti dentro questa storia, vedere i propri limiti e vedere i limiti della storia stessa. Vedere dove forse si poteva intervenire e non subire il comportamento dell’altro, anche se poi rimane il fatto che quando entriamo in relazione con un’altra persona, noi possiamo contribuire sempre e solo per il 50%. Rimanere però concentrati solo su noi stessi, perchè è solo su di noi che possiamo “aggiustare” qualcosa e fare in modo che la prossima volta non succeda più.
    Una cosa che qualcuno dice, rimpiangendo quello che non c’è più…è che quella era davvero la storia giusta, che quello o quella erano davvero le persone giuste per la loro vita-…ebbene, non è così, perchè se veramente lo fossero state, non si sarebbero comportate così..a meno che una forza aliena non abbia condizionato loro le menti..ma la vedo un’ipotesi residuale…molto residuale.
    Parlo ovviamente anch’io per esperienza diretta e fresca (metà aprile) Conosco l’indifferenza e la freddezza subentrate all’amore (o quello che diceva di provare e vivere) e la poca, anzi inesistente amorevolezza con la quale mi ha comunicato il termine. Dopo la delusione, il dolore, l’amarezza, mi sono chiesta se davvero voglio nella mia vita una persona che non ha amorevolezza, non ha cuore e tiene in così poca considerazione l’altro….anche se non lo ama più….Cavoli, l’altro rimane sempre una persona….Sono d’accordo con quanto scrive Alberto, non passate del tempo a rimuginare sul passato (non è costruttivo e non serve) usate invece il vostro passato per costruirvi una consapevolezza maggiore.
    Per chi sta rischiando di cadere in depressione, consiglio il supporto di uno specialista. A tutti invece più amore per se stessi….Per chi crede, ha fede..ricordiamoci cosa hanno fatto a nostro Signore…..figuriamoci a noi…..ciao ragazzi e ragazze e che la vita sia con noi!!!

    • Sarà un secolo che non sento parlare una donna di amorevolezza….pur non.essendo più innamorati. È molto bello quello che hai scritto ed è sempre stata anche la mia ragion di vita. Grazie per le tue belle parole

  42. Indifferenza e orgoglio. Facendo una sintesi di quello che mi capita ormai da 6 mesi, sono questi gli aggettivi che contribuiscono al dolore del distacco.
    La crisi dura ormai da quasi un anno, abbiamo cercato di riprovare tante volte, ma da 6 mesi non mi vuole più, anche se mi ha sempre detto o scritto il contrario.Cosa contano però? I fatti!
    Capire di amarla dopo una crisi o dentro una crisi, si può e sta capitando a me.
    La mia gelosia maledetta certamente ha lacerato questo rapporto e ho già fatto tutte le autoanalisi possibili, chiedendo anche scusa, perché mi rendo conto che è una stupidaggine rovinare tutto per un’ossessione( contenuta).Ma lei, lei è possessiva. Allora cos’è peggio? Tutto è peggio quando invece di coccolarsi, farsi venire il diabete per la dolcezza, si litiga e si dicono cose che non auguro a nessuno. Mi sono sentita dire cose orribili e ho detto cose orribili, che mai ripeterei, perché mi vergogno di me stessa. Eppure si può arrivare a conoscere il proprio peggio, forse perché questo amore ha scavato così in fondo da arrivare anche alla parte oscura di noi.
    Lo strazio? L’indifferenza e l’orgoglio dicevo. L’indifferenza, quando le scrivo per giorni e non risponde, quando le telefono e mi stacca la comunicazione e mi blocca, quando le dico vediamoci e non risponde.
    L’orgoglio, quando deve decidere lei tutto, deve sentenziare sul mio livello d’amore che non è come il suo, che…che…che…tristezza.
    Ho letto questi commenti, anzi, queste vostre esperienze e la consolazione amara è che tutti soffriamo, per un motivo o un altro e il punto è che dobbiamo farcela da soli. Soli. Sola, devo farcela da sola,anche se per fortuna ho degli amici, che però non sapranno mai davvero cosa senti, per quanto possa raccontarlo nei dettagli. Chi va a dormire con gli occhi gonfi sono io, chi si domanda mille stronzate sul perché non vuole vedermi, non vuole credermi, non vuole amarmi davvero sono io. Sola, a 36 anni diventa pesante, anche se non sono decadente, però inizio a sentire la solitudine come un dramma.
    E volere solo lei, solo lei in testa e nell’anima, come si può uscirne? Dimenticando? Forse lei dimenticherà, io non posso , perché ancora la sento dentro me e questo dolore al cuore che spesso è anche fisico, mi fa capire che è lì che abita il mio unico amore.
    Non è la prima volta che finisce un amore, solo che questa volta per me non è ancora finito.
    Tre anni, calcolando anche la crisi, la calcolo perché non ho cercato altrove e non ho intenzione di farlo, lo potevo fare a 20 anni, ma ora non ho nessuna voglia di cadere in braccia sconosciute, perché io voglio le sue braccia, la sua bocca, voglio solo lei.
    Poche ore fa le ho scritto ancora, ovviamente non mi ha risposto, fedele alla sua indifferenza e al suo orgoglio, fedele al suo concetto d’amore che non coincide con il mio, ma allora? Cosa importa? Io amo così e tu ami colì, abbiamo due modi d’amare differenti che non si possono mettere sulla bilancia. Non si può giudicare un amore, il modo, no! Si può solo amare con amore e basta. E forse non sono abbastanza importante per avere delle risposte, per avere il perdono e per avere un nuovo inizio. Mi viene in mente una canzone di Nek: “io ricomincerei”, come dargli torto. Anche io ricomincerei proprio da capo, da quella festa, da quel colpo di fulmine, per me, per te invece è tutto successo dopo. Sarà forse questo che ci distingue? Il mio amore per te è passionale, carnale e dell’anima, tutto. Nonostante il tuo carattere duro, non dolce e non sai quanto vorrei dolcezza da te. Chiedo cose, chiedo tutto, chiedo te, ma tu non ci sei, dove sei? Sono ancora qui, dopo tutto a volerti ancora come il primo giorno e forse di più. E tu sei ancora lì, dietro ad un oceano di indifferenza e orgoglio. Chissà se ti arriva questo mio dolore, magari un giorno ti svegli e mi vuoi di nuovo, magari ti svegli e mi ami.

