Home / CRISI DI COPPIA / Come superare il tradimento di una moglie

Come superare il tradimento di una moglie

Buongiorno, vi prego di dedicare  2 minuti alla mia storia, aiutandomi a risolvere un dubbio che praticamente sta caratterizzando ogni minuto della mia vita. Ho scoperto che mia moglie mi tradiva con il marito di quella che diceva essere la sua migliore amica.

C’era qualcosa che sentivo nell’aria già da qualche mese e non facevamo più l’amore da quando aveva iniziato ad essere strana. Ogni volta una scusa diversa pur di non farlo, ma dopo quasi due mesi ho capito che c’era qualcosa sotto. Gli ho scoperti nella maniera peggiore, a casa mentre cenavamo mia moglie entrava in cucina e lui a seguirla dicendo che voleva vedere come preparava da mangiare, essendo lui un esteta della cucina. Sono entrato all’improvviso e si stavano baciando fregandosene che a pochi metri c’eravamo io e la moglie di lui. Una scena che mi ha paralizzato, che ha fatto fare un urlo a mia moglie, che ha colto di sorpresa anche la moglie di lui. Di li a poco una scena da film, lei si è rinchiusa al bagno, lui con la voce tremante che cercava di giustificarsi con delle stronzate assurde, e poi io e sua moglie feriti nell’animo. Poi lei mi ha confessato che erano due mesi che aveva questa relazione clandestina, cominciata per le continue avances del tipo a cui non ha resistito, anche ovviamente a causa delle mie mancanze.

Se ne è andata a casa dei suoi genitori ma ci vediamo sempre per nostro figlio. Io vedo mio figlio che ha 8 anni  sofferente, ha capito quello che è successo e sta male. Gli manca la sua famiglia. Non so se perdonarla per il suo bene, non so come superare il tradimento di mia moglie, non so più che fare! Mi manca lei, la nostra famiglia, ma dal suo tradimento è tutto cambiato. Come posso credere che lei è pentita è mi ama ancora?

Il mio dubbio non è se perdonarla per il suo tradimento, ma se dopo questo si può tornare a vivere una vita normale di coppia. Aspetto le vostre risposte e vi ringrazio in anticipo.

da: Enrico

194 Commenti

  1. Quando ho letto la tua storia pensavo di leggere il copione di ciò che mi è successo, solo che nel mio caso io sono la moglie che ha scoperto il tradimento. Dopo un anno dove non ne ho voluto sapere più nulla di lui, per l’amore dei nostri due figli ho accettato il suo ritorno. Ma quanto è dura, non ne hai idea. Siamo entrambi diversi, cambiati, non mi fido di quello che mi dice. Anche se sembra un cane bastonato so tutto il male che mi ha fatto. Spero che lentamente tutto si aggiusti, di certo non mi illudo che tutto torni come prima, ma almeno ci sto provando.

  2. Io la perdonerei per quanto so che ti ha ferito, soprattutto andando con un amico di famiglia a casa tua. Davvero è stato crudele, ma per quanto ti ha fatto del male, credo che abbia sofferto da cani anche lei.
    Per una infatuazione, per una cotta, solo per sesso … si è vista cancellare tutto quello che aveva costruito.
    Se pensi che sia davvero pentita allora perdonala, ma dalla tua storia non si capisce bene se lei è pentita davvero.
    ma non lo fare solo per tornare a vivere come una allegra famiglia, quella ormai non c’è più, c’è tutto da ricostruire adesso!

  3. Se sei ancora innamorato di lei torna, ma falle capire che non sei disposto ad altri errori ovviam. Tanto se non torni con lei per orgoglio te ne pentirai in futuri..

  4. Mi dispiace veramente per quello che ti è successo… posso solo immaginare come ti possa sentire…. dico solo immaginare perchè finora non mi è mai successo…. Purtroppo secondo me non esiste una “maniera standard” per superare un tradimento, perchè non è una cosa che si supera. Si tratta di una ferita così profonda che spesso non si sana mai.
    Quindi che fare? Secondo me la cosa migliore la state già facendo: lei è dai suoi genitori e vi vedete solo per il figlio… altro grosso problema perchè per questa sua leggerezza ci va di mezzo una povera creatura.
    Per il momento la cosa migliore è stare separati, limitate i contatti al minimo. devi riprenderti dal dolore e solo quando avrai digerito la parte peggiore penserai a cosa fare. Ora è troppo presto…. per quanto riguarda tuo figlio, cerca di parlargli e fargli capire che per lui ci sarete sempre. Magari vedete/vedi se è il caso di rivolgervi ad uno psicologo, sia per lui che per te.
    Non si capisce, in tutto ciò, se tua moglie ha compreso veramente cosa ha fatto.
    Vedete voi inoltre, se è il caso di procedere immediatamente con una separazione.

    A parte il commento di Nadia, le altre donne hanno commentato in maniera vergognosa. Quindi non ascoltarle. Forse non sanno bene cosa significa sentirsi traditi da una persona con cui si credeva trascorrere la propria vita.
    ti auguro il meglio, sia per te che per tuo figlio.

  5. Quando si tratta di superare il tradimento di una moglie c’è ben poco da fare. O sei disposto a perdonarla o non lo sei. E devi essere sicuro di perdonarla e di lasciarti questa storia alle spalle perché altrimenti dopo un periodo di “pace”, le varie discussioni sul perché e sui come … faranno terminare la storia per sempre!
    Personalmente pensavo di averla perdonata, ma poi era impossibile vivere insieme… spero sia diverso per te.

  6. Come fai a pensare di stare con una donna così? Qui non si tratta di perdonare il tradimento di tua moglie, ma la totale mancanza di rispetto nei tuoi riguardi. Baciarsi poi in cucina quando dall’altra parte ci eravate tu e sua moglie è davvero vergognoso.
    Non giustifico il tradimento a priori, ma non sono così ottuso da non sapere che molte coppie si tradiscono.
    Credo che finché si tratta di una sbandata limitata nel tempo un minimo di giustificazione la si può trovare, ma quando tua moglie ti cornifica nell’altra stanza…qui si tratta di essere veramente str….

  7. Ti ha tradito, ti ha calpestato, ti ha umiliato, ti ha disprezzato,ha disonorato la sua famiglia, ha umiliato suo figlio; per cosa per sesso, sesso trasgressivo che trova la sua sublimazione nell’umiliazione del suo uomo e nel compiacimento dell’altro che se la sta godendo rapacemente, a sua volta disprezzando la propria moglie, e godendo di tutto il contesto. Tu l’hai scoperta in quel frangente,e per caso, ma chissà quante volte ed in quante occasioni il tradimento è stato consumato alle tue spalle. Per amor proprio e per dignità tua e di tuo figlio ( non è orgoglio del maschio ferito, cosa differente) allontanati da questa donna crudele, non credere più al suo “amore” non ti lasciare incantare da Circe. E’ finita non hai più una compagna complice, fedele alla quale puoi aprire il tuo cuore raccontare le tue debolezze, averla alle spalle che ti protegge. Non ci possono essere più scuse o richieste di perdono: il vostro rapporto è finito ucciso con un colpo di pistola al cuore; non si può chiedere ad un morto di resuscitare. guarda dentro te stesso, dedicati a tuo figlio, e ti auguro di incontrare una compagna degna, del tuo amore e della tua onestà. AUGURI

    • Volevo rispondere al Sig.Giuseppe….le sue parole mi hanno veramente colpito.sono entrata in questo sito per trovare conforto alla mia anima…ho scoperto che il mio compagno e padre della mia bimba mi tradisce.ma la cosa triste e che mi sta uccidendo è che a parte il fatto di non ammetterlo.mi fa violenza mentale…io purtroppo ho 32 anni ma la mia vita è stata gran parte una sofferenza.ho sempre dovuto essere forte con tutti.a lui ho aperto il mio cuore è lui dopo anni di umiliazioni perché io vengo da una famiglia problematica.adesso vuole buttarmi fuori casa e vuole prendersi tutto e vedermi morta.e da quando l’ho saputo che non mangio più…mi sento che la vita mi stia abbandonado…lo so ho una figlia…ma questo è l’ennesimo abbandono affettivo della mia vita.mi rispecchia tanto in quello che ha detto Giuseppe…mi ha mancato di rispetto…continua a mortificarmi perché io praticamente sono stata quasi orfana…il male che mi sta continuando a fare perché purtroppo posso solo andare per strada…perché anche se io ho sempre lavorato e tutto suo.non riesco a capire perché nonostante io sappia lui neghi e mi fa sentire una merda anche come madre.ormai io per lui sono un peso…ma la cattiveria sta che mi vuole anche vedere per strada…ma io dico..nonostante sempre lui non mi abbia mai reso felice ma solo umiliata…io non sarei mai stata capace di fargli così male…mi sento ferita…ma comè può un essere umano fare così male ad una persona che per lui avrei dato anche la mia vita.in lui volevo credere che lui mi amasse…di quell’amore che purtroppo non ho avuto da quando sono nata!!!spero di andarmene via come lui vuole al più presto….ma il dolore che provo è un dolore atroce…continuo…e la cosa più atroce è il non sapere quando smetterà questo dolore che ti sta uccidendo dentro e fuori!!!

      • Cerca aiuto appena puoi Giovanna, non lasciarti andare oltre! Io sono stato da poco in una situazione orribile tanto quanto quelle che sto leggendo. Posso solo dirti che il dolore continua per un po’ ma tu devi prima di tutto pensare a rimettere in piedi te stessa. Non devi aver paura di niente, nemmeno della strada, perché persino lì trovi persone capaci di volerti bene. Anzi forse chi ha meno comprende molto meglio quello di cui parliamo e io devo molto ad una di quelle persone.
        Davvero, pensa a te stessa come cura per il dolore e ricorda non stai facendo niente di male a nessuno dei due, anzi stai facendo ciò che entrambi vorreste.

      • Giovanna devi andare da un avvocato. Non so bene come vadano le cose se è tutto suo, ma tu hai un minore da allevare e per quel che so, una moglie con figlio dalla legge viene tutelata. Quindi fatti coraggio per te e per tuo figlio. E visto quanto è stato stronzo combattilo con tutte le forze e cerca di ottenere quel che ti spetta di diritto. Quell’uomo è un essere spietato e bastardo non merita il tuo amore e nemmeno che tu ti lasci abbattere. Fatti trovare agguerrita con le unghie e con i denti. Si tratta anche di tuo figlio e se non hai il coraggio di combattere per te stessa fallo per lui. Lui vuole la tua disfatta? Metti lui in ginocchio perché uno così se lo merita proprio.

  8. Ciao
    ti riporto la mia esperienza in modo che tu possa fare le tue considerazioni.
    Dopo un periodo di sospetti, dovuto alla progressiva regressione ad uno stato quasi adolescenziale, che ho inizialmente imputato ad una sorta di reazione al fatto che aveva passato l’ultimo anno “in casa” ad accudire i nostri neonati gemelli (cacca pappa nanna) e ad un ritorno traumatico in un ufficio ostile, ho scoperto il tradimento di mia moglie durato circa un anno. Non li ho sopresi direttamente ma, rivistando nel PC di casa e recuperando file e immagine cancellate ho trovato fotografie che non lasciavano spazio ad equivoci…atteggiemnti molto spinti (anche foto fatte da sola in casa nostra che poi sono state mandate all’amante) di una donna che si è sempre dichiarata molto pudica e con un atteggiamento frenato verso il sesso…trauma molto forte, delusione, schifo per come si era ridotta, delusione, perdita di fiducia per come ha negato fino alla morte il tutto, nonostante le molte possibilità offerte di offrire confessione spontana…etc. Si sente stupida (e lo è), ha sofferto la relazione con l’altro perchè dopo mesi di corteggiamemnto, una volta ottenuto quello che voleva, ha cominciato a fare il gioco dell’elastico trascinandola in una trappola emotiva da cui anche con il mio aiuto si è tirata fuori…
    Per venire al punto – se osservo la questione da fuori – provo grande pena per lei e per tutte le donne (ma vale anche per gli uomimi) che si perdono così stupidamente per questioni di “pancia”..salvo poi risvegliarsi improvvisamente e rendersi conto di quanto sono stati stupidi e del casino che hanno combinato….razionalmente mi dico che una donna così non la voglio…mi delude..con due figli piccoli, una bella casa, un marito innamorato…perdersi denota la presenza di qualche equilibrio interiore che manca..con tutte le responsabilità che posso attribuirmi per non aver ascoltato in maniera corretta i suoi disagi..
    Non me ne sono andata di casa, non l’ho mandata via….lo ripresa e supportata nel suo percorso di recupero (era sbandata, persa e senza più punti di riferimento)..mi sono dimostrato solido, stabile e sicuro di me..sono oramai passati 6 mesi…lei stà facendo tanto per riabilitarsi (senza tuttavia zerbinare – e questo lo apprezzo)..ma io non riesco più a vederla come la donna di prima. Non mi pento di averla ripresa ma ho paura di avere di fronte Circe…sà che senza di me rischia di non poter più avere il tenore di vita che ha attualmente, sà che manda all’aria la sua vita…insomma ha solo da perdere e non da guadagnare..Temo abbia ragione Giuseppe….te lo dice uno che stà provando a ricostruire…vivo con queste incertezze…con il mio ego che grida vendetta e chiede un tributo di “sangue”..dopo averla in qualche “salvata” da una situazione in cui si è ficcata da sola…ora ho desiderio di essere egoista.
    Continuo a raccontarmi la favoletta dell’uomo maturo e responsabile che perdona…che ha riportato a casa una donna che si era persa….ma in realtà stò sopportando il dolore..non lo stò superando..e ho paura di esplodere…se hai coraggio e non ha figli buttala a mare.

  9. Ho 40 anni, sposato da 6…..Quanto ti capisco….stessa situazione: 3 anni fa, un mese prima del rogito di una casa tanto voluta e sudata, 1 mese dopo la morte di mia mamma, una bellissima bambina di 4 mesi.
    Come al solito in questi casi il telefonino la fa da padrone. E’ bastato vedere che se lo portava in bagno e ricordare che la mia ex, anch’ella traditrice, faceva lo stesso…e poi ti accorgi per come si veste, se da un giorno all’altro mette in borsa salviettine intime che non aveva mai usato, per una felicità che fino a poco tempo prima non aveva e altre cose che non vi sto a raccontare. Dicevo dal telefonino scopro la relazione, con un collega, che andava avanti da un mese circa…poco tutto sommato. E poi lei diceva che era per via della crisi post-parto, del fatto che si sentiva insicura e stronzate varie. Io le credo e in quel momento non avrei avuto la forza di fare altro. Si è apparentemente pentita, l’ho perdonata, c’è voluto tempo ma devo dire che alla fine, pur essendosi incrinato qualcosa, ho riacquistato un buon equilibrio interiore e di coppia. Due mesi fa ho avuto di nuovo sensazioni negative…e vai che il telefonino mi fa scoprire un nuovo tradimento. Con un altro collega con il quale si “vedeva” in qualche campo in auto durante la pausa pranzo….per nove mesi. E durante tutto questo tempo ha continuato a fare l’amore (Se cosi si può chiamare) con me…e credetemi, in questi anni ho dato tutto quello che un buon marito può dare, quindi niente rimpianti di questo tipo. Ora dice che è pentita, che…non pensava di essere scoperta!! che l’ha fatto solo per avere qualcosa di diverso…ma stavolta, dopo un primo momento nel quale più che sofferenza ho provato delusione, non ce la faccio a perdonarla….voglio una moglie diversa, una che adora il proprio marito, penso di meritarlo. Naturalmente le voglio bene, abbiamo passato insieme 9 anni, è la madre di mia figlia. Ma so con certezza che non riuscirò più ad essere sereno e innamorato. Manterrei solo una posizione di comodo, perchè separarsi con figli è uno sbattimento. Però stavolta no. L’ha fatta troppo grossa. Sbagliare è umano, perseverare è diabolico. Morale della favola: se l’ha fatto, l’ha fatto con coscienza, quindi se ne avrà l’occasione molto probabilmente lo rifarà. Morale della favola 2: non sarà più come prima. Avrà perso la fiducia. E la fiducia in un matrimonio è tutto. Morale della favola 3: tirate fuori i coglioni…e come diceva la canzone “lascia aperta la porta del cuore e vedrai che una donna è già in cerca di te…..”. Tu uomo non avrai problemi a trovare una che ti ama, lei non avrà difficoltà a trovare uno che la vuole scopare. Avete tutta la mia comprensione e il mio affetto. Un abbraccio

  10. buongiorno a voi ho letto tutti i vostri episodi con molto dolore per i traditi e tradite e mi dispiace moltissimo per tutti voi…volevo raccontarvi la mia storia.
    iniziata nel 1986 bellissima…arrivata fino al 1999 con un bellissimo matrimonio, tutto va a gonfie vele…io un bel lavoro, che ho tutt’ora. Lei un lavoro gratificante….succede purtroppo che nel 2005 il datore di lavoro si invaghisce di lei e piano piano la signora cede e vai….rimane incinta nel 2006 di mia figlia e senza nessun ritegno fanno i loro comodi pure in gravidanza…la cosa va avanti con una bella organizzazione dove io vivo in un’ altro mondo dove faccio il buon marito e padre di mia figlia…e loro che si incontrano nei loro modi.
    la cosa fuoriesce nel 15 luglio 2014 dove la moglie di lui estenuata da una situazione dove da tempo si era accorta di questa relazione…non facendocela più’ mi rivela il tutto.
    mi cade il mondo addosso…tutto quello che avevo costruito tutto andato in pezzi, foto,ricordi,feste,momenti passati insieme,nascita della mia figlia..gli amici,le mie passioni.i miei punti di riferimento di vita…tutto distrutto….mi ritrovo solo,vuoto,,,dove penso perlomeno che mia figlia sia mia….ha 8 anni nata 31.luglio 2006……ho fatto la botta abbiamo avuto liti di ogni genere….lei mi dice che la cosa era dal 2005 al 2011…non credo a nulla…visto che la moglie di lui mi fa’ vedere messaggi al telefono di giugno 2014 e luglio 2014!
    non so ragazzi, sinceramente non ho la più’ vaga idea di cosa fare, lei e’ diventata una serva dove dice che ora e’ cambiata e ha visto chi davvero vuole amare…e pianti e lacrime……non ho nessun rispetto per nessuno e vivo la vita in un modo talmente surreale, non dormo a casa non vorrei tornare e vorrei cambiare la mia vita e avere una famiglia! mia porca miseria, chiedo troppo?
    scusatemi, scusatemi

  11. Qnd succedono queste cose la cosa migliore è allontanarsi, vivere giorno dopo giorno senza pensare a decisioni importanti da prendere xkè al momento nn si è coscienti. Prendetevi tutto il tempo necessario per stabilizzarvi, per pensare e razionalizzare. È vero che le scelte vanno prese oltre che con la ragione anche con il cuore, e per questo ci vuole tempo. Non si può pretendere di essere in grado di tornare con una persona che ci ha delusi in quattro e quattro otto, come nn si può pretendere di cancellarla all’improvviso anche se ha sbagliato. Nn sn assolutamente d’accordo che bisogna restare insieme perché ci sono dei figli, perché i bambini capiscono tutto e una situazione di forzatura viene vissuta peggio di una in cui i genitori si sentono appagati anche se divisi. Io non mi sento di suggerire a nessuno “si tornaci assieme”, “no lasciala perdere”..mi sento solo di dire di pensarci bene cn calma e senza pressioni. E poi, mai scendere a compromessi. Nessun compromesso è adatto ad una vita felice che valga la pena di essere vissuta

  12. Salve
    mi chiedo per quale motivo una donna fa di tutto per sposarti e per avere dopo tante prove e visite un figlio che finalmente arriva e dopo 7 anni di matrimonio tradisce il marito con l amante della madre del marito stesso che tra l altro sa che questa persona ha già rovinato la vita dello stesso marito 10 anni fa?come caz…. si può?
    La mia storia è assurda,il 10 giugno mia madre mi chiama mentre io torno dal lavoro,mi dice, tua moglie cosi e cosi,io in quel momento mi metto a ridere e me ne vado,sapendo che mia moglie odiava quella persona perrchè mi aveva rovinato la vita qualche tempo fa dopo che ho scoperto che aveva una relazione con mia madre..
    vado a casa e ne parlo con lei…addio…mi fa tanto di testa e si arrabbia con me perchè do troppo retta a mia madre…e mia madre dice che vuole farci lasciare.
    fino qua gli credo,anche perchè era inverosimile una storia del genere.ma dopo qualche min mi abbraccia e mi dice che mi ama, con una lacrimuccia,mi insospettisce e vado a fare i tabulati…IL MONDO ADDOSSO!!!!!!!!!!!
    Io, un marito perfetto,un padre meraviglioso,e credetemi non pecco di presunzione,che scopro che la mia adorata moglie che mi tradisce proprio con quello!!!!!!assurdo…volevo farla finita,la famiglia era tt quello che avevo,e vivevo di famigli,credetemi.la mia bimba di 4 anni è tt per me.
    mi dice,in un anno è successo solo una volta,poi solo messaggi e chiamate,tutti i giorni,premetto che mia moglie è stata sempre chiusa per il sesso da 14 anni,non piaceva mai parlarne perchè si vergognava.
    Ma che cosa è successo……..
    Da quel momento un inferno!!!da quasi 4 mesi non facciamo altro che litigare,perchè io dico di averla perdonata ma puntualmente mi vengono attacchi di panico e ho voglia di sapere la verità.
    Lei mi dice che la verità è quella ma non ci credo,anche se dico che non ne parlerò più è sempre la stessa cosa.Io la amo ma so che se mi avesse accoltellato al cuore mi avrebbe fatto molto meno male,gli dicevo sempre se mi tradisci io mi uccido,non potrei mai vivere senza mia figlia e senza di te,e lei mi rispondeva,non ti preoccupare,non succederà mai,invece lo stava già facendo.
    Ora è super pentita,sta male quando mi guarda e piange quando guarda la bambina che è molto legata a me.
    Io gli dico che andrà tt bene ma so già che soffrirò per tt la vita,ero sempre geloso,e ossessivo, ma perchè mi ha fatto tutto questo,se gli avessi fatto tutto il male del mondo non avrei meritato una punizione così grande.Io lavoro in marina,e tra un pò partiro per mesi,come posso fare afidarmi ancora secondo voi,penso,a volte di farla finita ma poi vedo mia figlia e cambio idea…spero di farcela
    Per quanto io possa amare mia moglie ,paradossalmente la odierò per tt la vita per il male che ha fatto a me e che ha fatto a nostra figlia.Ma so che purtroppo senza di loro sarei perso per sempre.
    Se qualcuno mi può dare un consiglio lo accetto con gran cuore.aiutatemi.

  13. Caro Damiano, purtroppo quello che ti è capitato e qualcosa di insanabile. L’umiliazione che tua moglie ti ha inferto e’ il segno evidente di quanto, nei fatti concreti, essa poco o nulla ti rispetti. Immagina solamente che soddisfazione ha dato a quella persona alla quale si è concessa e con quale perfidia ha continuato a stare accanto a te nella menzogna.
    Cosa ci stai a fare con una persona così. Continui a soffrire per niente. Lei non ti merita, e non merita tutto quello che gli hai dato e che avresti potuto darle: non merita niente!
    Riprendi la tua vita, trovati una donna onesta che ti vuole bene che ti apprezzi e ti rispetti. Anche per tua figlia sarà la migliore scelta, meglio che vivere con la ovvia tensione che ci sarà in casa.
    Fallo e fallo in fretta senza voltarti indietro: la vita e una sola e non si deve permettere a nessuno di intossicarla.
    Tanti auguri

  14. Giuseppe,se fosse tutto così facile credimi lo avrei già fatto, mia moglie mi ha dimostrato con tutta se stessa il pentimento per quello che mi ha fatto, non si spiega nemmeno lei cosa gli sia successo,è assurdo lo so ma io so che senza lei e soprattutto senza la mia bambina la mia vita sarebbe un inferno, più di quanto lo è adesso. La bimba non può fare a meno di me, quando litigavamo voleva solo stare con il suo papà,e quei pianti non li dimenticherò mai.essere genitore vuol dire anche questo,sacrificare la propria felicità per quella dei figli credo sia giusto, non riesco a pensare ad una vita con lei lontano.
    Credo che in questo mondo i sani principi non esisto più, una persona è uguale all’altra, e tutti sono egoisti. Quindi penso che sia meglio dare un altra possibilità ad una donna che ha perso la strada che distruggere tanti anni di sacrifici, e distruggere la vita di una bimba che l’unica sua colpa è quella di volere i due genitori uniti. Tutto passerà spero, comincio a credere che ognuno di noi vuole che la vita vada per il meglio, purtroppo non e’ andata cosi per me, non esiste più la famiglia perfetta. Un giorno tutto questo sarà un brutto ricordo…spero.

  15. Ciao a tutti,
    ho scoperto martedì scorso al mare durante le vecanze che mia moglie da due mesi aveva una relazione con un MIO collega e amico carissimo (ex).
    Quando sono in casa, vivo un incubo e quando sono al lavoro ne vivo un altro.
    Non riesco neanche a scrivere quello che provo. Scusate

  16. sono cose devastanti…ti azzerano…ti riducono in polvere tutto….vivo con i valori del lavoro che faccio…sono un sanitario….mia figlia…e tutto il resto che mi gira intorno….la persona che ho’ accanto???? che devo dirvi dopo che ho dovuto fare l’infermiere perche’ da quante ne ho dette…e’ svenuta pure….implorandomi poi di non lasciarla che io sono la sua vita….ragazzi circa 8 anni insieme sono stati…senza nessuna precauzione….dal 2005 al 2012
    nel 2006 nasce la mia bimba….mia bimba….ma loro avanti…gli voglio bene sempre ma non e’ piu’ come prima….come fa’ a guardere sua figlia…tenete conto che lui era il suo datore di lavoro ed e’ pure venuto al battesimo..lei in palestra e io con la mia figlia a casa a fare tutto quello che si deve fare…..
    e’ difficile ragazzi….ho 46 anni e posso dire di sapermeli portare bene…sto’ tutt’ora sostenendo una famiglia che non so se la persona che ho accanto manterra’…..sono cambiata…..mah…..non so’ ragazzi….

  17. Buonasera, tutto vero! Da primo all’ultima risposta sono anch’io stato tradito almeno due volte, l’ultimo proprio ora, e difficile spiegare a parole le sensazioni che si provano in questi momenti, ma non mi do pace sono talmente avvilito e sconcertato che non riesco nemmeno a mettere due parole insieme.
    Il 02 settembre scopro dal cell di mia moglie msg che non lasciano dubbi in 11 botta e risposta c’era tutto sentimenti scambi amorosi sesso e appuntamento, mi è crollato il mondo perché ancora? Cosa ho fatto di male nella mia vita x meritarmi tutto questo? Sono domande che mi pongo di continuo sperando di trovare una risposta ma niente e molto difficile, posso capire che l’accaduto sia anche per colpa mia ma se potessi farvi vedere con chi mi ha tradito vi rendereste conto di quanto sono stato umiliato.
    Non so come procede ho un bellissimo bambino di 4 anni e sono sposato da più di 6 anni, attualmente lavoro solo io, Lei vorrebbe che non ci separassimo e riprovare ma non mi fido più, capisco anche che di tutto quello che ne soffrirà do più sarà mio figlio, sono distrutto, non mangio più da 2gg e non trovo il coraggio per chiudere perché malgrado tutto il male che mi ha fatto io la amo sempre (sono proprio un coglione), aiutatemi, grazie e scusatemi se non scrivo male ma mi tremano le mani.

