Home / AMORE FINITO / L’ho tradito mi ha lasciato sto soffrendo

L’ho tradito mi ha lasciato sto soffrendo

Buonasera a tutti, dopo l’ennesima serata passata a piangere scrivo, già sapendo di essere in torto, ma scrivo lo stesso. Mi chiama Giada ho 32 anni, e 5 mesi fa la persona più importante della mia vita mi ha lasciato. Mi ha lasciato perché ha scoperto un mio tradimento. Io e Lui stiamo insieme da 8 anni, a gennaio 2016 era fissata la data di nozze, Lui è un uomo d’altri tempi, galante, gentile, onesto, ed eravamo fidanzati da 8 anni.

Il tutto é successo una maledetta sera, io ho detto a Lui che sarei uscita con delle amiche, lui invece va a lavorare, durante il suo turno di lavoro mi becca a cena con un mio collega, non fa nessuna scenata, sul posto non mi dice niente.La mattina dopo si presenta nel mio ufficio, mi mette alle strette e confesso che sentivo il mio, collega da 3 mesi. Ho visto la delusione nel suo sguardo, il dolore, io mi sono sentita sporca, mi ha lasciato subito, senza più darmi la possibilità di parlargli, di chiedergli scusa di fargli capire che ho capito l’errore. Dal 23 gennaio non l’ho più visto, mi ha bloccato si fb su whastapp, e non vuole neanche più sentir parlare di me. Anche lui é ancora single, sta soffrendo, ma tante volte abbiamo parlato del tradimento in generale, lui era sempre categorico, io invece come un’emerita cretina ho ceduto a due parole dolci del mio collega. Ho perso il mio Lui…e non lo riavrò mai più. Sto pagando molto caro il mio errore.
Scusate lo sfogo.

da: Giada

47 Commenti

  1. Sarebbe facile dirti che te lo meriti, però è chiaro che stai male. Non capisco alcune cose dalla tua storia, con questo collega ci sei andata a letto?
    Poi, perché scrivi che hai creduto alle dolci parole del tuo collega al punto tale da tradire il tuo uomo? Le cose non funzionavano tra voi? Se il tuo collega avesse fatto seguire i fatti alle dolci parole lo avresti comunque mollato il tuo uomo?

    • Ciao Francesca, si lo merito! Lo merito per aver tradito l’uomo che mi dava tutto, quello che è amico amante confidente tutto! Non saprei spiegare perché ho ceduto alla corte del mio collega, forse ho anche peccato di superbia pensando che di averlo in pugno e che non mi avrebbe mai lasciato. E conoscevo la sua posizione estremista sul tradimento!!

  2. Ciao, bhe che dire te la sei cercata tu e ora non puoi farci nulla avrei fatto lo stesso al posto suo. Che avevi nella testa ? Perché lo hai tradito ? Non gli mancava nulla era perfetto ma a voi non basta mai vero ? Ora dimenticalo. E cerca di non tradire più se non vuoi soffrire.

  3. Beh te la sei voluta te…significa che lui non ti bastava

  4. Guarda io sto vivendo una situazione simile se nonchè la mia storia era arrivata a 2 anni ed il tradimento è stato mentale in un momento di confusione di lei che dopo 4 mesi ancora non accenna a risolversi in un modo o nell altro. Posso dirti che io ho perdonato i suoi errori, però non ti nascondo la delusione nel vedere una persona che amo più di me stesso, ferirmi così perchè in un momento del nostro rapporto di coppia, invece di risolvere i nostri problemi ha preferito trovare l’entusiasmo in un amico che ho scoperto non sa nemmeno che fosse fidanzata. Fa molto male, perchè credo che se la situazione fosse ribaltata non saresti poi così felice. Purtroppo nella vita alcune situazioni possono verificarsi, sta a noi capire i motivi per cui ciò è accaduto. Io credo che dovresti dargli tempo per metabolizzare e trovare il modo, anche una lettera scritta a mano per fargli capire che la situazione che si è verificata è stato un incidente di percorso e devi fargli capire in tutti i modi che vuoi lui e che questo tuo collega non rappresenta niente per te. In bocca al lupo

  5. Se vi lasciate definitivamente avrete perso entrambi. Dopo 8 anni una sbandata può capitare, anche se non é certo il massimo della vita. Per me ti ha giocato un brutto scherzo il fatto di essere ad un passo dalle nozze, forse ti é preso un po’ il panico? Non mollare, tenta di tutto per fargli capire che hai compreso l’errore: scrivigli una lettera e soprattutto pazienta. Se ti ama, estremismo o no ci ripenserà. Ma ti prego, ti prego! Anche sotto tortura, non raccontargli mai i particolari del tradimento e cerca sempre di minimizzare il minimizzabile, la verità in questi casi é una mazzata troppo grande e ti si ritorcerà contro.

