Home / SOFFRIRE PER AMORE / Rincorrere un sogno

Rincorrere un sogno

e ancora sogno… Ancora e ANCORA inseguendo il sogno che facevo da ragazza … la ragazza che oggi grida dentro di me.
Era una ragazza solare, in entrambi i sensi, perché socievole e perché aveva il sole negli occhi e correva incontro alla vita a braccia aperte.
Credette di abbracciare il Sole stesso quando incontrò lui, circa un anno in più, stesso sogno, empatia in tutto, stessi principi ideali e sogni.
Amore a prima vista. Grande grandissimo amore. Tanta tantissima lontananza da subire come scotto prima di poter finalmente avere una vita nostra perché lui stava costruendo un futuro per noi. Cinque lunghi lunghissimi anni di lontananza per questo.Poi matrimonio e poi viaaa verso la nostra vita. Lascio per lui i miei a 900 km pronta a seguirlo anche in capo al mondo con lo stesso sole negli occhi e le stesse braccia ormai protese verso lui,
ma … cominciano subito i MA.
E lui … convivendo… si mostra sempre meno di come credevo di averlo conosciuto: meno sensibile, meno preoccupato di me … meno… meno… meno pieno di me e sempre più pieno di sé stesso…
Esisteva solo lui, i suoi bisogni, il suo lavoro… soprattutto quello: il suo lavoro…
Io?
Mi sentivo sempre più un optional … più tardi un peso… Sempre più un peso… Non parliamo con l’arrivo del primo, Secondo figlio.
Sentirsi sempre meno moglie e più ragazza madre perché cresciuta sola in tutti i sensi non solo perché lui era sempre sul lavoro o addirittura fuori per lavoro ma perché assente anche quando era presente.
Non mi ha MAI dato una mano per cambiar loro i pannolini o tutto il resto.
Mai una volta che mi avesse detto:
” vai Amore dal parrucchiere che bado io a loro” né da piccoli né da grandi.
Mai esistito un attimo di pausa per me come donna. Una festa della donna o semplicemente una pizza con amiche o, quando ho ripreso il lavoro con colleghe.
Io ero io per prima che rinunciavo a tutto perché ero tutta per lui e la famiglia… Non aveva senso più niente al mondo per me.
Erano loro il mio mondo. Tutto il mio mondo.
Finché come se non bastasse tanto suo sempre menefreghismo in famiglia, dopo vari periodi fuori per lavoro a cui, se non c’erano, aggiungeva i fanghi per curarsi. Dove dopo l’inizio in cui portava me e i figli ha cominciato ad andar solo… con la scusa che la sua amministrazione non glieli aveva dati prima e GUARDA CASO capitavano sempre a Ottobre quando i figli erano a scuola e io al lavoro.
Insomma mentre io discutevo sempre con lui per reclamare il mio posto di moglie e la sua maggior presenza come marito e padre in famiglia, perché non ho mai accettato bovinamente nulla del suo menefreghismo o egoismo.
Insomma finisce come te che mi leggi già stai immaginando… Lo sento sempre più distante ma stavolta era una distanza diversa. Prima quel suo menefreghismo era solo maschilismo: una precisa definizione di ruoli tipica della famiglia patriarcale ma MAI mi aveva trascurata come donna. Sempre mille attenzioni, parole dolci e tenerezze anche davanti ai figli, coperta di regali e fusa d’amore di chi comunque era sempre molto attratto fisicamente da me.
Insomma dopo una vita insieme e figli ormai adolescenti dopo aver superato e scavalcato mari e monti … l’ICEBERG del dolore.
Sento odore di tradimento e credimi lo amavo così tanto che davvero lo sentivo a pelle … che mi si accapponava sul serio al solo pensiero!
E tutto, TUTTO corrispondeva ai miei sospetti.
Una voce dentro mi diceva CERCA… si trattava solo di cercare le prove a quel che già sentivo.
ma buon cuore non mente e più cercavo più trovavo.
Compagno/a di sventura non voglio annoiarti oltre.
Si … mi ha tradita e non è finita lì. Beccato con tanto di prove e messo spalle al muro perché negava senza prove. Sceglie me e la famiglia ma invece scopro che bazzica ancora e io che MAI gli avrei perdonato anche solo un caffé da solo con una collega … ero TALMENTE impreparata ad un così colpo basso che reagisco al contrario di quel che immaginavo e lotto e lotto lotto lotto per tenermi lui e salvare la famiglia!!!
Ci riesco Finalmente chiude dopo 4 mesi ma continuano strascichi di telefonate.
Tutto questo accadeva una decina d’anni fa.
Tutto questo per dire che NON si dimentica.
Si può perdonare ma MAI dimenticare e benché credi di ricostruire NESSUNA ricostruzione può avvenire se dall’altro lato non si fa lo stesso.
ma amica/o mio NULLA puoi contro l’indole… contro la natura dell’altro dettata dai suoi geni,questo dice anche la scienza!
Oggi?
Sono ancora con lui ma sempre più sola e delusa anche se ora non ha storie in piedi… Abbiamo attraversato alti e bassi dettati da tutti il periodo post tradimento. Non avrei voluto sopravvivere a tutto questo… Avrei preferito morire per quanto l’amavo. Il dolore più grande della mia vita perché lui era la mia vita … ma invece ho sopravvissuto a questo e altri dolori per la sorte della vita sentimentale poi dei miei figli e di salute dei loro piccoli…
Oggi sono nonna. eppure ancora Donna, una delle poche rarissime donne che si è sacrificata UNA VITA per un valore: la Famiglia … e per Amore.
Amore tradito ma MAI da me tradito.
ma mi sento VUOTA, Sola … e sento la famiglia come una trappola.
Mi sento ingannata dalla vita e da Chi me l’ha donata!
Facendo un feedback ho raccolto il CONTRARIO di quel che ho seminato e questo è il principale tradimento.
Ho continuato a lottare per anni per lui, i figli ma anche loro hanno deluso le mie aspettative…
Sento ancora la FATICA immane del supportare da SOLA una famiglia e allo stesso tempo vuoto e dolore … dolore che ha scavato un vuoto. Quello dove sono io…
Unica ancora di salvezza quel sogno a cui sono ancora aggrappata: se esisto io esisterà il mio Alter ego …
esisterà l’anima dolorante quanto la mia di sesso opposto che ha patito tutto questo per colpa di lei… la donna sbagliata così come io ho accanto l’uomo sbagliato!
Esisterà in qualche angolo del mondo la mia anima gemella: quella mai arrivata a destinazione perché chiamata ad altro.
La Natura vede e prevede. Nulla capita per caso … NULLA.
Come un buon maestro non siede mai accanto due alunni discoli … così per la legge di compensazione due anime identiche non possono stare accanto… due fedigrafi o due santi altrimenti la famiglia morirebbe per strada… nemmeno proliferebbe!
E allora…
Allora se ci sei … se ti ritrovi nella mia storia al contrario fatti vivo prima o poi Anima mia.
Questa é la storia forse assurda per molti o troppi di chi ha vissuto rincorrendo un sogno ma è stato buggerato da una vita … una vita…
La storia di CHI ha vissuto e vive per amore e sognando quell’amore.
Si dice che ognuno di noi ha la sua anima gemella se esiste la mia starà soffrendo da una vita quanto me accanto alla donna sbagliata per salvare un’anima persa quanto quella che ho accanto da una vita ma la notte sta con gli occhi sbarrati che dopo tanti pianti non si chiudono più e che vorrebbero veder quel sogno realizzato prima di chiudersi per sempre!
Se ti ritrovi in questa storia allunghiamoci una mano e stringiamocela anche da lontano… siamo ancora VIVI e con TANTA voglia di vivere e vivere quel sogno mancato.
In fondo io vorrei solo conoscere l’uomo della mia vita … Quello che non mi avrebbe tradita MAI né per rincorrer altre donne né per farmi crescer da sola i figli.
Tra qualche mese compirò i miei 56 anni ma me ne sento ancora 26 … gli stessi quando ero già delusa dall’uomo che adoravo.
Ora non ne dimostro più 26 ma nemmeno 56. Sono ancora quello che molti definiscono una bella donna… molto giovanile e dall’aria sbarazzina che mi ha lasciata solo quel sogno che da una vita faccio ad occhi aperti: incontrare l’uomo della mia vita non la controfigura.
Non per sesso o chissà che … ma solo per conoscerlo, conoscersi e sapere dove sta pur tenendoci la mano da lontano e le nostre rispettive famiglie!
Se questo è anche il tuo sogno da anni lasciami un tuo contatto o dammi altre indicazioni… solo per non lasciarci morire con un sogno irrealizzato non per far male a nessuno.
Ne abbiamo subìto tanto TROPPO …
Solo per veder realizzato un sogno … un sogno scevro di sesso, pulito, innocente come quei ragazzi che correvano col sole negli occhi incontro alla vita che li ha traditi!