    • Cara Sola,
      Come ti capisco!sto vivendo la tua stessa situazione!dopo un anno in mezzo di convivenza vengo lasciata con un’indifferenza e freddezza mai visti. Passavamo momenti di paradiso e momenti in cui Senza motivo mi trattava malissimo per tutto il tempo,sempre paragonandomi alla sua ex, dicendo che non valevo niente, e poi le scuse e ‘io ti amo’ ..mi ha allontanata da tutti i miei amici e dalla famiglia..e adesso sparita!ho perdonato di tutto anche le botte giustificando un suo momento di crisi…una volta mi ha dato una sberla perché avevo parcheggiato lontano…un’altra volta a cena mi ha mollata la da sola e dopo preso a botte perché il ristorante che avevo scelto io non le piaceva..adesso ripensando mi stupisco di quanto ho sopportato! Tralascio poi gli epiteti con cui mi chiamava quando si arrabbiava ogni 2 giorni e tralascio le bugie che mi ha raccontato e le cose che si è’ inventata con la sua famiglia facendomi passare per un mostro. A inizio anno Muore mia nonna a cui io ero legatissima e lei invece di starmi vicino litiga con me, mi vuole lasciare perché passo un periodo di estrema tristezza.Io esasperata avevo bisogno di respiro e le chiedo di stare un po’ lontane. Inizio un percorso di aiuto per superare il lutto e anche questo non le va bene, finché dopo l’ennesima offesa parlo con la mia psicoterapeuta, le faccio leggere i messaggi che mi manda e scopro che come si comporta non è’ una crisi, è’ un disturbo vero e proprio borderline. Cerco di convincerla a farsi curare e tornare insieme meglio di prima, le sarei stata vicino perché la amo e voglio stare con lei, lei mi confessa che suo fratello è’ in cura per la stessa malattia ma che il problema non è’ lei sono io. Adesso Ho tentato di contattarla mille volte, ma lei che fino a qualche giorno prima mi giurava amore eterno adesso non mi vuole più. Anzi con un cuore di ghiaccio mi dice pure che sta uscendo con un’altra. E ha cambiato numero. Non posso più contattarla. E io ho una confusione di sentimenti di rabbia,gelosia, tristezza,umiliazione, voglia di vederla di dirle di stare con me…ma io dico dov’e’ la mia parte razionale??un po di orgoglio??mi ha trattato malissimo e offeso per tanto tempo, e adesso abbandonata così…e la risposta è’ semplicemente che in quei pochi momenti in cui era lei, è’ stata la cosa più bella della mia vita. Mi sentivo invincibile con lei a mio fianco. Non ho mai amato nessuno cosi. Lei Era tutto quello che volevo. Come farò senza di lei?la vedo camminare nella nostra casa, le sue cose sono ancora lì, il suo profumo per la casa…Soffro e tanto anche perché mi ha Portato via tutti gli affetti e non ho neanche una spalla su cui piangere. Datemi qualche parola di conforto almeno voi…

