Home / SOFFRIRE PER AMORE / Mi sto distruggendo da anni

Mi sto distruggendo da anni

La mia e’ la tipica storia d’amore nata al mare. L’amica del cuore, bellissima e corteggiata che, un bel giorno d’estate di 40 fa mi dice che da un po’ prova qualcosa di diverso dalla semplice amicizia. Io, sprovveduto e immaturo, tocco il cielo con un dito. Comincia così la nostra storia, sono il ragazzo più felice del mondo, sono consapevole della difficoltà di quel rapporto così insolito. Lei bella, con altre storie alle spalle, ambita da tanti, ha scelto me il più insignificante del gruppo. Lei abituata alla mondanità io sempre chiuso in casa e impossibilitato anche a pagarle una pizza il sabato sera. Peraltro lei già all’università, io, avendo perso 2 anni frequento ancora il Liceo. Per meritarmi la fortuna capitatami , comincio a fare di tutto, studio e lavoro quel tanto che mi consente di farle l’anellino di fidanzamento e portarla in pizzeria o al cinema il sabato.

Lei apprezza , con lei divento uomo e in capo a 5 anni convoliamo alle tanto desiderate nozze. La vita scorre come in una favola , due anni dopo nasce il nostro primo figlio, bellissimo , a completare la famiglia ideale. Non navighiamo nell’oro, ma non ci manca nulla , soprattutto l’amore. C’è l’ho fatta , penso, ora me la merito . Dopo 5 anni, una disgrazia in famiglia ci porta a trasferirci in un’altra città, noi legatissimi alla nostro luogo d’origine ed ai nostri amici. Entrambi viviamo male questo evento, nostro figlio subisce atti di bullismo e nel frattempo nasce la seconda figlia. Il tutto ci porta a fare la folle scelta di comprare casa in un paese fuori città. Folle perché lei, insegnante, non è ancora di ruolo ed io, ho un buon lavoro ma comunque retribuito nella media. Faccio carriera ed in breve tempo posso affermare di poterci permettere la tranquillità economica.

Lei è felicissima ed io altrettanto , sono riuscito nel mio intento. Purtroppo dopo 5 anni, in una fase di ristrutturazione aziendale la mia funzione viene soppressa ed io mi ritrovo senza lavoro e con il mutuo da pagare. Dopo il primo periodo di abbattimento comincio a mandare in giro curriculum ed a fare colloqui in quantità. Noto però un certo raffreddamento nei nostri rapporti, io in effetti, forse anche preso dalla situazione, la trascuro un po’, pur rimanendo le sempre fedele è innamorato. Poi un giorno mi vomita addosso tutta la sua rabbia e astio affermando che io, nella mia situazione, premetto che non ci mancava nulla, avendo ricevuto comunque una liquidazione di tutto rispetto, dovrei andare a”pulire i condomini” invece di attendere improbabili chiamate lavorative. Io ribatto che mai e poi mai rinuncerò alla mia qualifica e mi ritengo all’altezza di ben altro. I rapporti comunque si deteriorano è un giorno arriva una telefonata anonima, era una domenica mattina, dall’altra parte una voce femminile mi avverte che mia moglie, “se la intender con il preside” ero a letto e mia moglie al mio fianco, rimango senza parole con in mano la cornetta , a stento riesco a dire in un soffio ciò che era accaduto e lei, serafica, “ sarà stata la moglie, è una pazza mitomane”.

Era in primavera, mi sforzo di crederci ma noto strani atteggiamenti , fughe con il casco adducendo a scuse del tipo, “vado a fare un giro in scooter con una collega”  lei che in moto con me non ci è voluta mai venire. Telefonate alle 8 di sera che avvertono me è i figli che, essendo tardi, si fermerà a dormire in città da una collega. Un bel giorno una telefonata, tanto agognata, mi comunica che ho superato una selezione  per una posizione di livello in una multinazionale americana del mio Settore lavorativo. Balzo a due metri da terra…. [email protected]@o , lo sapevo  che ci sarei riuscito. Ma per una buona notizia che arriva, una cattiva mi sorprende . Mia moglie una mattina mi fa trovare 4 fogli protocollo scritti a mano scriviti evidentemente di impeto. Mi chiede la separazione , mi prega di concedergliela, che si sente solo un ORPELLO, e nulla di più e che CREDE di essersi innamorata di un altro. Ha già fissato per dicembre l’appuntamento dall’avvocato. Non ho la forza di ribattere nulla ne di proferire parola. Tutto si spiega  anche la telefonata anonima 

Mi dice anche che sara’ ospite di una sua collega in città, i figli uno di 18 , l’altra di 10 rimarranno con me. Ha già deciso tutto lei. Il tutto mi appare inspiegabile perché in estate lei aveva reagito platealmente gelosa alla corte sfacciata fattami da una donna separata in spiaggia. A quel punto devo reagire mi butto a capofitto nel lavoro, scalo le posizioni in organigramma, comincio a guadagnare veramente bene, mi butto in palestra , in poche parole mi ricostruisco e accetto la corte della separata .  Oltre a questo rapporto, al lavoro ho un’altra storia, solo agli inizi, ma che vorrebbe diventare qualcosa di diverso da quella sesso e nient’ altro in piedi con l’altra. A Dicembre, andiamo in tribunale per la separazione  m tristissima . Agli inizi di Gennaio, sono di ritorno dalla città dove mi ero incontrato con la donna con la quale stavo instaurando un rapporto più serio, squilla il cellulare, mia moglie che, con un giro di parole, mi chiede di perdonarla, che ha sbagliato tutto e che mi aspetta a casa per parlare. Guido per i kilometraggio mancanti come in una bolla, dalla quale non riesco ad uscire.

