Home / CRISI DI COPPIA / Non ho il coraggio di lasciare mio marito

Non ho il coraggio di lasciare mio marito

Ciao, tra me e mio marito ormai non funziona più da anni. Non siamo più complice, amanti, nulla … sono anni che tutto è routine e per lui questo va bene. Non vi dico qualte volte abbiamo fatto sesso negli ultimi anni, mi vergogno a dirlo per le poche volte successe. Lui è diventato sempre più accomodante, poltroniere, non si impegna in nulla. Rientra stanco da lavoro e non fa nulla. Io rientro stanca da lavoro e devo fare mille cose in casa. Ormai non c’è più amore, ci lega nostro figlio di 5 anni, per il resto il nulla.

Eppure non ho il coraggio di lasciarlo, ogni volta che mi sento più forte e vorrei dirglielo … mi blocco. Non voglio ferirlo, in fondo non mi ha fatto nulla di male e gli voglio bene, ma non lo amo più. Lo spinto a cambiare, a fare nuove cose ma non si smuove di una virgola.

Aiutatemi, come posso fare? Dove trovo la forza di lasciare mio marito e ricominciare tutto senza di lui?

da: Eye

19
Lascia una recensione

7 Comment threads
12 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
10 Comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Sotttoscrivi  
Notificami
Anon

Ma invece di pensare già a lasciarlo e a rifarsi una vita velocemente, perché non cerchi di capire se ha hobby o passioni da poter condividere? Cerca di riaccenderlo la vita nel corpo, abbi fede che se si è ridotto così è anche merito tuo .

Sergio

ciao, quello che tu chiami routine haime si chiama matrimonio, gli anni passano e gli impegni aumentano, la crisi decennale ha reso più duro il lavoro per chi ce l’ha.
Ho capito che lavorate tutt’e due, che fortuna,avete un bel bimbo, che fortuna, avrete una casa di proprietà, che fortuna, vivete in Italia considerato da tutto il mondo il bel paese, che fortuna ma lo vuoi capire che sei fortunata?
Sii positiva e coinvolgilo organizzando qualche weekend insieme lasciando il bimbo adorato da qualcuno. La parità dei sessi vuol anche dire che entrambi avete il diritto dovere di stimolare il vostro rapporto affievolito. se poi non lo ami più, pensa che con il prossimo andrà a finire allo stesso modo: ti stancherai ,anche perché il figlio e i relativi impegni aumenteranno. C’è in giro molta gente separata e molta che tornerebbe indietro. Il rapporto si fa in due . come si dice bisogna annaffiarlo tutti i giorni ma da entrambi
spero di averti dato un contributo utile. Io tutt’e queste cose le ho vissute e …

Eye

Grazie Sergio, come dicevo ad Anon ci ho provato a smuoverlo. La casa è in affitto e se potessi lascerei quello che definisce il bel paese domani, perché almeno all’estero due coniugi che lavorano possono permettersi una vita decente.
Hai detto bene, il rapporto si fa in due, ma che succede quando sono solo io ad impegnarmi?

Eye

Grazie Anon del tuo commento, ho cercato un anno fa di smuoverlo, gli ho detto se facevamo un corso di qualcosa insieme, gli chiedevo di farci un weekend fuori ma da parte sua solo promesse mai mantenute. Trova sempre una buona scusa per non fare niente

Gestalt

Resta dove sei per amore di tuo figlio!!!!!
Non fare la femminella viziata del terzo millennio che se la spassa di nascosto a fare la tr013tta in giro!!!!!!
Sacrificati per tuo figlio e non pensare alla vocina che ti arriva da mezzo alle cosce!!!!!!!
Sposandoti hai fatto un giuramento!!!!!!!
Se hai un cervello usalo!!!!!!!!

Eye

Quella che definisci femminella viziata si alza alle tre del mattino perché lavoro in un forno e rientro a mezzogiorno. Ma come fai a sputare tanto veleno? Se hai problemi con le donne o dentro il tuo cervellino ai categorizzato il genere femminile come “femminelle viziate” non è un problema mio!

Gestalt

allora se la vostra vita lavorativa è logorante, cambiate tenore di vita entrambi, e non distruggete un grattacielo di amore e sacrifici per cazzate materialiste e stereotipi sociali odierni.

Io lo dico che il guai è quella caxxo di televillusione.

Lemonguf

Penso che devi trovare il coraggio di amare chi ti ama, il sesso non è tutto, e neanche le altre cose, sii più sincera con lui…
Tutti sbagliamo, e tutti abbiamo difetti, ma non abbandonare una brava persona che di male proprio non te ne ha fatto..
Lo vuoi? Stasera sbattilo al muro e poi sul letto..
Fagli capire che ne hai un disperato bisogno, anche di attenzioni in generale, ma non commettere il peccato dell abbandono.

Eye

Grazie del tuo commento. Il problema non è il sesso che ormai è assente da tempi memorabili. IO non vorrei lasciarlo, è lui che sta facendo di tutto per farsi lasciare.

Lemonguf

Lo sò, ma il sesso e la passione hanno tanto potere se saputi tenere accesi, per questo ti dico di sfruttarli
in che senso fà di tutto per farsi lasciare?

J.J Bad

I perdenti trovano scuse.
I vincenti trovano soluzioni.