      • Giulietta, leggo la tua storia e sembra la mia, dentro una relazione che non finisce nonostante sia arrivata al limite, io sento il limite. Il suo amore, la sua pazienza, la sua dedizione, il suo mettere tutto se stesso al servizio della relazione, trovano da me solo offese, maltrattamenti e umiliazioni.
        Che sopporta, pur di stare con me. Io non lo sopporto, però non rinuncio ad averlo, questo gioco perverso fa male a lui e alimenta il mio stile relazionale disturbato.
        Io sono borderline, ti do un consiglio, allontanati da questo rapporto che si nutre del suo stesso veleno. Ti fai un regalo, nessun amore può curare una patologia psichiatrica, forse in qualche film.

    • Concordo. Io, non lo cerco con il telefono,ho smesso.Lo tengo nel mio cuore,solo così ormai posso consolarmi. Non c’è nient’altro, io possa fare.

  43. maria vittoria

    Dopo quasi 11 anni di amore per me è difficile vedermi senza di lui.L’ho amato immensamente e credo che sarà sempre così.Abbiamo fatto tanti errori,ho fatto tantissimi errori, ci siamo consumati nell’abitudine e la passione, giorno dopo giorno,ci è scivolata via, tra le dita,non so neanche come.
    È quasi un anno che mi ha lasciata ma non passa giorno che non lo pensi, lui, invece,è andato avanti con la sua vita: si è innamorato di un’altra ed è convinto della sua scelta.

    Più di tutto mi ha fatto malissimo la sua indifferenza, vederlo lontano e distaccato, ma in fondo è l’atteggiamento di chi non ama più e vuole solo buttarsi tutto alle spalle. Ci raccontiamo che il problema più grande sia il “suo”comportamento perché non ci rispetta come persona,ma la verità è che ci ferisce il fatto di non essere più amati e che niente e nessuno potrà ridarci la nostra vecchia vita.
    Piano, piano, tutti se ne fanno una ragione e forse per me è ancora presto,ma la ferita non si rimargina e non è facile tornare ad amare,sopratutto con questo grande vuoto dentro al cuore.
    In bocca al lupo a tutti e buona vita.
    Maty

  44. Puoi scrivermi con una mail. Ti capisco veramente tanto. Parliamone se vuoi.

  45. Io mi sento più triste, penso di aver rovinato più volte la mia vita e quella della persona più importante per me. Ho sbagliato molte volte e nonostante lei ancora mi ama e io amo lei ci siamo lasciati per il suo bene. Gli ho fatto solo del male, ma abbiamo mantenuto un minimo di rapporto. Iniziò tutto 4 anni fà ai tempi siamo rimasti iniseme per due anni, ai tempi mi scoprì che chattavo con la mia ex (lei mi aveva cercato e io ci cascai come un coglione), poi ci siamo lasciati per questo motivo e lei si era buttata subito nelle braccia di un altro che non è riuscito a colmare il vuoto e dopo un anno e mezzo ritorniamo insieme, sembrava che questa volta tutto potesse andare bene, il mio lavoro mi ha distrutto i primi sei mesi distruttivi ero fantasma di me stesso e non ci vedevamo spesso e lei sopportava questo senza farmelo pesare. A maggio perdo il lavoro (forse una liberazione), trovo altro in modo momentaneo, lei ora aveva i suoi impegni e io che non c’ero per un buon periodo ora la cercavo sperando di colmare tutto quel tempo che avevo perso, la mia insistenza e il fatto di non aver capito che lei aveva adesso i suoi impegni (in parte il mio egoismo) ci ha portato alla rottura. Lei continuava a pensare al tradimento passato e al fatto che non capivo i suoi impegni, che non sapevo stargli accanto per questo, non saputo sostenerla ne fargli dimenticare il passato. Non sono riuscito nemmeno a stargli vicino quando aveva bisogno, non c’ero. È ora ci sto male per tutto questo. Ora lei a bisogno e non vuole più il mio aiuto, non si fida più. Ci siamo lasciati e vuole cercare altro, vorrebbe dimenticarmi ma non ci riesce e vorrebbe sperare di trovare qualcuno che faccia dimenticare di me. Il mondo non è più lo stesso senza di lei, i primi giorni devastato totale, depressione totale, adesso ancora ne ho un po’, ma ho accettato (ho ammesso i miei errori). Solo che ci sto male e continuo a pensarla e un po a sperare. Vorrei davvero che stia bene, mi piacerebbe avere un rapporto diverso dal semplice ciao, ma mi accontento di quello che mi può dare.