A casa pianti e disperazione , addirittura mi dice che se ho una storia posso anche continuarla, che lei sopporterra. Io rimango esterrefatto ed urlo che non può disporre di me come e quando vuole. Lei stravolta si mette in auto e scappa via. Io preoccupato la seguo , e’ stravolta e ho paura che possa fare una sciocchezza. Arriviamo in città, dove abitavamo prima di comprar casa, la vedo entrare nel portone ed entrare in un appartamento, si accorge di me e mi lascia entrare. Lo squallore di un appartamento , pulito dignitoso ma senza calore. Mi fa pena e la porto via con me a casa. 
Torniamo insieme, i primi tempi sono difficili, la donna della spiaggia ci perseguita, l’altra capisce e si mette discretamente da parte. 
Alti e bassi, scenate di gelosia da parte sua, ma andiamo avanti. 
Io però non riesco più a vederla come la vedevo prima, è sempre , ogni giorno, la immagino con l’altro,  e’ una scena che mi logora il cervello e mi avvelena la vita. Io la amo e non immagino la vita che con lei, ma quelle scene immaginate non riesco a cancellarle.
Temo mi abbia nascosto tanto e sono arrivato al punto di voler saper come, dove, quando è quante volte si è incontrata con l’altro, senza il coraggio di chiederglielo. Dura così da 10;anni, distruggendomi

da: Fed

3 Commenti

  1. Sto vivendo questa cosa anche io, sono un po più giovane ma le vicende sono bene o male simili. 15 anni fa lei bellissima e corteggiata da molti ha scelto me.
    Una storia non semplice perchè lei era di una gelosia assurda. Ma ho sopportato e ci siamo anche sposati, il destino però non ha voluto concedermi il piacere di diventare padre, ora 2 mesi fa dopo 6 anni di matrimonio lei sparisce di casa x andare a farsi scopare con uno conosciuto su Facebook.
    Chiaro che chiedo la separazione e lei tentenna a firmare. Anzi da qualche giorno mi prega di riprenderla a casa, ci siamo visti, l’ho vista molto trascurata e mi ha fatto pena come tua moglie con te. Ho tentennato ero quasi li li x riprenderla, ma le ho detto che mi fa schifo e che non la voglio vedere mai più.

    • Fed quanti anni hai? E lei?
      Un consiglio? LASCIALA, perchè durerà così sempre, finché morte non vi separi.
      Un tradimento NON si dimentica MAI e ti logorerà a vita. Questo ti dico per esperienza personale!

  2. “Alti e bassi, scenate di gelosia da parte sua, ma andiamo avanti. “
    Chiaramente…
    “Io però non riesco più a vederla come la vedevo prima, è sempre , ogni giorno, la immagino con l’altro,  e’ una scena che mi logora il cervello e mi avvelena la vita. “
    Questo e’ un buon segno , c’e’ ancora traccia di autostima in te. Cercherei di non soffocarla ulteriormente. Non dovresti alienarti nel ricordo.

    “Io la amo e non IMMAGINO la vita che con lei, ma quelle scene immaginate non riesco a cancellarle.” Vai di fantasia se l’immaginazione non basta!!!

    Son due cose abbastanza antitetiche. Stai vivendo del “ricordo”, della “proiezione amorosa” che avevate prima che lei si rivelasse per quello che e’ , contrapposto al fatto compiuto che e’ invece reale. Te la sei ripresa con il carico di lerciume che ha egoisticamente sbuffato. Per un po’ di uccello e qualche frivola ,se pur passionale emozione, ha accantonato TUTTO quello che con ENORMI sacrifici avevate fatto. Avresti dovuto avere un po’ piu’ di coglioni e lasciarla libera di autodeterminarsi nelle sue scelte. Ma se non hai avuto almeno qualche frontale prima della storia con lei , probabilmente non hai fatto a tempo a sviluppare i giusti anticorpi.
    “Temo mi abbia nascosto tanto e sono arrivato al punto di voler saper come, dove, quando è quante volte si è incontrata con l’altro, senza il coraggio di chiederglielo.”
    MATEMATICAMENTE CERTO ti abbia nascosto in lungo e in largo un monte di cose.
    “Dura così da 10;anni, distruggendomi”.
    Riprenditi la tua vita…levatela dalle palle e mettiti a fianco una donna che ti rispetti, se proprio ne vuoi una.
    Le “cose” nascono e finiscono, SEMPRE. Cambia solo il come e il quando.
    Forse bisognerebbe imparare ad accettarlo.
    Siamo quello che facciamo e in questo senso forse hai fatto male i conti. Certe fratture EGOISTICHE non si aggiustano nemmeno se le SALDI (anche perche’ di sconti queste proprio non ne fanno).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.