    • Ieri sera l’ho incontrato ad una festa, ho cercato di spiegargli, di ammettere di aver sbagliato di aver capito il mio errore, gli ho detto che mi manca terribilmente, ma lui non si è mosso di un millimetro dalla sue posizioni. Io non ho nulla da rinfacciargli, mai una mancanza, mai nessun comportamento sbagliato. Ieri sera ha ribadito il suo pensiero e che io ero a conoscenza perché tante volte si era parlato del tradimento. Mi ha anche detto che da settembre tornerà in Calabria, nostra terra di origine, mi ha augurato di essere felice. Ed è andato via.
      Chi è causa del suo male pianga se stesso…

      • Rassegnati, lui si è sempre comportato bene con te, è stato chiaro fin da principio su quello che poteva e non poteva tollerare in un rapporto. Hai fatto ciò che lui non poteva tollerare, lo hai tradito. Probabilmente non lo sentivi come il grande amore e per questo lo hai tradito oppure non sapevi davvero quello che volevi e quando hai perso quello che volevi davvero, era troppo tardi. che ti sia da lezione. non pensare a niente, viviti il tuo dolore e la prossima volta pensaci bene prima di compiere azioni di cui pentirti.

  6. Sono d’accordo con Ovinda. Io non credo che tu fossi veramente innamorata del tuo fidanzato. Se veramente tra voi c’era grande intesa, se era tutto quel che cercavi in un uomo, non c’era motivo per cui tradirlo. Tranne appunto crederlo troppo innamorato, pensare di averlo in pugno, e peccare di onnipotenza pensando di avere due uomini ai tuoi piedi e sentirsi con l’autostima a mille per questo.
    Ma io penso che forse non era l’uomo adatto. Credo che se fossi stata veramente certa che lui fosse stato il tuo vero GRANDE amore, nessuna lusinga ti avrebbe mai fatto andare con un altro che non amavi. Domandati quindi se veramente eri sicura di sposarlo, perché io credo che dentro di te, nel tuo io più profondo tu non lo volessi. Sono sicura che lo ritenessi il miglior ragazzo che tu avessi mai incontrato, dolce, buono e affidabile, ma che non lo ritenessi l’uomo per te. Non si sposa il bravo ragazzo, si sposa chi si ama veramente. E io credo che tu gli volessi molto bene, ma che non lo amassi.

  7. “Io non ho nulla da rinfacciargli, mai una mancanza, mai nessun comportamento sbagliato.”

    Purtroppo la statistica dice che se lui ti avesse perdonato, prima o poi lo avresti tradito ancora. Finendo poi per dargli il ben servito dicendogli che “non lo ami più”. Tutte ugali ‘ste vicende degli anni 2000.
    Ora che lui è stato bravissimo nella sua risolutezza, tu di conseguenza stai realizzando che il coltello dalla parte del manico se lo è preso lui.
    Mi spiace, so che ti rendi conto di aver sbagliato, ma è vero che te lo meriti. Lui si è comportato da uomo, ma lo era anche prima evidentemente. Solo che voi donne di oggi vi annoiate facilmente dei bravi ragazzi.
    Un po’ troppo facilmente.
    Per fortuna, stavolta, il bravo ragazzo della situazione ha dimostrato di avere anche le palle.
    Magari avrebbe potuto tradirti anche lui prima o poi, forse, chissà. O forse no.
    L’unica certezza qua è che dei due chi ha tradito l’altro sei tu. Ora raccoglierai le briciole.

  8. A quest’ora avrei già sposato il mio uomo, il matrimonio era previsto per il 9 gennaio 2016, invece sono ancora qui a piangere, a rendermi conto ogni giorno di più ciò che ho perso, a non riuscire ad andare avanti. Lui è tornato in Calabria, si é fidanzato e forse è felice.
    Avrei preferito che mi odiasse, almeno vorrebbe dire occupare ancora un posto nel suo cuore, invece é totalmente indifferente.
    Scusate lo sfogo

    • Lui ha fatto bene, ha dimostrato che la coerenza porta sempre a qualcosa, visto che ora ha trovato qualcuna che ne sappia apprezzare i valori. Rassegnati. Non ti accuso di nulla, ma se hai compiuto un’azione, vuol dire che eri pronta a pagarne le conseguenze. E le conseguenze non sono mai quelle che preventiviamo.