  46. La mia storia penso che sia un po strano in quanto essendo stato trattato come una merda scusate il termine con un altrodopo 1o anni di fidanzamento tradito e lasciato ancora è strano ma provo mancanza di lei. La nostra storia non è stata rose e fiori sicuramente,ha avuto gli alti e bassi come tutte le storie ma siamo andati avanti sino a quattro mesi fa poi la rottura voluta e cercata da lei.
    Il motivo, la continua insistenza nel sposarsi normalissima penso ma ancora non possibile a causa del lavoro instabile.
    OGNI VOLTA a litigare per la sua non fiducia verso me. PER NATALE VOLEVO fargli il regalo della convivenza lo volevo veramente ma lei ha chiuso la porta anticipatamente,il risultato essere lasciato per sms ed avere le offese e ricevere gli apprezzamenti più schifosi che non elenco per vergogna anche di me stesso.
    Tutto questo dopo dieci anni. LA COSA PIU BRUTTA E SAPERE che durante la rottura lei si era fatta la strada con un altro e dopo dieci giorni subito in macchina con lui nell indifferenza totale verso tutti. è stata una vera coltellata al cuore a cui ancora non so riprendermi sto cercando di capire i miei errori e mi sto facendo mille domande perché mi manca dopo tutto puo sembrare strano ma lo è non riesco ad odiarla per quello che mi ha fatto.
    So benissimo che il filo si è rotto è non si aggiustera mai ma ho una gelosia morbosa verso di lei nel saperla in questo momento nelle braccia di un altro, non so che fare per dimenticarla, qualcuno puo aiutarmi

    • Mi dispiace molto! L’unica cosa che mi sento di consigliarti è di liberarti di qualsiasi cosa che ti ricorda di lei. Eliminala dai social, cancella foto, messaggi, ecc ecc.
      Piangi quando sei a casa, sfogati, si impara molto da questi momenti di dolore. Ma poi prendi la tua vita in mano, non farti trasportare in un vortice depressivo. Esci, viaggia, prova a coltivare interessi che hai dovuto mettere da parte. Non meriti di star male per qualcuno che non ti apprezza!

    • Sto male, male male penso che cadro’ in depressione e l’idea non mi spaventa
      Ho un uomo sposato che mi fa sentire in Paradiso il problema è solo che io sono tremendamente gelosa.
      Io posso rifliutarmi di fare l’amore con mio marito perche non riesco piu’ a toccarlo baciarlo e farci l’amore lui invece non riesce a rifiutare sua moglie pensando che sia un sempluce dovere matrimoniale mi domando come rirsca a farci l’amore pensando solo al dolore che provoca a me?
      Io non riesco ad accettare il fatto che io riesco a rifiutare mio marito e lui non faccia lo stesso con sua moglie.
      Sto male sto male litigjiamo sempre per questo . Non riesco a respirare sto malissimo Scusate lo sfogo .

