Umiliata

Ho conosciuto questo ragazzo molto più giovane di me ed è iniziata una fortissima passione, sembrava di aver trovato la persona che capiva esattamente i miei desideri più nascosti e proibiti. È sempre rimasto tutto sul piano solo del sesso,nessuno sapeva di noi, ci si vedeva una volta alla settimana per qualche ora, ma comunque ci sentivamo quotidianamente, anche telefonate di ore intere,centinaia di sms. A inizio gennaio, dopo quasi 3 mesi di questo intenso rapporto, ho scoperto di essere incinta. Non gli ho mai attribuito tutta la colpa, sapevo che non eravamo stati attenti e da subito la scelta del l’interruzione è stata l’unica che abbiamo considerato.

Purtroppo l’ho visto da quel momento allontanarsi, passava giorni interi nel silenzio e alle mie richieste di spiegazioni rispondeva in modo scocciato. Eppure mi continuava a ripetere che era giusto affrontare la cosa insieme che mi sarebbe stato vicino, anche se non sopportava di sentire i miei sfoghi e la mia tristezza per quello che stavo andando ad affrontare non certo a cuore leggero. La sera prima dell’intervento (a cui si era offerto di accompagnarmi salvo poi cambiare idea causa lavoro) avevo bisogno di qualche parola di conforto mentre per l’ennesima volta mi sono sentita accusare di essere troppo agitata e di non ascoltare le sue rassicurazioni. Sono entrata in ospedale da sola, all uscita dalla sala operatoria gli ho telefonato e lui in tutta risposta si è lamentato dei suoi problemi a lavoro. Uscita dall’ospedale verso sera l’ho chiamato e anche lì non ho ricevuto il conforto e la vicinanza che speravo. Sono passati 6 giorni da allora e non ho più avuto sue notizie. Anche da parte mia è sempre stata una storia di sesso ma penso che una vicenda del genere anche solo a livello umano dovrebbe creare vicinanza. Sono stata in sala operatoria con anestesia generale e lui nemmeno il giorno dopo non ha avuto cuore di chiedermi come stessi.

La mia intenzione è sparire e non farmi sentire mai più. Ma spesso mi prende una tristezza, un senso di umiliazione al pensiero che esistano persone del genere. Continuo a sperare di sbagliarmi perché non esiste un modo di mandare giù una delusione simile. Grazie a chi mi ha ascoltata

da: Alica

8 Commenti

  1. Dicono che in amore vince chi fugge.
    Io fondamentalmente non ho mai seguito wuesta cosa. Da razionale ti direi scompari, vedi un po cosa ti dice.
    Da persona passionale ti dico, carcalo, chiedi spiegazioni. Lasciate e rancori e ritornate quelli di prima.

    • Chiedere spiegazioni… l’ho pensato molte volte, ma una persona che sa che ho subito un intervento per quanto lieve, e sa di c’entrare quanto me in questa storia, e non si preoccupa nemmeno di chiedermi come sto? Che uomo è? Che schifo fa… nella mia testa gli ho augurato tutte le cose peggiori… potevo anche non essere importante per lui ma sono comunque finita in ospedale per “risolvere un errore” combinato in 2. Almeno un po’ di rispetto come persona lo meritavo… è questo che mi fa stare male, la rabbia di essere umiliata e buttata in questo modo.

      • cara Alice, hai detto proprio giusto. Che schifo fa un uomo del genere? Non merita neanche considerazioni. Si deve soltanto vergognare per come ti ha usata, per come ti ha trattata. Anche se era solo sesso per entrambi, io credo sempre che in mezzo al sesso ci sia anche qualcosa in più, anche se le persone non vogliono ammetterlo, ma un po’ di sentimento, un minimo di amore c’è sempre. Ne voglio essere sicuro che sia così, e secondo me per te era proprio così. Per questo ci stai così male. Forse pensavi di farlo innamorare andando con lui, invece ti sei accorta di quanto faccia schifo come persona.
        Anche se difficile, posso solo consigliarti di non cercarlo mai più, e far sì che lui sparisca dalla tua vita.