  18. Scusate se mi permetto, ma noto un comune denominatore tra le varie persone che hanno scritto parlando del tradimento subito.
    Tutti mariti affettuoso, fedeli, innamorati, che non fanno mancare, compatibilmente con le proprie possibilità, nulla alla moglie. Ebbene, cosa succede? Che le gentili signore, in maniera più o meno spregiudicata, decidono di provare l’ebbrezza della trasgressione , e tutte continuano imperterrite a fare sesso con i loro rispettivi amanti , fottendosene altamente di offendere, insultare, umiliare e disonorare i rispettivi mariti, e figli anche in tenera età e pensando esclusivamente a scopare.
    Una volta scoperte, le gentili signore miracolosamente ” rinsaviscono” si pentono amaramente di quello che hanno fatto e sanno anche essere convincenti , a quanto pare, e promettono di non farlo più: e non vogliono essere lasciate e chiedono di riprovare.
    La cosa più sconvolgente e che la maggior parte di voi ci casca chi per un motivo e chi per un altro , risultato: le signore hanno centrato tutti gli obiettivi che nell’ordine sono: si sono allegramente scopati chi volevano, dopo scoperte qualche lacrimuccia e atto di contrizione e vi hanno pure convinti a recuperare un rapporto che pur essendoci amore , privo di rispetto e uguale a zero!
    Secondo voi che stima possono avere di voi queste donne, nel loro intimo? Io per esperienza personale vi posso dire che la psiche della donna e’ che se l’uomo abbassa la guardia tendono a sopraffare. Alle
    Vi chiedo scusa ma ci penserei seriamente a ricominciare senza assolute garanzie e comunque giusto per pareggiare i conti un bella scopata equilibratrice, tanto per far provate la stessa medicina , me la andrei a fare. Poi a mente serena ed a uccello scarico valuterei.
    Personalmente, non perdonerei mai un tradimento della mia donna, e non per sfiducia per il futuro, ma proprio per l’offesa subita e perché nel mio modo di agire ho sempre pensato che ogni uomo e donna si devono assumere la responsabilità del male che fanno e subirne le conseguenze, visto che ne hanno beneficiato dei vantaggi
    Vi auguro buona fortuna a tutti

    • Bravo Giuseppe
      Condivido pienamente quanto hai scritto…
      Il lupo perde il pelo, ma non il vizio.
      Le mogli zoccole con il loro comportamento denotano umiliazione per il marito e mancanza di rispetto per lo stesso ed i propri figli. Che schifo!!!!

    • Bravo Giuseppe ,

      La vendetta è un piatto che si consuma freddo !

      Diciamo che ho perdonato , ma la mia mente sta diventando diabolica !

      La amo , per carità , ma dovrà assaggiare la medicina che sto prendendo io , si chiama DELUSIONE , SCONFORTO .

  19. NON SEI UN COGLIONE SEI UN BUON PADRE E MARITO…DEVI FARE COME HO FATTO IO…SE TI VUOLE BENE…PIANO…PIANO TI DEVE DIRE PRATICAMENTE QUASI TUTTO …CIOE’ DEVE APRIRE IL SUO CUORE E DIRTI COSA MANCA NEL VOSTRO RAPPORTO…SE VUOLE ANDARE AVANTI SOLO PER COMODO O PER AMORE PER LA FAMIGLIA VERAMENTE E QUESTO LO VEDRAI UN PO’ NEL TEMPO….LE DONNE HANNO BISOGNO DI ESSERE COCCOLATE COME I BIMBI..AMANO ESSERE CONSIDERATE E SENTIRE CHE QUALCUNO AL SUO FIANCO HANNO SEMPRE…NON VOGLIO DIRE CHE TU HAI SBAGLIATO…CI MANCHEREBBE ALTRO….MA PROVA A VEDERE SE CI SONO E PENSO DI SI SEMPRE VALORI FORTI PER ANDARE AVANTI …VALUTA SE E’ STATA UNA SBANDATA CHE PUO’ CAPITARE A TUTTI O C’E’ ALTRO…MA RIPETO…CERCA DI COLMARE QUELLO CHE HA CERCATO ALTROVE…SIATE PIU’ COMPLICI E UNITI IN TUTTO…PROPIO SU TUTTO…INTENDO…NON PENSO CHE LO ABBIA FATTO PER FARTI MALE….RITORNA IN TE E CERCA DI COCCOLARTI UN PO’ E CERCA DI AVERE PIU’ AUTOSTIMA….HAI UNA BIMBA E DEVI FARE IL PADRE CON GLI ATTRIBUTI….LEI LO VEDRA E PENSO CHE LO APPREZZERA’ SE E’ UNA PERSONA CON LE P…….E SCUSATE L’AGGETTIVO…….SE POI GIUSTAMENTE NEL TEMPO VEDRAI CHE LA PERSONA E DEDITA A QUESTI ATTEGGIAMENTI ALLORA DI BUON ACCORDO CHIUDERAI E PER IL BENE DI TUA FIGLIA CERCHERETE DI ANDARE PERLOMENO D’ACCORDO QUANDO SIETE CON LEI……MA RIPETO AGISCI SEMPRE CON LA TESTA ATTACCATA…..

  20. Sono d’accordo con Giuseppe per quanto il suo commento sia piuttosto forte.
    E’ evidente che reagire ad un tradimento è davvero difficile. Dipende da numerosi fattori, ma lo sbaglio più grande è sentirsi in colpa perché molte donne sono capaci di questo. Se l’ho fatto è perché tu bla..bla..bla.
    Questo lo trovo offensivo. Se mi amassi non lo faresti e se lo hai fatto è perché non mi ami più, quindi per il solo rispetto che dovresti avere per un uomo che ti è accanto, che ti sostiene, che pensa a portare i soldi in casa avresti dovuto dirmi:
    – tra noi non funziona, abbiamo un problema che dobbiamo risolvere, perché mi sento attratto da altri uomini e via dicendo.
    Alla faccia della sincerità! Quante corna si eviterebbero e quante coppie ritroverebbero una bella unione!
    Ma si sa, la sincerità non è più di moda.

  21. MI SENTO DI DIRE RAGAZZI CHE IN FONDO..VOGLIO SEMPRE BENE A MIA MOGLIE CHE LA AMO CON TUTTO IL CUORE…TUTTO QUESTO MI PORTA AVANTI….MA SONO BEN CONSAPEVOLE E QUESTO E’ QUELLO CHE HO DETTO PURE A LEI…CHE ABBIAMO ENTRAMBI UNA SOLA CARTA DA GIOCARE…SIA PER SIA PER LEI…PERCHE’ POTREBBE SUCCEDERE PURE A ME…..UNA SOLA CARTA…..DOPO QUELLA DA BUONE PERSONE CIASCUNO PER LA SUA VITA….E’ CRUDELE DIRE COSI’…MIA FIGLIA SE UN DOMANI SUCCEDERA’ SAPRA’ CAPIRE …ORA RIPARTIAMO CON MOLTA FATICA….DEVO ESSERE ONESTO QUALCHE COGLIONATA L’HO FATTA PURE IO….PER QUESTO VADO AVANTI….ULTIMA PORTA POI SI CHIUDE.
    UN SALUTONE A TUTTI VOI…

  22. PERDONALA. Un figlio sta peggio quando è la propria madre a subire, perché è il sesso “debole”. Quindi, perdonala ed amala anche più di prima. Purtroppo quasi sempre il maschio è lo stronzo, perché loro son stupide, però ti assicuro che un figlio sta molto peggio quando è il padre a sbagliare. 🙂

  23. Ciao ragazzi,
    sono passati 3 mesi da quando ho scoperto tutto,e credetemi che le cose in casa stanno peggiorando, non riesco a non pensare nemmeno per un minuto a quello che mia moglie mi ha fatto, non riesco a vederla più come una volta, anche se mi dimostra l’amore io non la sopporto, ma bello stesso tempo ho paura di non averla con me e non voglio creare danni a mia figlia che ha solo 4 anni…e mi ama da morire. Ci sono troppe cose che mia moglie mi tiene nascoste e questo mi fa morire dentro, lei mi dice che se vuoi andare avanti non devi pensare più a nulla ed essere felice. Io invece mi sento falso perché non riesco più a vivere, mi dice che ho la faccia persa e da mummia e non sopporta più il mio modo di essere. ma non so proprio come fare, mi sento perso nel vuoto, la mia voglia di scavare è troppa e so che se scavo scopro cose che mi finirebbero di uccidere. Come devo fare?
    L amante di mia moglie mi ha rovina in passato perché è stato anche l amante di mia madre…e so io quanto questo mi sta uccidendo dentro.

  24. pure io sono cosi, ti capisco. Vuoi scavare nel passato, deve comunque dirti qualcosa. Non può’ chiudere cosi, se ti vuole bene deve dirtele, io a suon di discussioni tante le ho tirate fuori e non sto’ bene pure ora. E’ un momento molto difficile dove non sei nessuno e non sai con chi vivi. Vi dico la verità’, per ora vivo la giornata….e crudele ma non posso fare altro.

  25. io sono stato tradito da mia moglie, sono venuto a sapere che aveva un amante, e lo ha avuto per due anni, abbiamo 2 figli, io amo mia moglie e dopo 6 anni dal tradimento sono ancora insieme.
    l’amore e’ una cosa diversa dal possesso, se vuoi bene ai figli e a tua moglie tutto si puo’ superare, l’importante e’ non vivere di “rigurgiti” del passato e guardare avanti.
    buona fortuna!!!!
    massimo

  26. Caro Damiano, come vedi, purtroppo, le cose non vanno perché la tua signora, malgrado le rassicurazioni sul suo pentimento, non fa seguire le parole ai fatti. Intanto, se avesse avuto un po’ di sensibilità, avrebbe dovuto capire che tu nel tuo stato psicologico avevi bisogno di sapere da lei tutto: ma proprio tutto, e lei senza alcuna reticenza e avrebbe dovuto raccontarti TUTTO quello che tu, giusto o sbagliato, le chiedevi. Questo avrebbe fatto si che ti avessi avuto la reale percezione del suo REALE pentimento. Ma invece lei continua s tenerti al di fuori, escludendoti volutamente dalla sua esperienza. Si vergogna? Cazzi suoi, deve avere la forza di affrontare questa prova, per amore tuo, se è vero che ti ama come dice. Queso è un passaggio obbligato, una catarsi, che ti consentirà’ di capire bene cosa vuoi fare. Troppo comodo ( per lei) dire che devi guardare avanti.
    Pondera bene questi particolari che faranno la differenza nelle tue scelte, non ti fare intenerire da atteggiamenti che le donne sanno ben utilizzare; valuta razionalmente ed in maniera distaccata, oltre che con il cuore.
    Ti faccio ancora i miei auguri
    Giuseppe

  27. A massimo voglio dire che il punto non è l’amore che tu hai per tua moglie, ma l’amore il rispetto è la stima che lei aveva nel momento in cui si intratteneva nell’intimità con il suo bello. Quelli erano momenti che lei doveva riservate ESCLUSIVAMENTE a te, per amore e rispetto verso di te e per onorarti ed onorare il patto x la vita fatto con te. Lei è stata di un altro uomo che ne ha approfittato umiliandoti e lei lo ha permesso. Ti ama ? Sarà si è pentita? Forse. Ma basta pentirsi e la cosa finisce lì ? Non credo sia così semplice perché se a te è bastato questo … Non so l’amore è reciprocità aspettativa di comportamento garanzia di fiducia. Tu hai tutto questo?
    Auguri

  28. Io credo che se non ci fossero stati di mezzo i figli, piccole creature che ti amano, tutti questi discorsi non ci sarebbero mai stati. Un taglio e via! Ma come tutti sappiamo vedere una bimba di quattro anni che piange disperatamente perché non vuole perdere il papà è la cosa più distruttiva del mondo. Io a mia moglie questo forse non la perdonerò mai, colei che ha cancellato la fiducia e la tranquillità della mia famiglia senza scrupoli.
    A distanza di 4 mesi comincio ad apprezzarla per tutto quello che fa per noi, ma l’amore credo sia ancora lontano. La mia più grande soddisfazione e vedere mia figlia felice, anche soffrendo, qui non si tratta di perdonare o no, qui si tratta di angeli infanti che non possono soffrire per colpa di gente immatura.
    Penserò più a me stesso e di certo penso già adesso che il matrimonio sia una grande cazzata…

  29. Cari ragazzi ho scoperto di essere stato tradito da mia moglie 15 gg fa; lei fa l’infermiera e ha avuto una relazione extra durata 2 mesi con un suo collega spostato e con due figli; sono sposato da 11 anni, ho due splendide bambine di 10 e 4 anni; sicuramente ho fatto delle grosse mancanze nei suoi confronti; io posso anche perdonarla, ma lei non ne vuole sapere di ritornare da me; al momento viviamo ancora nella stessa casa…mi parla in continuazione di separazione…cosa posso fare per riconquistarla?
    Attendo con fiducia qualche vostro consiglio.

  30. Enzo, ti faccio compagnia in questo tragitto di dolore. Di tanto in tanto sbirciavo i messaggi sul telefono di mia moglie (lo so che non si fa) e lo facevo quelle poche volte che lasciava il telefono a vista. Stranamente mai un messaggio, ma in realtà cancellava sempre tutto.
    Una settimana fa l’amara sorpresa, evidentemente si era dimenticata di cancellare i messaggi del giorno e… fa male anche raccontarlo, perché rivivo tutto il momento.
    Lui gli diceva che non poteva fare a meno di lei, che ha voglia di lei tutti i giorni e non solo quando lei può, e lei che gli rispondeva che lo amava ma al momento non sapeva cosa fare.
    Da una settimana da allora, dopo avergli detto tutto (all’inizio negava anche l’evidenza) mi ha detto che mi lascia e che devo andare via di casa, perché abbiamo un figlio di 7 anni.
    Che lei non mi ama più, mi ha mentito spudoratamente dicendomi che con l’altro non è successo nulla e che non mi ama e basta.
    Sto facendo di tutto per recuperare questo rapporto. Lei e mia figlia sono tutto per me…perché vuole mandare tutto all’aria?

  31. Aveva sempre avuto un atteggiamento troppo aperto, senza rendersi conto che mi metteva in imbarazzo. Poi, dopo i 40 anni, la ricerca di libertà con amiche senza vincoli. rimostranze, ripicche, delusioni ed un rapporto che diventa sempre più freddo e distante. Io sempre ad aspettare che capisse che la vita non era quella di tornare a casa tardi dopo una serata in discoteca o essere compiaciuta dei molteplici apprezzamenti maschili. Gli esempi, anche vicini, si sprecavano. Negli ultimi tempi un rapporto morboso con il telefonino mi fa insospettire e continua ad essere un elastico che si avvicina ed allontana a suo piacimenti. Decido di chiarire e mi dice che non sa se mi ama ancora, giurando che non c’è nessun altro nella sua vita. Si prova a ricucire il rapporto, ma sono ferito, intanto lei continua a vivere perennemente con il telefonino e rivendica sempre maggiore spazio per la sua libertà (che non gli è mai mancata). un giorno mi dice testualmente che è finita, allora vado via non più sospettoso ma certo che ci sia un altro, individuato con nome e cognome. Nega tutto, ma dopo una settimana scopro il tradimento nel peggiore dei modi, tradimento che era già da circa due mesi. trova alibi stupidi e ritiene di essere innamorata follemente, ma dopo 15 giorni comincia a rivolere la sua famiglia. Dice di non saper se ama quell’altro, ma la famiglia è più importante. io, trattato come una merda, umiliato, deriso, perchè tutti sapevano, vittima di una separazione pilotata, a tratti vorrei, ma so che non è più possibile ritornare indietro. non ha avuto rispetto, se è indecisa vuol dire che non mi ama, ed allora non ha senso ritornare per poi avere di fronte sempre una nemica ed un’immagine che non potrai cancellare dalla mente. Ormai ho deciso e spero che un giorno mia figlia capisca. Ma vivo una vita che peggiore non potrebbe essere ed in certi momenti vorrei spaccare il mondo. Una cotta ha distrutto la vita di tane persone.
    come vedi non ho soluzioni da darti, anche perchè ho solo rabbia, odio, e desiderio di vendetta. l’unica certezza è che se penso alle sofferenze che mi ha dato, alla totale sfiducia che ho per lei, alla mancanza di rispetto per avermi umiliato come un coglione, allora preferisco vivere questo inferno che viverne uno peggiore.

  32. E’ capitato anche a me di scoprire che mia moglie mi tradiva, lo ha fatto per quattro mesi, lo ha fatto con un bidello, lei insegna, 10 anni più vecchio di me, bruttino, anzi, decisamente brutto, io sono un libero professionista, laureato col massimo dei voti, un uomo di bell’aspetto, guadagno molto bene, sempre attento ai suoi bisogni, a quelli dei suoi parenti, gli ho messo a lavorare il fratello che senza arte ne parte guadagna più di 2.500,00 euro al mese, ma questo non l’ha persuasa a non vivere il brivido del tradimento. Le donne sono così, quando vogliono qualcosa non si ricordano di niente e di nessuno, non si fanno scrupoli, vanno avanti per la loro strada e se vengono scoperte trovano sempre la lacrimuccia che ci fa commuove e ci fa credere al loro reale pentimento, cioè, alla fine ci prendono anche per il culo. Fatto questa piccola premessa dico che un tradimento non può mai essere accettato, io l’ho capito dopo due anni d’inferno, non può essere accettato manco per l’atto sessuale in se, ma per il ricordo delle sue parole, del suo viso che vivevi nel quotidiano e ti rendi conto di che vipera era, ti guardava e ti parlava come se nulla fosse, invece…. nel frattempo mi sto divertendo un po’, mi sono scopato anche la moglie dell’amante di mia moglie, l’ho fatto chiudendo gli occhi, un cesso, ho venduto tutte le proprietà, ho ridotto all’osso i mie introiti ufficiali ed ora la sbatto fuori dalle palle e le chiedo anche il mantenimento, dato che ufficialmente lei guadagna più di me ed ha alcune proprietà che le intestai. Non è un fatto veniale, dei soldi me ne sbatto, ma in dieci anni di matrimonio non hai mai cacciato un centesimo, ha sempre preteso ed ora è giusto che paghi con quello che ha di più caro, i soldi. p.s. abbiamo tre bimbi che adoro e non posso vederli crescere nell’inferno, le ho chiesto se li affida a me, ora vediamo. Cari amici chiudo con un detto antico: la carne si butta è il pesce che va caro. Buona vita a tutti

    • Premesso che non voglio giudicare né te né altri, la vendetta è un sentimento umano in queste circostanze, che però non credo ti possa portare ad essere più felice con te stesso, né tanto meno a farti dimenticare l’umiliazione subita.
      Riuscire a lasciarsi alle spalle il tradimento subito, riuscire a fare in modo che questo non condizioni più la propria vita, solo questo porta ad una serenità interiore.
      Se ci vendichiamo ma continuiamo a pensare al male che ci è stato inflitto non abbiamo fatto grossi passi avanti, io la penso così.

  33. Luky, ti comuinico che ufficialmente da oggi tu sei il mio mito!!!

  34. Ciao, come capisco purtoppo tutti gli scritti, avendo provato l’amaro gusto del tradimento. Sono sensazioni che ti provano all’inverosimile. Anch’io ho cercato di ricostruire, ma sinceramente ti accorgi che lo fai per altre motivazioni, la vita coniugale non è più come prima, quello che credevi nella famiglia non esiste più. Si perché il matrimonio l’avevi costruito con ben altre aspettative. Il dover constatare determinati schifosi fatti, ma più che altro renderti conto che la persona che amavi, con cui ti confidavi, e avevi piena fiducia, è stata capace di farti morire dentro, con tanta determinazione. Oltretutto quando poi hai pure due figlie ancora in tenera età e, direi con tranquillità, la consapevolezza del male che stai dando a queste creature innocenti senza assumerti le responsabilità o perlomeno il coraggio di preventivamente parlare di quello che non funziona con la persona che ami, diventa il tutto diabolico per utilizzare un eufemismo. Le scuse poi sono sempre a portata di mano. Questo mondo non è fatto per gli onesti, anche se vien mandato avanti da loro/noi. Auguri a tutti e grazie per avermi lasciato sfogare.

  35. Ho voluto raccontare la mia storia perché, purtroppo, ho letto storie di uomini, che come me, avevano investito la loro vita in qualcosa in cui credevano, avevano investito in un sogno che è crollato come un castello di sabbia al primo soffio di vento, capisco la loro amarezza ed il timore che hanno a risvegliarsi e rendersi conto che era solo un sogno ed il risveglio lo porterà via, ma mai capirò il timore che hanno di restare soli, nessuno rimane solo se non lo vuole, per tutti c’è una seconda opportunità, basta crederci e cercarla. Bisogna vivere senza il rimpianto di pensare a quello che sarebbe potuto essere se l’avessimo perdonata, questo tormento lasciamolo alla fedifraga, lasciamole anche il rimorso per il disastro che ha “volutamente” combinato. Del resto quale dovrebbe essere il nostro rimpianto? quello di aver fatto un bel sogno e di averlo vissuto con tutti noi stessi? Capisco le paure, riorganizzarsi la vita non è mai semplice, specie quando ci sono di mezzo i figli , ma bisogna pur sempre ripartire per non rimanere impantanati per tutta la vita in una storia che non è più la nostra. Ho deciso di dare una svolta alla mia vita quando ho preso coscienza che per me i giorni erano tutti uguali, che passavano come se non fossero mai venuti, quando vivevo di rimorsi e di rimpianti che non dovevano essere e non erano miei. No, non le avevo affidato la mia vita per farmela distruggere, ma per renderla migliore e lei aveva miseramente fallito , quindi ho capito che era meglio riprendermela per ridarle nuova linfa, costi quel che costi. Da questa triste storia non ne esco con le ossa rotte, anzi, ne esco più forte di prima, ne esco con la consapevolezza di valere tanto e che ho solo l’imbarazzo della scelta, ne esco con la consapevolezza di non rimpiangere nulla di quello che avevo fatto per lei, lo avevo fatto con sincerità e con amore e non per dovere o per prassi, e questo non è una colpa, anzi, questo e viversi sinceramente, infine, ne esco con la consapevolezza che chi ci ha perso di certo non sono stato io, perché non ho vissuto desiderando qualcos’altro o accontentandomi di quello che avevo. Quindi, amici miei, forza e coraggio, voltate pagina, di certo sarà più bella di quella che l’ha preceduta, per me e stato così non perché io sono stato fortunato, ma perché ho fortemente voluto che fosse così.

    • LUKY SEI VERAMENTE UN MITO. Infatti non capisco gli altri. Anch’io ho FIGLI e PER IL LORO BENE non ho perdonato.
      Al contrario di quello che quasi tutti scrivono e cioè di aver perdonato per amore dei figli. Avete fatto una cazzata e vi siete presi in giro da soli. Ma a chi la date a bere? Siate onesti e soprattutto tirate fuori le palle che se le aveste tirate fuori prima, ora non sareste stati separati o divorziati!!! Almeno tiratele fuori adesso per dare una taglio netto ad una storia che vi ha umiliato e distrutto dentro.Che schifo!
      Il divorzio non è una tragedia, uomini. Una tragedia è rimanere in un rapporto infelice insegnando ai propri figli cose sbagliate sull’amore!
      Meditate gente, meditate…

      • Io è da poco che ho scoperto il tradimento della mia compagna con il mio migliore amico….ho due figli piccoli e mi sta scoppiando il cervello al pensiero di cacciarla e vedermi portare via i miei due bimbi …che mi adorano , non so piu cosa fare.

      • Se non riesci a gestire la situazione da solo puoi provare a farti aiutare da uno psicologo (anche se a me non è servito a molto), magari, se è d’accordo, andandoci assieme a tua moglie.
        Preparati però ad affrontare un lungo e difficilissimo cammino.
        Ti faccio i miei più sinceri auguri affinché tu riesca a ritrovare la tranquillità.
        Solo chi ha vissuto o sta vivendo questo trauma (se pensate che il termine trauma sia esagerato cercate su Internet “Post Infidelity Stress Disorder”) sa cosa si prova, tutti gli altri non possono nemmeno immaginarlo (esperienza personale).

      • Sono d’accordo in parte con te, nel senso che non è sempre così. Si può (se ci si riesce) veramente stare assieme per il bene dei figli. Non sto dicendo che si perdona per i figli, perché il perdono è una cosa strettamente personale e non può dipendere dalla presenza di figli. Se un marito/moglie riesce (sopportando solo lui/lei sa quale inferno e per quanto tempo) a perdonare il tradimento del proprio coniuge io dico che insegna ai figli una preziosissima lezione sul valore del perdono.
        E se continua a stare insieme alla fedifraga/o nonostante non riesca a perdonarla/o (cosa ancora più difficile, lo dico per esperienza personale) senza far vivere ai figli la sofferenza che porta dentro di se allora tanto di cappello!
        In ultimo vorrei dire che il perdono NON è un obbligo e NON è da biasimare chi non riesce a perdonare un tradimento, anche se ci sono di mezzo dei figli.
        Ricordatevi che la colpa NON è di chi non riesce a perdonare, ma di chi ha volontariamente mandato all’aria la famiglia!
        Spero che quanti stanno soffrendo per un tradimento (tra questi ci sono anche io) riescano a trovare pace in se stessi, continuando assieme alla propria compagna/o oppure prendendo un’altra strada.

      • Anche mia moglie è stata con altri uomini. Più di una volta. Il nostro rapporto però è solido e ci amiamo come prima. Conosco tutti i dettagli delle sue relazioni così come lei conosce le mie. Era parte dei nostri accordi iniziali. Sapevamo che prima o poi sarebbe successo, a lei o a me, o a tutti e due. E ci siamo detti che non volevamo bugie. Non siamo contenti quando le corna appaiono. Ma proprio non capiamo cosa possa esserci di così grave in una scappatella. Cos’è che vi fa così male? Le reazioni sociali? Il fatto che il vostro compagno o la vostra compagna sia toccato da un altro/a come se non lo avesse già fatto in passato. Suvvia è solo una scopata fuori dal matrimonio, se non via amate, se vi mentite questo è il problema vero.

      • Ognuno ha le sue idee. Per me non è vero amore (non mi intrometto nel vostro matrimonio parlo per come la penso io) se la coppia si permette delle scappatelle. Dal mio punto di vista posso dire di non aver mai tradito mio marito (finchè siamo stati sposati, ma anche dopo, ma questo è perché non ho trovato nessun altro che mi facesse innamorare) e non ho fatto nessuna fatica nè sacrificio. Per me è sempre esistito solo lui e avrei avuto dei problemi a fare del sesso con un’altra persona. Forse certo fa parte della mia educazione e della mia età che mi ha sempre fatto collegare il sesso con l’amore e non solo sesso per sesso. Ma trovo un po’ contraddittorio dire che si ama una persona e andare a letto con un altra. Certo è che questo modo di ragionare è il frutto del nostro tempo, che si traduce nel “non rinuncio a niente per nessuno”. Bè sei stato fortunato a trovare una compagna che la pensa come te.

      • Ma come puoi dire di amare davvero qualcuno se non sai accogliere i suoi desideri? Vivere l’esperienza delle corna è una cosa bellissima che ti fa conoscere in profondità la persona che hai accanto. Amare qualcuno vuol dire sentirsi liberi con lui/lei, non vuol dire rinunciare a qualcosa per l’altro. Vuol dire fare sentire l’altro libero di esprimensi in tutti i modi. L’altro ha sempre desideri diversi dai nostri (e non parlo solo di sesso) ed è quella la vera sfida dell’amore. Sapere che l’altro è diverso da noi, anche se talvolta fa male, questo è amore. Ovviamente questo vale se chi “ci mette le corna” continua ad amarci, se non quando lo fa non sta fuggendo, ma ha un vero desiderio verso qualcun altro (che non è quasi mai solo sesso). Non c’entra “il nostro tempo”, storicamente parlando al fedeltà sessuale è un piccolo fenomeno che dura da poco più di un secolo e forse è destinata a scomparire come è apparsa. Amare è la cosa vera!