  47. Ciao Paolo, non so come sia finita la tua storia ma spero tu non ti sia tolto la possibilità di aprire il tuo cuore ad una persona che veramente lo meriti…quella giusta per te…quella che vede riflessa nei tuoi occhi l’immagine di sè stessa.
    Difficile accettare e te lo dice una appena mollata che nonostante sia credente e sappia bene che quella persona non fa per lei soffre comunque quell’indifferenza di chi ha scelto sempre la falsità come risoluzione ai problemi.
    Spero la tua vita sia andata avanti come spero vada avanti quella di tutti coloro che si ritrovano a soffrire per la fine un fidanzamento, magari durato anche molti anni. Forza e coraggio a tutti, il Signore ci ama così infinitamente che ha un progetto per ciascuno di noi e se Lo lasciamo fare prima o poi sulla nostra strada metterà la persona adatta a noi,quella che in noi si rispecchia e si completa. Finalmente tra le sue braccia ci sentiremo a casa.

  48. Salve a tutti, vi racconto la mia storia, sette anni fa circa ho conosciuto un ragazzo che mi colpì subito già solo guardando i suoi occhi, mi colpì il suo modo di fare, la semplicità che aveva. Ci siamo visti qualche volta come amici anche se ci piacevamo. Lui essendo troppo giovane al tempo cercava una ragazza con un carattere più spavaldo quello che io non ero e ci siamo persi di vista non trovando quindi motivi nel continuare a vedersi. Dopo mi sono messa insieme ad un ragazzo, una storia durata quasi sette anni. Appena lasciata con lui ho ricontattato il ragazzo dei sette anni prima perché in un certo senso non mi era mai scappato dalla mente. Ci siamo rivisti ed è stato subito amore, un amore così grande che soli dopo tre mesi andiamo a convivere insieme. A parere mio tutto stava andando bene fino a quando circa una settimana fa, quindi un mese circa di convivenza, dice che per lui non siamo fatti per stare insieme . Ho scoperto che il problema principale è che non sopportava più una mia malattia psichica che è veramente pesante. Lui mi è stato tanto vicino in questi mesi e mai avrei pensato che mi avrebbe lasciato soprattutto per questo. Il problema è che pensavo mi sarebbe stato vicino e invece è stato proprio questo ad allontanarlo da me. Non gli dò una colpa ma speravo che mi dasse il tempo di curarmi. Mi sento tanto in colpa, non dovevo stressarlo con il mio problema. Lui ha detto che intanto rimaniamo amici e se un giorno questo mio problema passerà non sarà da escludere un possibile ritorno di coppia. Io non ce la faccio senza di lui, non trovo più pace in niente, vorrei morire e non pensare più a niente ma poi pensa che se muoio non ho la possibilità di riconquistarlo e allora mi faccio forza. Cosa posso fare? Ho la depressione e mi manca sempre di più.

    • Cara Veronica, credo di aver capito che la malattia psichica di cui parli, e a causa della quale il tuo ragazzo ti ha lasciato, sia la depressione. Devi pensare che probabilmente per lui non è stato facile e probabilmente non se la sente o non è in grado di gestire un tale problema. Ora devi pensare a curarti. E’ fondamentale che tu riesca ad affidarti a bravi medici che possano aiutarti e farti guarire. Sicuramente la depressione ti fa ingigantire il dispiacere per la fine di questa storia, ti fa vedere le cose più negativamente di come siano. La depressione non consente di essere lucidi e ricopre tutto con un velo di tristezza, accentuando dolori, malinconie e dispiaceri. Fatti forza, ma ora pensa a te, a curarti, a uscire dalla depressione. Il resto verrà di conseguenza.

  49. Nessuno Sciurà

    Sono passati tre anni da quando ho letto questo post, sono passati tre anni da quell’umore che mi portò a leggere una pagina siffatta. Non so la vita di Paolo come sia andata. La mia non è finita. Non posso dire che dopo tutto quello che è successo sto meglio di prima, non sarei giusto. Alcune “cicatrici” rimangono, ogni tanto le senti al tatto, quando ci passi una mano sopra. Tuttavia, leggere i vostri commenti mi fa strano. Ho riletto varie volte i post ed ogni volta ho un umore diverso perché ogni volta sono passati, sei mesi o più ed io sono diverso. Questo post, per me è diventato un semplice gioco con il tempo, mi sembra di conoscere alcuni di voi da una vita perché leggendo certe frasi, mi sono sentito allo stesso modo. Cosa mai accomuna di più due persone. Mi ricordo quando mi sentivo solo quando scrivevo per la prima volta tra i commenti e noto invece come tutti noi, stiamo infondo sulla stessa barca. Un po troppo affollata per sentirsi soli, non pensate? Un abbraccio a tutti voi!