OceanoBlu

Io mi sono trovata in una situazione simile alla tua, ho resistito tanti tanti anni e ho fatto molto per salvare il rapporto, sicuramente anche degli errori, ma anche molti tentativi. Ho sofferto non sentendomi amata anche se non ho subito gravi torti. Comunque ci stavo male e alla fine ho ceduto. La storia che ho avuto dopo e’ finita perché il mio nuovo compagno non si era adattato del tutto a mia figlia e mi ha lasciato. Sembrava il vero amore. Oggi non so se essere contenta di essere sola anziché in un matrimonio non felice oppure rimpiangere i rapporti finiti, gli abbandoni inferti e subiti. Cosa resta alla fine di tutto ciò che abbiamo vissuto, se tutto si distrugge dopo essere stato costruito?
Ti consiglio di seguire il tuo cuore e separarti solo se per te e’ veramente intollerabile questo matrimonio altrimenti cerca di salvarlo, perché è molto difficile portare avanti una seconda unione avendo figli. Se poi un qualcosa ti blocca a maggior ragione vuol dire che non devi rinunciare, sei solo insoddisfatta come avviene a tante coppie. I figli sopravvivono alle separazioni però i problemi non mancano, si sentono sballottati da unngenitore all’altro e i sensi di colpa sono tanti.

Eye

Grazie Oceano, io non vorrei lasciarlo ed inoltre non sto pensando ad un futuro con un altro uomo adesso.
Il punto è che il tuo nuovo compagno ti ha lasciato, se non l’avesse fatto ed adesso fossi felice con lui pensi che sarebbe stato un errore lasciare tuo marito?

OceanoBlu

Non lo so, ancora adesso non sono certa che sia stato un errore perché all’epoca ero infelice ora no, però ora affronto tanti problemi da sola, i miei parenti sono lontani… e comunque se mi guardo indietro penso che al mio ex marito ho dato un duro colpo, anche se lui non faceva molto per farmi sentire amata era comunque l’uomoche avevo scelto. Quello che volevo dire e’ che alla fine tutte le storie dopo i primi anni di entusiasmo subiscono un forte cambiamento e spesso finiscono, anche quelle che si credevano meravigliose, quindi che senso ha cambiare? Forse e’ meglio trovare il buono in ciò che si ha. Molto dipende dal tuo carattere da quanto punti su te stessa. Anche da quanto hai amato quest’uomo. Io per esempio mi sono resa conto che c’erano dei problemi che non avevo considerato, cose checi allontanavano fin dall’inizio. Ma se con lui hai vissuto un grande amore puoi sempre recuperare un po’ di quella passione iniziale, soprattutto magari quando tuo figlio sarà più grande e avrete più tempo e voglia di fare cose per voi due

Semakin

OceanoBlu, ho letto il tuo commento piu’ volte, perche’ contiene la storia di tante coppie ma con varie considerazioni che condivido appieno.
Il matrimonio e’ una faccenda complessa, che richiede sacrificio, forza di volonta e qualita’ morali .. ma in cambio puo’ dare altrettanto, non c’e’ una ricetta comune a tutti, spesso ci si trova davanti ad una strada senza uscita e si pensa di risolvere ogni problema cambiando casa, affetti, lavoro.
Non e’ detto che non sia cosi’, conosco coppie separate e risposate con altri partner completamente felici, quello che realmente avrei voluto dalla mia partner e che io stesso non le ho dato, era una maggior comunicazione. Ci siamo allontanati poco a poco senza fare quel passo in piu’ che forse ci avrebbe riavvicinato, ha preferito ricominciare come hai fatto tu, senza cercare quanto di buono aveva gia’.
E’ una scelta che comunque non si puo’ contestare, stavate cercando la felicita’, non andavate a rapinare banche, magari vi sentite isolate nel momento del bisogno ma va messo in conto quando prendete una decisone simile.
Nel mio caso non l’ho costretta a stare assieme 30 anni, io ho scelto lei e lei ha scelto me, come dici tu l’entusiasmo puo’ calare naturalmente ma in ogni caso, dopo tanto tempo, un tradimento a freddo e’ di una crudelta’ indicibile.
Avrei preferito 2 parole prima, forse avrei capito o forse no, magari le cose si sarebbero potute aggiustare o quantomeno rompere con meno cocci in giro.

Semakin

Ho un consiglio solo, parlagli a cuore aperto, proprio perche’ sono anni che siete legati ed e’ impossibile non amare piu’ una persona solo perche’ si e’ impigrita.
Smuovilo a parole, fagli capire che il vostro rapporto e’ in bilico se lui non fa qualcosa per dimostrarti che ti ama ancora con tutto il cuore, se non lo farai e’ perche’ l’egoismo e la voglia di novita’ avranno preso il sopravvento, un po’ poco per gettare alle ortiche un matrimonio.

claudio

Ciao. ti capisco. Tra me e mia moglie è la stessa cosa. Anche se io mi comporto come tuo marito. Nel senso che non ho più alcun desiderio verso di lei. Però non fare come me!. Mi ero innamorato di una persona conosciuta al lavoro. ho perso questa persona dopo cinque anni perché voleva che lasciassi mia moglie. Per amore di mio figlio che ci vuole vedere uniti ho detto di no. Adesso mi sento a pezzi, impossibilitato ad aprirmi con chiunque, solo e con una specie di rabbia proprio verso mia moglie a cui mi sento di dover per forza essere legato. Ho 46 anni e penso che ormai per me la vita sia finita! Se accetti una nuova storia, ti consiglio di chiudere se puoi quella che hai. altrimenti rischi di fare la mia fine