      • Forse non si capiscono fino in fondo le conseguenze. Non sai quanto mi ha fatto male rivederlo a Natale, vederlo fare con lei le cose facevamo insieme, vederlo e non poterlo salutare, vedere la nuova lei che mi guarda soddisfatta….

    • Poca Ipocrisia e + realtà !!

      Buongiorno 🙂 non riesco a dormire e visto che non ho nulla da fare mi sono messo a navigare. Ho letto la tua storia e sono sorpreso delle risposte quanto della prevedibilità degli eventi che ti sei vissuta,ti dico da subito che io credo che tu abbia fatto bene !!! tutti noi “tutti” abbiamo avuto relazioni più o meno lunghe e i santi esistono solo a parole ,quindi perché flagellarsi la testa con pensieri tristi lunghi e tortuosi?? .Sono un ragazzo che come tutti ha avuto le proprie relazioni,ma ovviamente ho il mio pensiero sulle modalità comportamentali di coppia,o meglio credo veramente che “l’amore è un conto e il sesso un altro” ne sono più che convinto, e da quando nelle relazioni ho smesso di seguire il modus operandi classico (cioè quello che ci vuole vedere come l Uomo che non sbaglia,che lavora sempre che è una brava persona ecc ecc) sto molto meglio !! 🙂 sì cara ,perché a volte tutti noi siamo trascinati dalla routine e ci dimentichiamo delle belle sensazioni ,delle belle emozioni e tutto il resto.Quindi è MA-TE-MA-TI-CO che se tu non mi dai quel di cui ho bisogno ,io lo cerco da un’altra–( ed è ciò che hai fatto tu)–che colpe hai?? nono !! tu ti sei rispettata ,scusa eh,ma se tu non mi fai stare bene su un fronte ok?? che può essere il fronte “emotivo o verbale ok?” perché mi devo negare una mia voglia? perché stiamo assieme?? HAI FATTO BENE !! cerca di seguirmi ,esci un secondo dai pensieri dolorosi e guarda l’evento seguendo il mio punto di vista. Noi possiamo stare bene assieme (siamo fidanzati) ,possiamo trovarci bene economicamente,sessualmente e magari sei pure solare o cose simili.Ma se, per esempio,tra noi manca il dialogo,è normale che io in un modo o nell’altro devo colmare la lacuna che si è formata,ma questo non vuol dire che tu non mi piaccia !! e SOPRATUTTO (tornando al tuo caso) non vuol dire che tu sia una traditrice,no ! perché se io sto con “Anna” (ragazza di fantasia) e non ci faccio l’amore,Anna nonostante l’amore nei miei confronti avrà una mancanza fisica che,prima o poi,la colmerà ! e la colpa di chi è?? di Anna? per cosa -nono questo è il pensiero di base ,quello che pensano 1000 persone su 990 !! non io – perché? perché siamo abituati e siamo cresciuti con quelli che chiamano “i valori” ma che valori valori !! prima dei valori e delle frasi fatte ci sono io ,con i miei bisogni ,emotivi,psicologici,spirituali,economici e sessuali !! e poi il fatto che sei fidanzata non fa di te una bambola ne fa di lui un burattino !! è normale che se conosci una persona che ti attrae,ci pensi ,la cerchi e LA VUOI ,perché siamo umani,POCA IPOCRISIA tutti abbiamo dei pensieri peccaminosi e tutti noi TUTTI dovremmo essere + sinceri con noi stessi,così da viverci le relazioni in modo degno di essere vissute e su misura al carattere che abbiamo ! –Guarda,io a volte mi faccio delle risate pensando alla prevedibilità delle coppie, e con questo non dico che “chi è fedele” sbaglia -no-dico che evidentemente è soddisfatto al 100 x 100 della propria relazione…ma anche lì , cara mia,prima o poi o uno o l’altra si sentirà attratto/a dal comportamento,dal sorriso o dal profumo di un’altra 🙂 ma non perché siamo traditori 🙂 perché siamo vivi ! e la vita è ciclica 🙂 (che poi bisogna vedere chi è davvero fedele ) .Non essere giù Giada …e smettila di darti delle colpe x aver ascoltato il tuo istinto ! ,non soffrire così…perché il dolore si nutre delle nostre scelte. Quindi oggi fai un respiro fai un sorriso e a testa alta fai qualcosa che ti faccia star bene ok?,coccolati 🙂 sei viva ,sei giovane,sei Donna. . .se ti ricordi fammi sapere l’evoluzione , 😉 ciaooo