  36. Chi ama non tradisce e non perdona, dice un proverbio. Cinque anni insieme, una convivenza serena, un rapporto intenso sotto tutti i punti di vista. Poche settimane fa mi dice che un tizio che ha conosciuto per lavoro si è innamorato di lei e che è diventato ossessivo, ma lei non ha mai dato adito a nulla. Passiamo alcuni giorni che definire folli è dire poco, fin quando di fronte alle ripetute chiamate del tizio, che la veniva a cercare anche a casa, capisco che c’è qualcosa che non mi ha detto e pretendo di sapere tutta la verità. Mi confessa il tradimento con costui, e che questi sapeva anche di un precedente tradimento. Torno seduta stante a casa dei miei, la mattina dopo porto via tutte le mie cose e pongo fine alla relazione. Senza mai considerare l’ipotesi di tornare indietro, nonostante i suoi tentativi che l’hanno portata a dire di volermi concedere qualsiasi cosa. Perché tanta risolutezza? Semplice: io le ho dato fiducia, totale e incondizionata, ma ovviamente fino a prova contraria. E la prova contraria c’è stata. Ora non posso avere fiducia in lei: non voglio vivere una vita in cui debbo pensare chissà cosa quando parto per lavoro o vado a giocare a calcetto. Eppure avevamo tanto in comune, passioni, interessi, visione della vita, intesa sessuale. Il punto è che io non tradisco: qui si è parlato dei tradimenti delle mogli. Nessuno ha citato i propri, se ce ne sono stati oppure no. Io di occasioni ne ho avute, senza mai cercarmele, e rifiutandole tutte, anche le più intriganti o “comode”, perché avevo sempre in mente ciò che avrei perso cedendo alla tentazione. Voglio, semplicemente, una compagna che la pensi e si comporti come me. Alla pari, niente di più. Pensavo di averla trovata, invece non era così. E allora basta: ogni tanto piango, penso che rivorrei indietro la mia vita, perché ero felice e non lo sono più. Ma razionalmente mi rendo conto che la donna che amavo esiste solo nella mia testa, quella persona nella realtà non è come credevo che fosse. Questo è il consiglio che do a tutti: rifletteteci bene, probabilmente pensate di amare ancora la moglie fedifraga, ma in verità amate solo l’immagine che vi eravate fatti di lei. E una volta che accettate il tradimento, accettate anche che possa rifarlo, perché le avete concesso di superare una soglia, e avete spostato il confine in avanti. Di sicuro ci sono altre donne, leali e sincere, a cui potete dare il vostro amore sincero.

  37. Vi capisco perfettamente solo che, diversamente da molti di voi, non c’è stata nemmeno la possibilità, di riprovarci per capire se c’è l’avrei fatta o meno. Circa 3 mesi fa, senza che io fiutassi qualcosa (difficilmente dò fiducia agli altri ma una volta che la dò me la si può fare sotto al naso senza che me ne accorga) sono stato scaricato da mia moglie per uno che potrebbe essere suo padre. E, nonostante abbia casualmente scoperto che la relazione con l’altro andava (e va) avanti da mesi, lei continua a negare anche ora che (ahimè) si sta procedendo con la separazione.
    Però una cosa la posso dire…
    Posso perdonare (ma non dimenticare) il momento di sbandata con un bacio o poco più ma nel momento in cui supera il confine e si consuma un rapporto fisico (anche uno solo), vuol dire che si sono messi in atto tutta una serie di comportamenti che non appartengono più al momento di “irrazionalità emotiva” ma sono propri dei comportamenti razionali perché per arrivarci e tradire bisogna progettare la cosa.

  38. Anch’io faccio parte del club. 6 anni che stiamo assieme, poi nell’ultimo anno una serie di strane scuse : feste di ufficio a cui non potevo partecipare , viaggi di lavoro. Lei nega tutto ovviamente ma alla fine prendo il telefono e scopro la verita’ .. una serie di amanti .. io vorrei saper perdonare ma non riesco . La verita’ e’ che le persone non cambiano. Non ho detto a lei come lo ho scoperto , lei mia promesso che nn era vero , che erano soltanto uscite con vecchi amici magari con qualche ammicammento di troppo e che non lo avrebbe piu’ comunque fatto perche’ mi ama .. dopo un mese ricontrollo il telefono e tutto come prima .. altra lite , altri pianti e promesse .. ma qualcosa si e’ rotto dentro me , non ho neppure piu’ rabbia solo una grande stanchezza e voglia di una persona migliore al mio fianco.. capisco che non sia facile essere monogami ma stare assieme e’ una scelta che io ho fatto in sincerita’ e volgio avere accanto una persona degna di questo nome , non una ipocrita e vigliacca al mio fianco .. anche se le credo quando dice che mi ama e che in quel momento probabilemente davvero si pente di quello che fa .. semplicemente non mi basta e semplicemente chi tradisce continua a tradire ..

  39. Caro Fab ti sei risparmiato un bel pò di tempo perso, quando si è traditi meglio chiudere subito, non si riesce a perdonare e continuare a stare con la fedifraga non fa altro che accenture il dolore. Un consiglio, ci sono passato prima di te, sfogati, urla, piangi, fai uscire fuori tutta la rabbia che hai dentro, non soffocarla, falla sfogare, poi pian piano inizia a metabolizzare il dolore, non ritenerti responsabile di nulla, la colpa non è tua, vedi che dopo un pò inizierai di nuovo ad apprezzare la vita, le donne, ma soprattutto inizierai a riapprezzare te stesso. Roberto tua moglie, scusami se mi permetto, è una seriale, quindi non cambierà mai. Pertanto, prima di prendere una decisione pensa che in futuro ti troverai ad affrontare altri tradimenti, hai la forza di sopportarlo? Allora fallo, altrimenti lascia perdere, ci rimetteresti la tua intera vita.
    P.S. la mia exmoglie è tornata strisciando da me, adducendo tutte le più banali scuse al suo comportamento, dicendomi che dovevamo riprovarci nell’interesse dei bimbi, capite, mi dice nell’interesse dei bimbi, come se fossi stato io a fregarmene, a tradirli, a correre il rischio di farli perdere la loro famiglia solo per sentire le farfalle nello stomaco. Le ho risposto: “Cara mia, tu hai voluto sentire le farfalle nello stomaco ed io dovrei digerirle? No cara, la c’è la porta, la strada la conosci, qundi, fammi la cortesia, togliti dai c….”.
    L’altro ha mangiato la carne ed io dovrei accontentarmi dell’osso.

  40. Ho scoperto in maniera traumatica che mia moglie ha avuto una relazione con un altro uomo per 16 mesi, dico traumatica perché e stata la moglie di lui a dirmelo .
    Mia moglie inizialmente non ha fatto una piega anzi diceva di essere innamorata di lui. Io in un primo momento l’ho cacciata di casa visto che lei ha ripetuto piu’ volte, davanti a mio figlio di 15 anni e davanti a una nostra amica comune che e avvocato che lei era innamorata di lui.
    La sera stessa che ha dormito fuori io mi sono prostituito supplicandola di tornare per provare a continuare il nostro matrimonio in primis per nostro figlio.
    Sono ormai due mesi dall’accaduto, che io non sto bene sono molto confuso, lei ha troncato la relazione, dice che ha commesso un tremendo sbaglio e che ama solo me, siamo perfino ricorsi alla terapia di coppia, ma ad oggi io non so ancora bene se continuare o troncare il nostro rapporto. il mio orgoglio ferito grida vendetta, ho perso totalmente la bussola, sono disperato !

  41. La devi lasciare immediatamente, sensa rancore, non prenderla a male ci sono passato prima di te, credimi è l unica decisione che può farti stare bene ci serviranno mesi sarà dura ma ne uscirai alla grande. Sono sicuro che prima di questo ne ha avuti altri e ne avrà ancora, sono donne fatte così, non credere a tutte le cazzate che ti racconta, pentimenti, tentati suicidi e chi più ne ha più ne metta, per queste femmine ( le chiamo così perché si deve sempre distinguere tra donna e femmina le prime gli devi potare rispetto alle seconde te le devi solo scopare e mandare subito a cagare, carne da macello come praticamente è tua moglie) non hanno dignità, semplicemente non la conoscono, e se non la conoscono non puoi avere fiducia in loro sono capaci di fare ogni cosa. se hai figli goditeli ma lontano da lei, un giorno capiranno.

  42. Luky sei un grande

  43. Ciao ragazzi è da un po che non scrivo,sono passati già 6 mesi da quel brutto giorno,e vi dico che piano piano il tempo sta ricucendo quelle ferite che sembravano mesi fa impossibili da ricucire…non ci nascondo che ci sono piccoli momenti in cui mi viene di pensare e mi gira la testa ma poi basta un abbraccio con moglie e bimba che mi passa tutto…e per dire che volevo farla finita…mia moglie non mi ha mai nemmeno per un secondo tolto gli occhi di dosso,mi coccola,mi fa sentire unico ed è diventata una mamma perfetta…a letto è fantastica… Da sei mesi lo facciamo ogni giorno,ed è tt un altra cosa…addirittura stiamo cercando di avere il secondo figlio…non so se è vsbagliato o no,lei lo vuole più di qualsiasi altra cosa a l mondo io sto facendo posto alla gioia e sto cacciando piano piano il dolore…tra la gioia e il dolore sta vincendo decisamente la gioia… È difficile lo so ma nulla è impossibile….nella vita non dobbiamo dare mai più nulla per scontato…se una persona merita i l perdono bisogna impegnarsi…per farlo…e se poi ci sono bimbi allora è tt un po più facile…non prendete decisioni affrettate…tutto passa. Basta credere in ciò che si vuole veramente….

  44. X me quando la moglie tradisce il suo uomo, significa che non ama il marito e la sua famiglia.Mia moglie lavora in un centro commerciale, ho avuto sempre il dubbio che fosse ĺamante del principale, non vivo bene, sè fossi sicuro gli darei subito un calcio nel di dietro.Come fanno quelle persone a perdonare il suo partner, scusatemi x me è una cosa che non accetterei, meglio divorziare.

  45. Caro Giuseppe io la pensavo come te fin quando non ho avuto questa terribile esperienza,fin quando ho realizzato che stavo perdendo la famiglia e la gioia di non poter vedere crescere la mia piccolina.I suoi occhi d amore per il papà hanno fatto il miracolo. Un po di rabbia ci sarà sempre verso di lei ma chi nella vita non ha mai sbagliato? L importante è capire che è stato un atto incosciente senza fini.Se non si sa cosa è il male non puoi mai sapere cosa è il bene…

  46. Damiano, sono felice per te, stai dimostrando grande forza, forza che dovrai avere anche quando ci saranno ricadute psicologiche, ricadute che ti faranno rivivere tutto come se fosse accaduto ieri. Io non ho avuto la stessa tua forza, forse non ho mai voluto perdonarla, ma di questo non me ne faccio una colpa, sono fatto così. In bocca al lupo e goditi tua figlia.

  47. Grazie luky per queste parole,ogni storia purtroppo non è uguale all altra…
    Ma c’è una cosa che voglio chiedere a tutti voi,e spero che qualcuno mi dia un vero consiglio,e cioè
    Da quando è successo il fatto 6 mesi fà c’è una cosa che non mi fa dormire la notte, e cioè la vendetta che vorrei avere con l ex amante di mia moglie,che è un gran figlio di ……. vorrei dire tutto alla moglie perchè non è giusto che io e mia moglie abbiamo passato momenti terribili mentre lui è felice e spensierato con la sua mogliettina…Quando ne parlo con mia moglie va su tutte le furie perchè dice che ci potrebbero essere delle conseguenze negative,ha paura che la moglie del suo ex amante possa aggredirla o secondo me ha paura che che io possa scoprire altre cose che sicuramente mi ha tenuto nascosto.secondo voi cosa devo fare…. non ci dormo la notte, a volte vorrei andare da lui e spaccargli la testa ma poi penso al mio lavoro (militare) e poi ci ripenso e lascio stare… quando sto nel paese ho il terrore di incontrarlo perchè potrei avere un comportamento da pazzo e potrei non rispondere delle mie azioni,anche se so che lui cerca di evitare qualsiasi nostro incontro…perchè ha paura di me…questo lo so per certo.
    Cosa devo fare… ora la mia situazione famigliare è a dir poco perfetta,mia moglie è una meraviglia su tutti i fronti e ho paura che se confesso tutto alla moglie di quella merda potrei rovinare tutto…
    AIUTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

    • Damiano il mio consiglioi è di lasciar perdere. Se ti vuoi sfogare vai in palestra, metti su un punching ball la faccia dell’ex di tua moglie e prendilo per ore a cazzotti ma poi finiscila lì. Hai detto di aver superato la cosa, che con tua moglie siete ritornati d’amore e d’accordo quindi mettici davvero una pietra sopra. Per come la penso io credo che quando uno/a tradisce un coniuge l’altro non centra. Cioè chi tradisce è tua moglie o tuo marito, e nessuno l’ha obbligato a farlo. Quindi è responsabile lui o lei della cosa. L’altro o l’altra può essere stato/a subdolo, aver approfittato del momento di debolezza, ma la responsabilità nei tuoi confronti l’ha solo lei. Quindi andare a prendere l’altro a mazzate è sbagliato. Tu hai perdonato tua moglie, vi siete ritrovati. Va bene così. Non rovinare tutto. Sicuro se tu facessi qualcosa di brutto nei confronti di quell’uomo (che sia prenderlo a botte o riferire tutto a sua moglie) perderesti tua moglie e tutta la serenità che hai faticosamente riconquistato.
      Per l’altro stai tranquillo che ci sarà un giustizia divina. Sicuro se ci ha provato con tua moglie ci proverà con quella di qualche altro marito. E non gli andrà ancora liscia per parecchio tempo. Vedrai che prima o poi il cadavere del tuo nemico ti passerà accanto e la vendetta sarà più bella proprio perchè non sarai tu ad averla perpetuata e quindi non ne pagherai le conseguenze.
      Sei riuscito a sopportare quel che hai sopportato. Sono sicura che riuscirai a non pensare alla vendetta. Non ora. Tanto tranquillo, l’avrai.

  48. Caro Damiano, lungi da me il volerti consigliare delle cose di cui potresti pentirti ma, per la mia esperienza di “cornuto di lungo corso” (prima l’ex fidanzata storica e poi, recentissimamente, l’ex moglie), credo che una donna quando non vuole che tu affronti la situazione per farla (giustamente) pagare al suo ex amante vuol dire che ha qualcosa da nascondere. Per carità…è la classica situazione in cui la moglie ha il 90% di responsabilità e l’amante il 10% però è comprensibile che tu voglia far “assaggiare” un pò di inferno anche a lui. Per quanto riguarda il terrore di incontrarlo beh…pensa che dove lavoro io lavora anche il suo “nuovo/vecchio” uomo (26 anni più di lei) ed è frequente che lo incontri per i corridoi, in mensa e nell’ascensore. Anche io ho avuto ed ho spesso le mani che mi prudono (ànche perchè lui prima ha fatto i comodi sui ed ora fa il coniglio che quando mi incrocia abbassa lo sguardo e si allontana velocemente) ma poi mi dico che non vale la pena perdere il lavoro per colpa di una che mi ha già distrutto la vita. Valuta bene i pro e i contro…non siamo tutti uguali e quello che tu puoi sopportare magare io non potrei accettare è quello che io farei tu no lo faresti mai. Un abbraccio

  49. Damiano mi chiedo cos’altro dovresti sapere che già non sai?? Tua moglie ha avuto un’amante, punto, il resto sono solo dettagli inutili. Per le responsabilità, penso che se tua moglie non avesse voluto non l’avrebbe fatto, quindi che responsabilità vuoi dare a lui, di averci provato?? La vendetta non serve a nulla, se non ad acuire il tuo dolore, metteresti solo altra benzina sul fuoco. Hai deciso di continuare con tua moglie, allora buttati questa triste storia alle spalle e viviti la famiglia e non pensarci più. Un forte abbraccio e non farti divorare dal rancore, ne usciresti distrutto.

  50. Salve a tutti. Ho scoperto questo sito navigando nel web per una sofferenza incredibile che mi sta spaccando l’anima.
    Ho 43 anni, mi chiamo Stefano e tempo fa, quando ero sposato ho conosciuto una ragazza che poi e’ stata la causa della fine del mio matrimonio nel senso che per lei ho divorziato. Vivo con lei da sei anni, abbiamo due fogli piccoli e da qualche mese la vedevo cambiata. A letto non si avvicinava piu’ a me, durante il giorno le sue telefonate al mio posto di lavoro erano sempre piu’ scarse…..non mi chiamava piu’ amore ed a casa era sempre strana, assente, e non faceva piu’ nulla con me ma usciva sempre e sola con i due bimbi in giro o andando a casa dei suoi. Ho cominciato a chiederle cosa non andasse e lei dopo molte mie pressioni piangendo mi ha detto che non mi amava piu’ e comunque aveva bisogno di tempo per capire e stare sola…ma al tempo stesso mi diceva che aveva paura di lasciarmi per paura poi di pentirsene. Ogni volta che le chiedevo se ci fosse un altro si innervosiva molto e mi diceva di no….ma ogni giorno la vedevo sempre assente…sempre con il suo maledetto cellulare …..fino a auando un giorno mi disse che voleva vivere da sola con i bimbi e che era stanca di me e di tutto. Continuava pero’ a giurarmi che non ci fosse nessuno. Un pomeriggio ha messo a letto i bimbi e mi ha detto che sarebbe uscita sola a fare una passeggiata al centro commerciale nei vari negozi. Io le dico ok….vai ….ma attenzione attenzione cosa succede? …..entra in bagno a lavarsi…poi entra in camera a prepararsi e quando esce fuori la vedo super tirata! Pantaloni stretti, elegantissima, tacchi, profumo e rossetto rosso super sexy!!!! Sonomrimasto a bocca aperta….ero morto dentro! Tristissimo! Lei e’ uscita…..e vedendo il mio stupore mi ha chiamato ogni mezzora per rassicurarmi ma io non le ho risposto! Adesso lei vuole lasciarmi…io mi sento triste e solo…soffro come un cane….non dormo la notte…non mangio…non riesco ad andare al lavoro perche’ soffro e non mi va di far finta di niente con i colleghi per otto ore….. Ho paura di restare solo …non ho amici….. Ho solo i due bimbi…..cosa dovrei fare? Dovrei soffrire solo in silenzio per metabolizzare tutto fino a quando mi lassa? O dovrei andare da uno psicoterapeuta per curarmi? O dovrei fare chiodo scaccia chiodo e quindi conoscere qualcun altra via chatt…o iscrivemi a qualche corso di ballo ler cercare nuovi amici? Aiutatemi….. Grazie a chi vorra’ rispondermi …almeno questo mi fa sentire meno solo. Grazie!

  51. come ho scritto il 31 ottobre mia moglie ha avuto una relazione con un altro uomo durata 18 mesi , io tra alti e bassi sto tentando di perdonarla , ma qualche giorno fà gli ho detto che volevo la separazione . esasperato dalla rabbia che mi provoca ogni volta che peso a quello che mi ha fatto, purtroppo mio figlio di 15 anni a mia insaputa ha ascoltato tutto, la sera io e mia moglie siamo usciti per chiarire le cose al nostro ritorno abbiamo trovato mio figlio per terra ubriaco abbiamo chiamato il 118 per fortuna era solo una sbronza ma mio figlio ha detto al medico che lo aveva fatto perchè non voleva rimanere solo che voleva che noi non ci separassimo. ho dovuto promettergli che io non lascerò sua madre mai. adesso io sono in trappola io giorno dopo giorno odio sempre più mia moglie per quello che ha fatto ma non posso mandarla via di casa, non so come fare se c’è qualcuno che è riuscito a superare queste cose ……….scriva

  52. Buongiorno a tutti, ho scoperto questo forum cercando la frase di una canzone. Voglio raccontare la mia storia.
    Adesso ho 30 anni, separato senza figli. Parliamo di 8 anni fa, dopo la laurea di primo livello, riesco a vincere un concorso da funzionario e dalla Calabria mi trasferisco a Milano. Dopo qualche mese la mia fidanzata vuole venire a Milano anche lei, e dal 2008 al 2013 ( anno della separazione) era sempre in cerca di lavoro. Comunque ci sposiamo nel 2011 dopo 7 anni che eravamo fidanzati, io per cercare di non far mancare nulla a lei ed a me lavoro molte ore, lei spende bene i miei guadagni. Feste 2012/2013 i primi dubbi, le prime avvisaglie. In un primo momento cercavo di dire che erano mie impressioni, poi a settembre 2013 la conferma, mia moglie mi tradiva con una suo ex anche lui trasferitosi a Milano. Mi è crollato il mondo addosso, ma, forse sbagliando, non ho avuto dubbi, il giorno stesso era fuori casa, il suo amante quando ha sentito i fatti si è volatilizzato e lei è stata costretta a ritornare giù dalla famiglia. Ora lei si ritrova sola, con la famiglia che non gli ha perdonato ciò che ha fatto, ancora dopo un anno mi cerca dicendo che è stato un errore, che lo ha fatto perché si è trovata in una città nuova e con me assente, mi chiede di perdonarla….io ho provato a pensare ad una mio ipotetico “perdono” ma è come sentirmi in una morsa,non riuscirei più a stare con lei.
    Anche io sono ancora solo, sono stato deluso dal genere femminile.
    Saluti Lorenzo

  53. Signori, non darò consigli che già sono stati elargiti a sufficienza,non mi sento di soffrire troppo per le vostre storie perchè purtroppo a me sembrano cose più che normali..forse dovrei dire banali..beh mi dispiace seriamente per la mia mancanza di tatto o rispetto, ma devo dirvelo sinceramente: credete in un’istituzione che sin da quando è stata creata si è nutrita di idealizzazioni ma che nella realtà si è sempre prestata ai tradimenti..l’uomo, inteso come genere umano maschile e femminile che sia, non è portato per la monogamia nel modo più assoluto..il matrimonio monogamico è una finzione che raramente recita correttamente la sua parte..la fedeltà è una componente irrealistica quindi o vi basate su altri valori come la fiducia,la complicità,lasciando spazio ad una libera sessualità che dovreste accettare reciprocamente e che potreste magari anche condividere,oppure non vi sposate, oppure ancora se proprio dovete, tenete presente che la donna se tradisce è perché spesso resta delusa dalla monotonia e dal calo di aspettative verso un compagno che non le da più ciò che le dava un tempo..ma risultando difficile per un uomo vivere con la sensibilità e la capacità di comprendere gli stati d’animo di una donna, ergo le prime due opzioni risultano maggiormente praticabili..il matrimonio non è una relazione data per scontata, va costruito giorno per giorno e spesso non ci si rende conto di non fare abbastanza per stimolare l’altro..l’altro ha sempre bisogno di provare le stesse sensazioni forti di quando ha deciso di sposarci..ma credo voi tutti siate troppo legati al puerile quanto inconsistente significato attribuito dalla chiesa cattolica ad un matrimonio visto da un punto di vista prettamente patriarcale, fatto quindi a misura d’uomo..nessuno si sforza di capire come rendere felice una donna, e certamente perchè la stupidità cristiana ha continuato a considerare per secoli la donna come fonte del peccato atta solo a sfornare figli e accudire la casa..il matrimonio monogamico l’ha inventato l’uomo e non la donna..tenetelo sempre a mente..poiché una donna (come anche un uomo per carità anche se in misura nettamente minore) va sempre conquistata giorno dopo giorno e mai trascurata. Ovviamente la donna deve essere motivata a fare a fare a sua volta la propria parte nella relazione,ma questo è un altro discorso..in ogni caso la fedeltà richiede idealizzazione, passione, complicità nella stessa misura di quando si prova il primo innamoramento..altrimenti dovremmo comprendere che una persona può sbagliare e cedere alla tentazione..prima di flagellarla cerchiamo di comprenderne il perchè..tenendo conto che l’amore non è eterno ne scontato e che il valore di una fedeltà dovuta sempre e comunque è mera illusione..

  54. Non sapevo cosa fare…e allora pensai di chiedere….chiesi ad un passante…un turnista…anziano…che camminava sul mio stesso marciapiedi. lui mi ascoltò…due minuti.. capì la mia disperazione, mi guardò…e mi disse “ l’unica è pregare…che Iddio sistema tutte le cose..lo ringraziai…poi pensai “ma io già prego…e allora capìi….dovevo pregare di più e affidarmi. Andavo in chiesa quasi tutti i giorni…nella città dove lavoravo… mi fermavo davanti all’immagine di San Giuseppe…accendevo un cero e stavo li a volte seduto…in silenzio e pregavo…un giorno chiesi alla statua di Gesù cosa dovevo fare…uscendo dalla chiesa pensai “perdona, qualsiasi cosa perdona.”…e così feci.
    Non mi accorsi che mancava un pezzo..dovevo perdonare me stesso per aver fatto si che la mia Vita fosse offesa…dovevo perdonarmi per aver provato rancore…odio..rabbia…invece tutto questo rimase dentro di me latente…subdolo…affiorava a tratti o restava li in agguato…nell’ombra..aspettava….ed ha aspettato vent’anni dentro di me torturandomi…non ero mai in pace…ogni volta ce andavo al lavoro pensavo “chissà con chi è…se è uscita…cosa dice…se mi pensa..se mi aspetta con gioia…se mi sorriderà quando torno a casa…nulla di cio…rarissime le volte cjhe ricordo tale condizione. Di solito urla, silenzi rimproveri…richieste…a volte la presenza dei ragazzi…rendevano l’atmosfera allegra…anche lei si conteneva…poi sono cresciuti…Uscivano con gli amici…i silenzi aumentavano…io presi l’abitudine sbagliata di andare a dormire il pomeriggio…(nascondevo la depressione)…Vent’anni ..un Oddissea…altri Uomini altre storie…ogni volta la riprendevo per i capelli…fino al punto di sentirmi dire”aspetto che i ragazzi crescono e poi vado Via.”..nel frattempo anche grazie alla mia poca voglia di vivere e costruire qualcosa…avevo anche i figli (indotti) contro di me. Risultato: pensione…fine dei soldi?…e Lei è arrivata con le chiavi di una casa. Ora sono solo…(e povero in canna..)..solo in realtà, lo ero anche prima ma non vedevo. I figli li sento e vedo pochissimo..ai tempi ero arrivato persino a pensare “Zoccola per Zoccola mi tengo mia moglie”…ERRORE: non ERA mai stata Mia moglie…ero io che pensavo quello!!..lei era la moglie degli altri..ed io come tanti altri i Uomini che non riusciamo a costruire nulla senza una compagna, avevo smesso di sognare…cambiare auto pensare ad una casa ad un risparmio..di programmare qualsiasi cosa…nulla…sogni vuoti. E dormite sul divano.. È li il nodo da sciogliere..Te stesso!..il suo problema è che non RISPETTAVA..chi viveva solo per Lei..ma in primis non lo facevo neanch’io…ma questa è solo la mia storia…ancora fino a ieri mi telefona per una cosa e dopo due minuti urla e rimbrotti al telefono per mezzora ”io ero tua moglie e Tu bla bla bla..….alla fine finalmente l’ho detto: : “Tu eri la moglie degli altri..non la mia!!” …Tardi si…un po tardi…ma è finita.

