Home / TRADIMENTO / Mio marito mi sta tradendo

Mio marito mi sta tradendo

Sono sposata da 38 anni e .. beh ho scoperto 4 giorni fa che mio marito mi sta tradendo.
Ne abbiamo passate tante insieme, tanti dolori. Lui non poteva avere figli e per me è stato uno strappo al cuore ma me ne sono fatta una ragione, volevo credere che il nostro amore fosse più importante.
In seguito abbiamo adottato un bambino meraviglioso e il mio desiderio di maternità e stato appagato, ma pochi anni dopo mio marito si ammalato di tumore al polmone.
Gli sono stata accanto ogni momento, è stata dura ma ne siamo venuto fuori!
Dopo circa 15 anni altro tumore, stavolta al fegato.Operato ma dopo 5 mesi  un secondo, la conseguenza è stato  il trapianto … sono stati momenti durissimi per entrambi..
Non l’ho mai lasciato solo, mi sono trasferita per potergli stare accanto durante la degenza in ospedale e poi 4 giorni fa leggo di un esame dermatologico (lo avevo accompagnato a quella visita ma rimasi fuori dall’ambulatorio) molluschi infettivi nei genitali!!
E cosi l’ho affrontato e alla fine mi confessò di essere andato a puttane. Solo due volte.
Ma qualcosa non mi convinceva e oggi gli ho chiesto di darmi il suo cellulare. Non ha potuto rifiutare e cosi leggo di altre, una è persino una mia vecchia conoscente che è stata anche a casa mia. Lui nega, dice che ci ha solo provato ma che lei lo considera solo un amico. Balleeeee e solo balle..
Sono distrutta, 38 anni della mia vita insieme ad un uomo che credevo di conoscere e ora scopro che è un estraneo.
Lui non vuole che ci separiamo, lui dice che ama solo me.. che per lui esisto solo io.
Io non sono pronta alla mia eta, ne ho 58, di ricominciare una vita da sola.
E non lo so ma ho rischiato tante volte di perderlo e ricordo quanto ero terrorizzata  e disperata al pensiero che lui non fosse più accanto a me. E ora non so che fare.
Ma una cosa la voglio,  la verità e poi forse se ne potrà parlare poi forse potremmo anche ricominciare, non lo so ma fino a quando non mi dirà tutta la verità non ci sarà mai la possibilità di una riconciliazione.

da: Loredana

24
Lascia una recensione

10 Comment threads
14 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
6 Comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami
Leyla

Dubito che te la dirà mai. Mio marito dopo 30 anni di matrimonio e le prove di una relazione mi ha guardato in faccia e con il volto più onesto che ha trovato e ha avuto il coraggio (o la vigliaccheria) di dire di non avermi mai tradito. Quindi se aspetti una confessione credo che non l’avrai mai. Poi sta a te decidere. Io nonostante gli anni, l’ho lasciato al suo destino. Sinceramente non mi andava di fare la badante a uno che si era comportato così. Adesso sono sola, non ho nessuna intenzione di trovarmi qualcuno. Trovo che la libertà sia una bella cosa di fronte all’essere presa in giro da uno cui avevo dedicato una vita e che avevo amato con tutta me stessa.
Ma come ho detto è una decisione che devi prendere tu. Io la mia l’ho già presa e dopo tre anni non mi sono ancora pentita. Ma ogni persona è diversa da un’altra.

loredana

Grazie leyla.. il punto è che il suo non è coraggio ma vigliaccheria.
Non vuole restare solo e doversi arrangiare per tutto..
Ma ancor di più teme la questione soldi..
Stamane gli ho detto che voglio la separazione.. per ora resteremo divisi in casa..
gli pure detto che aprirò un conto mio personale e voglio la metà dei soldi che abbiamo in comune.
Forse cosi capirà che la sua omertà non gli sta affatto giovando..
Del resto in tutta la mia vita non sono mai stata sola.. da figlia a sposa.. e posso solo dire che mi spaventa, non tanto la solitudine, quanto il non aver più accanto qualcuno a cui potersi appoggiare nel momento di bisogno,
qualcuno che ti possa ascoltare quando sei triste..
Qualcuno con cui condividere le preoccupazioni.
Lo so forse sono vigliacca pure io..
ma il punto è anche un altro.. ancora ne sono innamorata!

Leyla

Sinceramente cara Loredana, finora sei stata tu a stargli dietro e ad aiutarlo. E non so se un tipo simile farebbe la stessa cosa per te, qualora sia tu a stare male (faccio gli scongiuri). Inoltre tu parli di un uomo che ti sta ad ascoltare, che condivida preoccupazioni, scusa ma non mi sembra il profilo di tuo marito.
Perché uno che ti tira su quando sei triste non ti mette le corna appena giri gli occhi, dopo tutta la tua dedizione. Non so forse io sono una donna troppo orgogliosa, o anche io avevo anche altri motivi, ma sinceramente adesso sto molto meglio senza di lui.
Stai attenta alla separazione in casa. Quando non c’è amore, o si porta rancore, alla fine l’amore diventa odio. Io ero arrivata a non sopportare più quando rientrava in casa, a odiare il tagliar l’aria con i coltello dopo il suo rientro, quando fino a poco prima ero stata a ridere e scherzare con i miei figli.
No mi dispiace non rimpiango la mia decisione e non lo rivorrei nella mia vita. Ovvio che non vorrei nessuno. Meglio sola, la libertà non ha prezzo.
Nessun critica quel che fai, spendi i soldi come vuoi (senza buttarli dalla finestra), decidi tutto tu senza stare lì ogni volta a convincere qualcuno che ti è palesemente ostile.
In ogni caso visto che è lui quello malato, tu hai il coltello dalla parte del manico. E’ lui quello bisognoso di cure, è lui quello che senza una donna che lava, pulisce e fa da mangiare o ricordargli quali medicine prendere, non sa stare. Usa questo tuo vantaggio e non fargli vedere che hai paura di rimanere sola.
Minaccialo di abbandonarlo subito, o di buttarlo subito fuori di casa. Vedrai che forse un pochino abbasserà la cresta da galletto nel pollaio.

loredana

Non so leyla, davvero Il nostro è stato, nonostante le traversie, un buon matrimonio.
Certo ci sono stati alti e bassi.. ci sono stati momenti in cui pure io lo avrei accoltellato.
Ma poi stringi i denti e passano quei momenti.
E’ difficile buttare alle ortiche l’amore della tua vita.
L’ho conosciuto che avevo 16 anni e subito me ne sono innamorata a prima vista.
Il classico colpo di fulmine.
Ma abbiamo cominciato a stare insieme solo due anni dopo e io ne avevo 18 e da allora non ci siamo mai separati, sono 42 anni che lo amo e ora??
Ora non lo voglio perdere questo è il punto.
Sarò senza spina dorsale, ma ancora lo amo.
Ma il punto è che ho perso la fiducia in lui che era incondizionata mai stata gelosa, mai controllato, mi sono sempre fidata perchè per me era indispensabile la fiducia.
e ora non so più che fare.
lo rivoglio nella mia vita ma ho perso qualcosa di cosi importante che mi sta spiazzando..
Ma pure io ho le mie colpe in un matrimonio nessuno dei due è senza responsabilità se questo va a farsi friggere

Maira

Loredana non sai QUANTO ti capisco. Ora sei confusa. stordita da un colpo troppo basso! Certo anche tu avrai sbagliato anche noi sbagliamo ma INNOCENTEMENTE, senza saperlo, per stanchezza, troppa stanchezza dettata da TROPPO servilismo e TROPPO amore e TROPPA devozione e il troppo soprattutto nei sentimenti GUASTA. In questo abbiamo sbagliato entrambe e tante altre come noi e loro erano troppo. TROPPO sicuri che tanto la stronza stava sempre qua. Non me ne volere se ora ti scrivo così ma si può sbagliare per dare troppo. Sicuramente non è la cosa PREMEDITATA… pensata e ripensata con tanto di scuse da dire alla povera stronza. Il tradimento é PREMEDITAZIONE e poi AZIONE, azione fatta di TOTALE ASSENZA di rispetto. Vai a puttane pagando o no tu puoi fare della TUA vita quello che vuoi NON di quella degli altri. Del tuo corpo quello che vuoi. MAI di quello degli altro. Hanno profanato il nostro corpo andando a puttane ti rendi conto??? Il nostro corpo PURO, inzozzandolo col loro andato su corpi luridi. Il nostro CASTO che è stato solo LORO perché a loro abbiamo dato la nostra verginità!!; NON CI SONO PAROLE questa la verità… Senza contare che ci hanno esposte a malattie anche mortali. Sarebbero da trucidare. Lo so che stai male e anche QUANTO stai male… e solo io posso capirti fino in fondo… io che cercai giustificazioni dove non c’erano per lui e per me stessa e che sto ancora con lui… dopo anni da quella IGNOBILE scoperta. Scrivimi privatamente tesoro… siamo coetanee… non solo di età ma anche per gli anni dedicati a loro: UNA VITA praticamente… Guarda bene in questo link mentre mi.leggi e troverai la mia mail privata. Dai scrivimi… solo tra noi possiamo capirci aiutarci e confortarci… Io da qui privatamente non posso… Leggi il resto »

Leyla

Leyla se sei convinta così, vai avanti così. Per quel che riguarda il mio modo di pensare posso solo dirti, che mio marito finchè non è cambiato era quasi perfetto. Sono sicura che non mi ha mai tradito, ed eravamo felicissimi. Quindi quando è completamente cambiato, per rispetto a ciò che eravamo non me la sono sentita di far diventare un grande amore, qualcosa che era meno di un calesse, o stare insieme solo per solitudine. Sinceramente della solitudine me ne sbatto se non andiamo più d’amore e d’accordo come un tempo. Ci amavamo, eravamo felici, tutto andava bene, se a un certo punto lui non era più lui, se non era più l’uomo con cui mi ero sposata perché starci ancora sposata?
Ecco questo è quel che ho pensato io. Certo immagino che il tarlo adesso ce lo hai, e lo credo. Anche io come te non ho mai controllato niente, perché non c’era niente da controllare e perché la fiducia per me è alla base di un grande amore. Perché per me, che amore è se non c’è fiducia? Evidentemente è così per alcune persone ma per altre no. E io la vedo che se tu la fiducia me la infanghi non puoi più stare con me. Te l’ho detto io sono categorica e non ho mezze misure né mi accontento di meno di quel che avevo.
In ogni caso io non credo di aver avuto responsabilità nel suo cambiamento. E per quel che hai raccontato non vedo responsabilità da parte tua per i suoi tradimenti. Calcolando anche che è stato molto male e tu lo hai curato, bè bella riconoscenza… Invece di amarti di più per la tua abnegazione… Ma come ho detto se tu a decidere. Qualsiasi sarà la tua scelta di faccio i miei migliori auguri.

Rado

il mollusco contagioso è una cosa proprio fastidiosa, io l’ho preso da una tazza del cesso, pensa un po’ . Mi sono perso tutta la parte divertente. Comunque suggerisco convivenza di convenienza con marito fedifrago e spendere i suoi soldi in gigolò

loredana

E’ triste leggere che tante hanno avuto la mia stessa esperienza.. Leyla pure io sono convinta che fino a non molto tempo fa mio marito non ha mai tradita.. Ma io cerco anche di mettermi nei suoi panni.. Ricordo quando ha avuto il primo tumore, nostro figlio era ancora piccolo e io avevo lasciato il lavoro per prendermi cura di lui.. La sua preoccupazione più grande era di lasciarmi sola a crescere un figlio sapendo che avrei anche dovuto cercarmi un lavoro.. e ricordo quando gli hanno diagnosticato il secondo tumore che poi lo ha portato al trapianto.. Le sue parole sono state ” ora nostro figlio è grande e tu non hai più cosi bisogno di me per crescerlo. ora che ho raggiunto questo obbiettivo posso anche andare” E ora capisco che dopo cosi tante prove lui abbia avuto bisogno di cercare qualcosa che gli desse una scossa.. un’emozione diversa.. Non lo voglio giustificare.. ha buttato alle ortiche un matrimonio che non era perfetto.. ma che era basato sulla fiducia, sul rispetto.. e sull’amore.. Lo capisco ma non lo giustifico.. Ma nel momento che riesco a capire le sue emozioni.. mi riesce ancora più difficile abbandonarlo. Nella vita si può anche sbagliare.. Mara grazie.. e si hai ragione.. quel troppo alla fine stroppia.. Mio marito mi ha data per scontata.. non ero più una persona.. una donna con esegenze e desideri.. Io ero la moglie.. punto quella che ti fa trovare la cena pronta.. quella che ti lava le mutande e le calze..che ti stira le camice.. quella che è pronta a scaldarti il letto Si e questo è stato un mio errore..non avrei dovuto permetterlo.. avrei dovuto dargli qualche scossone ma non l’ho fatto.. Gli parlavo.. gli spiegavo le mie esigenze.. e per un mese tutto era idilliaco… Leggi il resto »

Leyla

Scusa Loredana, ma a me sembra proprio che pur di non rimanere sola, ti incolpi. Dovevi agire tu? A me sembra che abbia agito e fin troppo lui! Cavolo tu eri li pronta a stargli intorno a “scaldargli anche il letto” quindi non eri solo una cameriera ma anche una amante.
E dopo tutto questo così ti ha ripagata? Forse sarò rancorosa io, sarà che non sopporto le ingiustizie, ma sinceramente scusarlo così tanto non va affatto bene. Tu continui a essere passiva, a fare lo zerbino. Quell’uomo ti ha fatto passare giorni e giorni in ospedale, in attesa che guarisse.
Eppure tu non hai pensato a toglierti l’odore di ospedale con un amante. Penso quindi che dal tuo punto di vista se lo avesse fatto lui al tuo posto, magari lo avresti scusato, come stai facendo adesso, che trovi che visto che è risorto doveva festeggiare con un’altra.
Il fatto cara Loredana è che tu vivi aggrappata a lui, la tua vita è come se non esistesse, perché dipendi da lui. E lui potrà tradirti di nuovo, perché tanto lui sa che tu lo perdonerai sempre, perché non sai stare senza di lui. Stai attenta a come stai impostando questa tua realtà perché potresti passare gli ultimi anni della tua vita molto male. Almeno dimostrati ferma, arrabbiata, seriamente decisa a lasciarlo solo per il resto della sua vita.
Che almeno sappia, fosse anche per paura, che deve rispettarti d’ora in avanti affinché tu stia ancora con lui.

Anna

Loredana Leyla ha ragione, razionalmente il rispetto é alla base dell’amore ma l’amore é tale se si accetta l’altro per quello che é soprattutto se poi in quel patto divino che sicuramente avrai fatto hai promesso di amarlo in salute e malattia ricchezza e povertà!
Di solito si ama l’idea dell’altro NON l’altro per quello che é. Dopo una vita che invece è solo ora che lo vedi veramente nudo con tutti i suoi difetti e le sue fragilità é questo il momento della verità! Tu lo ami lo stesso e sei solo da ammirare.
Certo però devi ammonirlo e correggerlo affinché possa dimostrarti che è davvero pentito e che il suo invece che amore non è altro che approfittarsi del tuo buon cuore e della tua bontà.
Io ho fatto la tua stessa scelta mettendo anche lui però di fronte ad una scelta ma non è stato facile.
é come dire ad un cannibale di non mangiare più carne. Sono vizi propri dell’indole della maggior parte degli uomini. Aiutarli a far prevalere cuore e ragione sull’istinto é impresa da pochi e di poche donne coraggiose e veramente innamorate. Sono con te.

Paola

Concordo con Anna. É dura ma puoi farcela a salvare il tuo matrimonio! É facile mollare tutto molto più difficile restare accanto a chi ti ha tradita ma si può risalire la china e sinceramente io non sono pentita di essergli rimasta accanto. Sarei stata molto molto peggio senza di lui perché dopo una vita insieme non mi venite a dire che si sta meglio sola. Sul piatto della bilancia della mia vita ha vinto il cuore e oggi siamo felici anche se la ferita a noi resta ma sinceramente é una gioia svegliarmi e trovarlo accanto piuttosto che a quest’ora mi sarei trovata sola in quel letto per non parlare dei natali e delle pasque… I nostri figli non hanno subito grossi scossoni ed è una gioia vedere la famiglia unita ora anche allargata intorno a quel tavolo! Non credo stiano meglio le donne che hanno scelto di chiudere la storia perché la solitudine è la cosa più brutta che c’è soprattutto quando i figli prenderanno le loro strade! Forza Loredana. Io tifo per te e per lui… il grosso dipenderà da lui…

Leyla

Ognuno fa le sue scelte, anche in base alla persona che hanno di fronte. Nel mio caso forse non avevo proprio scelta. Ma non dite che è la vostra la scelta migliore. Era la migliore per voi, non quella per me per esempio. Dite che la solitudine è la cosa peggiore? Perché? E’ meglio stare nel letto con uno che ti ha detto bugie e ti ha preso in giro e magari continua a farlo? Certo se nel vostro caso siete certe che l’altro ha ritrovato il rispetto per voi, se vi ama veramente come voi amate lui, sono d’accordo.
Se vi amate ancora, tutti e due.
Ho invece come la sensazione nelle vostre ultime lettere, che invece il vostro non è proprio amore, ma solo paura. Paura di restare sole, di svegliarvi senza un marito vicino, per abitudine, per comodità.
Dite che è facile mollare tutto? Bè a me è sembrato invece facile per voi riprendervi il marito, nascondere la testa sotto la sabbia e far finta che non sia mai accaduto niente, perché avevate paura di affrontare la vita da sole.
Scusate questo sfogo ma da come l’avete messa, voi siete le migliori e le eroine, mentre io che l’ho sbattuto fuori sono quella che non perdona e che è punita con la solitudine.
Io non la vedo così. Non c’è facilità nel lasciare andare un marito dopo tanti anni di matrimonio, come dite. Ci sono solo motivazioni diverse e ogni caso è differente.
Ma non dite che è meglio quello o meglio quell’altro. Ogni scelta di questo tipo ha poi il rovescio della medaglia e quindi ognuno deve scegliere cosa è meglio per lei, in base alla situazione che si è andata a creare e alle proprie esigenze.

Paola

Ciao Leyla, sento ancora tanta rabbia nelle tue parole. Certo che é dura chiudere dopo una vita insieme ma NON sai QUANTO invece è stato doloroso restare con la morte nel cuore accanto ad un uomo che non avevi MAI conosciuto veramente e di cui NON ti fidavi più! Fare all’amore quando te lo chiedeva e non provare più nulla per immaginare il suo corpo su un altra vincendo ripugnanza e odio. Tu cosa ne sai di tutto questo? Tu e altre come te che siete certamente la maggioranza avete preferito liberarvi da questo odierno stillicidio fatto soprattutto dei continui dubbi ogni volta che tardava dal lavoro ma CHI ti dice che abbiamo fatto come gli struzzi mettendo la testa sotto la sabbia? Nel mio caso lui era pentito e accettò anche di avere il telefono sotto controllo Senza conoscere poi altri controlli incrociati fatti dalla sottoscritta perché buona si ma fessa MAI. E queste grosse colpe non le ho MAI trovate. Oggi siamo una coppia stabile con figli e nipoti che riempiono la nostra casa di gioia. NIENTE da parte mia può MAI esser cancellato ma sono riuscita a far pace con me stessa vedendo donne bellissime anche attrici costantemente tradite e dico a me stessa che ho peccato di presunzione:” Perché proprio a me non doveva capitare?” E in tutto questo vedo una prova. La prova della verità perché è facile dire TI AMO quando tutto va bene… il VERO amore è invece nella prova, nel dolore ANCHE di sapere che quell’uomo era ed è esattamente il contrario di quello che hai creduto fosse sebbene tu con fare certosino lo avessi selezionato tra tanti pretendenti credendo che solo lui avesse quei valori che cercavi nell’uomo della tua vita. Semplicemente scopri che NON era perfetto ma che non lo… Leggi il resto »

Leyla

Cara Paola o Melania o quale altro pseudonimo ti metti. Intanto non sai la mia storia, e se ti dico che non avevo scelta non l’avevo, ma comunque se l’avessi avuta avrei fatto comunque quel che ho fatto. Quel che non mi piace di te è il fatto che a seconda di quel che dicono alcune persone qui, tu ti presenti con uno pseudonimo diverso e dai una diversa versione (ma si capisce sempre chi sei) di quel che è stata la tua vita. Ogni volta dai consigli sbagliati, non perché siano sbagliati, ma perché li cambi. Un giorno hai detto che avevi sbagliato a tenerti tuo marito, di cui hai detto peste e corna, dicendo anche che ti eri innamorata di uno su una chat, con cui però non hai mai avuto una relazione, in un’altra dici che fatto bene, come qua, a tenerlo. Poi lo incolpi di quel che è successo a tua figlia che ha avuto un figlio da un extracomunitario perché la figura paterna l’ha tradita in qualche modo. Insomma hai fatto bene oppure no a tenerti questo marito per forza? E che ne dici del fatto che invece in altre parti hai detto che l’hai scoperto a tradirti ancora e che addirittura sei diventata amica della sua amante e ne hai cercato di carpirne le confidenze per saperne di più? E vogliamo parlare di quante ne hai dette di questa ragazza più giovane che si è meritata di non essere sposata ancora a 37 anni? Il livore lo hai tu, il rancore lo provi tu per tuo marito e tutto quello che ti ha fatto passare, ma consigli alle altre di fare come te. Consiglia una cosa o l’altra quando hai deciso se rimpiangere ciò che hai fatto o se sei contenta della tua scelta.… Leggi il resto »

Paola

Siamo tutte donne stramature e i consigli soprattutto via internet restano tali. Credo che Ognuno sia libero di fare la sua scelta e io ho fatto la migliore per me. Riguardo tutte le altre menate che qualcuno come te si fa su collegamenti di altre storie mi viene da dire: ” MA NON AVETE NIENTE ALTRO DA FARE che fare collegamenti di altre persone che non c’entrano niente!” Riguardo te mi sembra che sei tu che continui a consigliare di lasciarlo che tanto la tradirà ancora SENZA lasciare uno SPIRAGLIO di speranza ad una persona che al momento la sua scelta l’ha già fatta ed è esattamente CONTRARIA a quella che hai fatto tu. Considerando poi i film che ti fai sulla mia identità credo proprio che sei TU che NON hai altro da fare che impicciarti di vite e sentimenti altrui molto probabilmente per non sentirti sola nella scelta che hai fatto, scelta sofferta se sei in questo sito diverso tempo tanto da fare connessioni tra una persona e un’altra. Se poi questo sito NON ha certo il nome della FELICITÀ ma soffrire d’amore mi dispiace bella ma credo proprio che da quella tua scelta di cui oggi scrivi che sei serena e stai bene invece ne soffri ancora. Concludo col dire che tifo per Loredana e quello.che le dice di fare il suo cuore perché NESSUNO può sostituirsi ad esso e nessuna esperienza di altre persone ha valore ASSOLUTO e UNIVERSALE. Quindi VIVI e LASCIA VIVERE chi qui commenta o parla della sua personale esperienza. Tu hai voluto chiudere ma sei in un sito dal titolo SOFFRIRE D’AMORE… sei piena ancora di rabbia e rancore che sfoghi su perfetti sconosciuti SENZA conoscerli, né conoscere le loro storie, i loro uomini e i loro sentimenti. Non ti conosco ma… Leggi il resto »

Leyla

Io non vaneggio. Il tuo stile di scrittura è talmente riconoscibile da non confonderti con nessuna, qualsiasi nome ti dia. Ma comunque se sei così felice, se la tua scelta è stata la migliore per te, perchè stai ancora qui in questo sito che si chiama come ben hai fatto rimarcare a me, “soffrire per amore”?. Se tu stessi così bene, non verresti qui piuttosto spesso a scrivere delle tua vita e a sprecare tutte quelle parole che scrivi. Io non dico che non devi scrivere, ma datti pace e cerca di dire sempre la stessa cosa. Mentre una volta dici che è stata la tua scelta migliore, e un’altra che odi tuo marito e che non lo ami più e che in qualche maniera rimpiangi la scelta fatta. Insomma io posso consigliare sbagliato, ma tu non sei onesta, nemmeno con te stessa. Vuoi convincerti che la scelta fatta anni fa (perchè è diverso tu potevi rifarti una vita perchè eri molto giovane quando tuo marito ti ha tradito, anche se avevi già tre figli) è stata un bene. Invece da come scrivi, io ti vedo molto distrutta e forse con dei rimpianti. Ho seguito la tua storia. L’ho capita. L’hai spiegata bene e ho capito benissimo quanto tu abbia sofferto, quanto tu abbia fatto per tenere insieme la famiglia. Tuo marito è stata una delusione e ti ha fatto soffrire così tanto che ancora lo scrivi qua sopra piuttosto spesso. Per questo io non ritengo la tua testimonianza come quella che alla fine ci è riuscita a rimettere in sesto la bella famigliola felice, perchè tu hai buttato per quel bastardo di tuo marito la tua vita. Qui magari Loredana ha più anni (non era giovane come te), la sua scelta posso capirla, anche se io ho un modo… Leggi il resto »

Alberto

Ciao Loredana,

Mi chiamo Alberto. Sono sposato da 18 anni e conosco mia moglie da 21. Abbiamo tre figli meravigliosi e posso solo essere grato a Dio per questo.
Lo scorso anno, il 6 maggio ho scoperto casualmente che aveva una relazione “virtuale” con un professore danese conosciuto nel volo di ritorno dell’unico viaggio all’estero che ha fatto da sola.
La faccio breve, sono riuscito a leggere tutte le loro e-mail della storia durata 4 anni e mezzo senza che me ne accorgessi…
Per lavoro io ho dovuto viaggiare e nonostante le infinite possibilità le sono stato fedele sempre. Ho anche scoperto che la relazione così virtuale poi non era in quanto si sono incontrati tre volte e tutte e tre sia sono baciati e toccati reciprocamente. Però non sono mai andati oltre, lui ci ha provato, ma lei all’ultimo non è andata all’hotel che lui aveva prenotato a Milano.
Sono certo di questo perché noi uomini siamo stupidi e ci piace raccontare tutti i dettagli sessuali come se fosse una foto, ci fa piacere farlo.

Vengo al dunque, appena scoperto il tradimento l’ho affrontata subito, lei inizialmente si è arrabbiata, perché avevo letto i messaggi, ma poi non ha negato. Ha detto che era solo una cosa virtuale.

Io sono distrutto, non sono riuscito a lasciarla, ma sono combattuto e non ho più fiducia in lei…

Claudia

La tua reazione é normalissima ma se hai dato uno sguardo alle altre storie non hai trovato nulla di grave ancora. La fiducia é minata certo e lei deve darti i mezzi per star tranquillo! Avete tre figli e sicuramente un bel passato dalle una chance anche per i tre bambini!

Dany

Alberto se ci pensi bene tu sei l’unico che ha le prove che la moglie arrivata al dunque non l’ha tradito. Capisco che è stato terribile per te sapere una cosa del genere, ma la fiducia non dovrebbe essere venuta meno, proprio perchè lei non è stata capace di andare fino in fondo.
Prendila come un momento di debolezza dalla quale lei però è risultata vincitrice. Qualsiasi altra donna alla terza volta dall’incontro avrebbe ceduto, ma lei no. Concentrati su questo.
Se potete cercate di andare da un terapeuta di coppia o di riprendervi in qualche modo. Avete tre bellissimi figli, una bella storia di amore di sicuro.
Il tradimento vero non c’è stato. Non ci è riuscita. Questo vuol dire davvero qualcosa. Datevi e dalle un’altra possibilità.

Anonimo

Leyla, Dany o Daniela sono solo alcuni degli pseudonimi che fanno capo alla stessa persona ugualmente inconfondibile da quel che scrive e ugualmente ancora sofferente di una scelta che consiglia agli altri per coerenza ma con cui di fatto non vive bene. Anche lei infatti scrive di star bene adesso che non rimpiange la sua scelta e che sta bene da sola ma su questo stesso sito rivela un rapporto virtuale con un uomo conosciuto su internet. Contatti durati anni poi l’amara delusione… Anche lei ora scrive una cosa ora un’altra. Sono in questo sito da anni e conosco bene la tua storia. Mi permetto oggi di rispondere io perché non mi sono mai piaciuti alcuni tuoi interventi come questo. Per te tutti i traditori sono bastardi e tutte le donne che non li lasciano non hanno le palle come te. Scusatemi tutti ma la verità sta sempre in mezzo. Si può soffrire molto sia chi lascia che chi resta accanto ai traditori. Chi lascia se soffre più la solitudine che la persona non torna mai indietro… spererà e cercherà l’anima gemella. Se soffre più per la mancanza della persona torna indietro e da’ ad essa non una ma più possibilità. Parimenti chi resta o non butta fuori i traditori soffre molto… ma se sul piatto della bilancia pende più la sofferenza e il rancore lascia… Non resta! Io sono ancora qui… Non è stato facile e non lo é soprattutto quando colleghi parlano di troie cerco di evitare o andar via. Il mio dolore lo conosco solo io e sono ancora qui per questo e nel sito giusto. La mia donna rientra nel profilo denigrato e io nella categoria cornuti ma non felici per questo perché ho buona memoria e anche se lei fa la santa ora e non… Leggi il resto »

Anonimo

Mi permetto di aggiungere poi a Leyla, Dany o Daniela che non può scrivere ora che la fine del suo matrimonio é stata per altri motivi e che non aveva scelta, ora che invece è stata tradita dopo 30 anni e con tanto di prove lui con la faccia più onesta che aveva le ha detto che non l’ha mai tradita.
Per cui lo ha lasciato per questo motivo NON per altri motivi senza possibilita’ di scelta. Insomma si punta il dito su altri quando incoerenza e duplicità di identità e diverse tesi degli stessi fatti fanno parte in primis di se stessi. Il bue che dice cornuto all’asino. In psicologia si definisce IO ALLO SPECCHIO.
Fai pace con te stessa e poi forse puoi giudicare altri!

Leyla

Sono stufa Anonimo di avere a che fare con te e con tutti i tuoi numerosi nomi (Melania, Paola, altro e adesso anche Anonimo). Tutto quel che hai scritto di me, non ci azzecca niente con quel che penso e con quel che ho detto qui.
Visto che tanto fraintendi tutto, inutile ribadire o raccontare di nuovo la mia storia. Posso solo dire che ci sono voluti anni per comprendere che il matrimonio era finito e che non ho certo preso la decisione a cuor leggero.
In ogni caso tu questo forse potrai capirlo: essendo una madre puoi benissimo comprendere che se tu hai pensato di salvaguardare i tuoi figli tenendo a casa tuo marito, io ho dovuto tutelare i miei figli mandandolo via. E i miei figli di questo mi ringraziano. Io sono serena, e lo dico veramente.
Mi incavolo solo quando sento soprusi di uomini (o di donne) che tradiscono e fanno del male a chi invece ha donato loro la intera vita oltre che il cuore. Mi sono incavolata anche con tuo marito, perché è stato così stolto e stupido di averti fatto tanto male. E anche con la signora che ha scritto qua. E’ indignazione la mia non rancore.

Leyla

Ah mai avuta una relazione di anni in internet con qualcuno. Quella sei tu non io. Io infatti non ho mai tradito mio marito neanche adesso che potrei. Per carità un altro uomo in casa. Per adesso sto bene con i miei figli. Se un giorno cambierò idea, magari sarà troppo tardi, e allora me ne rammaricherò, ma per il momento sono tranquilla e serena così.

Danielina

Serena non credo non è il sito giusto..Qui entra solo chi soffre per amore e tu sei qui da anni certo perché non si può dimenticare. Riguardo me anche io Non ho MAI tradito mio marito ne avuto relazioni.
Ho solo conosciuto un tradito su un sito di tradimenti con cui ci fu grande intesa mentale ma che non volli mai conoscere di persona proprio per evitare le occasioni perché l’occasione fa l’uomo ladro.
Tanti mariti e mogli dovrebbero ricordarselo come pure il fatto che conta molto anche COME TI PONI con l’altro sia parlando e anche scrivendo. La mia relazione virtuale amichevole mi aiutò tanto a sentirmi viva ma per coerenza di valori la chiusi io dopo 3 anni per non far soffrire lui che nel frattempo si era separato e vedeva in me molto più di un amica.
Riguardo te anche tu avesti relazione virtuale e telefonica per alcuni anni simile. La raccontasti qui anche tu con uno dei tuoi, 3/4 nomi,