da: Melania

33
Lascia una recensione

14 Comment threads
19 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
6 Comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Sotttoscrivi  
Notificami
dave

cara Melania, pur non essendo un tuo coetaneo mi sento di risponderti un po’ perché mi ritrovo molto nelle tue parole ed un po’ perché confrontarmi fuori mi da un po’ di coraggio in più. Sono e sono sempre stato un po’ come te. Ho sempre rincorso il sogno del grande amore, di una persona per tutta la vita, quella e basta. Fin da ragazzino, il primo bacio (ancora oggi lo ricordo con grande piacere), la prima storia seria a 18 anni, il dolore di essere stato tradito e gettato via dopo 3 anni di vita insieme. La ripresa fisica e morale dopo questa delusione c’è stata dopo diversi anni, ho usato una donna solo per il sesso (non era da me, ma a lei stava bene perché già impegnata), poi verso i 24 anni conosco la mia attuale moglie. All’inizio come per te, sembrava proprio la mia anima gemella in tutto e per tutto. Era un po’ gelosa sì, ma questo mi piaceva e non pensavo fosse un grosso problema. Invece i problemi cominciano da subito: questa sua cosa immotivata mi ha reso insicuro, instabile, ansioso tanto da degenerare in una disfunzione erettile precoce per la mia giovane età e che tutt’oggi a tanti anni di distanza (ne ho quasi 40) ancora si protrae. Lei non mi aiutava, non mi capiva, mi accusava che andavo con altre donne. Quando invece era lei, le ho scoperto ed attribuito nel corso degli anni più di un tradimento. Mah, ahimè, l’ho sempre perdonata, cercata e non le ho MAI e poi MAI negato l’amore vero di cui pensavo avesse un disperato bisogno. Non abbiamo figli, al momento lei non ne vuole, ormai anche io mi sono rassegnato. Farli ora, a quest’età ormai è inutile. Pur avendoli da parte mia sempre sognati e… Leggi il resto »

melania

Ciao Dave. Non ci crederai ma ho le lacrime agli occhi, sono commossa dalle tue parole, dal tuo vissuto e “sento” il tuo dolore a distanza sentendoti contemporaneamente vicino. Non importa la tua età ma la similitudine di anime perse in un abnorme dolore ci rende già amici perché anime simili. É così raro, rarissimo oggi trovare esseri sensibili che sempre più persone preferiscono farsi far compagnia dagli animali. Anche esser troppo sensibili, troppo veri é una diversità oggi tanto più in un mondo che gira sempre più intorno a ciò che appare NON a ciò che É … all’essere non all’apparire. Anch’io come te mi sto tuffando troppo nel lavoro dove faccio assurdi straordinari persino portandomi il grosso del lavoro a casa (straordinario che nessuno mi paga) solo per regalare un sorriso e incontrare occhi che brillano solo a vedermi da lontano poiché io sono ancora una di quelle per cui conta l’essere e non l’apparire e che cerca da sempre quelle cose che con i soldi non si possono comprare: amore… amicizia… fedeltà… Lealtà. Tutte cose che molti Troppi uomini hanno perso! Persino nel mio pensare al futuro: quello che va OLTRE la vita penso che non c’è eredità migliore se non quella di lasciare un buon ricordo di sé. Questa l’antifona dell’eternità! Mi viene la pelle d’oca credimi quando vedo concerti in Tv o dal vivo e penso QUANTO grande sia quella persona su quel palco da esser capace di far vibrare all’unisono le corde del cuore di migliaia di persone… Quello é il concerto MIGLIORE che esista al mondo. Far vibrare le corde di migliaia di cuori tutti allo stesso ritmo e sentire nell’aria la stessa emozione: sono VIVO e non sono solo… EVVIVA la vita… evviva questa fetta di mondo, quella vera. e in quel… Leggi il resto »