        • Dave79 non parlerei di amore, ovviamente un rapporto intenso e quotidiano porta ad affezionarsi, ma non ho puntavo all’amore. Diciamo che però pensavo di conoscerlo bene e credevo che almeno il rispetto e l’umanità li avrei ricevuti. Ci sto male per la meschinità del gesto, per la vigliaccheria per la crudeltà nell abbandonare all’improvviso qualcuno con cui si è condiviso molto. In certi momenti spero ancora di sbagliarmi, spero ci sia una spiegazione diversa per alleviare almeno un po’ l’umiliazione. Ma da parte mia voglio essere forte e non chinare la testa. Voglio guardarmi allo specchio ed essere fiera almeno di una cosa, di aver lasciato perdere un essere orribile che mi ha già fatto perdere gran parte della mia dignità

  2. Ho questo amico spagnolo che tempo addietro stava scopandosi un’attricetta di Madrid, tanto sesso e niente impegni . un week end Sono andati a fare una gita in campagna e la simpatica ragazza , contro ogni buon senso e ogni raccomandazione, si è arrampicata su un albero solo per caderne malamente ed acciaccarsi per bene . Ecco, a seguito di questo incidente, il succitato amico oltre ad accompagnarla all’ospedale le è stato vicino per i mesi della riabilitazione , ha portato i genitori di lei a trovarla -tal volta facendo parecchi chilometri- e così via.Poi la loro storia è finita , nel rispetto reciproco ed al limite avendo trovato un amico. Avrei semplicemente potuto dire che hai frequentato una grandissima merdaccia e che non vale la pena darsi pensiero e che dopo quello che è successo meriterebbe solo che gli vengano amputati i testicoli , epperò c’è bisogno che si sappia che oltre aii narcisisti ,bambinoni e stronzi che tanto vi piacciono ci sono una serie di esseri umani che hanno un minimo di …come dire… umanità , appunto. Sappiate scegliere con un po’ di criterio ! Zio Cagnolone!

    • A saperlo prima cm si comportano le persone certo che determinati individui sarebbero scartati in partenza. Ho sempre troppa fiducia nella buona fede degli altri… certe bassezze non le avevo mai vissute sulla mia pelle oltre a non avere mai fatto nulla per meritarmele… ho pensato ogni momenti a come vendicarmi ma credo che un uomo da schifo del genere non sarebbe toccato da niente (purtroppo). Ignorarlo e provare a dimenticare il senso di umiliazione,questo vorrei imporre a me stessa

      • l’unica persona che ne esce umiliata è lui. Tu si stata molto coraggiosa ad affrontare tutto da sola. Un abbraccio grande

  3. … che vuoi che ti dica?
    Non ho pietà per le donne come te, che per ricercare l’amplesso perfetto non usano le adeguate precauzioni.

    Lui ti ha usato come nave scuola e ora giustamente ti ha scaricato dinanzi alle prime difficoltà.

    Tu ti sei rovinata l’esistenza da sola in quanto hai ucciso quella che sarebbe stata una tua grande felicità nonché unico vero amore: un figlio.

    Io non so certe donne cosa abbiano in testa.
    Forse il vuoto, lo stesso che ti lascia l’aborto e che ti accompagna fino alla morte.

    Non passerai un solo giorno senza chiederti come sarebbe stato se invece tu avessi accettato quel bambino, perché alla fine è questo l’aborto.
    Elimini fisicamente un futuro essere umano, ma dentro di te resta comunque il suo passaggio.
    Robe che nemmeno i dottori sanno curare.

    Io posso solo augurarti tanta vacuità esistenziale di modo che tu possa vivere serenamente il resto della tua vita nonostante tutto.

    Non sei stata umiliata, l’umiliazione è altro.
    Avete fatto schifo entrambi, che è ben diverso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *