Un anno buttato per ritrovarsi a stare peggio

Conosco questo sito da un po’, in passato ho anche lasciato qualche commento sotto alcune storie, oggi voglio raccontare la mia (in parte) e di come in un paio di giorni abbia perso un anno di progressi.

Ho 34 anni e circa un anno fa decido di porre fine ad una sorta di relazione complicata (che durava da 4 anni) con una ragazza di pochi anni più piccola di me, il motivo oltre la lontananza è che non sentivo quasi più nulla da parte sua e questo mi faceva soffrire molto. Io lavoravo nella sua città e quando è finito il mio contratto purtroppo non ho ottenuto il rinnovo, ciò mi ha costretto a tornare a casa (a 400km di distanza) e trovando un altro lavoro dalle mie parti non ci siamo più visti pur restando in contatto. Da parte mia ho sempre proposto di rivederci, in occasione delle ferie estive, nel periodo natalizio, a gennaio e febbraio (diciamo nei mesi prima che scoppiasse il caos covid), ottenendo in tutta risposta delle “non risposte”, un procrastinare con scuse patetiche di non vuole ma non ha neanche gli attributi di dirtelo per bene in faccia.

Mi prendo il lookdown per riflettere, riesco a mettere i miei pensieri e le mie emozioni in fila in una lunga lettera dove le comunico che è mia intenzione tagliare i ponti perché la situazione che si è generata tra noi due, la sua indolenza e le sue scuse mi fanno solo soffrire. Lei ha delle rimostranze alla mia decisione che sono più che altro i suoi soliti tentativi di deresponsabilizzarsi. Ma ormai la decisione è presa, sono esasperato sofferente e deluso ma vado avanti.

Durante quest’anno di distacco totale io sto molto meglio, chiaramente la penso ma non le scrivo (neanche gli auguri per le feste), tranne per gli auguri per il suo compleanno, in compenso mi scrive diverse volte lei per chiedermi come sto ecc., io le rispondo sempre gentilmente ed un po’ distaccato.

Il “dramma” avviene 25 giorni fa quando una sera mi ricontatta dicendomi che si è trasferita momentaneamente in una regione del Nord e che prima di salire mi ha pensato molto, che ci tiene veramente a me e quant’altro e mi invita (ripetendolo più volte) a raggiungerla da lei a giugno.
Io ero nel bel mezzo di un progetto importante con alcuni colleghi di un corso, le rispondo gentilmente come faccio con tutti, la ringrazio dell’invito e le spiego il mio momento pieno, facendole capire che comunque mi ha fatto molto piacere l’invito e ci penserò. Cosa che realmente ho fatto.

Orbene, faccio passare quelle due settimane intense e la ricontatto dopo 18 giorni contati di calendario per dirle che avrei deciso di accettare l’invito, visto che in fin dei conti era stato proprio il non vedersi a portarmi alla decisione di tagliare i ponti. Già dalla prime battute appare titubante, sembra già essersi rimangiata tutto, nonostante a parole continui a dire quanto ci tenga a me ma allo stesso tempo si vede che si sta arrampicando sugli specchi. Fatto sta che dopo un po’ la verità esce a galla ed è la peggiore di tutte, lei si sta frequentano con un altro (cosa che già mi dà una brutta botta nonostante è una cosa che avessi messo da sempre in conto potesse succedere) da 15 giorni. Basta fare due calcoli elementari, io le scrivo dopo 18 giorni che mi ricontatta per invitarmi da lei, lei si frequenta da 15 giorni, 18-15=3.

3 giorni dopo! 3! dopo quello che mi ha detto, dopo l’invito a raggiungerla 3 giorni dopo si frequenta con uno. Non so se sono io melodrammatico ma la trovo una cosa orrenda, di un egoismo unico e da gente senza cuore, una coltellata nello stomaco mi avrebbe fatto meno male. Quello che mi fa salire il sangue al cervello è che io ero nella pace, ero rassegnato e lei è venuta a pungolarmi sul vivo, a risvegliare quel desiderio che avevo messo a tacere in un sofferto anno. (e che era la stata la principale causa della mia decisione di chiudere i rapporti)

Fatto sta che è da un settimana che sto vivendo un inferno, costantemente come se avessi un peso sullo stomaco, dovrei studiare ed aggiornarmi ma ho un sacco di confusione in testa che non mi permette di concludere nulla, dormo male, non ho appetito, mangio per forza e ho ripreso a fumare.