Nolan

Sono convinto che la vita di coppia, la relazione fra due persone che si incontrano, la famiglia che nasce sia un punto di partenza, mai una destinazione. Non un arrivo. E su questo credo di avere, anche se il concetto può sembrare scontato, l’approvazione di molti, forse tutti. Condividere tutto con un’altra persona significa compartecipare anche ai problemi, alle ansie, alle frustrazioni dell’altro. I nostri problemi diventano pure suoi e viceversa. E’ questo a rendere il rapporto una sfida quotidiana, con noi stessi e con chi ci sta accanto. E poi ci vuole sentimento, amore, convinzione. Maturità. All’inizio ci si innamora (e questo è il momento in cui si è davvero disposti a tutto) e si diventa meno razionali, pronti a qualsiasi cosa perchè nulla sembra impossibile, nulla spaventa. E’ la novità, è il periodo dell’energia positiva, della scarica di adrenalina che ci ribalta e sconvolge la vita. Ma attenzione… è raro che entrambi gli individui della coppia provino le stesse emozioni e lo stesso sentimento con uguale, forte intensità. Quella sarebbe davvero l’unione perfetta, l’incontro fra anime predestinate… vedetela come volete. Capita certo, ma non è fortuna e momento di tutti. In tanti casi è un legame vissuto in maniera diversa dai singoli. C’è sempre chi da di più, chi ci mette meno. E’ il primo ad avere più aspettative, più sogni da realizzare, più empatia e trasporto. Il secondo invece può manifestare più indecisione, prudenza e tirare (velatamente o volutamente) il freno. Si lascia travolgere dagli eventi e dall’esuberanza del primo, a volte senza rendersi conto che ogni promessa, ogni frase, ogni concetto espresso ha un significato particolare e determinante per l’altro. Uno vive di sogni ed idealizzazioni, l’altro ha i piedi ben piantati per terra ed è più spettatore che protagonista. Cosa ci potremmo aspettare quindi da… Leggi il resto »

Melania

Nolan hai ragione in parte. Sicuramente sul fatto che matrimonio o convivenza non sono un punto di arrivo ma di partenza come fare questo percorso a due a due velocità diverse proprio come in un amplesso perché la simultaneità di emozioni sensazioni e la stessa identica intensità di sentimenti é cosa rarissima. Detto questo però non concordo sul fatto che per diversa maturità non ci sia trasparenza sui veri sentimenti perché il dialogo e la trasparenza sono alla base dell’amore. Se poi per problemi dell’altro per mancanza di maturità o perché vuole evitare discussioni non c’è trasparenza, se sei TU a non parlarmi dei tuoi disagi o di quelli che ti creo, dei tuoi bisogni o del tuo sentimento che vacilla o che si sta spegnendo lentamente e della tua non indifferenza verso altre donne QUALSIASI sia il tuo livello di maturità o timidezza o le tue paranoie sei tenuto a parlamene PRIMA di parlarne alla prima o al primo che passa… dirmelo anche appena senti attrazione o strane pulsazioni di cuore o nel basso ventre poiché OGNUNO É LIBERO DI FARE DELLA PROPRIA VITA QUELLO CHE VUOLE… DELLA PROPRIA NON DI QUELLA DEGLI ALTRI… Nessun rapporto é garantito come credo che NESSUNO voglia tenere a tutti i costi accanto a sé chi non lo ama più. Ma PARLAMENE … perché il PRIMO tradimento é TACERE. Questo è solo sinonimo dell’opposto e contrario dell’amore. Perché TACI? Per convenienza e tuo comodo. Tu provi. Vuoi PROVARE a vedere fino in fondo come va. Se poi al di là di una scopata vien fuori dell’altro che mi fa stare molto meglio che con te allora FORSE te ne comincio a parlare ma la maggioranza TACE perché è troppo comodo così e scomodo Dover prendere una decisione… e sei ormai Troppo coinvolto. Questi… Leggi il resto »

Alberto

Cara Melania, ho pianto al tuo racconto. Mi ci sono ritrovato, con la fortuna che tutto è durato un paio di anni e con la fortuna che eravamo fidanzati senza convivenza o altro. Ho cercato di andare oltre ma a distanza di 2 anni soffro ancora più di prima … la donna che ogni notte sognavo di portare all’altare, la donna che sarebbe stata per me la migliore madre che avrei potuto dare ad un figlio… LEI mi ha tradito ma un tradimento che fa più male di una semplice scopata. Non è stata onesta nel dirmi che probabilmente sta bene con me, ma non mi ama. Non è stata onesta perchè per due anni, tutte le persone che conosceva sul treno dove viaggiava per pendolarismo, non hanno MAI saputo che lei fosse fidanzata e proprio da una di queste conoscenze. Comincia il declino del nostro rapporto. E dopo un anno in cui mi sono umiliato, perchè mi son fidato delle sue parole, ho mollato il colpo, stavo cadendo nel baratro della depressione. Mai una scusa, mai scegliere di passare una giornata con me piuttosto che con lui in montagna. Beh dopo tutto questo, incontro due occhi che mi fulminano. Mi risvegliano da quel torpore e… non appena la notizia salta fuori, va in crisi, piangendo disperata che dovevo darle una seconda opportunità ed io per rancore non l’ho fatto ed ora piango lacrime amare, perchè non riesco ad andare oltre, mi manca un pezzo di cuore. Grazie per le tue parole, raccontano di una vita dedicata all’amore di una persona che crede nell’amore, e che come ogni persona che ama più gli altri che se stessa, soffre. Ti auguro di incontrare questa tua anima gemella, per poterti ricredere sulle delusioni della tua vita, perchè non è possibile che tutto… Leggi il resto »

Melania

Alberto non piangere… Ricordati NON FINISCE MAI CIÒ CHE ERA… e se é finita era perché NON era… Se fosse stato Alberto … se fosse stato da parte di lei vero Amore… NON avrebbe certo lasciato andarti via… Ti avrebbe ASSEDIATO e assediata la tua vita giorno e notte … Notte e giorno… buttandosi in ginocchio ai tuoi piedi perché l’amore GRIDA non tace e NON ti dá pace… Tant’è che c’è un proverbio… uno tra i tanti… QUANDO DUE SI VOGLIONO CENTO NON CI POSSONO… Questo vale anche per te che hai lasciato gridare questo amore solo nel tuo cuore ma SOPRATTUTTO per lei perché LEI doveva GRIDARTELO e di più… Chi ama VERAMENTE non si ferma al possibile ma fa l’IMPOSSIBILE perché nulla gli é impossibile… Basta guardare programmi come quelli della De Filippi a c’è Posta per te … e simili… Un tempo Castagna conduceva Stranamore… … ma al di lá di questo Alberto l’amore parla chiaro: o c’è o non c’è e se c’è ti cerca e si butta ai tuoi piedi piangendo e implorando il tuo perdono se ha sbagliato… L’amore con la A maiuscola se grida nel cuore grida anche fuori non urlando davvero perché non serve: il silenzio vale molto più di mille parole… Cosa ti ha detto questo suo silenzio di due anni? Tu ne soffri ancora ma lei non ci ha pensato due volte magari a ricostruirsi una vita e se pure così non fosse dove sta quello é il suo posto… Se così non fosse sarebbe lì tra le tue braccia… con la fede al dito… L’amore pur nel silenzio fa più rumore di cento Tir e più di cento Tir trascina e coinvolge … non devolve… L’amore PARLA anche senza parole… Non si ferma al tuo non perdono e… Leggi il resto »

Alberto

Lei ha iniziato a stare male dopo che io ho incrociato un’altra ragazza, mi ha implorato in mille modi, ma non ha mai dimostrato di aver rinunciato all’altro. Siamo andati avanti a frecciatine, ma io non volevo più tornare in quel triangolo di dolore. Ora che ho deciso di parlarle scopro, dopo che lei ha sempre negato rapporti con lui oltre all’amicizia, che è fidanzata da un anno. Andrò a curarmi, perchè soffro ancora molto e devo trovare il modo affinchè questo dolore venga metabolizzato. Grazie per le tue parole.

Alberto

Lei mi ha aspettato, ma io dopo tutta quella sofferenza sono stato codardo a darle una seconda possibilità, perchè le sue dichiarazioni di amore sono uscite solo quando ha saputo che avevo un’altra, non quando per 4 mesi piangevo ogni sacrosanto giorno, mai in quel momento mi ha chiesto scusa o ha dimostrato di scantonare LUI… e poi… se fosse stata davvero innamorata perchè mi avrebbe nascosto a tutti?

Barbara

Melania ho letto con attenzione le tue parole e non mi sento di fare commenti ulteriori in merito alla tua sofferenza che non sia già stata fatta, a parte dirti che mi dispiace per te. Vorrei porti però una domanda: hai mai pensato che hai ancora una possibilità di salvezza? Ossia che puoi ancora lasciarlo? È difficile, difficilissimo quasi impossibile. Ma è un’ opportunità che potresti ancora valutare. Un abbraccio

barbara

Melania, ancora mi sento di dirti che non si capisce perchè hai continuato a stare con quest’uomo. Scusami sarò franca, ma da ciò che scrivi si legge l’amore per quest’uomo, il dolore dei ricordi, l’esserti sentita tradita e lasciata sola in mezzo a tutti, l’essere stata capita poco dai figli etc..ma emerge anche molto attaccamento a ciò che è stato e che hai anche subito. questi uomini (e donne ci mancherebbe) sono egoisite e impietose e soprattutto non CAMBIERANNO mai. ti prego di rinunciare a tutto quello che è stato e di lasciarlo. a 56 anni non si è ormai aFFAtto vecchi/e . conosco una signora che ha lasciato il marito a 70!!!!!! ed è serena. Certamente sola, ma serena. non cercare un’anima gemella mentre hai ancora un marito, non arriverà se non qualche approfittatore desideroso di cercare comprensione. si sente la tua sensibilità, il tuo dolore…ti prego di riflettere e rileggere quello che hai letto. Finchè c’è vita c’è speranza ed è dannatamente vero

Melania

Barbara tra tanti uomini grazie della tua vicinanza ma è proprio la presenza e il toccare con mano tra questi uomini traditi che anche loro soffrono da cani e sono molto sensibili che mi dà la speranza che ESISTE la mia parte maschile. La mia anima gemella in tutto e ho deciso di cercarla perché non credo più al destino né alla vita che mi ha tradita.
Continuo a raccogliere il contrario di ciò che semino e basta col destino. Il destino ce lo facciamo noi.
Fai bene a scrivermi ancora perché manchi solo tu.
Hai ragione ancora devo risponderti ma solo perché tra donne ci capiamo meglio e quel che ho da dirti é troppo lungo e non ho tempo nell’immediato ma stasera lo farò per farti capire meglio la mia scelta!
Un grande abbraccio e grazie della vicinanza sorella di dolore.
Sarai ben più giovane di me. Quanti anni hai?