  55. Ciao, a me sono passati 8 mesi da quando mi è crollato il mondo addosso.
    Stiamo ancora insieme e sembra all’apparenza tutto perfetto, abbiamo una figlia di 4 anni che adesso è felice e mia moglie sembra non fosse successo mai nulla, ma per me non passa giorno che io non pensi a tutto il male che mi ha fatto. Sono infelice e ho dei cambi di umore che riesco a nascondere…non so come fare… certo quando stiamo insieme sembra tutto tranquillo, ma quando mi allontano da casa per me è la fine. Io non voglio perdere mia figlia, e non vorrei mai fosse infelice, sono costretto sia per paura di rimanere solo sia per mia figlia a stare per sempre con questa tristezza unica che vive dentro di me. Se avessi avuto il coraggio prima di mandarla a quel paese forse adesso la mia vita sarebbe diversa o in meglio o in peggio. Anche quando facciamo l’amore penso a come era con l’altro e vivo male anche quella situazione che prima non c’era.
    E’ difficile e spero che Dio mi dia la forza di andare avanti.
    Anche se mia moglie mi da il massimo io non riesco a uscire fuori da questo male interno… forse ho sbagliato ad amarla ancora… non sò… nessuno ti può aiutare…

  56. Vi aggiorno sulla mia situazione. Tutt’ora stiamo insieme, lei premurosa come non mai vita intima e fuori, mi ha detto tante cose di loro degli anni passati. Mi sono fatto un regalo per natale, mia figlia e’ mia ha lo stesso gruppo sanguigno, questo e’ il regalo piu grande che ho, il resto non importa. Tutt’ora dopo aver scoperto tutto non e’ come era prima, a volte quando siamo intimi mi sembra di fare l’amore con una scusate prost. E’ crudele lo so’ma come si fa a azzerare otto anni di tradimento? Non può’ essere come prima, come vivo? Con le mie cose e magari se qualche fiore spunta vediamo come coglierlo, in fondo lei si e’ data da fare otto anni…….

  57. poi con il tempo vedremo, gli sono vicino ma i fiori li guardo quando spuntano, vediamo nel tempo come si comporta e valuteremo…
    Un salutone a tutti voi, e ricordate la vita va avanti sempre, si ferma solo per la salute e per lutti. Si va sempre avanti altrimenti, innanzitutto per i figli. Non bisogna uccidersi o morire per la consorte ma per i figli perché’ sono sangue del tuo sangue….e sono quello che ti rimarrà nella vita, solo quello rimarrà di te….
    un salutone.

  58. Leggendo quello che scrivi mi fai venire lacrime e rabbia. Ma la realta e che hai (avete) costruito una famiglia, torna con tua moglie solo se la ami davvero tanto, se lo devi fare per tuo figlio non farlo perche vorra vedere una famiglia felice e non una famiglia dove ormai manca la fiducia. Potresti farlo ma ricordati una cosa i bambini sentono le situazioni critiche sentono ogni passo sbagliato. Lunica cosa che puo cambiare tutto e quello che provi tu per lei. Se provi amore ma non sai se puoi fidarti (provaci ma questa volta fallo tu a lei con la stessa donna di quel amico che avevate in casa . Se la ami e vuoi perdonarla vedrai che con il tempo ci riuscirai. Ma solo tu sai cosa devi fare . Ahh qualsiasi cosa decidi di fare con testa alta . Prendi le mie parole come una favola. Sei tu la chiave!!!

  59. aggiungo la mia recentissima e dolorosissima storia. Il mio in questo momento è uno sfogo perchè ancora non ne ho parlato con nessuno in quanto -per certi versi- non voglio ancora crederci. Giulia aveva già avuto un figlio da una precedente relazione “sconclusionata”. Ci siamo amati, ho accolto suo figlio (Edoardo) come mio figlio nella mia casa, nella nostra casa. Ci siamo sposati 2 anni fa e abbiamo messo al mondo un bellissimo bambino, Eugenio, fratello di Edoardo. Un quadretto idilliaco. Sapevo da subito che Giulia era “a rischio”. la sua storia pregressa era fatta di tradimenti (nei confronti dei suoi precdenti partner). Il patto è stato chiaro fin dall’inizio. Azzeriamo il passato. Diamoci fiducia, finalmente è arrivato quello/a giusto/a. Da 4-5 mesi a questa parte comincia la metamorfosi. Dimagrisce moltissimo (era tentende all’obesità) e va, nel senso che dedica sempre meno a ttenzioni alla casa, ai bambini, a me. Sono consapevole delle mie mancanze, senza girarci troppo intorno non sono uno stallone ma uno che dà al sesso un valore “normale”, per me non è tutto. Stop. Sono concentrato giorno dopo giorno a tenere duro sul lavoro dove ho un miliardo di problemi e di tensioni. Lo faccio per la mia famiglia. stop, non si discute. Risultato: “beccata a tradirmi” nel senso che ho le prove inequivocabili. la cosa che mi fa ancora più male è il suo tentativo ridicolo di negare, negare, negare. Le do un paio di elementi e la inchiodo. Comincia il piagnisteo…”è stata una scappatella” mi devi perdonare, ho fatto una cazzata…etc etc. ora il punto è questo: come si fa perdonare una cosa che non si può accettare. Da nessun punto di vista. Non è giustificabile nè accettabile. Sono allibito, ferito, disilluso. Tra un mese ci dovremmo trasferire in una nuova casa. Che faccio, la famiglia felice che trasloca entusiasta ? Non risco ad immaginarmi più felice con lei. Qualcosa , da ieri, si è rotto per sempre. Dovrei fare la farsa per i figli. Ok, oggi non capiscono quindi per loro è meglio. Ma che atmosfera respirerebbero. E poi domani, quando saranno più grandi, non sarà ancora più duro per loro ?. Io sono deciso ad essere duro e determinato nella mia scelta. ma è difficilissimo. Se non ci fossero i figli non avrei il minomo dubbio. E’ allucinante e da oggi in poi lo sarà sempre di più. Scusate ancora lo sfogo e mando un abbraccio di sostegno a tutti. Ho bisogno anche del vostro. Andrea

  60. Sono una donna SERIA e vorrei anch’io un marito amoroso come tanti di voi dicono di essere. E metto punto perchè anche voi uomini siete “i figli di Adamo”. Ma una cosa dovreste ben valutare e non solo i vostri orgogli feriti. Ogni essere umano sia donna che uomo è provvisto di una propria COSCIENZA ed ha la libertà di agire. Le vostre mogli hanno scelto “liberamente” di agire contro – principalmente – se stesse perchè hanno infangato la loro dignità prima di persone, poi di donne e poi di madri. Si dice che l’uomo è debole!!! Ma sta proprio nella capacità di discernere ciò che è buono e ciò che è male non per gli altri, ma per se stessi, la forza di una persona. Usare la propria libertà in modo da ritorcerla contro se stessi è già una grande PUNIZIONE!!! Cosa fare? Nulla. Pensare alla propria coscienza senza giudicare l’altrui agire anche se ciò PUO’ SEMPRE ferirci perchè è l’orgoglio ad essere ferito e null’altro. In realtà il male quelle donne lo hanno fatto solo a se stesse, hanno infangato i loro corpi e la loro anima. Voi mariti non avete infangato nulla. Di cosa siete vittime?
    Il problema è solo di chi fa il male e non di chi lo riceve, anche se ciò fa star male anche voi (mi pare ovvio). Il tradimento di fatto è un atto vergognoso, umiliante e disdicevole soprattutto contro se stessi, in quanto in tale atto è insita la mancanza di considerazione di sè. Una donna che si lascia andare con una famiglia meravigliosa alle spalle non è una peccatrice verso il marito ma è una stolta verso se stessa, ella non troverà MAI la pace nel suo cuore, e perchè voi mariti che non avete fatto nulla dovreste perdere la serenità del vostro buon agire? Non dovete pagare l’altrui peccato, il peccato lo paghi chi lo ha fatto. Consiglio: continuate a fare ciò che avete sempre fatto, ovviamente distaccati dalla persona che vi ha tanto feriti e se amate la vostra donna …bene! Voi provate amore e siete fortunati, lei è una povera squallida stolta che pagherà da sola ciò che da sola ha infangato. Riflettete!!!

  61. Se l’ami perdonala, il tempo lenira’ il tuo dolore, ma non dimenticherai.

  62. Ogni volta che leggo queste storie mi intristisco molto. Anche io dopo quattro anni di matrimonio sono stato cornificato da mia moglie e probabilmente accadrà di nuovo. Come l’ho scoperto? Me lo ha detto lei. Prima mi ha detto di aver conosciuto un uomo che le piaceva, poi mi ha detto che sarebbe uscita con lui e alla fine mi ha raccontato i suoi momenti di sesso. Dopo essersi divertita due-tre volte ha chiuso la storia senza tanti problemi e non ho motivo di dubitarle.
    Io e mia moglie abbiamo deciso di essere onesti e non tradirci. Conosciamo i nostri caratteri e sappiamo che ogni tanto il desiderio verso qualcun altro può scattare. Non ci siamo presi in giro e abbiamo fatto un patto chiaro di sincerità. Certo fa male sapere la propria donna nelle braccia di un altro. Ma fa molto meno male che scoprire che ha una vita nascosta.
    Abbiamo una vita serena e anche i dettagli più sconci dei nostri rari tradimenti finiscone nel nostro letto come fantasie con cui giocare o come un modo per esorcizzare quelle piccole ferite.
    Mi chiedo perchè sia così difficile costruire i rapporti in questo modo e tante coppie preferiscano mentirsi.

  63. io ti dico per esperienza personale, anche sè la perdoni non riuscirai mai a dimenticare,e se lei ha avuto il coraggio di tradire una volta o prima o poi aspettati che lo rifarà. Ripeto parlo per esperienza personale, da quando mi sono rifatto una nuova vita con una ragazza dolcissima la mia vita è cambiata e vedrai che i figli capiranno e ti stimeranno mentre a lei la allontaneranno. Oggi vivo con i miei figli e la mia nuova fiamma. Ti auguro buona vita

  64. Una donna che ti tradisce diverse volte anche se con lo stesso uomo non sarà mai fedele. lasciala il tempo ti aiuterà a guarire.

  65. Io ero sposata di 16 anni ho tradito mio marito,lui mi ha seguito di nascosto e ha scoperto tutto ha sentito per mesi le nostre avventurare e i nostri incontri. Il mio amante al inizio lo vedevo ogni tanto, tornavo a casa e vedevo mio marito e dicevo non lo farò mai più dopo mesi e mesi cercavo un’altra volta. Mio marito sempre una persona seria che faceva sentire a me sempre piccola lui più grande di 10 anni a me.
    Lui sempre a far vedere che i suoi amici erano perfetti che suo mondo era diverso, mai data a me fiducia in suoi affari mi teneva sempre come una bambina. Lo facevo felice e lo facevo dimenticare il lavoro che portava a casa ogni sera con i suoi problemi, ma dopo tanti anni non mi faceva mai sentire la sua gelosia per me, solo a darmi tutto lo materiale e dopo pochi minuti di sesso si girava e dormiva
    lo ho sempre amato. Sempre!
    Non mi ha perdonata, sono andata 5 mesi in depressione.
    Vivo da sola con mie figli sono passati due anni e piango sempre non riesco mai più avere in mente nessuno, solo ogni giorno ogni minuto lui che ha visto 16 anni con me e non mi ha perdonato. Sono infelice come le mie figlie e culpa mia ma lui non mi parla più se ne occupa di tutto ma neanche uno sguardo neanche un ciao e io soffrirò ogni giorno. Dopo che mi sono sposata con lui a 19 anni lui mi ha dato tutto io ho dato tutta la mia vita gioventù. Allegra, lasciata mía famiglia e mio paese per lui qua mi ha dato tutto il materiale mi faceva andare da sola al mio paese a trovare i miei dopo mi raggiungeva, mi portava e facevamo tutto quello che a me piaceva feste ..cene ..ma dicevo sempre de essere felice non mancava vestiti .borse belle cose materiale. Il mio amante cafone diverso musica altissima in macchina mi faceva ridere mi faceva in quel momento sentire bella giovane e io pensavo che potevo solo stare con lui ma mai andare a vivere e mai poi mai lasciato mio marito se non sarei morta, sempre..e così è successo, sono morta ..
    Lui dopo due anni che me ne sono andata di casa ho chiesto perdono. ho dimagrito 7 kili vomitato portata in depressione. Pianto ogni giorno, non mi ha mai perdonata.
    Perdonate …si perdona per i figli ..
    se perdona perché chi tradisce a volta vuole essere capito, ma c’è silenzio c’è troppa correttezza non si rompono i tabù. Non si rompono le regole e non si è più felice.
    Non lo sono io ..
    Ma lui dice di vivere solo per il lavoro e per i figli, non vuole essere mai più felice..
    Li chiedo a Dio ogni giorno per noi ..Per nostra famiglia. .E solo Dio sa..

  66. buongiorno a tutti.
    la faccio breve.. io 2 anni fa avevo perdonato mia moglie per i figli che ne soffrivano particolarmente… oggi a distanza di 2 anni sono nella stessa situazione.. ma mi ha tradito con un uomo diverso… quindi perché’ perdonare???

  67. Perché sei il classico coglione, se l ha fatto una volta l’ ho rifarà la seconda la terza, e così via. Immagina quante volte l ha fatto e tu non sai un cazzo!!! Queste si chiamano zoccole e le devi trattare da zoccole, figli o non figli.
    Lasciala stare subito, immediatamente senza ripensamenti, ti rovinerà la vita… Se già non l ha fatto
    Ti saluto…..

  68. Credevo di aver avuto la storia peggiore, sono sposato da 24 anni e mia moglie la combinata molto grossa, ora nonostante il suo giurare che si è fermata prima nulla è più come prima. 2 figli una villa stupenda una situazione economica invidiabile essendo io un professionista sono disgustato non riesco perdonarla….

  69. Gianfranco, cosa ha combinato tua moglie? Sai, ci sono cose superabili, altre meno, dipende tutto da quanto lei ti ha ingannato

  70. Caro Marco premetto che ho 53 anni sposato da 24 anni e siamo stati fidanzati ben 8 anni prima di sposarci, abbiamo 2 figli stupendi.
    Mia moglie è una donna bellissima di 50 anni ma ne dimostra 35 e sempre corteggiata, lavora in una Direzione amministrativa di Assicurazioni, sempre ricercata e curata nel vestire di cultura e estrazione
    alta.
    Abbiamo una villa bellissima costruita a nostra immagine , economicamente siamo posizionati nella media/alta borghesia e io sono un professionista, una volta spesso intinerante, oggi decisamente meno. Premetto che sono un tipo molto chiuso severo con tutti anche con me stesso , negli ultimi due anni e stato un continuo litigio e io ho sempre trattato male mia moglie non lo mai cercata anzi ero completamente assente per intenderci. Nei momenti di lucidità ho iniziato a notare che mia moglie non abbandonava mai il cellulare pure in doccia lo portava e aveva inserito una password ( calcola che avendo una casa molto grande io dormivo al piano inferiore mia moglie al piano superiore anche se comunicanti e aperti liberamente ognuno per ragioni che io russavo ecc…
    avevamo fatto cosi).
    Casualmente ho trovato un bigliettino (allego file evidenziato in rosso ciò che lei aveva scritto e in giallo le mie considerazioni), dopo prima alle mie accuse aveva sempre negato il tutto e dopo aver tirato fuori il bigliettino ha ammesso che ha avuto solo uno scambio di sms e bigliettini con un consulente finanziario più giovane di lei ma si era fermata molto prima perchè aveva pensato ai figli e tutto il resto e che mi chiedeva perdono anche se non ha nulla da farsi perdonare e mi ama ecc…ecc…..tu cosa ne pensi?
    grazie
    Gianfranco

    Analisi :
    “ Certo che ne ho di pazienza con te…….mi fai sempre arrabbiare ( quindi denota un rapporto lungo da tempo ) x esempio venerdi eri cosi bello e sexi ( complimenti tipo “sexi “ sono molto fisici e personali e poi di venerdi vi incontrate ?) , vestito come piace a me non ho potuto nemmeno toccarti , neanche un bacio x cosa ? ( perché in che luogo eravate ??? Un Bacio in bocca è la cosa più intima che un individuo possa concedere praticamente ha dato tutto il suo io , toccarti ?? ) Guarda non mi ci far pensare che mi arrabbio di nuovo ( quindi capitato diverse volte ??) . Però sai una cosa quando litighiamo e ultimamente succede un po’ troppo ( feeling e rapporto stretto si denota ) mi piace come cerchi di chiarire e mi rincorri ( rincorri dove ? ) scrivendomi e telefonandomi , questo ti fa onore e io ci casco sempre .
    Perché fai cosi ? (e innamorata e il rapporto dialettico FA CAPIRE QUESTO ?!)
    COME MARITO E COMPAGNO SONO PROFONDAMENTE TRISTE ANCHE PERCHE’ IO NON HO MAI RICEVUTO QUESTI BIGLIETTINI IN 24 ANNI DI MATRIMONIO E MI DOMANDO DOVE IO ABBIA SBAGLIATO E SE BASTA MOLTO POCO PER PERDERE UNA VITA , MI BATTE SEMPRE FORTE IL CUORE PERCHE’ LA TUA DONNA NON E’ PIU’ TUA E QUALCUN ALTRO CON POCO E’ RIUSCITA CONQUISTARLA , MI DOMANDO ORA QUALE’ IL COMPORTAMENTO PIU’ RAZIONALE DA AVERE E DA QUESTA DURA ESPERIENZA COSA MI DEBBO ASPETTARE ? OGNI QUALVOLTA CI SARA’ UN SMS , UN MOMENTO DOVE IO NON CI SARO’ , QUANDO VEDO DEGLI INDUMENTI INTIMI HO IL DUBBIO CHE SIA UN REGALO SUO , UNA LITIGATA , SUBITO PENSO ALL’INFEDELTA’ CHE SI RIPRESENTA , ALLORA E’ GIUSTO TUTTO CIO’ ? NON E’ GIUSTO PER ENTRAMBI E PER QUANTO UNO SI SFORZI POTRA’ MAI ESSERE COME PRIMA ? QUESTO UOMO NON SAREBBE PIU’ GIUSTO (E DIMOSTREREBBE DI AVERE LE PALLE )CHE CERCHI DI AVERE PER SEMPRE CON SE’ LA DONNA CON LA QUALE SI SONO CONOSCIUTI ? SE COSI’ NON E’ , HA FATTO NULLA DI PIU’ DEL MARITO ATTUALE HA SOLO SFRUTTATO DEI MOMENTI A LUI FAVOREVOLI ( DENOTA UN ALTO LIVELLO DI MESCHINITA’ E’ OPPORTUNISMO BECERO ) , E SUA MOGLIE CON QUALE FACCIA LA GUARDA IN VISO OGNI SERA ?? E SE HA FIGLI LI GUARDA IN FACCIA DA BUON PADRE ?? TUTTO DI UN COLPO MI FA SCHIFO LA CASA , TUTTO QUELLO COSTRUITO INSIEME NEGLI ANNI PASSANDO MOMENTI DIFFICILI , IL LAVORO PERSO , LA SALUTE ( MENINGITE LA TUA OPERAZIONE DELLE BRUCIATURE DELLE PIAGHETTE ECC….) ERO IO PRESENTE CON TE E TU CON ME NEL BENE E NEL MALE MA A ME E RIMASTO IL MALE SOLO……….CREDO CHE LUI ABBIA FATTO I PRIMI PASSI MA HA TROVATO LA COMPLICITA’ E CHI FA QUELLO LO FA SEMPRE E NEL DNA NON SI CAMBIA IL LUPO PERDE IL PELO MA NON IL VIZIO . DOPO GLI SBANDAMENTI CHE HO AVUTO STO CERCANDO DI RICOSTRUIRE ALMENO LA SERENITA’ QUESTO NE HANNO DIRITTO I NOSTRI FIGLI IN PRIMIS , ORA IO COSA VOGLIO ??? BHE SO QUELLO CHE NON VOGLIO , NON VOGLIO VIVERE SENSAZIONI SIMILI NON HO IL CARATTERE PER POTERLE GESTIRE , IL MIO VISO è UN LIBRO APERTO , SONO SANGUIGNO NATURALE VIVREI PEGGIO RISPETTO A CHI DOVREBBE SUBIRE , NO SONO AMAREGGIATO DAL GENERE UMANO , DAGLI AMICI FINTI SOLO PER LA POSIZIONE CHE OCCUPPO (VORREI VEDERE SE AVREI BISOGNO IO QUANTI CI SAREBBERO A AIUTARMI ) . QUANTO E’ DIFFICILE AMARE BISOGNA ESSERE DEI GIARDINIERI SEMPRE A COLTIVARE NULLA è DATO PER CERTO , COSA MI RISERVERA’ IL FUTURO ???…………………………

  71. Ciao a tutti, oggi vorrei raccontare la mia storia. Sono un uomo sposato da quasi 9 anni, con una bimba di 3. Ad inizio 2015 ho scoperto che mia moglie aveva una relazione con un “amico” con cui si uscita in compagnia. La relazione andava avanti da ben 9 mesi. Un massacro appena scoperta. L’amico se la faceva sotto i miei occhi, entrando in casa mia, facendo il brillante e ridendo e scherzando con noi come se niente fosse. Un vero “uomo” di merda. Scoperta, parlato, mi disse che era finita, che voleva già farla finita da tempo, che già un po’ di volte glielo aveva detto, ma chissà come mai lei c’è sempre andata insieme. Uno schifo, uno squallore. Ho dato tutto me stesso per questo matrimonio, non le ho mai fatto mancare niente di niete !! MAI !! Arriviamo ai giorni nostri, molto pesantemente, nel senso che ogni giorno dura 48 ore. I pensieri sul tradimenti, il dispiacere non mi hanno mai abbandonato. Sono sempre stato vigile, ed ogni minima cosa mi sembrava un segnale dall’allarme. Nell’ultimo periodo non è più lei mentre facciamo l’amore, è distaccata, fredda…quasi passiva…Sembra che mi faccia un piacere (a quanto pare) a farmi “sfogare”, a farle sentire ancora l’amore che provo per lei, nonostante tutto…Ragazzi, è dura…dura…dura. Vivere con un dispiacere interno, mi sa che è peggio di una tortura fisica. Vedendo quindi il suo atteggiamento distaccato, comincio a sospettare qualcosa…Studio ogni movimento, ogni cosa…questa gelosia verso la sua borsa, proprio come ai tempi del tradimento. Ora non porta più il suo telefono al cesso, o anche da un tavolo all’altro quando si sposta in cucina. Vuole farmi vedere che nessuno più la chiama o la contatta…….almeno su quel numero….Infatti ho trovato in giro una ricarica di 10 euro recente di un altro operatore, e addirittura il detergente intimo nella sua borsa…Che dire, che pensare…che sicuramente andrò a fondo a questa cosa, perchè secondo me lei ha ricominciato. Magari non con lo stesso di prima, ma sempre con qualcuno sicuramente. Siamo all’epilogo, sta per finire il mio matrimonio…

  72. Luke, il tuo matrimonio è finito già da tempo, te ne devi solo convincere. Da quello che leggo è evidente che sei un uomo che non vive più, quasi aspetti la morte per liberarti di un peso insostenibile. Ti consiglio vivamente di lasciar perdere questa storia che non porterà a nulla di buono, ne per te ne per tua figlia che ha il diritto di avere un padre felice e sano psichicamente. All’inizio il distacco ti sembrerà duro da accettare, è un po come un lutto, ma poi passerà, ritornerai ad apprezzare la vita e le donne, ti rifarai una vita portando con te solo i momenti belli che hai trascorso con tua moglie e magari la perdonerai anche se non starai più con lei. Io ci sono passato prima di te, so che si soffre, ma alla fine tutto passa. Oggi ho una vita sociale appagante, vivo i miei figli con molta più serenità di quando ero in casa con la mia ex, alla quale auguro ogni bene ma lontano da me, ho una relazione che tra poco troncherò perché ho incontrato un’altra ragazza che mi attrae di più (lascio perdere le donne sposate perché non voglio essere io la causa di sofferenze altrui, specialmente dei bimbi), sono ritornato ad essere vivo e del mio passato porto con me solo i momenti più belli. Mi auguro che tu riesca a dare una svolta alla tua vita. Ti saluto affettuosamente.