Se l’anno scorso benché esasperato e con la morte nel cuore non avevo alcun tipo di rancore nei suoi confronti oggi non è così, sto provando quello che credo (non avendo mai odiato nessuno) sia odio, vorrei che questa frequentazione le andasse il peggio possibile e che soffrisse il doppio di come sto soffrendo io adesso, che un giorno venisse a cercarmi di nuovo e che io abbia la forza di mandarla dove merita.

Ma intanto la realtà è che lei è lì che se la spassa e ride con quell’altro e chi sta come se avesse preso un camion in faccia sono io. Alla luce di tutto ciò immagino che starete pensando che io sia un povero cogl***, non vi biasimo, lo penso anche io, ma un c* che ha/ha avuto sentimenti veri e onesti.

Un anno di progressi persi, sono tornato un anno indietro, ma stando peggio.

Ringrazio chi ha avuto la pazienza di leggere tutto ed arrivare fino alla fine, qualora qualcuno volesse dire qualcosa o lasciare un consiglio è ben accetto.

da: Carlos

8 Commenti

  1. Innanzitutto, mai analizzare le cose, tempistiche e quant’altro, non serve a niente.
    Le cose sono andate come dovevano andare.
    Non sei un affatto un coglione, vedila in questo modo, dopo un anno di completo distacco, lei ha avuto il potere di ributtarti giù con così poco. E allora che vuol dire? Che il distacco vero e proprio non era ancora avvenuto.
    Ad oggi, non puoi fare altro che ringraziarla, altro che odiarla, dopo questa avrai sicuramente la forza di staccarti completamente da lei.
    Ringrazia (silenziosamente) ed esci di scena.
    Definitivamente.

    • Grazie per la risposta anche qui Aaron. Diciamo che analizzare, riflettere e rimuginare fa parte del mio essere, in situazioni così è poco utile lo so, ne sono cosciente, ma sono fatto così.
      Sono completamente d’accordo sul fatto che il distacco non era ancora avvenuto completamente, questa sorta di odio che sto provando sento che mi sta dando la forza per passare definitivamente oltre.
      L’uscita di scena definitiva è certa, sono stato abbastanza masochista fin ora e lei ne ha approfittato, ora basta.

  2. Carlos non sei un cogl…..hai provato e stai provando sentimenti veri e onesti. La odi e l ami allo stesso tempo. Ti capisco xché anche io sto provando gli stessi sentimenti. Non esprimerli. Ti aiuterà a farti forza e a superare questo momento. Vedrai un giorno avremo la nostra rivincita.

    • Grazie per la risposta Dave. Convengo con te che il mix di sentimenti che sto provando adesso mi darà la forza di superare questo momento maledetto. Speriamo veramente che verrà quel giorno che, più che la nostra rivincita, rappresenti la nostra serenità ed il nostro equilibrio, in qualsiasi modo essi si presenteranno.

  3. Ritengo che sia stato un bene per te non frequentarla più questa ragazza. Da come la descrivi non riesce a stare sola, non appena saputo del trasferimento ti ha contattato, evidentemente non aveva molte alternative.
    E’ bastato poi un altro, che forse c’era già prima ma era indeciso sul da farsi, per fargli cambiare idea.
    A volte bisogna capire che questi sono colpi di fortuna, come potevi pensare di costruire qualcosa di serio con una così?

    • Grazie per la risposta, non posso che darti ragione. Ho pensato la stessa cosa, si è trovata sola in un posto nuovo, ed istintivamente ha cercato me per lenire la sua momentanea solitudine, finché ben 3 giorni dopo ha trovato la soluzione. Razionalmente so di aver schivato un proiettile ed probabilmente in futuro avrebbe continuato a farmi del male, adesso la parte sentimentale lo deve capire, spero solo che il tempo faccia di nuovo il suo dovere e che il karma (se esiste) le presenti il conto del suo egoismo e dei suoi comportamenti cattivi.

  4. Ciao Carlos, mi spiace davvero per tutto quello che stai passando per quanto riguarda lei posso solo dire che non ti amava davvero. A te voglio dirti lo so che è difficile ma cerca di non arrenderti, la prima persona che devi amare è te stesso.
    Fatti coraggio, ti auguro di ritrovare la felicità e il sorriso, te lo auguro con tutto il cuore. Un bacione

    • Grazie anche a te per la risposta. Che non mi amasse ormai da tempo lo so anche io, lo hai capito anche tu e questo mi da un po’ di forza in più. Devo recuperare la mia autostima e come ho detto sopra confidare nel tempo che mi dia di nuovo una mano a venire furori nonostante tutta questa sofferenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.