Barbara

Ciao Melania ne ho 46 e , una cosa che mi addolora molto è l’ aver perso tempo, il fatto che non potrò mai diventare madre. Sento molte storie come queste anche in giro, da far accapponare la pelle frutto di una mancanza di valori della nostra società assimilata ad un ampio e prodigo maschilismo. Gli stessi uomini, quelli che cercano di non esserlo maschilisti cadono nella trappola ma è un altro discorso. Ti sono vicina e ti capisco ampiamente.

melania

Grazie Barbara, eccomi sono qui per risponderti Soffrire é terribile, nessun vorrebbe MAI soffrire ma alla fine di questo doloroso percorso si esce con una marcia in più! Con questa marcia ti rispondo alla domanda: “perché non lo lasci”… quella più ovvia, più scontata… e qui si apre una voragine: – perché lo conobbi quando ero appena diciottenne – perché siamo cresciuti insieme in salute e malattia, ricchezza e povertà… e ci siamo sempre rialzati – perché è stato il mio primo grande amore… prima di lui solo un flirt di due anni – perché è stato il mio solo uomo: a lui diedi la mia verginità – perché non ho mai conosciuto altro uomo. MAI tradito da 36 anni… non so nemmeno cosa significhi il bacio di un altro uomo. – perché gli ho dato e mi ha dato i nostri figli che sono il frutto di questo amore. Potrei continuare all’infinito. Vedi? Quando cresci insieme ad un uomo da ragazzina e arrivi a stare con lui da una vita non riesci nemmeno ad immaginare un altro al tuo fianco e non ne senti proprio il bisogno ma se scopri dopo una vita insieme e dei figli che lui ti ha tradita allora senti TUTTO il peso di questi anni, e tutto quello che gli hai dato perché si soffre nella misura in cui si è dato. Io non ero più io. Quante volte prima nel parlare con un’amica ero così sicura di me nel dire che SOLO una cosa non avrei MAI perdonato in amore: il tradimento e mi vedevo già buttarlo fuori e non volerlo vedere MAI più Non volere nemmeno il mantenimento… Non volerci avere a che fare MAI più ma quando mi é successo dopo 19 anni di matrimonio e 5 di fidanzamento e i… Leggi il resto »

Barbara

Melania lascio ogni commento ad altri rispetto a questo uomo perché credo che, come donna, straparlerei e basta. Tutta la tua storia ha un vago (anzi per niente vago) sentore di maschilismo
La solita storia dove lui da principe azzurro si trasforma in orco che tradisce la moglie e oltretutto con una ventenne magari pure oca
Ovviamente la moglie fa la figura della stupida e tutti ne parlano,quindi c’è anche una dignità da difendere.detto questo capisco come ti senti e il perché yii non llp voglia lasciare. Credo che le tue scelte tu le abbia già fatte da sola e sappia bene come agire. Ciò che mi colpisce è la tua enfasi e l’ attaccamento ad alcuni ‘valori’ come ad esempio la fedeltà di una donna e la perdita della verginità (in questo caso non sono assolutamente d’accordo) . Siamo d’accordo che il concetto di verginità ha rovinato eserciti di donne per secoli????? Se poi mi dici che è bello stare per tutta la vita con la stessa persona questa è un’ altra cosa. Mi sento di darti uno o due consigli: 1. Mi rivolgerei se fossi in te a qualcuno che possa aiutarti a sfogare tutta la rabbia perché tu stia divorando e facendo vivere male, 2. Parlerei ancora con tuo marito o per lo meno gli direi in faccia tutto quello che pensi.

PS essere madre per ne non era così fondamentale è nemmeno mi ritengo da meno per non l’ aver avuto figliil. È l’ atteggiamento menefreghista e maschilista che mi ha ampiamente fatto incacchiare.d’ altronde per questioni di salute figli comunque non potrei più averne , quindi o mi trovo uno sposato o divorziato già con prole o sennò mi attacco al tram.

Nolan

>> quindi o mi trovo uno SPOSATO o divorziato già con prole o sennò mi attacco al tram
Diciamo uno divorziato/separato/single e padre… ma sposato anche no 😉
C’è già troppa gente che soffre qui per certe cose…

melania

Barbara ti completo la risposta: lui maschilista SI anche se molto meno ora perché in questi anni l’ho messo molto in riga, e lei oca giuliva anche e un cesso rispetto a me. MOLTO MENO TUTTO. … ma proprio per questo io stupida NO, la figura della stupida non la feci primo perché lui giocò la partita fuori casa in un paesino di Emme quanto l’oca e quindi qui nessuno sapeva nulla e nemmeno poteva immaginarlo., secondo perché stupida non lo sono mai stata, sono una fin troppo sveglia perché figlia di una Donna con le palle e se si dice “tale madre tale figlia” tale sono io oggi. Costretta a crescere troppo in fretta ero una donnina già a 9 anni quando mia madre scoprì il tradimento di mio padre e ne colsi lacrime e confidenze che fece alla sua più cara amica nonché piani per avere prove e tutto il resto. Fui complice di mia madre e mio padre benché laureato uomo facoltoso dovette presto fare i conti con due donne con le palle perché cresciuta lo redarguii anche io buttandolo fuori casa. Patii la mia infanzia e la scelta di mia madre che si sacrificò una vita per tenere unita la famiglia anche se dormivano solo a letto insieme ma lei non gli permise più di sfiorarla con un dito. Patii questa famiglia non famiglia con tutti i suoi retroscena assurdi che mi piacerebbe raccontarti Eravamo una bellissima famiglia, mio padre laureato era un uomo facoltoso che parlava correntemente due lingue e amava viaggiare. Mia madre non lavorava perché non ne aveva bisogno e noi vivevamo alla grande. Non ci mancava nulla tanto che finita la scuola seguivamo nostro padre per lavoro e poi attaccavamo le vacanze… In giro per il mondo la nostra era una vacanza… Leggi il resto »

Barbara

Nolan mi hai fraintesa , forse mi sono spiegata male. Intendevo dire: a 40 anni e più ho dei seri dubbi di trovare qualcuno libero. O sono sposati (e a quel punto dico di no perché a. non sopporto i fredifraghi, b per rispetto a me stessa e alla moglie) oppure divorziati con prole e troppo navigati. Per l’ uomo sposato mi è già successo in questo periodo che un uomo. Oltretutto facoltoso mi chiedesse a più riprese di uscire. Ovviamente gli ho detto di no. Grazie preferisco stare sola.
Spero di essermi spiegata meglio.

melania

Ragazzi non litigate anche fra voi o noi… Siamo una squadra… quella dei cuori infranti…
Barbara credo non intendesse dire di farsela con uno sposato…
… ma Barbara sei ancora nel pieno della gioventù matura… e proprio alla tua età la maggioranza si separa e cambia binario…
Oltretutto è più matura proprio per aver già sofferto un rapporto di coppia e fa scelte più oculate… non cerca di sbagliare ancora…
Ê ora che hai ottime speranze di trovate la tua anima gemella Barbara…
Te lo auguro con tutto il cuore

