Home / SOFFRIRE PER AMORE / Sono stata lasciata e soffro

Sono stata lasciata e soffro

Racconto la mia storia sperando che qualcuno avrà voglia di darmi qualche consiglio su come affrontare questo momento per me difficilissimo.
Ci conosciamo da quando io avevo 16 anni e lui 19. Ci piacciamo ma non succede assolutamente nulla. Poi dopo circa tre anni ognuno prende la sua strada. Lui conosce una ragazza, si sposa e ci fa un figlio. Io conosco un ragazzo con il quale dopo otto anni di frequentazione decidiamo di comprare casa e andare a convivere.
Durante i lavori di ristrutturazione della casa scopro che lui mi tradisce. Vado in crisi, sto male ma decido comunque di dargli un altra possibilità e iniziamo la convivenza nella nostra nuova casa.
Purtroppo non riesco a dimenticare quello che é successo e il rapporto tra di noi diventa sempre più freddo.
Incontro di nuovo quel ragazzo che mi piaceva quando avevo sedici anni. Nel frattempo lui si é separato.
Ci piacciamo ancora come tanti anni prima e cominciamo a frequentarci.
Lascio il mio compagno e vado a vivere da sola.
Frequento questa nuova persona per cinque anni. Mi dice di vomere figli con me, di voler convivere e condividere la sua vita con me.
All inizio, forse per paura, gli dico che non mi sento pronta per un altra convivenza anche perché stavamo insieme da un solo anno.
Adesso, dopo cinque anni, mi sento pronta e ho voglia di condividere totalmente la mia vita con lui. Si é tirato indietro e a luglio mi ha lasciata con un sms perché adesso dice che lui non é portar per la convivenza o il matrimonio.
Ad ottobre torna a cercarmi dicendomi che senza di me sta male. Ci rimettiamo insieme. Dura quindici giorni e poi sparisce di punto in bianco con un sms.
Non lo cerco più. A capodanno mi arriva un suo messaggio dove, oltre agli auguri, mi dice che gli manco tantissimo, che mi pensa sempre ecc.
A metà gennaio ci incontriamo. Mi racconta di amarmi alla follia. Di volere un figlio e di voler vivere con me.
Passano quindici giorni e di nuovo mi lascia. Lui per la convivenza proprio non é portato. Dice che pensare di stare per sempre con una persona lo spaventa.
Dopo un estato di pianti e crisi depressive ripiombo nel baratro.
Ma com’è possibile che quindici giorni fa volesse un figlio e una convivenza da me e ora mi dica che lo spaventa stare per sempre con una persona?
Vi prego datemi la vostra opinione. Non so più cosa pensare e sto soffrendo tantissimo.

da: Mia

5 Commenti

  1. Un uomo con due coglioni così, non c’è che dire!

  2. Mia, che dire, lui è rimasto indietro secondo me di tantissimi anni. Forse vorrebbe tornare indietro, quando aveva 18 anni, in cui viveva con i genitori, faceva quel che voleva, e non aveva la minima responsabilità.
    Le responsabilità lo spaventano alla grande da quel che vedo, lui ti vuole, ma credo che voglia anche tutte le altre. Nel senso, lo spaventare stare per sempre con una persona? Cosa lo spaventa? Se ami davvero una persona non vedi l’ora di stare tutta la vita insieme a lei, almeno io credo debba essere così.
    Lui ti vuole, ma vuole anche essere libero di frequentarsi con altre ragazze….Ti ha mai detto il motivo per cui si è separato dalla ex moglie? Io credo sia proprio per questo motivo…..
    Il mio consiglio in sostanza è di lasciarlo perdere, per sempre. Non è più come quando avevi sedici anni e lui diciannove. Lui deve crescere e fare l’uomo una volta per tutte nella sua vita!!
    un abbraccio

  3. Mia, hai a che fare con un immaturo. Lasciarti con un sms denota proprio il fatto di essere un ragazzino mai cresciuto. Come fai a fidarti di uno così? Come fai pure a pensare di farci un figlio, visto che cambia idea come cambia camici? E’ un ragazzino vestito da adulto ed è decisamente inaffidabile. Secondo me gli hai dato fin troppe chances. Sei stata troppo buona o anche tu troppo immatura. Se vuoi un consiglio la prossima volta che ti scrive che gli manchi non aspettare altri 15 giorni che ti lasci di nuovo per dirti che non è fatto per avere un rapporto stabile o per la convivenza. Mandalo decisamente a quel paese e digli che la convivenza non la vuoi tu con un tipo che dentro alla testa ha tre bacherozzi: due che girano la corda e uno che salta. Guardati intorno Mia hai mezza umanità a tua disposizione, non fissarti con uno che non sa nemmeno quel che vuole. Mi dispiace di essere stata un po’ “pesante” cara Mia, ma rileggiti la tua lettera come fosse di qualche altra ragazza che non conosci. Poi fermati a pensare a che consiglio le daresti. Dieci a uno che le diresti di dimenticarlo e di metterci una pietra sopra. Ti mando anche io un abbraccio.

  4. Ragazzi grazie per le vostre parole. Poterne parlare con qualcuno mi fa sentire un pochino meglio. Concordo con voi sul fatto che é una persona immatura e forse sono immatura anch’io che gli credo e mi lascio trattare in questo modo. Ma quando si é innamorati il cervello si annebbia completamente e si smette di ragionare.
    E hai ragione Daniela. Se leggessi la mia lettera pensando che a scriverla sia stata un altra persona sicuramente gli direi di non perdere tempo dietro a un coglione del genere perché è certo che non vorrà mai nulla di importante.
    Ma quando ci sei dentro, chissa perché, diventa tutto piú difficile.
    Un bacio e grazie mille per il supporto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close