  73. Un tradimento non si perdona mai. Lei non ha avuto rispetto di te, della vostra famiglia. Sacrifici, idee, valori tutto è andato in fumo. Posso capire che a volte in una famiglia ci sono delle carenze ma nulla è giustificato per un tradimento. I problemi si affrontano insieme, marito e moglie uniti come una cosa sola. In questi casi è vero che i bambini ci vanno di mezzo ma ricorda di non fare nulla, per amore di tuo figlio, che può farti stare male per il resto della tua vita. Lei non si è preoccupato di questo, pensaci, perchè dovresti preoccupartene tu? Puoi amare tuo figlio anche senza tua moglie, anzi dedicati interamente a lui, amalo e stagli vicino sempre. Scusa per la mia durezza ma credimi se ti dico che nella vita bisogna essere decisi e irremovibili. No compromessi, no mezze misure. Ciao e buona fortuna

  74. Io dopo 25 anni di matrimonio, scendendo nel garage che tutti i condomini abbiamo in comune, ho scoperto mia moglie che praticava un rapporto orale al figlio della signora del piano sopra il nostro, noi siamo una coppia io di 57 anni e mia moglie 51, il ragazzo ha 23 anni.
    Loro non si sono accorti di niente anche perchè io ho fatto in modo che non si accorgessero di niente, mi sono limitato a guardare e appena hanno finito sono scappato via.
    Ora non so cosa fare, sono 2 settimane da quando è successo il fatto che non facciamo sesso, quando si avvicina per darmi un bacio mi succede che penso alla scena e mi capita di eccitarmi, non so cosa mi succede. Preciso che non le ho mai detto di aver assistito alla scena. Vorrei che qualcuno mi aiutasse a capire cosa mi succede, grazie

  75. Caro Enrico,
    le storie di tradimento sono tutte simile, non è importante la modalità con cui si è scoperto il fatto, sicuramente è una vicenda che sposta gli equilibri familiari.
    Nel mio caso, stante siano trascorsi otto anni, il fatto ogni tanto torna a galla, io ad oggi non ho perdonato,
    non ho avuto il coraggio di separarmi e vivo con il ricordo che riaffiora.
    La sola strada per ricominciare è il perdono, ma il perdono nasce da dentro, lo devi sentire realmente.
    Col tempo si allenterà il dolore, ma non potrai MAI cancellare ciò che è accaduto.
    Ricavati degli spazi tuoi dedicando del tempo solo per te.
    Un saluto e un caro augurio.
    Claudio

  76. Con mia moglie è stato amore da quando avevamo 20 anni…prima amici, poi fidanzati, poi infine marito e moglie. Una favola credetemi due persone professionalmente gratificate che, sebbene normali alti e bassi economici, grazie alla loro unione totale e ad un amore sconfinato, hanno sempre superato ogni difficoltà.
    La vita purtroppo ci porta lontani dalla nostra città di origine e dai nostri amici . Viviamo questo trasferimento molto male , lei anche di più perché per un certo periodo dovrà rinunciare al lavora che ama moltissimo e vivere gran parte della giornata in una città non propria e in un pessimo quartiere sola con nostro figlio di 6 anni.
    Io torno la sera intorno alle 8.00 e, con il senno di poi, forse , un po’ per stanchezza un po’ perché anche io vivo male il trasferimento, la trascuro. Lei, come me, e’ giovane e piacente e fa’ di tutto per non essere “messa da parte”. Io, pur non facendo nulla di male, mi guardo attorno e suscito interesse, tuttavia, anche se lei crede il contrario, le resto fedele.
    Lei fortunatamente rientra a lavoro, ma la situazione tra noi non migliora , siamo distanti e pare che nulla piu’
    funzioni, nasce la seconda figlia che se da una parte ci rende felici, da l’altra peggiora la situazione perché tracina lei in una gravissima e lunga depressione. Io le sto vicino per quanto posso e per quanto il lavoro mi concede . L’unico aspetto positivo è quello economico , ottengo vari avanzamenti che ci consentono di acquistare una villetta fuori città, sul mare. Ci sembra la svolta risolutiva…..purtroppo pero’ la sorte ci volta la faccia. L’azienda per la quale lavoro in un’ottica di riduzione del personale, licenzia buona parte del management, me compreso.
    Naturalmente, in casa, la situazione ridiventa difficile, mia moglie mi accusa di essere troppo passivo nella ricerca di un nuovo lavoro, io invece dono deciso a non buttarmi via …e dopo 8 mesi riesco ad essere assunto in un’ altra Azienda del settore. Le cose riprendono ad andar bene , economicamante, meno tra noi. Io inconsciamento non gli perdono di non aver creduto in me e pian piano , complici anche alcune storie che solo a stento sono riuscito ad evitare, la allontano sempre di piu’.
    Lei comincia ogni tanto a parlarmi , quasi provocandomi’ di un suo superiore che palesemente la corteggia.
    Io non colgo il messaggio, devo ammettere che mi sento tanto sicuro di me , che ritengo impossibile un suo eventuale tradimento.
    Una domenica mattina presto, siamo ancora a letto, arriva una telefonata. Dall’altra parte una voce femminile con voce isterica, mi dice in tutta fretta” sua moglie se la intende con mio marito….il collega”
    Io rimango senza parole , come dopo un pugno nello stomaco, tuttavia , quando lei mi dice ….lascia perdere ….è una pazza….. io ci credo immediatamente ….o voglio crederci.
    Le cose tra noi non cambiano, siamo sempre più lontani anche nei rapporti sociali con amici o parenti ogni pretesto è buono per lanciarci frecciate o litigare.
    Qualche mese dopo, mia moglie mi fa trovare un biglietto (abbiamo sempre comunicato spesso con bigliettini o cartoncini…ma d’amore), con il quale mi chiede la separazione perché è da tempo che la trascuro, che offendo il suo essere donna sotto tutti gli aspetti e che vuole ricominciare a sentirsi viva…..che crede di essere innamorati di un altro (il collega, saprò’ poi) ma che non è quello il motivo perché lui è ha già una storia.
    La cosa non mi prende alla sprovvista, quassi me l’aspettavo…e sul momento pare quasi mi senta piu’ libero .
    Comincio a riguardarmi attorno, stavolta in maniera più concreta, ho piu’ storie contemporaneamente.
    La cosa strana è che quando mia moglie se ne accorge …fa una scenata di gelosia, era estate.
    Arriviamo a dicembre e arriva la data fissata per la separazione.
    Ci separiamo, in famiglia e con i figli manteniamo segreta la cosa , ma conduciamo di fatto ognuno la sua vita.
    Il 2 gennaio, sono in macchina di ritorno da una delle donne con le quali avevo una storia e ricevo una telefonata da mia moglie……mi attende a casa perche deve parlarmi.
    Arrivo a casa e mi butta le braccia al collo dicendo di essersi accorta di aver fatto una pazzia, di perdonarla, di amare solo me….e tutto il resto.
    Io resto basito , un po’ perche’ non me lo aspettavo , un po’ perché avevo quelle altre storie in piedi e non avrei saputo come gestirle. Mia moglie mi dice, non importa….ti lascio tutto il tempo che vuoi, viviti la tua storia finché ti va, ma non lasciarmi.
    Io la amo, e lei ama me , ce ne accorgiamo ancora di piu’ in quel momento.
    Io, anche se a fatica tronco con le altre anche in maniera traumatica in un caso in particolare, e torniamo insieme cercando di raccogliere i cocci della nostra bellissima storia d’amore.
    Sono ormai passati 10 anni da allora, non sono mancati litigi, rinfacci, sul chi aveva tradito prime e chi dopo….ma siamo qui e ci amiamo.
    c’è pero’ una cosa , ed è per questo che chiedo un aiuto o un consiglio…..è da un po’ di tempo (ma perche’ solo ora?) che non riesco a togliermi dalla mente l’immagine di lei nelle braccia dell’altro.
    Ci sto malissimo e spesso cerco quasi masochisticamente di sapere tutto …..
    Lei mi implora di cercare di guardare avanti per non continuare a farci del male……..
    Ma io non ci riesco, sto meditando di cercare di incontrare in qualche modo quest’uomo e vendicarmi in qualche modo…..forse anche con pari moneta nei confronti della moglie….

  77. Mi sfogo qui, ho bisogno di farlo. Dunque sono 12 anni che convivo con la mia compagna e un anno fa ho scoperto che mi tradiva. L’ho pregata di smettere, l’ho perdonata e mi ha giurato che non l’avrebbe più visto, ma ha continuato purtroppo e questa scoperta l’ho fatta 1 settimana fa.
    Lei chiaramente nega l’evidenza. Sono totalmente distrutto e ho paura di perdere mia figlia, sono terrorizzato da non poterla veder crescere, non poterla aiutare, non essere presente. Sono anche ancora innamorato. Però non voglio essere ipocrita, anche io l’ho tradita, per vendetta ma l’ho fatto. Mi rendo conto che un rapporto cosi è quasi assurdo ma non mi è chiaro se x la mia vita sia meglio subire questa cosa e sperare di riuscire a conviverci o troncare quello che x me è la cosa più importante: il sogno di essere felice con quella che oggi è ancora la mia famiglia.

  78. La tua famiglia non esiste più, dal momento che tua moglie l’ha distrutta. Per il bambino, cercate di essere amici e dimostrargli affetto senza che il vostro odio gli rovini la vita, ma non torneranno mai le cose come prima, visto che la gente non cambia. Perchè doversi sforzare a fare una cosa che naturalmente non sta in piedi? Tua moglie ti aveva giurato fedeltà, invece ti ha tradito. Se le tue “mancanze”, magari per dovere, che lei non ha capito, la hanno spinta nelle braccia di un altro, credi che non lo rifarà ancora, con qualche scusa? Perchè non guardare la realtà in faccia e vivere nella finzione e nell’ipocrisia, credendo che esista una coppia con una persona che in realtà non è fatta per una coppia? Liberati. Fatti una vita, realizzati secondo le tue capacità, coinvolgi tuo figlio, fagli capire che ha un padre fantastico e non un cane al guinzaglio di una donna. Basta con l’ipocrisia.

  79. Ciao a tutti, ciao Luky.Si è vero.Bisogna riprendersi la propria vita nelle mani e guidarla verso il futuro. Il mio marito ha preferito in 17 anni di matrimonio, soldi e altre donne, a me.Sono ferita e voglio lasciarlo.Sono straniera ed è dura perché sto affrontando tutto da sola senza chiedere un aiuto a nessuno. Ho un figlio di 15 anni e la forza c’è l’ho in lui.Poi mi sono detta; una brava ragazza come me,troverà la serenità perché cerca l’amore pulito nel rispetto verso un compagno senza sentirsi per questo inferiore.Chi invece cerca il benessere e il troppo, ne guadagnerà davvero poco, poiché ama calcolando, mentendo e non rispettando nemmeno se stesso
    DA DONNA MI VERGOGNEREI TORNARE A CASA DA MIO FIGLIO DOPO AVER TRADITO IL SUO PADRE. NON FACCIO PAGARE UN ERRORE DI MIO MARITO CON IL MIO CORPO. QUESTIONE DI CULTURA PERSONALE. GRAZIE E UN SALUTO A VOI.

  80. E’ dolorosissima un’esperienza simile. Io l’ho provata tradendo mia moglie. Sono addirittura andato via da casa a vivere con lei, un’ucraina, per ben 9 anni. Non ho mai trovato la pace! Mia moglie e i miei figli a casa io da un’altra parte. Ho sempre cercato di lasciarla e tornare a casa ma lei mi ha sempre riportato all’ordine. Non racconto che sofferenza per me. Alla fine l’ho messa in condizioni di lasciarmi e… ritrovo la libertà e mia moglie e i miei figli a casa che mi aspettavano. Ma.. è tutto da ricostruire. Caro amico, un parere che non so fino a che punto sia condivisibile, guarda bene la “verità” su ciò che è successo, chiamala per nome (non volgare o offensivo) e, se puoi “perdona” non pretendere le sue scuse, dille che te le chieda. Fatevi aiutare da soli è una partita persa.

  81. Ho conosciuto mio marito al età di 16 anni dopo 4anni e mezzoaci siamo sposati e sono 16 anni penso che lui mi abbia tradito .quando ho incominciato a chiederglielo me lo ha detto ma poi mi ha detto di avermi raccontato delle storie inventate per farmi capire che non era vero sono ormai 3 anni e mezzo che litighiamo e che io gli chiedo di raccontarmi la verità . Da poco mi ha confessato che ha avuto una storia di circa un mese e mezzo quando eravamo fidanzati lui sapeva che io non l avrei mai sposato se lo avessi saputo prima ma che durante il matrimonio non lo ha mai fatto. Io avevo già dei dubbi con le sue storie e le parole di questi anni mi ha dato delle convinzioni ma continua a negare non so come fare per farlo confessare . Da quando ho saputo che lui mi ha tradito non sono più riuscita a dare l amore con lui e si arrabbia con me cercando a tutti i costi di avere rapporti sessualità quindi litighiamo quasi tutte le sere Chissà se verró mai a sapere la verità lui si chiama mass

    • Ma scusa conosci un ragazzo a 16 anni, lo sposi a 20 e credi davvero che un MASCHIO nel pieno dei suoi ormoni giovanili non cerchi un’altra donna per i successivi 50/60 anni che gli restano da vivere? Vivi nel mondo delle favole… la tua ingenuità ti ha rovinato la vita, meglio che prima di tutto cerchi di capire su che pianeta vivi.

  82. Ciao sig.Enrico per me il tradimento non si perdona mai. Immagine si era te sig Enrico nel sua posto della tua moglie lei te perdona, può essere perché gli uomini non come le donne.
    Ultima cosa, trovate un’altra e va avanti a dimenticare. Il mondo non finisce con la tradimento della tua moglie, va vive tranquillo et forte troverà quella che ti ama molto ma la tuo x moglie non te amava con quando c’è amore veramente et just non falso, l’amore vero non tradisce mai. Grazie buona furtona da un arabo africano , muslem cordiale saluti

  83. no , non ti dimenticherai mai del tradimento , rimarra sempre impresso nella tua mente come un chiodo fisso per molti mesi anche se torni assieme a lei… poi con il tempo non ci penserai più al tradimento ma sta di fatto che vivrai con una donna che ha mancato la tua fiducia e chi tradisce una volta potra sempre rifarlo.. sarai sempre sul chi va la… ogni piccolo sospetto si sprigionera’ nel peggiore dei dubbi… non è il massimo della vita sinceramente e non penso tu possa riuscire a vivere cosi per semrpe.. prima o poi t stancherai

  84. La mia compagna dopo 9 anni di convivenza mi ha rivelato nel settembre del 2015 durante una splendida vacanza negli States (Rovinandomela completamente), d’avermi tradito 3 volte. Non ce la faceva più a tenerselo dentro, ma il fatto è che ci sia riuscita per ben 1 anno e mezzo poiché il primo tradimento è avvenuto nel luglio 2014 e gli altri due nell’estate 2015. Sempre con la stessa persona (Che ha 12 anni meno di me) che non abita nella nostra città e che non avrò (per ora) la possibilità nemmeno di vedere per pura curiosità. Oggi, a Gennaio 2016, dopo 5 mesi dalla terribile notizia viviamo ancora insieme perché ho scelto di provare a perdonarla e lei mi ha giurato che mai più mi tradirà. Ogni fottuto giorno combatto contro il dolore, partono film mentali di ogni genere, fiducia zero in tutto quello che fa o dice, ogni due settimane vado a dormire sul divano perché a volte la sua semplice presenza mi irrita, tuttavia la amo ancora e quindi sno in una situazione di stallo. Ho letto tutte le vostre storie e alcune sono ben più drammatiche e difficili della mia, ma per chi decide come di continuare a provare vorrei scrivere queste righe che vengono da una serie televisa:

    STA TUTTO NEL REINDIRIZZARE, ELUDERE…
    DEVI REINDIRIZZARE QUEI PENSIERI,
    LE ESPERIENZE CHE TI SUGGERISCONO IL CONTRARIO
    QUEL CHE E’ FATTO… E’ FATTO
    LO ELUDIAMO ANDANDO AVANTI
    CON LA PROMESSA DI NON FARLO MAI PIU’
    DI RIMEDIARE
    DI ACCETTARE COMUNQUE CHI ERAVAMO
    E CREARE UNA NUOVA PACE

    Se la mia compagna comprenderà davvero queste parole credo che alla lunga (Perché a me serviranno molti mesi, forse anni) la nostra storia potrà proseguire. Non sarà mai più come prima, io ho deciso di darmi e darle un tempo, dopodiché sarà costretto a fare il passo della separazione. Lei dice che adesso vuole me, vedremo…

    • Mi spieghi a cosa serve ricominciare una storia con basi praticamente inesistenti e nocive per la tua salute psicologia. Perchè ti fai del male continuando a stare con questa donna?
      Tu ami una persona che ti ha tradito. Ha macchiato la tua dignità, ti ha sporcato anche davanti ad altre persone. Non ti fai un pò schifo a ritornare da lei?

      • Ti riscrivo la scena nel caso te la fossi dimenticata.
        Tu stavi nel salone (o una qualsiasi altra stanza) a parlare tranquillamente con la migliore amica di tua moglie del piu’ e del meno, mentre tua moglie trovava divertente tradirti nella stanza affianco con un tuo amico. Secondo me non può esserci perdono e se c’è devi accettare il fatto che sia una troia, perchè quello che ha fatto e ancora piu’ il modo in cui lo ha fatto non dovrebbe essere perdonabile.

    • Se lo ha fatto più volte a distanza di tempo, vuol dire che di te non le importa più niente ( come uomo ). Si potrebbe “capire” e perdonare un tradimento sporadico in un momento particolare, non certo in vacanza. E il fatto che tu voglia rimanere con lei ad oltranza rappresenta la tua rovina. Non vivrai mai più bene insieme a lei, la sua stessa presenza è nella tua mente il simbolo del dolore e vederla tutti i giorni non ti permetterà di dimenticare l’ infamia, l’ abominio perpetrato nei tuoi confronti dalla persona che più al mondo non avrebbe mai dovuto. E se lo ha fatto, specie nei modi da te citati, di amore per te non ne ha nemmeno un briciolo. Perdipiù, adesso, non ha più nemmeno il rispetto come maschio, dal momento che te la sei ripresa. Liberati da queste catene terribili, mandala al diavolo suo complice e padrone, e riprenditi la tua serenità. Sei ancora in tempo, ma non adagiarti su questa apparente vita di famiglia, perchè prima o poi, forte del suo ascendente su di te, calpesterà nuovamente la tua dignità. Sei una brava persona, hai sofferto e stai soffrendo, io ti comprendo perfettamente, e so altrettanto bene che “chi ci ripensa è cornuto”.
      Buona fortuna
      Umberto

    • Ti capisco perfettamente, stessa identica situazione.

  85. C.C.F. Tu sei la stessa persona che rispondi ad un anonimo (che poi è un’anonima) che vive nelle favole se crede che un MASCHIO (lo hai scritto tu così) non possa stare con la stessa donna per i prossimi 50 o 60 anni? E allora perché ti lamenti del fatto che tua moglie ti abbia tradito? Bada bene che se tu sei stato fedele (oddio questa parola messa così non mi piace pare stiamo parlando di un cane, comunque rende l’idea) a tua moglie e lei ti ha tradito hai tutto il diritto di incavolarti e di litigare con lei, o di non accettare la cosa. Ma se tu invece l’hai fatto e pretendi invece da lei fedeltà solo perché è una femmina, la cosa la trovo assurda. E non venirmi a dire che uomini e donne per quel che riguarda la loro sessualità sono differenti. Certo abbiamo avuto una educazione differente e una donna che va con tanti uomini è considerata una p… mentre un uomo un Casanova fortunato e da invidiare, ma io davvero non la penso così. Se si prende un impegno con una persona si rispetta altrimenti nessuno obbliga nessuno a sposarsi e restare sempre con la stessa donna o lo stesso uomo per un numero x di anni. Se ho sbagliato a risponderti e tu sei una persona che non ha tradito ti chiedo fin d’ora scusa per aver scritto qui, ma se invece anche tu hai fatto quel che ha fatto tua moglie, non c’è da fare tutta questa tragedia visto che nessuno di voi ha avuto rispetto dell’altro. E questo lo penso benché io sia assolutamente contraria a rispondere a un’infedeltà con un’altra infedeltà. In ogni caso ti auguro di ritrovare serenità e armonia con tua moglie.

    • Certo che sono la stessa persona ma non vedo la pertinenza fra i due discorsi. Qui si parla di un ragazzino di 20 anni che nemmeno sa ancora radersi da solo a cui si chiede fedeltà a vita e una coppia navigata come la mia. Sono due storie completamente diffferenti nel discorso della fedeltà e delle esperienze. Una coppia di ragazzini di 20 anni che si tradisce ti sembra la stessa cosa di un tradimento dopo magari 30/40 anni di matrimonio? Ho semplicemente detto che a 20 anni E’ OVVIO che si cerchino storie ed esperienze e a 40 anni non si dovrebbe tradire proprio per il fatto che se si volevano fare delle esperienze di ogni genere si facevano a 20. Inoltre mai accennato al discorso della diseguaglianza fra uomo e donna, non so in che discorso sessista stai trascinando il mio post ma non ne ho proprio il tempo. Ho raccontato la mia esperienza per assoiciarmi alle altre persone e leggere suggerimenti e consigli non certo iniziare un discorso degli anni ’50 pseudo femminista.
      Mi pare ovvio inoltre che io non abbia tradito la mia compagna, altrimenti non sarei qui a scrivere.

      • CCF avevo capito male il tuo discorso iniziale relativo al ragazzo di 20 anni. A me era parso che tu avessi detto che il giovane di 20 anni avrebbe voluto fare esperienza non solo quando fosse stato giovane, ma anche dopo per i prossimi 50 o 60 anni). Messo così sembrava che le esperienze sarebbero dovute durare tutta la vita anche mentre comunque era impegnato. Ma ho capito male io. Comunque ti avevo già chiesto scusa prima, nel caso avessi interpretato in maniera errata quel che avevi scritto. Non volevo trascinarti in nessuna discussione sessista. E’ che odio che la gente (e mi riferisco al genere umano, quindi uomini e donne) pretendano dall’altro ciò che non sono disposte a dare. E credimi di persone così, anche incoerenti, ne è pieno il mondo.

      • ciao c.c.f. ho avuto la tua stessa esperienza. Mi confesso’ il tradimento che durava da 2 mesi con uno più giovane di 15 anni. Noi sposati da 21 anni e entrambi 45 enni e due figli grandicelli- Gli ho riconosciuto il fatto di avermelo confessato, nella nostra situazione mai lo avrei scoperto visto che avevamo rapporti regolari e si andava d’accordo.
        La domanda sorge spontanea: dove caz.. ho sbagliato io per meritarmi le corna visto che non facevo mancare nulla ed aveva la sua pravacy. Non ho mai voluto sapere i dettagli (servono solo per far più male) dopo un periodo di separazione in casa dove ho passato il periodo più brutto della mia vita, perche’ non si può odiare la donna che ami anche se ha sbagliato l’ho perdonata e ti confesso caro c.c.f. che alla sera quando rientro a casa è una gioia vedere la propria donna che ti aspetta e sto vivendo un periodo magico. Se l’avessi lasciata x orgoglio come starei adesso? Se sei innamorato fai come me. Aguri c,c,f, se vuoi ci possiamo telefonare, lascia un messaggio

      • Ciao Walter, si in effetti la tua storia pare molto simile alla mia. Mi conforta sapere che forse dopo questo periodo di astio ci sarà un periodo “magico” come lo hai definito tu. La fiducia tuttavia al momento rimane molto bassa, inutile mentire, faccio il triplo dell’attenzione a tutto ciò che fa, dice o scrive sul telefono. Sembrerebbe una follia eppure la cosa non mi pesa affatto ne mi fa vivere peggio, anzi. Mi sono reso conto che devo semplicemente essere un pò più furbo. Lei si è decisamente data una calmata, anche se cerca di compiacermi per abbreviare la tempestica del mio perdono… e questo mi da un pò fastidio. Ti ringrazio per l’offerta di sentirci, potrebbe essere utile scambiare due chiacchiere.

      • ciao c.c.f. grazie x la risposta, hai detto che devi essere piu’ furbo controllare tutto ecc. farai anche bene ma sappi che se lei lo vuole trovera’ sempre il modo e queste parole l’ho dette all’epoca anche a mia moglie sta a lei solo a lei essere sincera con il marito ed apprezzare che l’ha perdonata una prima volta nel mio caso si e trattato di chimica con uno piu giovane di me anche se io l’ho sempre cercata sessualmente se fosse stata attratta coi sentimenti.allora ti dico che ci saremmo lasciati pensaci bene amico caro

  86. Non so perché, ma di tutte ma proprio tutte le storie del genere che mi sono imbattuto, la donna in questione veniva scoperta sempre e solo dopo circa DUE MESI!!
    A quanto pare a quasi tutte le femmine le ci vuole questo “asso di tempo” prima di lasciare il loro ramo saldo (compagno, marito, fidanzato, attuale) per poi mettersi con l” amante di turno (finché questo non la scarica, o lei scopre qualcosa e torna dicendo: “ora ho capito, perdonami”) non so bene quello che succede nella testa di una femmina, ma in due mesi il compagno la scopre:-e lei addossa le colpe del suo tradimento a lui (frase tipica paraculo: “tu non mi consideri abbastanza”) e no: sei tu che non ti senti troia abbastanza e ti piace il “rischio” di essere scoperta. Che magari quando era il fidanzato a proporlo, lei faceva tutta la “pudica” e la “splendida”

    Gente quando una donna vi dice che e “confusa”
    v” invito a confondervi anche voi, per due mesi.
    Una femmina che non e piu sicura di provare amore per voi, vi sta usando come riserva, senza lasciarvi in caso che con l” altro le vada male.
    Fidatevi, o vi ama oppure non sa piu cosa prova
    Il sentimento si e spento e lo confonde con l”affetto e la paura di rimanere sola, non le da il coraggio di farla parlare chiaro, in poche parole: vuole lasciare, che essere lasciata. (perche narcisista e insicura com”e, preferisce convincersi che siete voi quel qualcosa che non va, e non lei..)
    Uomini, con questa tipologia di donne, tagliate subito
    Fate 2 più 2 e non fatevi ingannare dal suo “temporeggiare” iniziate a frequentare altre donne
    E prima che sia lei a lasciarvi, lasciatela VOI nella sua stessa MERDA
    Provare per credere.
    (Piangerà, v”implorerà, dirà che cambierà, reciterà tutte le battute di 3 metri sotto un treno, vi minacciera di tagliarsi) ma voi non voltatevi, siate onesti leali, perché lei, ha scelto un tro a voi quando poteva avervi.
    Dite di tornare dal suo amante e ai suoi problemi irrisolti, e cancellatela per sempre dalla vostra vita.
    Questa esperienza, la fara maturare, e col tempo lo capira anche lei. (Nel frattempo voi, rifatevi una vita a fianco di una persona che vi ama davvero, e non che “pensa di amarvi”)

    Luffy

    • chi non ha provato un esperienza del genere non può parlare. Io tradito da mia moglie dopo trentanni di matrimonio e tre figli. L’ho cacciata da casa andandosene via certa della nuova vita, cosi non e’ stato poiché e’ stata rispedita indietro dal suo nuovo amante. L’ho ripresa a casa, vi giuro che e’ veramente dura.

  87. il terronedeitremari

    C’è una priorità, il benessere del bambino o che dir si voglia, lei ha sbagliato e deve accettare le tue condizioni, nulla deve turbare la crescita del figlio. Lasciate nell’apparenza tutto intatto. Niente ipocrisie l’adulterio è la fine di tutto, quando sarà tra le tue braccia non potrai non ricordare ciò che hai visto. Tutto è cambiato e non tornerà mai più come prima. sarei disonesto se ti dicessi che non è così. lei ne avrà di tempo per pentirsi, il tradimento della donna è lacerante.
    Per l’uomo è diverso, può fare sesso senza amare poiché è come uscire da un bar ubriaco e pisciare all’angolo, ma se una donna tradisce lo fa con uomo che potrebbe comportarsi proprio come quell’ubriaco. Se un uomo ti ama e sei sposata ti porta via o ti costringe a dirlo a tuo marito per separati da lui, perché ti vuole per se. Se non lo fa sei solo uno spasso per il suo augello…e se lei sta a questo gioco o hai sposato una cretina che crede alle favole o le piace farlo…che le vuoi una così, come fai a volerle bene? offendi te stesso. al compimento della maggiore età sia tu che lei avrete di fronte un uomo che è cresciuto secondo l’educazione che gli avrete impartito. A questo punto potrete farne ciò che volete della vostra messinscena ma almeno non avrete rovinato la vita ad un altro essere.

  88. Terroredeimari, lo so adesso mi inimicherò mezza umanità (gli uomini) ma hai detto una cosa che proprio non mi piace. Il fatto che un uomo possa tradire solo per sesso, ed è quindi più scusabile di una donna che lo fa per amore è una storia che ho sentito tante volte e non mi piace.
    Ora capisco quel che vuoi dire, cioè la donna se ti tradisce lo fa con tutti i sentimenti. Quindi forse non ti ama più e ama un altro. Quindi fine della storia. Punto. Hai ragione se fossi un uomo una donna che mi tradisce non la vorrei più.
    Ma vedi il fatto che un uomo lo faccia per sport o perché è ubriaco, non mi piace lo stesso e non ha giustificazioni. Che cavolo se ami tua moglie, se stai bene con lei, se il sesso con lei è bello, se hai anche un figlio o due, e quindi dovresti essere più responsabile e avere rispetto primo in assoluto per tua moglie e poi per la tua famiglia, perché farlo? E’ gioco, non è necessità impellente. Io la vedo una parentesi che si può evitare senza fare nemmeno grandi sforzi. Allora perché farlo, chiedo di nuovo?
    No, ragazzi. Scusatemi ma io non sopporto il tradimento.
    A prescindere, che lo si faccia per amore, per sesso, che lo faccia una donna o un uomo. Non ha giustificazione.
    Poi vabbè si può anche vedere se in qualche rarissimo caso si può fare un eccezione e arrivare anche a trovare giustificazioni del perché lo si è fatto. E qualcuno può arrivare a perdonare anche se dipende da tante cose. Ma questo del perdono è un altro argomento.
    Vedete io volevo dire la mia sul tradimento. Perché è un tradimento. Una pugnalata dietro le spalle, in cui l’altro (il traditore o traditrice), gira il coltello e affonda. Dove mina tutto quello in cui si credeva prima, toglie la fiducia e lascia senza fiato. E’ devastante. E non si può farlo solo per divertimento o perché si ama un altro/a. Lo si deve dire prima. O almeno deve durare poco e se si compie un atto del genere si deve avere il coraggio delle proprie azioni e subirne anche le conseguenze.
    Scusami terroredeimari, alla fine capisco quel che dici, ma io sono una donna e trovo ingiustificabile un uomo che tradisce solo perché è come, e cito le tue testuali parole: “uscire da un bar ubriaco e pisciare all’angolo”. Vorrei vedere te, se la donna che ami, dopo essere stata scoperta, ti dicesse che è successo così per caso, senza nemmeno amore, però ama tanto te ed è pure pentita, se non la prenderesti a ceffoni e poi la spediresti per direttissima fuori da casa tua.