  9. Te lo meriti. E ammiro il coraggio di lui. Chi tradisce è sempre nel torto, poche parole niente scusanti.

  10. Cara Giada sei sicura che quel che ti fa male nel vedere il tuo ex con un’altra sia il fatto che sei ancora innamorata? Non è che può essere che ti brucia perché lui ha osato mettersi con un’altra e tu non sei più nei suoi pensieri e che non ti adora più? Scusa se lo dico e se ti sembro cattiva nel dirlo, ma oggi come oggi, in questo mondo dove l’egoismo la fa da padrone in tutti i rapporti, comincio a credere poco all’Amore con la A maiuscola. Intanto sono del parere che se si ama un uomo non si desidera andare a letto con un altro a meno che si pecchi di grande volubilità e quindi di un amore piuttosto superficiale. Scusami sempre se lo dico, ma io ti vedo molto egoista. Nella tua lettera è vero che fai ammenda e che hai capito che ti sei proprio comportata male, ma è come se non ti fossi accorta del male che hai fatto a lui. Tu hai visto solo in lui l’accusa e la chiusura totale verso di te quando ti ha scoperto, ma non hai pensato a quel che ha passato lui. Vedi il tradimento è una pugnalata alle spalle, è una cosa che toglie il fiato e ti fa crollare il mondo addosso. Tutto quel in cui credevi si frantuma davanti a te, e tu ti senti il terreno franare sotto i piedi. Le tue certezze, la fiducia riposta nella persona in cui credevi più di tutte, va a farsi benedire in un attimo. E questo senza avere nessuna colpa, senza aver sbagliato nulla. Si subisce un dolore molto grande senza un perché. Cioè di perché poi il tradito se ne chiede molti. A volte si incolpa pure di non essere stato “abbastanza” per l’altro. Mentre l’altro è stato solo una persona egoista, volubile, arrogante che si è divertito alle nostre spalle senza pensarci due minuti e ha mandato al diavolo così anni e anni di vita, di progetti, di sogni che si erano fatti insieme.
    Tu credi di avergli causato un male momentaneo, una cosa che finisce là perché lui ormai ha già un’altra. Ma non è così. Sicuro tu hai minato in lui la fiducia nel prossimo, e sarà sempre guardingo con tutte le donne che avrà in seguito. Perché ricorderà sempre la pugnalata che tu gli hai dato. Magari non è nemmeno innamorato di questa ragazza qua, ma l’ha scelta solo perché gli è sembrata la più “affidabile” rispetto ad altre che si è trovato davanti.
    Cara Giada a me dispiace che adesso stai male, ma almeno di questo sei colpevole solo tu. Lui ricorda che non aveva nessuna responsabilità in questo. Non lo voleva. Ma ha sofferto, e forse soffre ancora.
    Che posso dirti? Passato questo gran brutto momento cerca di fare tesoro di ciò che hai imparato pagando un prezzo troppo alto.
    Ti auguro di riuscire presto a perdonarti così da ritrovare la serenità che in questo momento credi di aver perso.

    • “Magari non è nemmeno innamorato di questa ragazza qua, ma l’ha scelta solo perché gli è sembrata la più “affidabile” rispetto ad altre che si è trovato davanti”

      Concetto interessante.
      In effetti mi chiedo se l’amore totalmente irrazionale da manuale abbia ancora senso in un contesto sociale come il nostro, dove è elevato il rischio che la persona più cara te lo appioppi da un momento all’altro dove non batte il sole.
      E quando l’hai preso in quel posto e ti ha fatto molto male, poi ci pensi non una ma dieci volte prima di tuffarti in un amore irrazionale. Tant’è che attualmente preferisco i valori seri all’istinto.
      L’istinto per me ormai equivale al solo sesso senza amore, che ci può anche stare purchè lo si sappia riconoscere e ci si autodifenda.
      Di perdere tempo dietro a tutte le persone egoiste e inaffidabili di cui è pieno questo mondo non c’ho più voglia.

