Non vuole sapere nulla di me

Salve, mi chiamo Beatrice ed ho 24 anni.  Il mio ex fidanzato mi ha lasciata tre mesi fa, dopo tre anni di relazione. La nostra è stata una bellissima storia d’amore, condividendo le stesse passioni e facendo molti viaggi insieme. Pochi litigi e grandi promesse. L’ultimo mese della nostra relazione qualcosa è cambiato, abbiamo litigato tantissimo per delle cose futili, litigavamo anche per come poggiava il bicchiere l’altro. Eravamo molto nervosi entrambi per i nostri esami all’università e il nostro lavoro, era un periodo di forte stress.

Mi ha lasciata dicendo che mi amava ma non era più sereno se non per quelle poche volte che non litigavamo. Per me è stato assolutamente un gesto inaspettato, perché se il clima era cambiato comunque era una fase, non si cancellano tre anni di relazione perchè gli ultimi giorni sono stati stressanti. I problemi erano risolvibili, non si può chiudere una grande storia d’amore per così poco. Dopo una settimana ha cambiato versione, dicendo che non i amava più da tempo.

Sono ormai passati due mesi e lui di me non ne vuole sapere nulla, se ci incontriamo all’università non mi saluta, mi evita, non mi guarda nemmeno. Io l’ho rincorso per due mesi e ho fatto di tutto, non ho ricevuto nulla se non l’esserci visti una volta dove mi ha ripetuto con una freddezza glaciale di lasciarlo stare e che devo rifarmi una vita. Non so più cosa fare, gli ho dato mille attenzioni anche dopo essere stata lasciata. Ma lui mi ha chiesto di essere lasciato in pace e di capire che non tornerà mai più con me. È una persona molto decisa e non credo cambierà idea, eppure so che in fondo non è quello che cerca di mostrarmi.

So che è un’altra persona, che è pieno di ottime qualità, ho cercato di risvegliare in lui tutto ciò che di bello c’è stato tra di noi ma tutto inutile. Ha cancellato le nostre foto su Facebook ed Instagram, ha tolto lo status di fidanzamento, insomma non esisto più, e fa un male cane dal quale non mi sto ancora riprendendo. Ho perso 7 kg in questi mesi, non ho appetito, non dormo, non meritavo tanto odio da parte sua.

da: Beatrice

un commento

  1. Ciao Bea,
    leggi pure questo 3d sempre su questo blog (vedi sotto) e ce ne sono molti altri che ricalcano il tuo stesso percorso. Purtroppo non sei la prima e non sarai l’ultima. Certi processi di maturazione non abbiamo ancora imparato a tramandarli geneticamente e ci tocca sperimentarli ad ogni generazione. Quasi come per averne con loro un contatto vero e non solo proiettato.
    Quando ne siamo nel mezzo lato “vittima” ci sembra tutto cosi’ ingiusto (e si sta di merD) , poi col tempo e un minimo di saggezza , ci si chiede come sarebbe potuto essere altrimenti (per questa realta’).

    trattato-come-un-giocattolo (se mi tagliano il link cerca questo titolo)
    Il libro suggerito e’ davvero interessante. Non basta ad interpretare tutto quello che riguarda queste faccende, ma aiuta.
    Incomincia da questo , credo potrai trovarlo utile.
    Tieni botta , le cose potranno andare assai meglio di come le hai vissute fin oggi 😉

    https://www.soffriredamore.com/trattato-come-un-giocattolo/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.