  89. Ah scusa, presa dal problema tradimento, non avevo fatto attenzione a quel che di seguito hai detto. Cioè da quel che ho capito secondo te, sarebbe meglio continuare una farsa di matrimonio per il figlio fino al compimento della sua maggiore età. Per il suo bene.
    Bè parlo per esperienza. Non sto a parlarti della fine del mio matrimonio, ma comunque era finito. Ho pregato mio marito di andarsene (ma già non c’era mai in casa, trovata tutte le scuse anche per dormire fuori casa, quindi alla fine ho assecondato un suo desiderio). Avevo dato a lui un po’ di tempo per trovarsi un posto dove andare. Non abbiamo fatto storie, mio figlio, il secondo, non sapeva niente (le discussioni non avevano avuto luogo davanti a lui, lo avremmo preparato con tranquillità piano piano). Quindi alla fine non avrebbe dovuto accorgersene. Poi lui stesso ha avuto qualche problema. Lo abbiamo portato dallo psicologo, il quale quando io gli ho parlato della situazione famigliare, mi ha detto che visto il disagio che viveva già il ragazzo era meglio evitare che il padre andasse anche via di casa per non aggravare la sua situazione. Così mio marito non è più andato via per dell’altro tempo. Ti dico che io e mio marito quando andavamo d’accordo eravamo affettuosi tar di noi. Vedi quando c’è l’amore in casa si vede: dagli sguardi, dalle parole, da un contatto fuggevole fisico. Mio figlio non ha visto litigi, ma non ha visto nemmeno più gli sguardi, e nemmeno il dialogo, non ha visto l’armonia in casa. Così dopo sei mesi mi ha chiesto cosa fosse accaduto tra me e suo padre. Ho dovuto dirglielo. E a quel punto dopo un po’ suo padre è andato fuori casa. Vedi Terroredeimari, non si può fingere e se due persone non si amano più si vede. Per come la penso io non è una buona cosa far vivere un figlio nella menzogna e credo anche sia meglio che i figli imparino a non vivere nell’ipocrisia. Meglio due genitori separati e sereni che due genitori incattiviti dalla convivenza. Perché i figli vedono tutto e assorbono tutto. Almeno è come la vedo io.

  90. Mia moglie mi ha tradito per due anni. Se non l’avessi scoperta io non me l’avrebbe mai detto. Dice che è stato solo sentimento, senza alcun coinvolgimento fisico. A parte che a questo punto me ne frega poco perchè il sentimento vale più del sesso, ma che crede davvero che sia un deficiente completo? Che due persone di quasi 50 anni hanno una storia extraconiugale per due anni parlando solo dei loro problemi o di cuoricini? Questo suo tentativo di minimizzare e di farmi passare per un idiota mi offende ancora di più. Ora che voglio andarmene di casa mi dice che non penso ai figli (10 e 16 anni). Giusto! Ma lei ci pensava quando andava con lui? Ci pensava quando ritornava a casa dicendo loro di essere stata al lavoro e invece… Ci pensava quando si è abbandonata alla storia d’amore sapendo che se fosse stata scoperta avrebbe fatto esplodere la famiglia? Ci pensava quando gli scriveva che avrebbe voluto andare a vivere con lui “due cuori e una capanna”? No, lei non ci pensava…. pensava solo a vivere la sua bella storia (si sentiva sola… io che non l’ho lasciata mai un attimo e che in 30 anni mai l’ho tradita ne’ fisicamente ne’ sentimentalmente). Ora però se vado via e i figli soffrono, la colpa è la mia che metto il mio egoismo avanti alla felicità dei figli…. che schifo!

    • Il tradimento è una guerra psicologica spietata. Chi è più bravo riesce anche a scaricare completamente sull’altro le colpe del proprio tradimento. Io vengo da 15 anni di matrimonio, caratterizzato ormai da almeno (e non uso il termine a caso) 3 tradimenti di mia moglie. Il primo, dopo due anni di matrimonio, durato per oltre due anni, frutto a dire di mia moglie del periodo difficile che stava attraversando perché non eravamo riusciti ancora ad avere figli. La cosa anomala che non sono mai riuscito a spiegarmi è come sia riuscita ad avere una relazione con l’altro anche durante e dopo la gravidanza della nostra prima figlia, riuscendo a sembrare anche perfettamente normale e felice con me. L’ho scoperto solo alla fine del loro rapporto, grazie a delle intercettazioni che ho messo in essere perché dilaniato dal dubbio. Ho attraversato un periodo infernale: una figlia piccola a cui non volevo far mancare il calore di una famiglia ma un rapporto completamente distrutto, ancor più perché fatto da menzogne prolungate e soprattutto molto ben celate. La sua motivazione, com spesso succede, è stata che non si sentiva più amata da me, come voleva lei, mentre l’altro l’avrebbe fatta sentire una persona importante. Dopo diversi anni in cui il rapporto sembrava andare bene (abbiamo avuto anche altri 2 figli), trovai una lettera di un suo collega, in un cassetto, a lei indirizzata, in cui decantava le sue doti e descriveva tutti imomenti salienti ed emozionanti della loro storia d’amore, durata alcuni mesi. Apriti cielo, ci risiamo, lei ha negato fino all’inverosimile, ad offesa anche della mia persona e della mia intelligenza, dicendo che qualcuno avrebbe messo quella lettera falsa nel cassetto per farle un dispetto. Questa volta non cerco altre notizie, non scendo nei particolari, proprio per evitare di farmi ulteriormente male. E cerco di ricominciare tutto. Fino a qualche giorno fa quando ho scoperto (benedetto o maledetto whatsapp) che da due mesi ha una relazione con il suo istruttore di tennis. Che faccio, mi decido a mollarla? E i miei figli? Non posso essere la causa di sofferenze per loro. Mia moglie dal canto suo ha detto che per lei possiamo tranquillamente troncare, ma non ha intenzione di mollare i figli. Che fare?

  91. Caro…….Cubo piatto (la tua tridimensionalità di persona schiacciata dal rapporto che subisci-!?-) , che dire? Passi una volta, due…….
    Non capisco se i figli siano ancora molto piccoli, e se tu abbia l’indipendenza economica necessaria a staccare la spina; tua moglie evidentemente si!
    Guarda….. anch’io mi ero ripromesso dopo la scoperta del tradimento di mia moglie (ho messo qui dentro la mia storia : “Un cane per amico” ,se vorrai vederla) di andarmene mollando tutto (abbiamo un bimbo di nove anni!), per ricominciare a sessant’anni (ben portati , e le donne anche molto più giovani non mi mancherebbero) ma, amando ancora mia moglie, facendomi l’esame di coscienza sul fatto che ero latitato a livello empatico e , soprattutto non potendo al momento concedere l’abitazione (ma tra poco si!) e pagare gli alimenti, ho deciso di riprovarci, e sono quasi tre mesi, ma è dura! Niente è più come prima, ed anche le situazioni costruttive che cerco di realizzare , a volte vengono danneggiate dal sospetto, dal rancore, dalla mia insicurezza e frustrazione. Ci provo….ancora non abbiamo avuto rapporti intimi! Non che prima andasse alla grande ma c’è un blocco……spero che si superi. Ci provo….male che vada lascerò la nuova casa e me e andrò in un’ altra , così nessuno dovrà pagare l’affitto o il mutuo……
    Ricorda che la frustrazione che vivi potrebbe influire sulla salute , ed una volta persa, non potresti star dietro ai figli come vorresti, quindi: prima ci sei tu, poi i tuoi figli, e se ti trascuri non li seguirai. Inoltre loro vivrebbero in un ambiente malsano, e lo percepirebbero. Ma già siete a questo livello, solo che per ora riesci a dissimulare , ma quanto potresti durare?
    Capisco i figli, forse ancora un sentimento che ti lega a lei, forse la disponibilità economica che ti manca per troncare (lei lo farebbe subito!) , caxxo……ma la vita è una sola! Riprenditela, non vivere all’ombra di una megera che quando le gira ti umilia lasciandoti annichilito. Meglio pane e cipolle, perdio, ma a testa alta, con dignità….. i tuoi figli capiranno e ti rispetteranno, suvvia…… fallo per la tua dignità!
    Un abbraccio
    Namaste

  92. Siete una massa di stupidi! Il tradimento fa parte delle dinamiche di copia che viene accettato nello stesso momento in cui ci si mette assieme. Se si viene traditi non ha senso fare gli offesi, covare rancori, sentirsi feriti nel proprio orgoglio. Ne conseguono reazioni a catena che appesantiscono la situazione famigliare con particolare riferimento ai figli.
    Meglio perdonare e aver pazienza. Tutto si esaurisce e si sistema col tempo. Si vive una sola volta, che senso ha rovinarsi la vita’ solo perché la moglie ti tradisce. Quando avrà sfogato le sue voglie erotiche te la ritroverai accanto più matura e interessante di prima. Ragazzi, siamo ormai prossimi al 2020, non siamo più nel 800.

    • Ah! Perché per te più passano gli anni e più dobbiamo accettare il tradimento come normale dinamica di coppia?! Senza offesa, ma per me te sei proprio un cretino!
      Hai mai provato ad essere tradito nonostante tu fossi stato sempre fedele?
      Se si ti ripeto che sei un cretino e forse ti piace anche l’idea di essere cornuto. Se invece la risposta è no ti dico di stare zitto almeno per rispetto verso chi ha subito un trauma e crede ancora nel rispetto reciproco in una coppia.

      • Giovanni, potevi risparmiarti un messaggio che comincia con “Siete una massa di stupidi!”
        Detto questo farei la stessa cosa che dici tu ma per molti è difficile accettarlo, e lo stai vedendo dalle risposte contrarie che stanno danno gli altri utenti.
        C’è da dire che a volte non sono tradimenti momentanei, tipo una botta e via o un mese e basta.

    • No vabbè ste perle di saggezza di Giovanni mi era scappata.
      Voglio proprio vedere se becchi tua moglie a letto con un altro se le dai una pacca sulla spalla e le dici “brava continua così…” o forse sei uno di quelli a cui piace stare seduto a guardare la sua donna che partecipa ad una gang bang?

      Se sei uno scambista posso capire, ma una persona che non ha varie velleità sessuali e si accontenta del rapporto 1:1 fidati che i triangoli non li digerisce.

      • Giovanni è il tipico prodotto della società odierna. Vuoto. Insignificante. Quelli del siamo nel 2016 tutto è concesso. Senza pensare e soprattutto capire ciò che dice. Ma dirlo per far prendere aria ai denti.

  93. Salve sono Paolo 50 anni, da un anno vivo spesso fuori da casa per problemi di lavoro, sono sposato da 19 anni ed abbiamo due figli di 16 e 10 anni. qualche giorno fa di ritorno dopo un mese a casa, mia moglie mi ha accolto in maniera freddissima e di li a poco alla mia richiesta di spiegazioni mi ha detto che non mi ama più e che per lei è finita. alla mia richiesta di su quali fossero i problemi, ha tirato fuori veccchi rancori ormai sepolti da tempo, tanto da farmi sentire un mostro, dicendo, dopo anni di apparente calma, che quelle cose le aveva ingoiate e non superate. detto questo dopo aver discusso in maniera tranquilla sono ripartito per non turbare anche i miei figli e da subito ho cercato di essere più attento ai suoi spostamenti e ai cambiamenti di abitudine. l’ho trovata online su whatsapp alle 6, alle 2, alle 3 del mattino, lei che alle 21:30 era già a letto, mi è capitato di chiamarla più volte quando era fuori casa e spesso non mi rispondeva al telefono. Credo mi stia tradendo e credo che mio figlio di 16 anni si sia accorto di qualcosa. cosa faccio con mio figlio, è sbagliato a questo punto coinvolgerlo? Cosa faccio, affronto l’altro per essersi insinuato nella nostra famiglia in un momento nel quale eravamo molto deboli? sono disperato, come mi devo comportare per riprendermi mia moglie e la mia famiglia??

    • Ciao Paolo, intanto posso dirti che mi dispiace moltissimo per la situazione che stai vivendo. Detto questo vorrei consigliarti di non coinvolgere assolutamente tuo figlio, anche se questo si è accorto di qualche cosa. E’ successo a una mia conoscente una cosa del genere e devo dire che il figlio non ha più avuto molto rispetto per sua madre. Inoltre credo sia un fardello troppo oneroso per un adolescente l’avere a che fare con un genitore colpevole di aver stravolto la famiglia. Pensa a te, a quando l’hai saputo, a quel che stai provando e a quanto ti ha scosso. E sei un uomo di 50 anni. Lui è solo un 16 enne e non credo debba vedere le vostre questioni da troppo vicino.
      Per quel che riguarda affrontare l’altro, bè io sono del parere che chi tradisce è il coniuge non l’altro. L’altro è colpevole di tentare, ma finisce lì. E’ tua moglie quella che si è fatta “corrompere”.
      Chiedi come fare per riprenderti tua moglie. Bè io credo che la forza o litigarci per farla ragionare non servano a molto in questo momento perché se è infatuata dell’altro c’è poco da fare. L’unica mossa penso sia quella di farle sapere che l’ami e che se hai sbagliato in qualche cosa non lo avevi capito. Certo è che il lavoro lontano l’avrà fatta sentire sola (con questo non voglio giustificarla, ti sto solo facendo capire che forse il tuo lavoro e la tua lontananza hanno contribuito un po’ a farla sentire debole e in balia di quel tipo). In ogni caso quasi sempre l’altro non è mai la soluzione giusta, e dopo un po’ può darsi che tua moglie ritorni sui suoi passi e capisca che sei tu l’uomo per lei. Spero che succeda così, sempre se tu poi la rivuoi. Ti auguro di uscire presto da questo incubo.

  94. Ciao Paolo,
    Concordo con Daniela nel lasciare fuori tuo figlio, ha 16 anni sicuramente sente che in casa qualcosa è cambiato ma addossare li anche questo fardello mi sembra troppo.
    Il mio compagno, continuo a chiamarlo così, mi ha confessato un tradimento, dopo alcune settimane che mi ha detto che non mi ama più, lo ha fatto pensando che smetessi di amarlo, ma purtroppo non è così!
    Mi ha rinfacciato che dovrei essere furiosa con lui e non che sono lì pronta a metterci una pietra sopra.
    So come ti senti, spero che tra voi ritorni il sereno come lo auguro a me stessa.

  95. non so (a questo punto) quante volte mi abbia tradito mia moglie, Ma questa, che ho scoperto, è una storia che durava da circa un anno. Lasciamo perdere i casini le scenate e tutto il resto che potete immaginare.
    Dopo 25 anni di matrimonio, a 50 anni, con momenti o forse mesi di alti e bassi, il periodo pre-tradimento,
    mi sembrava senza ombra di dubbio che fosse quello più felice della nostra 25nnale convivenza.
    E’ per questo che non trovo motivazioni di sorta per un simile comportamento, perchè, a prescindere dalla
    buona volontà nel cercare di perdonare, come possono andare bene le cose ora, se il tradimento è stato perpetrato nel momento più bello del nostro matrimonio?

  96. In fin dei conti hai ragione Aldo,
    Ma chi ti dice che invece sarà il contrario?
    Potrebbe darsi che questa vicenda possa essere quel qualcosa che possa realizzare un periodo ancor più bello!
    Scusami se ti sembro ottimista, forse perché in cuor mio spero che la cosa possa accadere anche a me!
    Il mio compagno, in questo periodo mi sta facendo vedere i sorci verdi, ma ancora lo amo!

    Spero Aldo che tu possa trovare nuova linfa vitale nel rapporto con tua moglie

    Un abbraccio

  97. Salve.
    Ho scoperto un paio di mesi fa, per puro caso e leggendo alcuni sms inviati e ricevuti sul cellulare (lasciato totalmente incustodito) di mia moglie, che lei da qualche mese (lameno queste erano le date degli sms) aveva uno scambio di frasi amorose, quasi melense, con un tizio conosciuto al lavoro, benchè non un collega.
    Mi è caduto il mondo addosso e le ho chiesto il perchè.
    Mi ha risposto che con lui riusciva a vivere attimi di serenità, cosa che in famiglia (abbiamo un figlio, in realtà suo e da me adottato) non riusciva più ad avere. Mi ha detto la loro “relazione” fosse solo verbale.
    Si è detta pentita di avermi fatto del male e pronta ad andarsene via se io lo avessi voluto.
    Piangendo mi ha chiesto di perdonarla, dicendomi che avrebbe troncato la sua relazione con il tizio.
    Sono andato a letto distrutto e chiedendomi cosa ne sarebbe stato di me.
    Credetemi, ancora oggi (son passati tre mesi) non ne comprendo appieno il motivo, ma mi sono risvegliato con l’animo colmo d’amore per mia moglie. Ho iniziato ad amarla e desiderarla come mai avevo fatto, neppure nei primi giorni di matrimonio (8 anni fa).
    Dopo qualche giorno la scoperta della relazione mia moglie mi ha detto di avere parlato con il tizio della sua decisione di “tornare” con me. Mi ha detto che lui era un po’ interdetto.
    Mia moglie mi ha chiseto del tempo per chiudere anche psicologicamente questa “relazione”.
    Dopo qualche giorno però mi ha anche detto, un po’ meravigliata, forse delusa, che si aspettava che il tizio le dicesse di lasciarmi e di andare a vivere con lei, cosa che lui, a detta di mia moglie, si è ben guardato dal fare.
    “E se lo avesse fatto?” ho chiesto mia moglie. Mi ha risposto “Non lo ha fatto, punto”.
    Effettiavemente un uomo misero moralmentre che ha forse approfittato della situazione di debolezza psicologica di mia moglie. Credo che ora anche mia moglie abbia cambiato profondamente parere su di lui.
    Però a questo mio amore, non corrisponde il suo.
    Mi dice di non odiarmi, qualche volta mi dice di volermi bene, ma “ricostruire” l’amore che provava per me non sarà cosa facile e veloce anche perchè mi ha detto, le avevo tolto da anni ogni illusione di una vita serena e felice.
    Non è facile convivere con questa sensazione di un amore unilaterale.
    Non è facile anche ricordando i messaggini che scriveva lei al tizio nei quali ricorreva tante volte “amore mio … ti amo”. Credere alle parole o valutare invece i fatti concreti?
    In famiglia si respira ora un’aria più serena, ho capito alcuni miei sbagli comportamentali del passato e sono cambiato. Anche mia moglie sembra stia molto meglio.
    Si fa l’amore anche più spesso anche se dire il vero lo si faceva anche durante la sua scappatella, anche se in maniera molto meno frequente.
    Accompagnati però a miei grandi momenti di amore e felicità vi sono però momenti di immane tristezza, quasi depressione. Ho detto di averla perdonata, ma non so se sono riuscito davvero a farlo.
    Di certo non ho dimenticato quegli sms ed il dolore che ho provato.
    Sono molto più geloso, sobbalzo ad ogni sms o telefonata ricevuto da lei.
    Si sviluppano nella mia mente immagini irreali del suo tradimento, del suo stare con il tizio.
    Non voglio assolutamente sapere quanto in verità fosse profondo il loro legame, se anche fisico.
    Non credo lo sopporterei.
    Davvero non so quale sia la scelta migliore, provare a ricostruire in nome dell’amore che provo o chiudere definitivamente il tutto per paura di essere tradito di nuovo.

    • Che furbacchiona che è tua moglie… se l’amante le avesse detto fuggi con me posso assicurarti che se ne sarebbe andata.
      Non è il massimo vivere sapendo questo.
      Io non perdonerei, l’avrei mandata via di casa e avrei anche preso inmano un buon avvocato per la revoca dell’adozione…colmo sarebbe dover pagare gli alimenti per un figlio non tuo.
      Vedi tu, fai ciò che ritieni più giusto per te.

  98. La mia esperienza è diversa. Quando mia moglie mi ha tradito mi è sembrato che crollasse il mondo addosso, poi ho incominciato a parlare della cosa con lei, e la cosa ha preso un latro aspetto. non mi stimava di meno, non mi amava di meno, non intendeva offendermi, aveva avuto una forte attrazione, che come era arrivata all’improvviso è sparita come una fiammata, e non aveva saputo/voluto dire di no, perché la vita va vissuta, e se non avesse fatto le sarebbe sempre rimasto l’interrogativo, e il dubbio.
    Le dispiaceva darmi un dolore, ma la sua viat era sua, e su questo ero d’accordo.
    Mi è sembrato che il tutto avesse un senso e la nostra vita è cambiata,anch’io mi sono guardato intorno, e non mi sono tirato indietro se e quando mi è capitato, senza esasperazione e il dialogo tra noi non è mai finito, ha fatto un salto di qualità ed è diventato molto più profondo. Qualcuno può condividere ?

  99. Io sono stato tradito da mia moglie, siamo sposati da quasi 30 anni, il tradimento me lo ha confessato lei, poco dopo le feste Pasquali, perche mi ha detto che non poteva tenersi dentro questo peso. Non è stata come dire una relazione continua, ma si sono succeduti degli episodi nell’arco di due anni, poi ha detta di lei non ha voluto continuare questa storia, perchè diceva che non me lo meritavo e si era pentita di questo colpo di testa. E da quel momento la mia esistenza è cambiata,non vivo più, sono depresso sconsolato, mi sento umiliato e spesso mi prendono le crisi di pianto, non credevo a 55 anni di cadere così in basso, lei era tutto per me, era il centro della mia esistenza, era la forza che mi spronava a sopportare tutti disagi che comporta la mia professione non certo “Tranquilla”. Mi ha tradito con un suo collega di lavoro, che conosco, e mi ero accorto che aveva un certo debole per mia moglie, e a lei l’hò fatto presente, di troncare quella che pensavo fosse solo un amicizia lavorativa, ma lei ha detto che mi sbagliavo di grosso. Non ho voluto insistere per non sembrare un geloso retrogato, gli ho dato fiducia, ma questa fiducia era mal riposta, mentre io lavoravo e rischiavo la pelle per portare un pezzo di pane a casa e rendere la vita apparentemente dignitosa a tutta la famiglia e facendo molte rinunce da parte mia, lei mi tradiva. Lei mi ha chiesto di perdonarla, che si è trattato di un colpo di testa ed è pentita, piange appena la guardo, perchè vede nel mio sguardo tutto il mio disprezzo nei suo confronti, ma non me la sento di farlo, mi fa ancora molto male e non so quanto tempo ci vorrà per assorbire la botta ricevuta. A me negli anni sarebbero capitate tantissime occasioni per tradirla, ma sono cresciuto credo con dei sani principi, per cui ho sempre declinato le offerte, per non tradire il giuramento che avevo fatto davanti a Dio. Adesso non so cosa fare, il mio Istinto mi dice di dargli due calci in culo e sbatterla fuori di casa, oppure di fare io le valige e di andarmene, purtroppo ci sono anche tre figli di cui 2 gia maggiorenni e quasi indipendenti economicamente, mentre il più piccolo è ancora studente. Intanto la mia gastrite aumenta.

  100. Buonasera,
    io sono un marito tradito che ha perdonato per ben 2 volte a distanza di 4 anni. La maledetta si è resa negli anni protagonista di situazioni al limite dell’inverosimile che mi hanno portato a sospettare pesantemente sulla sua moralità e la sua fedeltà, ci siamo scontrati pesantemente anche davanti ai nostri genitori e nonostante io non lo avessi mai desiderato, complice anche la presenza di 1 bimba di 2 anni e mezzo e un bimbo in arrivo e convinto da mia madre e dai miei suoceri che mi stavo sbagliando insinuando dei dubbi ingiustificati non sono riuscito ad evitare quello che poi si è dimostrato un matrimonio farsa.
    Mia moglie ha cominciato dopo la 3 gravidanza a lavorare con una certa regolarità cambiando lavori a ripetizione e manco a dirlo in almeno 2 posti di lavoro ha iniziato ad avere relazioni con 2 colleghi (ha lavorato in un posto 6 mesi è ha perso la testa x un collega fino a scoparselo e in un altro 2 mesi estivi e stesso risultato) in entrambi i casi sono stato io a scoprirlo tramite intercettazioni e ad appostamenti in stile investigatore privato e la stronza fino a che non gli sbattevo in faccia le prove ha negato fino alla morte in entrambe le situazioni, per il bene dei bambini, nonostant sarei stato ben lieto di sbatterla fuori casa a calci nel culo e di non fargli vedere più le creature, ho deciso di portare avanti il matrimonio farsa fino al raggiungimento della maggiore età dei ragazzi, indovinate un pò!?

    Nuovo cambio di lavoro, inutile dire che la fiducia ormai è andata a farsi benedire, ricomincio a notare ritardi strani e messaggiamenti anomali come nelle prime due occasioni…ci risiamo 3 lavori diverso 3 storia che sta per arrivare.
    Il risultato è che ora con tutta la buona volontà del modo mi sarei un pò rotto i c…i e per quanto mi dispiaccia rovinare la vita a 3 creature innocenti e un pò anche la mia perchè ho paura di vederli molto meno.
    Ho deciso di andarmene di casa. Ora vivo da mia madre da circa un mese e vedo i cuccioli grasso che cola 1 volta a settimana x un max di 2 ore a causa del mio lavoro e a causa del fatto che voglio evitare di incrociarmi con la battona, lei da un paio di giorni ha lasciato l’appartamento che mia madre ci aveva concesso in comodato d’uso per gli ultimi 8 anni dicendo ai bambini che io e mia madre li abbiamo cacciati di casa e non vi dico che tristezza vederli con le lacrime agli occhi quando fanno resistenza ogni volta che provo a farmi una passaggiata con loro.
    da un pò penso che piuttosto che vederli costretti a dover passare un po di tempo con me preferirei rinunciare ai miei diritti di padre pur di non vederli piangere.
    Loro come me sono vittima di una donna squallida che non solo ha fatto le cose più schifose che una donna sposata e con figli può fare mai ad un marito ma si permette di mettere in cattiva luce me ai loro occhi pur sapendo che io le sono stato sempre fedele e ho cercato di andare avanti nonostante ovviamente le cose non potessero essere come all’inizio.
    Vi dico la verità, io dopo questa esperienza ho difficoltà ad avvicinarmi in maniera intima alle donne e difficilmente cercherò di instaurare un rapporto profondo con qualsiasi donna inquanto non credo più nell’amore, nemmeno nell’amicizia.
    Credo che alla fine preferirò vivere quel che resta della mia vita da solo…i miei suoceri si sono dovuti ricredere su quanto pensavano sulla loro figlia e cosi nche mia madre, loro hanno cercato sempre di difendere l’infame credendo che fossi io il paranoico e si sono dovuti ricredere…non sapete che male mi fa vedere i suoi post su facebook dove decanta la sua bravura di madre e le foto felici di lei con i miei figli nei loro compleanni dove recita ” 2 anni di noi!” ” 8 anni di noi!” riferita ai miei cuccioli e tutti i commenti ammirati dei suoi infiniti amici e parenti di facebook… mi verrebbe una gran voglia di rendere noto a tutte quelle persone che la esaltano con i loro ammirati commenti tutte le malefatte di questa “donna” e publicare tutte le conversazioni clandestine i messaggi imbarazzanti di lei con i suoi amichetti, di tutte le volte che ha tradito me ed indirettamente anche i suoi figli.