      • Ciao Daniela,
        Premettendo che sempre di tradimento si tratta, io non ho mai detto di esserci andata a letto, e difatti non ci sono mai andata. Mi sono accorta del male che ho fatto, e credimi, senza voler apparire scontata, avrei dato qualsiasi cosa affinché soffrissi solo io, invece no, lui ha sofferto, ha sofferto tanto, e sicuramente come hai detto tu adesso sarà diffidente verso tutto e tutti. Ha cambiato regione, tornando a casa in Calabria, dopo ciò che è successo.
        Chi è causa del suo male pianga se stesso. Mi sta bene.
        La persona con la quale mi sono sentita per tre mesi non è scappata, anzi per lui ci si poteva continuare a frequentare, lui era single. Ma ho voluto chiudere, forse inconsciamente lo ritengo in parte responsabile, ma ribadisco la colpa è solo mia.
        Buona giornata
        Giada

  11. Scusami Giada. Non avevo capito. Sinceramente da come hai parlato sembrava fossi andata fino in fondo. Mi chiedo: se non fossi stata scoperta e avessi potuto continuare a uscire di nascosto con l’altro, come sarebbe andata a finire? Cioè cosa ti faceva piacere della cosa: essere corteggiata da un altro, fare un pochino la civetta? Quell’uomo ti piaceva sul serio? Ti attirava perché era diverso dal tuo ex?
    Oppure, e ti invito a riflettere su questa domanda, hai avuto paura del matrimonio?
    Perché vedi adesso piangi e pensi di aver perso l’uomo della tua vita, ma non credi che forse una vocina dentro di te, ti diceva di non sposarti?
    Forse avevi dubbi, forse non ti sentivi pronta.
    Vedi io penso che niente accade per niente. E alla luce del fatto che non l’hai veramente tradito, comincio a vedere le cose da un’altra prospettiva, che poi era sempre quella dell’ipotesi iniziale (vedi il primo mio intervento). Forse non ne eri veramente innamorata o forse qualcosa ti diceva che non lo dovevi sposare. Pensaci seriamente poi fammi sapere.

    • Non lo so come sarebbe andata a finire non lo so davvero, e credimi non mi capacito per ciò che ho fatto.
      Per quanto riguarda il matrimonio quella che più insisteva ero io, lui era d’accordo ma era d’accordo anche per la convivenza, più passa il tempo più mi manca, mi manca tutto di lui.

      • Rassegnati. Quando una cosa si rompe non si aggiusta più. Venuta meno la fiducia non c’è più niente da fare. Affronta il dolore mettendo una pietra su questa storia. La prossima volta che ti innamorerai di qualcuno, ricordati di quello che è successo questa volta e agisci di conseguenza.

  12. Mah, io sono sempre più convinto che finchè una persona non soffre tanto per amore, probabilmente non avrà mai a disposizione tutti gli elementi per capire se ama o non ama veramente il proprio partner. Per capire cosa comporta amare qualcuno, sotto tutti gli aspetti.
    Perchè il rispetto per l’altro lo si comprende veramente solo quando si conosce a fondo l’altro lato della medaglia dell’amore, cioè la sofferenza.

  13. Bè matrimonio o convivenza alla fine è quasi la stessa cosa. Diciamo che io, dopo la mia esperienza (separazione dopo 30 anni di matrimonio!), o comunque visto la volubilità dei giovani di oggi, sarei più per la convivenza. Che ci si sposa a fare (a parte ili costo mostruoso), se dopo un anno o due ci si separa? Meglio una bella convivenza. Poi se vengono i figli si troverà una soluzione. Magari in un futuro non troppo prossimo si potrebbe arrivare a una sorta di matrimonio rinnovabile ogni due o tre anni. La trovo più attuale del classico matrimonio del “finché morte non ci separi”.
    Ma tornando a te se non comprendi come sia potuto succedere, io penso che c’era qualcosa di inconscio in te che ti faceva rifiutare il matrimonio con lui anche se l’avevi proposto tu. Sai a volte ci si innamora di una persona che non è adatta a noi. Forse lui è una persona troppo rigida per te, mentre tu sei uno spirito che mal sopporta le costrizioni. Magari lui con il tempo avrebbe potuto soffocare la tua personalità. Ci hai pensato? Ovviamente ho parlato così a random, non conoscendo te o lui. Ma sono convinta che se le cose accadono è perché devono accadere. Cerca di non crucciarti più così tanto Giada e perdonati tu per prima. Poi vedrai che piano piano starai meglio. E magari capirai che lui ti manca è vero, ma forse non era l’uomo giusto per te.