Nolan

Barbara… ho fatto un commento ironico (c’è pure l’occhiolino), non prenderla sul personale.
Ma ora ti rispondo perché non condivido una frase che hai detto, ossia… “ho dei seri dubbi di trovare qualcuno libero”. Eccomi… 45 anni e mai sposato, niente figli, single (non vederla come una proposta :)).
E ti garantisco che conosco molti ‘coetanei’ (diciamo dai 35 ai 50) che sono in questa situazione (e alcuni, io credo, sono anche in questo sito). Persone serie, mature, che hanno sofferto (chi più, chi meno) ma non demordono e lasciano aperte le porte del cuore. Hanno la speranza di trovare qualcuno che sappia ribaltare la loro vita ma… in positivo. Tanti forse non si sono accontentati (ed hanno fatto bene, con l’età si diventa più esigenti e razionali) ma non si danno per vinti e sanno che qualcuna la fuori è in cerca di loro.
Puoi essere tu.

melania

Bravo. Bravissimo Nolan… Questo è anche il motivo per cui nonostante la mia età mi permetto il lusso di rincorrere un sogno e di poterlo realizzare prima che lasci questa terra! Dopo tanto dolore ho chiesto questo proprio al Signore della vita… Ho accettato tutto, mi sono presa tutto quello che è venuto da questa vita ma anche ad un condannato a morte si lascia la facoltà di esprimere un ultimo desiderio e il mio é questo: conoscere l’uomo DEGNO di me. L’uomo che mi avrebbe regalato ogni giorno sorrisi e lacrime di GIOIA non di sconfinato dolore. L’uomo che mi avrebbe PROTETTA come credevo di esserlo dal resto del mondo NON quello che mi diede in pasto alla prima squallida puttanella 17 anni più piccola di lui trascinandomi in una competizione SLEALE. Lei 17 anni meno di me. La cosiddetta “carne fresca” che io definirei MARCIA, posseduta da chissà quanti lerci corpi come il suo!!! In questo ORRIBILE sconfinato dolore una delle cose che mi faceva assolutamente SCHIFO era proprio questa, il mio corpo era un ALTARE prima, ma lui lo ha PROFANATO andando con questa porca e chissà QUANTE altre perché magari con questa ci mise il cuore e io lo scoprii ma col lavoro che faceva spesso fuori CHISSÀ quante altre volte toccata e fuga… Roba di una notte. Magari mentre io ero sola a casa ad aspettarlo mentre allattavo i miei, i nostri cuccioli. Come, COME ha potuto permettersi di INFANGARE così il mio corpo purooo??? Credevo che il suo fosse una MIA esclusiva, come lo era il mio per lui… ma solo il pensare che non fosse così mi UCCIDEVA e NON potevo crederci mentre dicevo tra me, con le piccole prime prove tra le mani ” No, sarà solo all’inizio… non sarà arrivato a… Leggi il resto »

Barbara

🙂 ma no non l’ ho presa sul personale, ma ci tenevo a chiarire nel dubbio. È che mi fa molta rabbia tutto questo dolore che leggo da parte di tutti! Devo dire che questi scambi sotto le feste mi hanno aiutata molto, mi sono sentita meno sola. Nolan vorrei tanto allora trovare una persona che mi ami, che sia libero soprattutto nella sua testa. Il problema sono io. Sono arrabbiata per tutto, per essere stata una vera sprovveduta e aver sperato che le cose cambiassero . Non so se mi innamorerò mai più. Melania occupi il tuo spazio scusami. Tu invito -se lo ritieni opportuno ovviamente- di farti aiutare da qualcuno a tirar fuori tutta la tua rabbia. Male non fa.

Nolan

Certo che ti innamorerai, ma dipende solo da te.
Bisogna smettere di pensare che tutte le persone siano uguali, che tutte le storie finiscano allo stesso modo, che l’amore sia qualcosa che non ci appartiene.
Abbiamo solamente incontrato persone sbagliate, non possiamo avere la presunzione che al mondo siano tutti onesti, corretti e leali come vogliamo essere noi con gli altri. Purtroppo è spesso un percorso lungo, disseminato di pericoli e fallimenti…ma le cose più belle richiedono tante volte più fatica.
Se smetti di credere nell’amore tanti uomini perdono la possibilità di conoscere una persona vera ed in gamba come credo sia tu.
E viceversa. Rialziamoci e riproviamo…in fondo l’amore è un dannato bisogno che abbiamo tutti. E che rende più sensato vivere…

melania

Grande Nolan. Una sola persona che ci ha delusi NON rappresenta l’intera umanità. Un grande dolore NON sarà lo spaccato di una vita intera. Dopo la tempesta c’è sempre il sereno e prima o poi l’arcobaleno per ognuno di noi ma bisogna avere OCCHI per vederlo! Tutti abbiamo occhi per guardare pochi occhi per vedere eppure TUTTI li abbiamo! Gli occhi per “vedere” sono gli occhi con cui nasciamo: gli occhi da bambino… quelli che NON vedono MAI malizia e cattiveria nell’altro perché non l’hanno MAI nel cuore. Sono quelli occhi puri, puliti senza ombra e senza macchia che anche se sono stati ricambiati con malizia, cattiveria, pedofilia e quanto altro guardano sempre ALTRO e OLTRE. Non sono mai bassi dalla vergogna anche se con dolore NON dimenticano coloro che non ebbero nemmeno la dignità di avere quegli occhi bassi per la vergogna del male che hanno fatto proprio a loro… Eppure loro alzano SEMPRE quegli occhi al Cielo CERTI che ci sarà sempre il sole in ogni nuovo giorno che aspettano col sorriso di chi SA che NON qualcuno ma UNO manterrà le sue promesse ripagandoti di tanto dolore e cancellandolo con un colpo di spugna! Il segreto della VERA felicità NON è negli altri ma in quegli occhi, i nostri e nel COME guardiamo quelli degli altri, nella gioia e NON nella paura di andare incontro alla vita col sole negli occhi senza più ombre perché il mondo parte da ME. e se questo lo dice una come me che ha vissuto un apocalisse. e tu con quali occhi mi leggi??? Buona vita a tutti ritrovate quegli occhi per vivere la vita a colori quale riflesso di quell’arcobaleno già pronto per ognuno di noi. Come vedi Barbara non c’è rabbia in me ma solo tanto dolore NON abbastanza… Leggi il resto »