    Desidererei farle terra bruciata intorno e fare vedere a tutti che razza di animale possa essere ma mi rendo conto che se anche lo facessi non mi sentirei appagato. Tante volte ho desiderato farla finita per tutte le volte che sono stato umiliato, per tutte le volrtebche ho dovuto calpestare la mia dignità, per tutte le volte che nonostante tutto, nonostante non sia stato io a fare queste terribili cose, ho provato io vergogna al posto suo. Forse non mi basterebbe nemmeno qesto, io avrei solo voluto crescere ed invecchiare insieme ai miei bambini e ad una moglie onesta…non mi è stato possibile.

    • Guarda, io sono a favore di una punizione in questi casi. Come attuarla lo sai solo tu, ma condivido il fatto che tu non possa accollarti ‘sta stronza ancora a lungo. Non è vita per te questa, e lei lo deve capire con le cattive se necessario.
      Addirittura Due tradimenti…ma come hai fatto?? Ma che cazzo di gente a sto mondo…si meriterebbe solo dei cazzotti in faccia…dei jab a ripetizione…pam! Pam! Pam!

    • Certe donne ce l’hanno nel dna….
      Penso che tu abbia meno di quarant’anni, sei giovane….vedrai che troverai una donna seria che ti amerà.
      Io a sessanta suonati con un figlio di nove devo sopportare un tradimento scoperto quasi subito ma che ha stravolto la mia vita. Mia moglie , 54 anni, ma da dei punti a molte 35/40 enni, ha pensato bene di tradirmi circa dieci mesi fa, e da allora, non si riesce a ricomporre la situazione. Purtroppo per motivi economici e per il figlio nonostante io sia ancora molto attratto da lei, e volessi rompere il matrimonio, sto vivendo malissimo e temo di ammalarmi; con la prospettiva di avere al mio capezzale la fedifraga, falsa ed opportunista.
      Come ci si sbaglia nella vita…E pensare che sono al secondo matrimonio!
      Ti faccio i migliori auguri per un proseguimento di vita il più sereno e tranquillo possibile.
      Namaste

    • Ciao io sono un ragazzo di 34 anni sposato già due volte e tradito da tt e due la prima si era innamorata di uno e l’altra invece si è solo divertita a suo dire ho scoperto tutto tramite una confidenza fatta a una sua amica e sentita da me senza che lei ne fosse al corrente,ho sentito cose raccapriccianti perticolari squallidi e crudeli sono tanlmente nauseato cavese vedo anche solo fare sesso in TV mi viene in mente lei tt questo mi ha reso una persona instabile psicologicamente e moralmente apatico alle emozioni , io a lei ho fatto terra bruciata perche tutte le persone che pensavano che io fossi ossessivo,morboso ,geloso si sono ricredute tutte dalla prima all ultima,lei ora dice che ha sbagliato che nn lo rifarebbe che si sente di merda e che se potesse cancellerebbe tutto ma io ho una ferita grande come una casa dentro sopratutto perché erano solo sei mesi che ci eravamo sposati e cercavamo con la fecondazione assisatita un bambino ed eravamo felici per questo mi chiedo che razza di persona sia lei e sopratutto visto il mio passato che razza di donne ci sono oggi al mondo ? L’unica nota positiva mi riscopro una persona davvero forte penso che il mio cuore sia di cemento armato ormai può essere un bene o un male ma in questo mondo malato forse è meglio per non dover soffrire ancora

      • Sei stato sfortunato; non riversare la tua rabbia sulla prossima relazione: potrebbe essere quella giusta!
        Un abbraccio e, buona fortuna, vedrai che una seria la troverai!

    • Danieleee spero tu ci sia ancora in questo forum. Vorrei darti un grosso abbraccio e dirti che NON sei solo… Stessa storia al contrario e con un figlio in più…

    • Daniele ti sono vicinissima.
      Storia identica al contrario, solo che io sono ancora sposata con lui che ogni volta che lo ribeccavo con i più sofisticati metodi di investigazione che ho imparato a fare da sola lui che negava sempre come la tua finché non gli sbattevo le prove in faccia.
      Beh solo dopo le prove stava con la coda tra le gambe si dichiarava pentito e prometteva di non farlo più…
      Sono devastata psicologicamente perché sono sempre stata una bella donna ma lui con la sua malattia (perché tale é) ha demolito ogni mia sicurezza.
      Anche io come te non mi fido più di nessuno mettici poi che ho avuto mio nonno e mio padre fedigrafi seriali e pensa alla mia vita come ad un Apocalisse ma sono una donna di fede e CREDO che se tanto abbiamo patito troveremo l’anima degna di noi nei panni di un uomo per me e una donna per te…
      Come va ora?
      Come stai?
      Sei riuscito a rifarti una vita?
      Spero e ti auguro di siii con tutto il cuore.

  101. Per esperienza mia io sono una moglie che ha perdonato tre volte, per amore si può perdonare ma non dimenticare. Il mio matrimonio è finito io sono sola e serena mio marito è distrutto dal rimorso mi dispiace per lui ha distrutto quello che di più bello avevamo.
    Perché, aveva tutto il mio amore e il mio aiuto.

  102. Comunque è così, certe donne sono programmate per tradire in modo seriale purtroppo. Il mio caso è particolare, quasi da film, mia moglie mi ha praticamente fatto terra bruciata attorno, lavoriamo insieme, ho scoperto che mi tradiva con tre colleghi contemporaneamente. Ho avuto la freddezza di starle dietro con calma e registrare ogni cosa fino a quando ad un certo punto la nausea ha preso il sopravvento. Anche lei ha sempre negato tutto fino alla morte, solo quando ha veramente sentito le registrazioni ha cambiato atteggiamento. Ora sono un marito distrutto alla ricerca della forza per ricomporre i pezzi e tutelare i figli da tutta questa cacca.

  103. Sapete cosa mi ha colpito di quasi tutte le storie qui raccontate? Che quando siamo noi mariti che subiamo il tradimento ci sentiamo distrutti, ne diciamo di tutti i colori alla moglie traditrice, ma alla fine quasi sempre restiamo lì…
    Per me è stato finora proprio così. Ho scoperto il tradimento 5 anni fa, con un amico comune, anche lui sposato e con figli.
    L’ho scoperta che erano circa sei mesi che avevano la tresca. Ovviamente negava con una determinazione che non avevo mai apprezzato nei 12 anni di matrimonio e infatti le ho creduto. Poi, difronte a prove inoppugnabili, ha lentamente ammesso, in realtà semplicemente confermando quello che io dicevo, senza mai aggiungere nulla di nuovo a quello che già sapevo.
    Ho voluto provare a perdonare in cambio di un totale distacco da lui. Poi, però, dopo qualche mese, ho drammaticamente scoperto che il loro “amore” continuava esattamente come prima. A quel punto ho deciso che fosse finito il matrimonio e così le ho detto, aggiungendo che la mia unica preoccupazione da quel momento in poi sarebbe stato esclusivamente fare le cose per bene per i ragazzi, allora di 12 e 9 anni.
    Sono passati 5 anni, appunto, e non sono mai riuscito a “rompere” con lei. Tante minacce, ma nulla di concreto. Ho avuto un paio di storielle che mi hanno fatto sentire più in colpa che altro, ma almeno mi sono un po’ sfogato.
    Mia moglie da allora si è sempre comportata bene, forse anche troppo. Però io non sono più riuscito ad essere quello di prima, non sono più affettuoso, solamente l’attrazione fisica non è mai mancata.
    Ora però la situazione mi pesa tantissimo, forse perché i figli sono cresciuti, forse perché ho realizzato che se in 5 anni non sono tornato come prima allora non lo sarò mai più… Ho la sensazione di buttare via la mia vita e di privarmi della possibilità di ricostruire qualcosa. In passato le avevo proposto di allontanarci anche solo per un po’ per vedere come sarei stato senza di lei, ma mi aveva detto che avrei fatto del male ai figli e quindi non ho fatto nulla.
    Adesso sento che sto scoppiando, ma ogni tanto penso anche che forse ho aspettato troppo e che ora sia troppo tardi per cambiare la mia vita. Non so come uscirne 🙁

    • Andrea, mi sento esattamente come te!
      Non so se hai letto la mia storia (se trovo il link lo pubblico), ma è come dici: anche il comportamento delle nostre mogli. Non si riesce a distaccarsi; per i figli, per lei, per la situazione economica?
      Sicuramente io ho un’età maggiore, ma questo non mi condiziona, anzi, mi induce a voler trovare una donna per i miei ultimi lustri, ma non è facile!
      Alla base c’è comunque l’attrazione, che è una componente principale dell'”amore” E questo ci frega!
      Tua moglie ha mai chiesto scusa? Siete tornati ad avere rapporti sessuali, e se si, dopo quanto tempo?

      • Se vuoi intanto ti do la mia risposta, da amante, Stany. Si, hanno ricominciato ad avere rapporti dopo un anno e sei/sette mesi (negli ultimi 6/7 frequentava già me). Lei ha chiesto scusa ma solo dopo aver dato la colpa a lui che non la soddisfavaceva sessualmente. Si, lui l’amava tanto, e si leggeva nella rabbia di quelle pochissime cose che mi ha detto.
        A distanza di 5 anni continua a vivere con lei e, all’apparenza, sembra che le cose vadano bene ed i bambini sembrano sereni. Io sono mesi ormai che non lo vedo e non lo sento, ma simili testimonianze mi fanno cadere nello sconforto, perché l’ho amato e lo amo ancora davvero tanto.

      • Ma … ma … scusa, non capisco: tu Maria saresti?
        L’amante di Andrea?
        Non ci sto a capire n’cax..

      • Nooo… anche se la sua storia è mooolto simile a quella del mio ex amante. Ti ho solo portato la mia esperienza.

      • Maria … è inquietante quello che dici, davvero corrisponde per il 90% alla mia storia!!!
        Stany, in realtà i rapporti sessuali ci sono ma non più come prima. Da parte mia è solamente un atto quasi meccanico, anche perché lei da quel punto di vista mi piace sempre molto.
        Però manca completamente il trasporto, l’affetto. Non la bacio mai, lei ci prova ma capisce che è una forzatura e allora si offende e mi dice che la tratto come una prostituta. E forse la realtà è proprio questa.
        Mi ha chiesto scusa fin dall’inizio, e le ho creduto. Poi però ci è ricascata, sempre con lo stesso, dopo pochi mesi. E da quel momento in poi le mille scuse che mi ha chiesto non mi hanno più toccato.
        Non ho più voglia di continuare così, ma sono completamente paralizzato da una serie di paure, forse nemmeno tutte sensate

      • Andrea, almeno voi riuscite a fare sesso; noi no! C’è un blocco, non da parte mia,anche se col tempo,mi riesce sempre più difficile approcciarmi a lei in modo,a differenza tua, meno meccanico, anzi sentimentale; ma…kaz , è passato quasi un anno! E mi rendo conto che son mesi che non ci provo manco più.
        Ieri abbiamo parlato seriamente,a distanza di mesi della separazione, ma c’è il bambino, il suo lavoro che, dopo dieci anni ha ripreso (ma precario,intermittente ecc..) e che, mi vincola con la gestione del bambino, ci sono gli inevitabili problemi economici (anche se io posseggo anche un’altra casa dove potrei andare). Insomma: mi sento in trappola!
        Io apprezzo il fatto che per tenere unita la famiglia, mia moglie non simuli e finga di esserci ritrovati concedendosi sessualmente; può essere che sia talmente schifata per cui non riesca….Essendo orgogliosa e testarda al cubo, non mi vuole dare la soddisfazione,forse…del resto non si è mai scusata per la malefatta!
        Io avrei anche trovato, ma sono sincero e quindi non volendo illudere nessuna,spiego fin da subito la situazione; e poi, amando ancora mia moglie, spero sempre.
        Vi terrò aggiornati.
        Buona vita a tutti voi.

  104. Maria, la moglie del tuo amante a sua volta ha un amante, dico bene?
    “lei ha chiesto scusa ma solo dopo aver dato la colpa a lui che non la soddisfaceva sessualmente…” (Mentre lui soddisfaceva te!?).
    Andrea, tua moglie t’ha chiesto scusa, salvo poi
    Ekkekaz, tuti chiedano scusa a tutti, salvo poi
    Solo io, pare, dovessi chiedere scusa: come funziona? Cornuto e mazziato!
    Ciascun essere umano ha la propria sensibilità, i modi ed i tempi per comunicare il disagio o l’imbarazzo; e questo è comprensibile.Per quanto mi riguarda dopo un’introspezione che mi ha consentito di comprendere, ma non giustificare fino in fondo l’ “operato” di mia moglie, naturalmente, (un tradimento non ha giustificazioni, quali possano essere le cause scatenanti) ho capito che la causa non attiene solo alla sfera sessuale; o meglio: questa è influenzata da una cattiva relazione di coppia , che spinge a cercare fuori da rapporto quindi, non solo il sesso, anche per gli uomini (considerati più basici negli istinti “animali”), ma quella idealità di relazione che, presente nei primi tempi della trasgressione, si trasforma in routine col tempo,per poi assimilarsi del tutto con ménage ufficiale. Salvo nei matrimoni bianchi, o per interesse , si dà per scontato che il sesso funzioni tra i due: altrimenti che ci si sposa, o comunque si sta assieme a fare?
    Capisco che ciò che dico sia pleonastico, ma perlappunto, mi fa arrabbiare che adulti consenzienti e consapevoli non siano in grado di portare avanti dignitosamente una relazione, alla stregua di quattordicenni soggetti a tempeste ormonali.
    Sapete che penso,alla luce dell’esperienza,dell’età e dei due matrimoni?
    SE NON È ZUPPA …

    • Lei lo ha tradito, ha chiesto scusa, dopo due mesi ha scoperto che si vedevano ancora. Dopo di che ha chiuso. Dopo due anni in cui ha cercato di perdonare ha scoperto che stavano ancora insieme. Lui ha avuto problemi a livello sessuale ed anche all’inizio con me era molto intimorito ad avere rapporti, ma poi non più. Fare l’amore con lui è stata una delle cose più belle della mia vita. Forse da lì ha capito che probabilmente non tutte le colpe erano sue, ma comunque non l’ha lasciata e non credo ci abbia mai provato. Per i figli dice lui. Non mi ha mai promesso niente perché non poteva, mi ha solo giurato che non la amava più. Ma ha scelto lei. Ha scelto i figli mi dirà anche Andrea, ma credo che in fondo lui ci speri ancora nel suo matrimonio. Per questo ho chiuso.

      • Vedo davvero molti punti in comune con la tua situazione. Sì, è vero che sarebbe facile dire che lui ha scelto i figli e magari ci crede pure, o perlomeno lo dice perché vuole convincersi di questo. Ma la realtà è molto più complessa. Facciamo fatica a pensare di mollare tutto, equivarrebbe ad ammettere il fallimento di un progetto e per noi uomini non è così facile. Sul fatto che non ami più sua moglie credo di capirlo molto bene. In realtà si continua ad amare una persona che in realtà non esiste E in questa fase il rischio è quello di voler vedere questa persona inesistente in un’altra donna. Io credo che l’unica cosa da fare in situazioni simili sia, per noi maschietti, avere il coraggio di tagliare ogni contatto con qualsiasi donna, moglie compresa. Stare da soli per un certo periodo, che può essere più o meno lungo. Probabilmente solo questo ci permetterà di fare un “reset” completo dei nostri sentimenti e a questo punto forse potremmo essere più lucidi e pronti per capire che direzione prendere….

      • E’ quello che gli avevo consigliato io ma erano passati già tre anni dal primo tradimento.Lui dice le stesse cose, che era innamorato di una donna che non esiste. Ora ha deciso di mollare il lavoro e dedicarsi all’azienda che la moglie ha tirato su grazie ai finanziamenti fatti dal marito. Credo sia anche questo uno dei motivi per cui non molla. Vuole lasciare qualcosa di concreto alla prole. Dopo questa decisione ho, dopo avergli motivato le varie ragioni, deciso di tagliare i ponti con lui. Mi voleva bene, lo so, ma non è bastato. Ora ho solo paura che questa decisione lo porti ad una rovina anche sul piano economico, visto che è tutto intestato a lei. Chissà come andranno ora i rapporti visto che lavorano insieme, invece prima lui usciva di casa la mattina e tornava la sera perché lavorava in un’altra città.
        Ma ha fatto le sue scelte, ed io ho dovuto, anche per il suo bene, lasciarlo libero di seguirle.

      • Tu sei stata davvero ammirevole, immagino la sofferenza nel prendere questa decisione.
        Ma tu, sinceramente, pensi che lui possa essere felice con la moglie? E non parlo dell’azienda, ma del fatto che una donna che ha tradito il marito possa rendere ancora felice il marito. Per me la cosa che conta è questa, io desidero solamente avere al mio fianco una donna che mi ami e che anch’io possa amare senza riserve. E un tradimento come questi di cui parliamo, programmati e prolungati nel tempo, minano irrimediabilmente questo tipo di fiducia reciproca.
        Io purtroppo lo sto capendo solamente ora, dopo anni di confusione mentale totale e ormai temo sia troppo tardi per cambiare qualcosa. O no?

      • Io credo che nella vita non sia mai troppo tardi per cambiare. Purtroppo c’è solo una cosa che ci blocca, la paura dell’incerto. Probabilmente la forza che ho per andare avanti proviene dal fatto ho deciso di vivere una vita mia lontano dalla famiglia che ho avuto contro di me i primi anni, finchè non si sono abituati all’idea che io volessi essere indipendente. Ho studiato, ho lavorato tanto e finalmente ho un lavoro abbastanza stabile dopo 20 anni. Bisogna stare bene con se stessi per fare scelte simili, altrimenti si rischia di tornare indietro. Io ho sempre desiderato avere un uomo al mio fianco, come tutti del resto, ma deve essere una persona in grado di scegliermi ogni giorno e rispettarmi sempre. L’amore può finire, ma il rispetto è una scelta.

      • In fondo, ci speri sempre.

  105. Mau, l’amore può finire ma il rispetto è una scelta!
    Giustissimo, se si vuole sfasciare una famiglia la mancanza di rispetto è la causa idonea, ed il tradimento, ripetuto, perpetuato nel tempo, ne è il miglior viatico! La Pina di Fantozzi, pur nel suo minimalismo emotivo e di trasporto sessuale nei confronti del marito, non avrebbe potuto tradirlo: lo stimava!
    Purtroppo, vista la caducità della vita, siamo alla ricerca continua della passione che, quasi per definizione, ha una durata limitata ed è soggetta ad altri fattori, non ultimo il rispetto; quello della quotidianità, che si manifesta col supporto reciproco e la suddivisione dei ruoli e dei compiti,che ci fa vedere l’altro come “socio” per il quale comunque proviamo attrazione.
    Purtroppo, quando cala l’attenzione, la condivisone,la comprensione, l’aiuto reciproco, anche la passione e l’attrazione si spengone e, a vent’anni, assecondando gli ormoni si cerca altrove; a cinquanta, nel ristagno generale, dovrebbe appunto, sopravvivere almeno il “rispetto”.

    • Scusami, ho scritto Mau … Maria!

      • La cosa che mi chiedo è dove va a finire tutto quell’amore giurato. Non posso credere che si smetta sul serio di voler bene ad una persona. Boh… forse sono io quella strana in questa vita fatta solo di opportunismo. Grazie comunque a tutti per il confronto.

      • Dove va a finire tutto quell’amore giurato? Non lo so, So solamente che il concetto di amore non è uguale per tutti noi. Ne diamo un significato assolutamente diverso, ma purtroppo ce ne rendiamo conto spesso troppo tardi. Faccio un esempio personale: a mia moglie una volta, a pochi giorni dalla mia scoperta del tradimento, dopo che aveva rinunciato a negare tutto perché le evidenze erano troppe, ho chiesto come avesse potuto fare una cosa che sapeva avrebbe messo in crisi il nostro matrimonio. Lei mi ha risposto che credeva che io l’avrei perdonata in ogni caso. Cioè, lei pensava che io fossi talmente innamorato da perdonarle tutto. E a tutt’oggi lei mi rimprovera proprio questo, di non aver saputo capirla e perdonarla. Vedi, questo è un concetto di amore completamente estraneo a me. Il mio concetto prevede che se ami qualcuno non faresti mai nulla che potesse fargli del male, anche se non ne venisse mai a conoscenza. Perché comunque gli “toglieresti” qualcosa. Forse, come dici tu, sono io quello strano…

  106. Ci posso mettere la mia di storia. Io parto dal contrario sono il “terzo”. Lei mia ex collega (tutti e due siamo sposati da oltre dieci anni e con figli) ed io abbiamo avuto una storia durata poco più di un anno. Ad un certo punto lei ha detto che la sua bambina più piccola (5 anni) aveva problemi gravi comportamentali e lo psicologo che li seguiva le ha detto che la bimba sentiva l’assenza della famiglia. A quel punto, di comune accordo, abbiamo deciso di restare solo amici (non avevamo la forza di separarci anche se si vedeva che ciò che lei provava per me stava sfumando di giorno in giorno). Un mesetto dopo questa decisione che a me è costata cara (perchè la amavo e la amo ancora) il marito riceve una lettera (pare anonima, ma chi me lo ha detto non è entrato nei dettagli) nella quale, con dovizia di particolari e di prove veniva messo a conoscenza della nsotra storia. So solo che dopo una “separazione” brevissima, credo un mesetto sono tornati assieme. Quindi credo si possa perdonare….

  107. io vorrei solo sapere come fare a smettere di pensare alla mia ex moglie. Sono passati due anni ma continuo a chiedermi se sta bene e se non potrei riprovare a fidarmi di lei.
    2 anni fa scoprii che mia moglie mi tradiva con un suo collega sposato con figli e ci siamo separati, nel mentre della separazione è rimasta incinta di lui ed ora si ritrova a vivere da madre single con la speranza che lui possa lasciare la moglie.
    Ultimamente stavo provando a rifarmi una vita con un altra donna ma quando lo ha saputo mi ha dato segni di gelosia. Certo può essere solo perché sperava di tenermi buono come ruota di scorta ma come potrei fidarmi. Io sarei disposto a crescere il figlio come mio ma se poi ricomincia tutto di nuovo con quell’uomo o con qualcun’altro?
    io sto continuando la mia nuova storia ma questo pensiero fisso mi tiene e in scacco e non riesco ad innamorarmi di questa nuova donna che invece mi dimostra quotidianamente quanto mi ama.

    • Io vorrei sapere invece perché iniziate le storie con le persone se ancora non siete sicuri sui vostri sentimenti per le ex compagne. Ma da soli non riuscite proprio a stare? O vi sembra più carino prendere in giro delle persone nuove?

  108. Non pensavo che un giorno avrei fatto parte di un club, ed invece eccomi qui anche io, Tradito da mia moglie nel peggiore dei modi, cioè con un mio amico, o almeno quello che consideravo tale.
    Sapete, si usciva tra famiglie, lui un amico dell’università e non ci siamo mai separati. sempre insieme, vacanze comprese.
    Un mese fa stavamo in un villaggio vacanza, tre famiglie insieme, gli amici di sempre. Vi giuro non avevo mai capito nulla, che ci potesse essere qulcosa tra di loro. fatto sta che avrei dovuto partecipare ad un torneo di calcetto ma mentre giocavo ho fatto una storta. Mi fermo e torno in camera e già avete capito cosa ho scoperto.
    Vedere mia moglie a letto con lui è stato devastante. Stavo quasi per svenire. La scena era squallida, lui che viene per aiutarmi a risollevare, lei che inizia a piangere … il caos.
    Ovviamente nel giro di mezzora tutte il villeggio era a conoscenza di tutto, sua moglie compresa.
    L’ho mollata, ma sto malissimo.
    Ho letto tantissime vostre storie e mi chiedo anche io se è possibile davvero superare il tradimento di lei.
    Mi ha confessato che questa relazione era nata solo da qualche mese ma non gli credo, anzi, adesso faccio tanti collegamenti con il passato.
    Ma abbiamo una bambina di 5 anni, volevo che crescesse in una famiglia unita.
    Si dice penstita, che è stato il più grande errore della sua vita ma io non so che fare. Vorrei perdonarla, ma ho paura…

    • Che tu abbia paura è normale. Come puoi capire da tutte le esperienze che avrai letto è quasi impossibile arrivare a un perdono vero.
      Recuperare la fiducia nei confronti di una persona che ti ha tradito è davvero un’impresa che forse nemmeno il mitico Eracle sarebbe riuscito a vincere. Quello che è successo a me, e che assolutamente non so dirti se sia la cosa giusta, è stato diventare molto più cinico. Ho smesso di credere nell’amore “vero”, quello romantico. E se solamente comincio a pensarci di nuovo mi sento la persona più stupida del mondo. Anche per le persone che conosco e che apparentemente hanno una bellissima relazione con la compagna o il compagno tendo a pensare che sia tutto effimero e che anche per loro finirà presto. Non mi riconosco più, però ad oggi è quello che provo. Mi concentro su altre cose…
      Un abbraccio

  109. Buongiorno a tutti,
    forse il mio pensiero di marito tradito dopo 35 anni di matrimonio potrà apparire strano, provo tuttavia a dare il mio contributo:
    con questa parola “amore” ci riempiamo tutti la bocca. Io mi sono chiesto cosa è nel quotidiano..cosa significa nella vita terrena l’essenza di questo amore. Ho trovato una mia risposta attraverso gli eventi della vita che ho trascorso fino ad oggi: è FARE (agire) in modo da essere una persona che cerca profondamente di non creare attorno a se stessa occasioni di infelicità. Tutto qui.
    Penso che tutti noi vogliamo essere felici nella vita e vivere con persone felici.
    Perchè allora non iniziamo noi a NON creare infelicità attorno alla nostra persona? Ma come ?Imparando ad amare , non a innamorarsi. Per farlo occorre nutrire la nostra MENTE tutti i giorni di “ottimi nutrienti” come facciamo per il corpo. Queste alcune delle mie ricette che per fortuna e grazie ad un maestro orientale ho potuto assaporare da decenni: coltivare ogni giorno la bontà d’animo, seppellire in un pozzo senza fine il proprio ego, espellere l’IO dalle nostre frasi, saper meditare quotidianamente, volersi bene , ascoltare prima di parlare , leggere testi di filosofia e di motivazione personale, imparare a capire come funziona la nostra mente anche per non farci soffocare dalle emozioni,che non avvengono assolutamente per ciò che ci succede, ma per come valutiamo e pensiamo quello che ci succede, espellere subito la rabbia con attività fisiche ( io lo faccio con 20 minuti di lavoro al sacco..sparisce tutto), fare una breve camminata nella natura ogni giorno, fare un qualcosa di tangibile come buona azione verso altre persone ogni giorno e annotarselo nel proprio diario, imparare a respirare bene…

    Io ho perdonato e per farlo ho anche dimenticato. Chi non dimentica non perdona secondo me. La rabbia non mi assale più e comunque so come domarla subito. Amo ancora mia moglie e l’amerò per sempre.
    Non sono felice in questo momento.

    Superare gli alti e bassi di un matrimonio è compito di noi stessi, ma occorre allenarci tutti i giorni altrimenti sarà facile scegliere la via più comoda, semplice e veloce : il fuggire, il cambiare verso un’altra strada.
    Eppure la prima che avevamo scelto non ci aveva creato pensieri belli e quindi emozioni positive, per poi creare anche obiettivi di vita comuni,crearsi una famiglia, una casa, tempo libero insieme ecc?
    Poi tutto cambia? Ma se è così perchè non impariamo a gestire questo cambiamento, a capirlo e gestirlo nel modo più sano?

    Ma questo lasciarsi per cambiare, secondo voi crea più felicità o infelicità attorno a noi? nei cuori dei genitori, nelle famiglie, nella stessa coppia, negli amici.
    Questo nostro comportamento che ci porta a lasciare una persona o a cercarne un ‘altra quando siamo già in un percorso di vita assieme e siamo incapaci di lottare per recuperare e continuare la strada intrapresa cosa lascia d’insegnamento per una vera crescita personale?
    Lo possiamo leggere qui nei commenti..delusione, rabbia, sconforto, infelicità, solitudine, il non fidarsi più di una donna ecc

    Il tradimento non avviene mai per caso. E’ una nostra scelta SEMPRE.

    La scelta di entrare in una relazione di coppia per un amore o attrazione verso la lei o il lui la facciamo NOI . Non è un meteorite che per caso, statisticamente potrebbe succedere, ci cade sulla testa!

    Nella mia situazione il lui che è entrato nella mia vita di coppia, pur essendo anche lui in coppia, non si è certo fatto la domanda se con questo suo comportamento avrebbe migliorato il benessere della vita attorno a lui..l’amore che dice di professare è proprio quello? E’ proprio come quello che ha dichiarato alla precedente compagna? e dove è finito quell’AMORE? Io credo che abbia risposto al proprio ego senza esitazione. A soddisfare una propria emozione creata dal suo pensiero di quel momento : quella donna mi piace, non è poi male, vorrei andarci a letto , sto bene vicino a lei…con la mia è tutto diverso, non mi piace più..è cambiata..
    Invece di rimanere al proprio posto e nutrire la propria esistenza con il progetto che ha creato all’inizio e combattere con se stesso prima di tutto, ha scelto di diffondere infelicità nel suo piccolo mondo attorno a sè e lascerà su questa terra, un domani lontanissimo, un pezzo di infelicità in più.

    Poteva fare senz’altro la scelta meno mediocre ma di persona capace di creare valore attorno a se stessa e sforzarsi a fondo nel ritrovare pensieri e emozioni nel percorso perso con la sua compagna.
    Anche mia moglie , che è la prima ad avermi detto dopo 35 anni di vita serena insieme “scusami ma sono cose che succedono!!” specialmente quando c’è un pò di noia nella coppia, mi è apparsa arida di nutrimento, incapace di comprendere e capire le emozioni che stava subendo a causa dei pensieri che si creava nella mente.

    Decidiamo noi( donne e uomini) di avviare l’inizio di tutta questa infelicità che si legge nei commenti del blog, che si avverte nelle stanze di attesa dei tribunali, infelicità che a volte porta anche in situazioni limite.

    Può essere dura rinunciare a fare quel passo di avvicinarsi così emozionalmente ad uno dei due di una coppia, o rinunciare a proporsi essendo già in una relazione che magari è sentita stanca e annoiata..NON è facile..l’istinto la fa da padrona, i pensieri che ci facciamo e quindi l’emozioni che sentiamo comandano il nostro corpo, le nostre gambe, le mani, la mente e le parole di amore ci escono convinte ogni nuova volta…e ricominciamo da capo

    Ma io credo che l’uomo abbia anche il compito di migliorare la propria esistenza in tutti i campi anche in quello dell’amore e migliorare anche la società in cui vive . E questo si fa diffondendo felicità non creando infelicità. E’ una nostra responsabilità o meglio lo è di chi ha la sensibilità di voler fare la cosa che crea meno dolore al prossimo e diffonda il bene.
    In un mondo con più felicità sorridiamo di più, ci divertiamo di più, siamo più forti e ci rialziamo quando cadiamo con meno danni, e credo sappiamo anche amare a fondo molto di più di quello che crediamo di fare separandoci senza lottare fino all’estremo per il percorso iniziale che abbiamo scelto all’inizio.
    Buona vita a tutti
    Alessandro

  110. ciao sono max vorrei raccontere la mia storia

  111. e bene si anche io sono stato tradito da mia moglie dopo 16 anni di matrimonio.

  112. Marcello Casillo

    Salve mia moglie ed io abbiamo deciso di non avere piu figli e quindi abbiamo deciso per un ivg ma lei dopo pochi mesi cambia inizia ad andare a lavorare che non c era bisogno la vedevo spesso a tel fino a quando un giorno l aspetto tornare da lavoro e si presenta con un uomu .scende dall auto e mi dice che è un amica ma io vedo che è un uomo gli do uno schiaffo e da li iniziano sei kesi d infeno fino a quando non scopro che lo porta in casa e fanno sesso nel nostro letto e in piu sottrae cose da casa e le da ha lui dipo pochi mesi facciamo un percorso psicologico esce fuori un trauma da stress ma io non so se crederci lei mi dice che non ama quell uomo solo di sentirsi male e una poco di buono e mi nega ancora che quella storia è iniziata dopo quella sera non so che fare

  113. Portarlo a casa è un atto abominevole! Quello lo vedo più grave del tradimento stesso.
    Una persona squallida…..Non dici se la ami ancora; se i figli sono grandi e non hai problemi economici ,considera di affrancarti da lei……

  114. Ma che caz.. gli e’ preso a tutte ‘ste donne??
    Inquietante!

  115. Un essere umano puo’ traidire solo se stesso, cioè mancare l’obiettivo per cui si è incarnato su questo pianeta.
    L’altro lo voglio lasciare libero, che vada a letto con chi vuole, che ami chi desidera. La gelosia non è amore, possesso e nessuno vuol essere posseduto. Finchè l’amore è presente tra di noi, amiamoci, quando non ci amiamo più lasciamci senza tragedie, se io ti amo ma tu non mi ami più, ti lascerò andare se ti amo veramente. Non devo addossare all’altro il dovere di rendermi felice. Solo io sono responsabile della mia felicità. Se ci sono dei figli di mezzo, non avranno particolari problemi se ci vedranno dividerci serenamente. L’unica vera fedeltà è verso l’Amore non verso l’amato. Se resto fedele all’Amore non soffrirò mai per Amore, amerò e sarò amato davvero da chi è in risonanza con la mia vibrazione felice. L’Amore soffia solo sulle persone felici, se mi sento vittima e derubato, tradito e umiliato, non sentiò mai quella brezza.

  116. Ciao sono una moglie tradita… Faccio i complimenti ad Alessandro non solo perché come scrive è riuscito a perdonare e dimenticare ma per l’enfasi con cui vive ancora la sua storia d’amore. In realtà dovrei fare i complimenti alla moglie che pur avendolo tradito si ritrova accanto un uomo esemplare come dovrebbero farli a mio marito per lo stesso motivo al contrario!!!
    La triste realtà è che è cosa rara che due animi uguali si incontrino forse o sicuramente perché gli opposti si attraggono e solo questo crea una sorta di equilibrio nelle coppie. Provate ad immaginare infatti due sensibili insieme come coppia a vita e con figli o due superficiali e quindi due traditori… credo sia devastante soprattutto per i figli quando c’è da prendere una decisione delicata per esempio (nel caso dei primi) o quando, nel caso dei secondi, c’è da dare esempio ai figli a cui si danno regole che loro per primi non hanno saputo rispettare. Detto questo l’amore è Semplice quanto per assurdo il dolore… Non lo puoi comandare… O c’è o non c’è e solo se non c’è vacilla e quindi cade in tentazione anche se dopo tanti anni di vita insieme una caduta ci potrebbe stare… ma PERCHÈ io e Andrea e tutti voi altri NON siamo caduti a parità di anni di matrimonio o convivenza???
    Troppo facile definirci più forti e investire loro dei deboli… poveri… anche negli anta dei 40 o 50 anni…
    Forti o deboli sono solo i sentimenti ma anche qui c’è un’altra contraddizione perché se fosse anche solo bene… chi vuol bene NON fa del male ma come ben scrive Alessandro si adopera e vive per render felice l’altro… Quindi???
    Possibile che siamo stati così ciechi da non renderci conto che abbiamo scelto di aver accanto a noi chi non solo non ci ama ma nemmeno ci vuole bene… Possibile che siamo stati così allocchi… eppure siamo ed eravamo persone intelligenti… eppure i loro occhi sembravano sinceri ai tempi andati della scelta e buon cuore non mente… il nostro di cuore: un cuore aperto… sensibilissimo a certi segnali e NON poteva sbagliarsi… Quindi??? Quindi mi piacerebbe chiudere qui questo mio post per sentire da voi come proseguireste in questa disamina sui traditori siano essi femmine o maschi perché di sicuro non possiamo definirli donne o uomini… in questo siamo d’accordo giusto?

    • Ciao Miriam, ad anni di distanza dal tradimento ancora non so dare risposte sicure. Io sono cambiato, molto. Sono stato marito fedele per tanti anni, poi il tradimento da parte di mia moglie mi ha distrutto psicologicamente. Tutto ciò in cui credevo mi è crollato addosso. Ho avuto un periodo di instabilità generale, per poi trovare un nuovo equilibrio. Che non mi piace e non mi soddisfa, ma almeno ho ridotto la sofferenza.
      Perché non mi sono accorto subito che lei era una potenziale traditrice? Forse perché non lo era, lo è diventata dopo. Può succedere che non si ami più qualcuno, o che ci si accorga solamente troppo tardi che non lo si amava nemmeno prima.
      Quello che fa la differenza è come si affronta la situazione. Tra tutte le possibilità il tradimento, soprattutto quello prolungato e negato anche difronte all’evidenza, è la scelta più vigliacca e imperdonabile. Io almeno la penso così

      • Ciao Alessandro per fortuna sei ancora qui come credo ancora nella tua storia come io nella mia. Concordo con te al 300%… il tradimento è l’atto più Vile che c’è perché uccide dalle spalle con un pugnale alla schiena chi credeva in te…
        Il primo tradimento del resto è l’assenza di dislogo: “Perché non mi hai parlato prima dei tuoi disagi??? Me lo DOVEVIII…” e come vedi lascia ancora tanta rabbia dentro anche a distanza di anni perché ognuno può fare della propria vita quello che vuole… della propria NON di quella degli altri.
        Non so tu come abbia fatto a dimenticare come scrivi al precedente post ma sinceramente non ci credo perché NON si può dimenticare una ferita del genere… e un simile dolore MAI…
        Si può imparare solo a conviverci. Per quanto mi riguarda sono passato 15 anni ormai è dico 15 anni e io non solo non ho dimenticato ma anche se sto imparando a conviverci il dolore è sempre lì… basta scavare un attimo e scoppio in lacrime come l:ultima volta che uno dei miei figli mi ha parlato anche se di altro ed io sono scappata piangendo! Sto ancora con lui… Ormai sono 32 anni di matrimonio più 5 di fidanzamento… 37 anni di vita insieme. Quando mi tradì erano 19 anni di matrimonio e 24anni di vita insieme più tre figli… Era dunque già una vita che stavamo insieme. Insieme siamo cresciuti dai nostri 19 anni e insieme abbiamo affrontato ogni difficoltà. Era un mattoni bellissimo… Una famiglia stupenda. Eravamo innamoratissimi. Uniche nostre discussioni sul suo lavoro perché lui era votato al lavoro. Era questo il mio antagonista non un altra donna… Mi sentivo sola e trascurata già per il suo lavoro e da sola dovetti crescere questo tre figli avuti nei primi 5 anni di matrimonio… Una fatica immane ma NULLA in confronto a quella del tradimento. Un peso ineguagliabile che mi porto ancora sul cuore trascinandomi una vita che non mi appartiene più oramai perché mi ha delusa IN Pieno eppure NON chiedevo niente altro più di quello che io per prima ho dato: RISPETTO a 360 gradi anche dopo aver scoperto tanto schifo e nel modo peggiore… Eh già perché dato che lui mi dava della pazza non potevo certo accettare che oltre al danno pure la beffa… Era un offesa alla mia intelligenza per cui entrai nel campo investigativo a tal punto che lo misi spalle al muro con tanto di prove e lui dall’orco che era diventato divenne un cagnolino con la coda tra le gambe tanto che mi promise che avrebbe chiuso. Ovviamente io ero lì dietro le quinte perché ormai non gli credevo più e volevo prove anche di questo. Inserii nella sua auto con le mani che mi tremavano e di notte dei microchip e finii col sentire loro che ridevano scherzavano senza che lui minimamente parlasse di noi e di chiudere… Poi… silenzio… e respiri… respiri… fino a sentirlo ansimare e gridare “Mi fai impazzire” come diceva a me… Assistetti così ad un suo amplesso e quel giorno morì per sempre la donna che lo accompagnó una vita e che gli fu fedele. Di lei oggi… dopo 15 anni resta un fantasma che vaga ancora su questa terra e accanto a lui perché ANCORA non riesce a farsene una ragione!!! Mi è crollato il solo punto di riferimento rimastomi su questa terra anche se le precedenti figure maschili erano identiche (mio nonno mio padre e mio fratello fedigrafo seriali)… Lui ha aggiunto trauma al trauma che avevo già nella mia vita dai miei dieci anni quando mia madre scoprì il tradimento di mio padre attraverso anche lei delle registrazioni di cassette che lei, straniera inviava a lui, e con mia madre purtroppo ascoltai questa sporca donna dire a mio padre: “Io quando non ci sei non ti tradisco mi faccio col dito…” Avevo 10 anni non sapevo nemmeno COSA significasse… Lo scoprii dopo poco quando il figlio della migliore amica di mia madre più grande di me di 15 anni tentò pedofilia con me circuendomi alle spalle per farmi scoprire una cosa a detta sua bellissima inserendo le sue mani nei miei pantaloni che fermai terrorizzata. Fui terrorizzata da tutte le figure maschili… Lui lo sapeva perché gli confidati tutto e faticó NON poco nel corteggiarmi per due lunghi mesi perché io proprio non volevo star con lui. Mi dava l’aria di un puttaniere… E NON mi ero sbagliata purtroppo. Ma era stato così bravo a vendersi la sua immagine… Lui uomo di grande fede… Più grande ancora della mia… Col risultato che invece si è inchinato davanti alla prima insulsa tentazione di una scialba ragazza squallida oca di 26 anni. Lui ne aveva 43… Io 42… Ero ancora una bellissima donna e a confronto me la fumavo anche e soprattutto di cervello e maturità.
        Alessandro io sono una donna con le palle… Lo sono da sempre e tanto più ora che gli sono rimasta accanto nonostante tutto perché tu stesso puoi insegnarmi che ci vogliono le palle più a restare che a buttarli fuori. Oggi… dopo anni che mi ha fatta penare perché fatto di ulteriori estenuanti controlli per assicurarmi quel rispetto DOVUTO e ogni tanto anche quando ebbi prove che aveva chiuso beccavo sue chiamate o sms persino dopo ben 8 anni dalla storia… eppure con me era perfetto… aveva pianto era innamorato e aveva fatto di tutto e continuava a farlo per me… ma NON l`IMPOSSIBILE… non cedere più alle tentazioni. Io l’impossibile l’ho fatto restandogli accanto. Sinceramente il tradimento era il solo motivo per cui lo avrei lasciato dopo lo schifo di mio padre perché non avrei voluto fare la stessa fine di mia madre che gli restò accanto una vita infelice perché lui per ripagata continuava a tradirla con altre… Ma invece feci lo stesso percorso di mia madre perché a 42 anni alla sua stessa Età scoprii anch’io di esser stata tradita e ANCHE io non ebbi il coraggio di lasciarlo… Mi investii di crocerossina perché volevo salvarlo ma lui lo ha voluto fino ad un certo punto. Chiuse il rapporto ne ho le prove ma NON i contatti. Quelli fece di tutto per mantenerli… Se io beccavo sms arrivai persino a scoprire che aveva schede telefoniche nel portafoglio… Dunque tradimento di tutto anche di cuore. Oggi? Oggi lo vedo pentito… MOLTO premuroso nei miei confronti. Ogni giorno e dico OGNI Giorno e PIÙ volte al giorno mi dice sempre “Sei la mia vita… e io? Sono l’amore tuo?”… Io non rispondo mai perché lui sa già la risposta… me la legge negli occhi… Non perché non lo ami più ma l`ho amato così tanto e così tanto mi ha delusa che mi sento vuota come vuota è questa vita che non mi appartiene quasi più. Ho passato mesi anni a pensare a lui… a cercare una qualche giustificazione dove non c’erano e non ci sono. Mi sono persa nel suo peccato… Lui mai nel mio dolore… almeno credo anche se queste continue assillano domande mi fanno capire che ci pensa e Mi pensa. La sua condanna purtroppo è che NON potrà Mai cancellare quel che ha fatto e che io e i figli abbiamo buona memoria. Posso dirti solo che alla fine di questo doloroso percorso sono arrivata alla conclusione che la stragrande maggioranza dei traditori tradisce per non tradire se stessi… cioè per INDOLE… È come dire ad un cannibale di non mangiar carne… Dunque per istinto primordiale più nell’uomo che ha l’indole da cacciatore. Quindi sono dei condannati a vita… prima loro… schiavi di loro stessi e dei loro bassi istinti. Temptation Island insegna in questo anche se sembra un programma stupido ma guardati le repliche su YouTube se non lo hai visto… aiuta a capire le dinamiche che scattano in un uomo o una donna tentati… Loro si buttano a pesce… ma poi… quando la compagna vuole lasciarli si svegliano come mio marito e tua moglie. Allora piangono e farebbero di tutto perché parla il cuore… Sono dei deboli ma CHE contraddizione perché ci vuole una forza Incredibile… FEGATO a tradire la compagna o il compagno di una vita… Ma loro caro Alessandro in quel momento non sono loro e questo non per giustificarli ma è così. Lo stesso mio marito mi disse IO TI AMO DA MORIRE MA STAMMI VICINO e in queste ultime parole capii il suo problema. Ed è il suo stesso istinto. Loro sono le nostre croci ma loro sono la croce di loro stessi credimi. Negli ultimi anni nei miei controlli investigativi ridotti ormai all’una tantum sono passata persino a rendergli il suo cellulare spia scaricandogli un App invisibile sul suo cellulare di notte… Ebbene non sai Quanto mi ha aiutata a capire chi ho veramente affianco… la sua pochezza e la sua povertà di spirito… Non ho trovato grandi cose certo ma solo ogni tanto chiamate ad un amica della Ragioneria guarda caso bella donna e separstissima. Sms di buongiorno quotidiani… Adesso dico puoi scrivere solo Buongiorno NON Buongiorno Bellissima… perché la differenza la fa COME tu ti poni… Tu puoi avere rapporti sociali con CHIUNQUE… ma COME ti poni??? È ovvio poi che dall’altro lato se si è soli da anni e non hai trovato ancora il pollo allora vai oltre quel complimento e cominciano gli inviti e ti che hai gettato l’amo… ci caschi con tutte le scarpe… ma chi hai affianco che non ha mai dormito ti ha beccato ancora una volta e ti allora sei disposto a tutto anche a chiamare o fare un sms a lei e chiudere nel modo peggiore… Allora mi domando e dico A COSA SERVE??? Dopo essermi persa nel mondo maschile dei traditori rispondo con certezza che serve solo a completare un uomo che ha comunque l’indole da cacciatore… ma il cuore è qui!!! Sempre da quelle stesse prove dal suo stesso cellulare ho notato infatti come sul posto di lavoro ha declinato inviti fatti da altri colleghi ad andare a donne… e persino quando gli hanno chiesto come vedesse l’aspetto fisico di una donna lui non si è espresso. Credo che oramai dopo anni che col mio aiuto sta lottando con sé stesso ci stia riuscendo forse perché ha capito che sono stanca e legge nei miei occhi stavolta che lo lascerei e per sempre senza più tornare indietro. Sta infatti cercando lui di recuperare terreno perché se è vero che io non l`ho mai tradito è vero anche che si rende conto che non può darmi più per scontata. Sto imparando infatti a vivere per me stessa… prendermi cura del mio aspetto fisico… Resto ancora una bella donna e non dimostro affatto i miei 56 anni ma il fatto che voglia fermare i segni del tempo con filler o botulino lui non lo accetta. Gli faccio capire allora la contraddizione in cui cade: guardare le più giovani e più belle e poi la propria moglie non può curarsi??? In realtà dovrei forse curarmi da uno psicologo perché riconosco che dietro tutto questo c’è il Terrore di invecchiare ma NON è primario… Solo secondario ad un grande dolore. Del resto una legge fisica vuole che ad agni azione corrisponde una reazione opposta e contraria. Sta di fatto che oggi è lui che mi sta dietro forse anzi SICURAMENTE perché non sono più la moglie zerbino di un tempo e oggi si fa lui tante domande. Io lo amo ancora e non riuscirei ad immaginare altro uomo al mio fianco ma lo amo con la consapevolezza dei suoi errori e della sua indole. Questo è VERO amore perché non si ama chi ci è simile ma si amano le persone per come sono veramente… con i loro difetti… Non perché ci ricambiano o per quello che ci danno… L’amore non viene dall’altro amore ma nasce dentro noi stessi. L’amore NON è quando tutto va bene ma nella prova e le prove le supera TUTTE! Io l’ho amato e lo amo immensamente ma proprio per questo con una nuova consapevolezza… quella che da un momento all’altro può finire e io non posso sempre trattenerlo. Questa volta lo lascerei andare o gli aprirei io la porta e non so se mai gliela riapriró ancora… questo perché NON bisogna MAI dare nulla e nessuno per scontati nemmeno e SOPRATUTTO me stessa… Grida ancora in me la parola GIUSTIZIA… ed ho voglia di un riscatto. Mi sembra il minimo dopo anni di sofferenza. Credo che solo se lui proverà un pochino quello che ho provato io vivendo la situazione al contrario potrà veramente capire e debellerà per sempre i suoi bassi istinti. Temptation Island insegna in questo… Nella fattispecie quel baldo ragazzo Oronzo che per 10 anni aveva tradito sempre la sua ragazza e sempre era stato perdonato. Solo quando stava per perderla ha capito che schifo di uomo era stato prima e oggi si dice fortunato. Mio marito lo dice SEMPRE di me ma non lo pensa fino in fondo perché finora non ha mai avuto paura di perdermi perché non ne ha avuto modo. Ora ne ha un po’ ma sarà lui e solo lui a decidere se basta perché certo io continuerò a vivere la mia vita ANCHE per me stessa… Non ho più paura che lui si perda perchè perderebbe la sua vita stessa. Un altra donna come me non la troverà Mai più e stavolta non lo so correrà o starà lì ad aspettarlo!!!

      • Ciao Andrea,
        scusami se ti ho confuso con Alessandro ma non fa molta differenza: tu, Alessandro, io e molti altri uomini e donne tradite che credevamo nel vero amore e credevamo di averlo trovato da una vita e avere almeno questo sano punto di riferimento siamo psicologicamente devastati e nessuno può aiutarci se non sfogati tra noi perché purtroppo si può perdonare ma MAI dimenticare soprattutto se siamo stati COME siamo stati coniugi e compagni di una vita estremamente responsabili, fedelissimi … serissimi e tutto ciò che pensavamo di trovare nell’altro.

        Purtroppo non è stato così perché ci credevamo solo noi e abbiamo investito sulle persone sbagliate ma non potevamo saperlo perché noi non abbiamo amato un’idea ma l’idea che loro hanno saputo mostrare alla perfezione. Si sono mascherati in maniera maestrale o siamo stati dei perfetti stupidi a prendere lucciole per lanterne. L’ultima possibilità è che è stato solo uno scivolone dopo anni di vita insieme e forse ci può stare e questo ci piacerebbe credere ma sappiamo che non è così. Tu dici bene infatti sono potenziali traditori e io nel precedente post parlo infatti di indole, persone istintive ma pur volendo nemmeno così possiamo giustificarli perché ci può stare Forse per una notte o un solo incontro ma poi, la maestria di trovare le menzogne giuste per incontrarli ancora significa solo non averci nemmeno voluto bene.
        Guardiamo in faccia la realtà. Noi abbiamo investito una vita intera, la nostra, per loro ma loro hanno pensato solo alla loro e a prendere da noi. Sono dei perfetti egoisti, codardi, vigliacchi perché il primo tradimento è stato non parlarci delle loro difficoltà. In un rapporto maturo e responsabile la base è il dialogo. Dimmi se hai problemi con me e parliamone. Se poi ti sei disamorato e provi attrazione per un’altra o addirittura ne sei già innamorato LASCIAMI ma non tradirmi nel rispetto mio del nostro rapporto e di una vita insieme.
        Inutile continuare NON CI SONO PAROLE per il comportamento Inqualificabile. Personalmente mi vergogno di lui, mi vergogno io per lui per quel che mi ha fatto anche se in questi 15 anni continuo a dirmi che devo essere contenta che lui alla fine ha scelto me ed è ancora al mio fianco.
        Mi tratta come una regina più di prima ma io non sono felice inutile negarlo perché ormai il nostro matrimonio è una pagina sporca e perché penso che se voleva lasciarmi ai miei 42 anni quando ero ancora giovane e bella e in perfetta salute cosa ne sarà di me con gli anni che avanzano?
        Ho il terrore di invecchiare e ancor più di ammalarmi, allora avrà altre scuse per tradirmi perché il lupo perde il pelo ma non il vizio. Mi uccide perciò ancor più il fatto che avrà potuto tradirmi da sempre… dai primi giorni di matrimonio e magari io l’ho scoperto solo dopo 19 anni perché era coinvolto in una storia… prima magari era solo sesso mordi e fuggi.
        Mi uccide ancor più il pensiero che quando morirò lui voterebbe pagina all’istante. Questo sentirmi esser stata NESSUNO per lui anche se ogni giorno mi ripete il contrario è un lento inesorabile stillicidio! Ci hanno tolto la vita, la gioia di vivere e la pace dal cuore.
        Un forte abbraccio Andrea solo noi possiamo capirci. Andare avanti è dura. Noi li abbiamo amati veramente e non ci meritavamo un simile trattamento. Avremo mai giustizia?

  117. Mi accodo anche io all’ingresso del club dei traditi e distrutti.
    Ho appena lasciato la mia storia nella home quando trovo questo 3d datato ma ancora attuale e “vivo”.
    Sposo ogni parola scritta da Miriam.
    Anche io tradito dopo 21 anni, dopo aver superato insieme mille problemi…. ma non è servito a nulla.
    Chissa se e quando le nostre anime troveranno pace e serenità.
    Un abbraccio a tutti
    Gio

    • Ciao Giovanni. Purtroppo ci capiamo solo noi e tra noi. Magari fossimo riusciti a trovarci noi o altri come noi sarebbe stato un matrimonio perfetto ma è cosa rarissima trovare il proprio alter ego, la propria anima gemella!
      Ora è troppo tardi e davanti a noi solo il peso di un dolore incancellabile. Il tradimento è un trauma e in quanto tale ce lo porteremo a vita.
      Un abbraccio Gio e speriamo di risorgere dalle ceneri di questo dolore. Io sono rimasta con lui che non sa più come fare per mostrarmi il suo pentimento. Stiamo bene e forse meglio ancora di quando eravamo giovani ed entusiasti ma ormai è un amore macchiato come i suoi occhi che non sono più puliti e trasparenti o forse non lo sono mai stati!!!

      • Il vero amore x quanto faccia male il tradimento.Il segreto sta nel sapere perdonare.Chiaramente ed umanamente non deve essere un’abitudine in quanto chi sbaglia deve sapere apprezzare il perdono che le viene concesso.E con la speranza di essere amati da chi sbaglia.Diversamente è nullo ogni buon proposito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.