Home / SOFFRIRE PER AMORE / Sono stata l’amante di un uomo sposato

Sono stata l’amante di un uomo sposato

Sono stata l’amante di un uomo sposato. Mi svegliava con SMS del  buon giorno e mi addormentavo con quello della buona notte. Mi scriveva parole d’amore, mi dedicava canzoni romantiche, mi diceva sempre che mi amava. Ero io che gli dicevo di  smetterla perché era imbarazzante. Mi abbracciava anche in pubblico ma io non volevo perché se la  moglie fosse venuta a conoscenza, visto che abitiamo vicini ed è molto conosciuto dove abito, la storia sarebbe finita ma lui mi diceva sempre di stare tranquilla visto che gira per lavoro ho fatto viaggi  bellissimi con lui.

Mi ha aiutata a sistemare casa, aveva le chiavi di casa mia e veniva quasi tutte le sere. Ero troppo felice, ma dietro tutto ciò si nascondeva un forte gelosia che subito  non avevo capito. Dopo ogni normale discussione vedeva sempre imboscate per lasciarlo poi si scusava e mi diceva che ha capito e non succederà più ma l’altra sera però si è ripetuto. A questo punto dopo una notte insonne e una giornata passata a piangere per le cose ingiuste che mi diceva via SMS gli ho chiesto le chiavi di casa perché certe frasi mi facevano paura. Mi ha detto che me le avrebbe date alla sera al ritorno dal  lavoro ma così non fu. Lo chiamai per chiedere informazioni ma mi disse che era fuori città per lavoro. Non gli credetti e visto che abita poco lontano da casa mia andai da lui e una volta suonato mi rispose “chi è?”Gli chiesi le chiavi e mi sentii svenire, appena visto sono scoppiata e nel giro di un minuto gliene ho detto di tutti i colori. La moglie ha sentito tutto dal citofono e sono molto dispiaciuta per lei,  credetemi. Adesso mi attacca e fa la vittima, ma sono disperata anch’io e sono distrutta. Lui sa tutto della mia vita ed io invece nulla e penso che su alcune cose mi ha raccontato tante balle ma nonostante tutto sento la sua mancanza. Me ne sto in casa a piangere, dormo e mangio pochissimo, chi di voi vuole aiutarmi? Grazie

da: Paola

4 Commenti

  1. Ma dico io, con tutti i bravi ragazzi che ci sono in giro ti dovevi mettere a fare proprio l’amante di un uomo sposato e per di più cojone? Ma na cosa più sana no? Un corso di restauro, una gita al caminito del rey, la marathon de sables; davvero, c’è l’imbarazzo della scelta. Capisco trombare, il gusto del rischio e del proibito però almeno quando le cose vanno male non me smettete de magnà, sennò non mi state in piedi!
    pars construens: dimentica il subumano -prima manda una guantiera di cannoli e cassatine alla moglie, mi sembra il minimo- trovati una situazione più serena e goditi la vita. Se ti piace soffrire e far soffrire , aho i gusti so gusti, continua ‘sto strazio.
    A te la scelta

  2. cara Paola, dal tuo racconto probabilmente un po’ disperato, non ho capito se tu sapessi già che lui era sposato o se l’hai scoperto solo quando sei andata a casa sua per prenderti le tue chiavi.
    Chiaro che se lo hai scoperto a “sorpresa” in quelle circostanze hai fatto benissimo a scoppiare, e anzi, ti dirò di più, per sfogarti del tutto e stare meglio hai secondo me la necessità di svuotare il sacco anche con sua moglie.
    Anche lei ha il diritto di sapere con che uomo meschino sta passando la sua vita!!
    Invece, se già sapevi la sua condizione, penso che non hai nessuna ragione di arrabbiarti e di essere disperata. Diciamo così che te la sei cercata. In ogni caso, mi spiace molto per quello che stai passando, ti sono accanto

  3. Sinceramente Paola, non mi piace come ti sei comportata. Hai preso di quell’uomo le cose più belle (sms teneri mandati la mattina e la sera, i viaggi…) ma sapevi benissimo che era sposato (forse conoscevi di vista la moglie visto che abitate vicini). Non mi sembra ti sia fatta nessun problema. Te lo sei fatto solo dopo che questa persona si è dimostrata paranoica e gelosa in maniera troppo ossessiva. Allora ti ha fatto paura. E volevi farti ridare la chiave. Dai non dirmi che non sapevi che andando sotto casa sua, la moglie non poteva insospettirsi. Possibile che un altro modo non c’era per riaverle indietro? Aspettarlo che esce di casa, andare al suo lavoro o incontrarlo in bar che frequenta di solito per il caffè… Insomma sicuro c’era un modo per non andare sotto casa. Ma tu l’hai fatto. Sinceramente Paola cosa chiedi ora?
    Per me sei stata fortunata. Non piangerei per un uomo geloso fino alla paranoia. Anzi te ne sei liberata. Spero solo che se ne liberi pure la moglie che oltretutto non ha nemmeno potuto usufruire né dei messaggini teneroni né dei viaggi…

  4. Non ho capito…lo hai descritto come un geloso- possibile stolker nei tuoi confronti e poi ti manca?

    Che tipo di sms può averti scritto da farti mettere paura e indurti a lasciarlo considerato che il fatto che fosse sposato per te è stato un dettaglio ininfluente?

    Mi spiego meglio: lo conosci, scopri che è sposato, te ne fotti e diventi felicemente la sua amante. Ti fai metter su casa, ci viaggi insieme tantissimo e poi lui improvvisamente diventa geloso e ti scrive sms che ti mettono paura tanto che decidi di lasciarlo…
    Non contenta vai a cercarlo a casa sapendo che c’era la moglie presente, per farti restituire le chiavi di quella che in definitiva è anche casa sua (visto che ci veniva ogni sera e ti ha aiutato a sistemarla) e gli fai saltare in aria il matrimonio.

    Se lui è realmente il geloso patologico che hai descritto sappi che il peggio deve ancora arrivare e ti farà passare ogni nostalgia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close