Barbara

Ciao Nolan, ciao a tutti. Vorrei incontrare un’ altra persona ma credo di esser in un circolo vizioso da cui è difficile uscire. Ho passato abbastanza indenne le vacanze anche se a Natale ricevo un messaggio con scritto: allora non ci sei a capodanno? (Noi abbiamo amici comuni e tutti gli anni lo passiamo in gruppo). Gli rispondo il giorno dopo e poi la faccio breve capisco che a capodanno lui andrà via con amici. Nella chat dove poi di aver la febbre.
A capodanno mi chiede : allora sei uscita? Gli rispondo il giorno dopo di nuovo e mi chiede così all’improvviso perché l’ho tolto dagli amici di fb. A parte che ero convinta l’ avesse fatto lui , glielo dico e lui risponde di no. Poi scompare all’ improvviso. Non risponde. Ieri notte mi chiede l’amicizia su FB ma è scomparso di nuovo. In sintesi persegue il suo delirio di rimanere amici. Per non parlare delle voce e paese, delle persone con cui ho litigato a causa della mia rabbia della gente contenta perché è andata male, vorrei davvero innamorarmi e dimenticare tutto. Ma la vedo molto molto difficile.
PS Nolan stai diventando il punto di riferimento per tutti!!!:-) Melania ti auguro di stare meglio mi spiace molto per te

Nolan

Innamorarti di chi se resti sempre (ed ancora) appesa a lui?
Rispondendogli non fai altro che alimentare il suo ‘gioco’ di tenerti comunque in sospeso.
Un tira e molla continuo che non porta a nulla.
Prova con un messaggio secco e diretto “si può sapere cosa vuoi realmente da me?”.
Vedi come e cosa risponde.

Barbara

Ciao Nolan
Hai perfettamente ragione. A ogni modo , anche se non ho detto le cose chiaramente credo di aver smorzato abbastanza ogni suo entusiasmo o approccio di qualsiasi natura essa fosse. La verità è che come al solito gli facevo comodo in questi giorni giusto per sapere se sono ancora viva. Fa lo stesso mi passerà. Ogni giorno va meglio.grazie a ogni modo

Dany

Cara Melania, mi ha colpito tantissimo il tuo racconto, così come quello di Dave. Siete due persone speciali che amano e credono fermamente nell’amore. Purtroppo chi ama è spesso destinato a soffrire e a pagare il prezzo per il suo amore smisurato. Io sono molto simile a voi, ma la storia della mia vita è molto differente. Anch’io ho amato e desiderato tantissimo un amore coinvolgente, appagante, un amore vero che dà gioia e felicità, di quelli che riempiono il cuore e la vita di una persona. Quindi diciamo che di carattere sono come voi. Ho purtroppo anch’io sofferto tantissimo e oggi mi rendo conto di aver sbagliato perché non si deve soffrire per persone che non meritano questa sofferenza. Pertanto cercherò di non commettere più quest’errore. La mia storia è però differente, perché comunque io non ho mai avuto storie così lughe come le vostre. Sono stato profondamente deluso da ragazze con cui speravo e credevo di intraprendere un percorso, mi sono innamorato di ragazze che mi hanno rifiutato non concedendomi nulla, ma alla fine forse sono stato un po’ più fortunato di Melania, nel senso che almeno non ho investito una vita intera in una persona che non condivide i miei sentimenti, le mie emozioni, i miei valori. Oggi sono single, e purtroppo cara Melania ti confesso che ho ormai quasi del tutto abbandonato l’idea di trovare la cosiddetta anima gemella. Sono disilluso e sono molto cambiato. Diciamo che sono diventato più egoista, più concreto e pragmatico. Penso che forse le persone come noi sognano tanto e cercano qualcosa di molto difficile da realizzare. Penso che forse esistano persone simili a noi, ma probabilmente l’anima gemella non esiste. Ho la sensazione di aver inseguito per anni una chimera, un sogno irrealizzabile. Perchè alla fine ci si scontra con… Leggi il resto »

melania

Ciao Dany, l’unica cosa che non hai sbagliato é quel “forse” anteposto allo “sbaglio”.
In quel “forse” c’è quella che un grande filosofo chiamava “Elan vital” la forza della vita!
La “speme” diceva Foscolo, la speranza ” é l’ultima a morire”.
Noi nasciamo da e per un atto d’amore e questo è per noi un bisogno atavico … primario e assoluto.
É la forza dell’amore che ci dá la forza di andare avanti e quel rincorrere quel sogno che ci fa rimanere eternamente giovani perché invecchia il corpo ma il cuore NO, il cuore spera sogna e aspetta senza stancarsi mai!
Non so quanti anni hai, “sento” intorno ai 45 ma l’età é poca cosa perché l’amore non ha età!
Tu lo aspetti ma non lo hai ancora trovato… parli di rassegnazione e pace ma non la trovi perché senza amore non c’è pace né rassegnazione perché l’amore é VITA …
… e ci si sente morti dentro quando non si è amati e nulla ha senso!
Tu sei morto dentro ma ancora vivo e ti mantiene vivo la SPERANZA di abbracciare questo sogno che rincorri da una vita…
Non mollare e aspetta ancora… arriverà quando meno te lo aspetti vedrai…
Questo vale per tutti noi…
anche se bisogna agire… non solo aspettare… andare incontro a quel sogno… cercare di realizzarlo…
cercare nel vero senso della parola…
Un po’ una caccia al tesoro di un tesoro nascosto in un paio di occhi puliti che un giorno incroceremo quando non ce lo aspetteremo più… ma è come se li conoscessimo da una vita… specchiarsi nella nostra anima… e allora il passato sarà un battito d’ali su cui planare verso quella vita a colori che finalmente ci sorriderà!