    • La cosa paradossale è che tu senti il feeling con degli sconosciuti grazie a sensazioni condivise, ma probabilmente sei stato abbandonato da una persona che conoscevi da anni.

      A volte ci complichiamo la vita da soli.

      • Il peggiore di tutti.

        Ciao amicii, chi ci è passato non può rimanere indifferente ( tema !) alle vostre storie.
        Mi sono rivisto in alcune esperienze e mi dispiace per chi sta vivendo adesso quel dramma;Alcuni anni meravigliosi d’amore e da un giorno all’altro Lei bella da morire, intelligente sensibile la donna della mia vita mi ha lasciato pur sapendo che se ne sarebbe pentita; siccome non sono uno che si fa mollare facilmente martello telefono messaggio, dopo qualche giorno mi confessa che ha trovato uno a una festa e non sa come ci ha fatto sesso.
        Sono svenuto. Da quando stavamo insieme tutte le donne del mondo erano diventate cessi invisibili ai miei occhi.
        Mai l’avrei tradita.A quel punto mi sono arreso e mentre lei era uscita dalla camera sua per andare in bagno ho preso le mie cose e sono scappato via per sempre.
        Fortuna che abitava lontano.Il primo anno l’ho passato in camera mia dai miei il lavoro la casa l’azienda ho regalato tutto in due ore.Con me le foto i cd le sue mutande ancora con il suo profumo e tante tante lacrime.
        Alternavo un pò di sonno con dolore amore odio.
        In più meditavo, stando per qualche secondo a fissare il soffitto cercando di non pensare a niente.
        Ogni giorno trovavo un motivo nuovo e diverso per il quale lei probabilmente mi aveva lasciato intanto era sparita completamente.
        Nel frattempo altre ex e nuove ragazze mi hanno assillato assatanate saltandomi adosso e più insistevano e più capivo che io volevo lei.a qualsiasi costo. Non sono brutto ma sta cosa che tutte mi volevano mi puzzava parecchio. .un anno senza sesso è stato difficilissimo,ma che forza mi ha dato vincere le tentazioni!M i è capitato di tutto malesseri fisici vomito e diarrea contemporaneamente, incubi angosce visioni,quadri che si animavano genitori incazzati che dovevano fermarmi per salvarmi dalla follia.
        Tutti, tutti hanno cercato di fermarmi.E ti credo ! nessuno è felice e non vuole che neppure tu lo sia!
        Poi ho incontrato una che era più o meno nella mia situazione, io le parlavo della mia ex lei del suo e siamo finiti a fare sesso
        Ma siamo stati chiari e complici non illudiamoci.
        Io sapevo che avevo ancora lacrime e rabbia per l’ex e non mi sono fatto distrarre anzi il sesso è stato terapeutico perchè mentre facevamo pensavo a tante altre e lei pure.Ma non potevo proprio perdonare il fatto che mi avesse tradito proprio impossibile.Piano piano ho cominciato a vedermi come mi vedevano gli altri e con molta fatica accettarm così…i molto peggio e molto diverso da come credevo di essere ma vivo.
        Povera ex con chi era stata! un ladro approfittatore egocentrico tirchio depravato e tutto il resto, avrebbe dovuto mollarmi il primo giorno.
        Altro che donne invisibili, mi sarei fatto tutte le sue amiche sua madre e tutte quelle che avevo avuto nel raggio visivo nei 4 anni di fidanzamento!.
        Intanto i ricordi rivissuti mille volte,il primo bacio ,i litigi e le rappacificazioni ecc stavano piano piano svanendo.
        Quello che credevo essere Stato amore era solo una mia illusione di saper amar e illusione di essere amato, lei uguale a me due bugie viventi. Ma le bugie prima o poi crollano.
        L’amore vero non finisce da un momento all’altro senza un motivo Mi fa male ammettere che l’amore vero me lo ha dimostrato lei quando mi ha scosso così forte da farmi mettere in discussione,da farmi trovare il coraggio di essere finalmente onesto e umile nel vedere quanto marcio ero.
        Non voglio dirvi nient’altro,dovete da soli conquistarvi la sola cosa che conti nella vita. P.S. così come non puoi sforzarti di perdonare, quando capisci tutto non puoi fare a meno di perdonare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.