Mi manca

Quanto è brutto quando ti manca una persona, una di quelle persone che magari ti hanno fatto sentire speciale, e poi? Se ne sono andate, se ne vanno perché trovano di meglio, perché forse il nostro amore non era sufficiente quando poi ne era più che sufficiente. Oggi voglio raccontare la mia storia,sono passati due anni ma ancora a pensarci mi sento bene, quando adesso non mi rimane nulla, se non dei ricordi, solo stupidissimi ricordi.
Mi ero fidata, di nuovo, era un periodo brutto e lui fu l’unico che mi ritrovai vicino, la nostra non era una storia in cui ci parli,  scherzi, il nostro amore era fatto di sguardi, conversazioni che non finivano mai, avevamo entrambi il cuore spezzato, lui per la sua ex, io per il mio migliore amico che non ricambiava.
Passavano i mesi, lui cercava di avere un rapporto ma io lo respingevo, mesi dopo mi sono accorta di amarlo, non so cos’è l’amore, so solo che con lui stavo bene, e “sorridevo”, c’è differenza tra il “ridere” e il “SORRIDERE”, beh lui mi faceva questo effetto, mi faceva sorridere veramente.
E adesso due anni dopo mi ritrovo a piangere, vi chiedete perché? Perché era troppo stupido, aveva paura di amarmi, mi faceva sorridere e poi mi distruggeva, mi distruggeva e poi mi faceva sorridere, cosa dovevo fare?
Abbiamo preso due strade diverse ma non l’ho mai dimenticato, spesso mi capita di vederlo fra la gente, mi capita che quando sento il suo nome mi giro per cercarlo mentre non c’è. Ho un vuoto dentro incolmabile, non so come uscirne, mi manca.

da: Francesca

2 Commenti

  1. Chissà se il tuo era amore o qualcos’altro, anche perché è davvero difficile definire cos’è l’amore. Di certo ti manca, ma credo ti manchi più il modo come ti faceva sentire che lui stesso.
    Questo significa che da quel momento non sei più davvero felice e credi che solo lui possa riuscirci, ma sbagli alla grande.
    Inoltre entrambi uscivate da una storia d’amore, almeno lui, mentre a te piaceva un altro, adesso che c’è più equilibrio ne senti la mancanza, ma credo che tu debba cercare dentro di te quello che credi ti possa dare lui.

  2. Quanto sono brutti i tira e molla, ti logorano, poiché non c’è chiarezza, non c’è trasparenza. Ti dirò che è meglio avere a che fare con una persona che ha paura di amare piuttosto con una che è sicura di se e al primo intoppo fa i bagagli e scappa, paura è sinonimo di insicurezza, l’insicurezza c’era per timore di poterti far male, di non essere all’altezza della situazione, forse perché dall’altra parte non si sentiva protetto da questo punto di vista.
    Io penso di essere uno dei pochi a favore delle “cosiddette minestre riscaldate” infatti dico sempre che se le minestre riscaldate non sono buone gli spinaci ripassati in padella sono squisiti, è vero se ci si lascia un motivo c’è, ma le persone potrebbero maturare, cambiare, acquisire esperienza, soprattutto se passano anni, io stesso ho alcuni amici che si sono lasciati, dopo alcuni anni si sono incontrati di nuovo (mai dimenticati) si sono rimessi insieme e sposati. Vedi Francesca è difficile dimenticare chi ci ha fatto star bene, e se ciò che senti dentro è così forte prova a cercarlo, dichiara i tuoi sentimenti, a prescindere dall’esito ti toglierai un bel mattone dallo stomaco e non avrai rimpianti per non averci provato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close