Dany

Cara Melania, hai proprio indovinato, perché infatti ho 46 anni. Le tue parole sono splendide e rispecchiano davvero la tua personalità; sei una persona eccezionale ed è triste vedere come la vita ti abbia riservato queste delusioni mentre invece meritavi di realizzare il tuo grande sogno. Ma purtroppo la vita non segue mai i nostri criteri, non premia e non punisce.
Colpisce spesso a caso, senza riguardo. Mi ha colpito la ricorrenza con cui i tradimenti si sono manifestati dapprima con tuo nonno, poi tuo padre e poi con il tuo compagno di vita. A volte è incredibile come le disgrazie, i dispiaceri o i fatti della vita si tramandino di generazione in generazione. Dovresti leggere il libro “La sindorme degli antenati” di Anne Ancelin Schützenberger. Io l’ho letto ed è affascinante, leggilo, vedrai che ti appassionerà.
E’ tutto vero ciò che dici sulla speranza e sull’amore. Purtroppo però non è sempre vero che arriva quando meno te lo aspetti e che così è per tutti, nel senso che non necessariamente accadrà ciò che si desidera e non necessariamente tutti realizzano i propri desideri.
Diciamo che i fatti sono una cosa, i desideri un’altra e basta guardarsi in giro per trovare persone che non sono riuscite a realizzare i propri desideri.
Grazie per le tue parole, spero tanto che tu possa riuscire a realizzare il tuo desiderio. Se però riuscissi a trovare un’anima come la tua cosa faresti?
Lasceresti tutto così com’è e allacceresti un rapporto di pura amicizia o amore platonico? Ma così non aggiungeresti altra sofferenza dovendo rinunciare a un nuovo possibile amore? O alla fine lasceresti tutto e correresti da lui? Un caro abbraccio Melania.

melania

Dany, queste domande mi hanno preso il cuore tanto che ti ho scritto a lungo finora ma Batteria scarica. Mi ha cancellato tutto.
Riproverò domani.
Domani, non un giorno in meno di chi fa il conto alla rovescia in tanto dolore ma un giorno IN PIÙ di sogni e speranza,
la speranza che sia il giorno giusto, il giorno giusto del fatidico giorno,
quello che aspetti anche tu o che ti coglierà di sorpresa.
perché la vita è una meravigliosa avventura quella di un insospettabile arcobaleno dopo una temibile tempesta!
A presto.
e Coraggio, Non farti vincere dalla vita ma VINCILA con i tuoi sogni.
Sei ancora vivo e questo basta.
Un abbraccio anche a te.
Siamo anime simili con sogni simili…
raggiungerli o meno dipende solo dalla nostra forza di volontà e dal nostro credo!
Ti risponderò molto presto peccato che ha cancellato tutto. Peccato ma niente capita per caso.
Forse non sarebbero state quelle le parole per farti capire veramente quello che farei o non farei o quelle per scuoterti e farti gettar via la tua bandiera bianca!

melania

Eccomi Dany… Se dovessi incontrare un’anima come la mia che farei??? Innanzitutto se avvenisse via internet vorrei conoscerla di persona nell’immediato. Credo che saprei subito se é la mia anima gemella o no perché la riconoscerei tra un pulpito di persone… perché la riconoscerebbe il cuore prima dei miei occhi che comincerebbe a battere all’impazzata già vedendolo da lontano… Quando saremo vicini credo che i nostri occhi incontrandosi metterebbero a tacere le nostre bocche che per lunghi interminabili minuti faticherebbero a presentarsi con un “piacere”… Sarà uno specchiarsi uno negli occhi dell’altro e rivedersi giovani… ragazzi.. congelati in attesa di questo incontro… Ci sembrerà di conoscerci da una vita e ogni raccontarsi sarebbe superfluo… Sarà un incontro magico che con un colpo di spugna non solo cancellerebbe ogni dolore ma ne troverebbe allora un tal senso da gridare in cuor mio: ” … ne era valsa la pena…!!!” … proprio come quando una donna partorisce il proprio bimbo… Nessuna doglia e nessun dolore può esser MAI comparato a tanta GRANDEZZA della natura… Ha dato alla luce un altro essere, frutto di tanto amore… Cosa mai saranno quei dolori? Nulla… davvero NULLA … e quando stringe tra le braccia quella meraviglia… dice tra sé: ” erano davvero troppo pochi!” … Personalmente nei miei parti non ho mai dato un urlo di dolore perché il solo pensiero di partorire qualcosa più grande di me stessa mi faceva sentire infinitamente piccola… prona verso Madre Natura e quel Creatore tanto perfetto eppure non superbo da inchinarsi verso di me e di me servirsi per procrastinare la specie… Ecco… Questo incontro tanto atteso e anelato sarebbe come e più di un parto… perché puoi partorire un figlio ma NON un grande amore … Un figlio puoi farlo alla luce anche da sola sebbene per concepirlo… Leggi il resto »

Dany

Carissima Melania, allora speriamo con tutto il cuore che tu possa finalmente incontrare la tua anima gemella e tu possa realizzare il tuo sogno che così bene e con così belle parole hai espresso. Sarebbe bello, però, che nel momento in cui tu riuscissi a realizzare il tuo desiderio ci comunicassi la bellissima notizia, in maniera che anche noi possiamo festeggiare ed essere felici per te e insieme a te! Ti prego, se tu riuscissi a realizzare il tuo sogno facci sapere, non tenerci all’oscuro! Un abbraccio grandissimo cara Melania!

Melania

Certo Dany come no. Non vedo l’ora di realizzare questo sogno e tu sarai il primo con cui lo condividerò attraverso questo sito per dare coraggio e speranza a tutti.
Quel giorno scriverò un’altra storia dal titolo:
I SOGNI FATTI UNA VITA SI REALIZZANO…
In realtà a me si stava quasi realizzando… così credevo.
Ho capito dopo 3 anni che non era lui… ma senza avere alcuna relazione…
Forse racconterò la seconda parte di questa storia, quella che mi ha dato l’input a rincorrere quel sogno senza aspettarlo più!
A presto.
Un abbraccio Dany e buona vita e soprattutto buon amore anche a te e che sia quello giusto, anche per tutti voi…
L’amore quello VERO é gioia non lacrime e dolore e ricordate NON FINISCE MAI CIÒ CHE ERA e se é finito NON era quindi non si è perso nulla
Basta continuare ad aspettare o meglio cercare…