  14. Mah, che strana storia. Forse nella Tua fantasia volevi tradirlo perchè ti eccita sapere che lui avrebbe sofferto per poi perdonarti.
    Il gioco della bambina cattiva e del papà severo. Perchè non provi a conquistarlo con un po’ più di pepe? Magari sotto la sua proverbiale serietà è un maialone di tre cotte!

    • Ormai c’è poco da conquistare.
      Io dopo un anno e mezzo cerco di andare avanti, ancora logorata dal male che ho fatto, e ancora single, in tutte le persone che ho frequentato cerco qualcosa di lui, e non trovando nulla di lui mollo il colpo.
      Lui fidanzato credo/spero sia felice. Lo merita. Lo merita davvero.

  15. Cara Giada,

    La palla di vetro non possiedo per dirti quando smetterà di star male, se ce l’avessi la userei anche per me ?
    Ti posso solo girare consigli che mi stanno dando, di più non posso fare, anche perché sto soffrendo per amore anche io.
    Devi trovare dentro di te la.forza di riprendere in mano la tua vita, devi tornare a sorridere, a pensare a te e a te solamente, in pratica devi conquistare te stessa.
    Ti dico subito, non è facile! Ogni volta che penso di aver fatto un passettino avanti, il baratro si apre sotto di me!
    So di non esserti stata troppo di aiuto,
    un abbraccio

    • Ciao Ilaria,
      Grazie per aver risposto. Io dopo più di un anno posso dire che sto meglio. Ancora mi capita di pensare al mio ex, però tutto sommato sto meglio. Tu perché sei stata lasciata? Io ho meritato tutto ciò.

  16. Ciao Giada,

    Prima doveva essere un periodo di 30 giorni, perché doveva capire se era fatto per la famiglia o era meglio stare da solo…
    Poi ha iniziato a dirmi tante cattiverie gratuite, che hanno inferto duri colpi al mio cuore… alla fine, solo perché è stato coinvolto in un incidente stradale, nel quale ha distrutto la mia pandina, ho scoperto che si è infatuato di una ragazzina di 23 anni (lui ne ha 37 a fine mese)
    Quello che mi fa arrabbiare è che ancora per lui provo qualcosa e dovendo sentirlo perché abbiamo una figlia, ancora il mio corpo reagisce male!!

  17. @ILARIA…HA DISTRUTTO UNA PANDA? Spero non fosse una 4×4 di quelle storiche altrimenti merita veramente la morte.

    @Giada non capisco perchè uscire di nascosto con un altro uomo per 3 mesi senza farci nulla. Hai mandato all’aria 8 anni per fare una stronzata….brutta storiaccia. Mettici una croce sopra e non fare più cazzate (col prossimo).

  18. Ciao Giada
    io non me la sento di confermare il fatto che tu abbia delle colpe. Certo hai fatto un errore che ti ha portato alla situazione attuale ma direi che a questo punto tu possa assolverti. Se ti avesse amato realmente non avrebbe prevalso l’incapacità di perdonare o di parlare da parte sua.

    Sii più clemente con te stessa. Gli errori li fanno tutti nella vita ma nessuna condanna può essere definitiva e senza termine.

    La grandezza dell’amore contiene comprensione e perdono. Altrimenti si tratta di un calesse. Buona vita.

  19. Ciao Mau,

    Fortunatamente no… però sa che anche in quello è in debito con me!!
    Pensa mi fa pensare a me il fatto che è stato costretto a prendere una macchina a noleggio per questo mese, con la scusa che altrimenti non potrebbe portare in giro la figlia!!! ?
    Gli ho risposto che sono fatti suoi, lui è andato via di casa, lui ha deciso di andare da quella è nel tragitto ha avuto l’incidente. ..

    Giorno dopo giorno mi sto facendo una ragione. . Certo non è facile e non dico che ora sto bene.. ma ho fatto caso che ieri quando è andato via con la bimba non ho pianto. .. vedremo.
    È certo che ancora lo amo….

    Buon ferragosto a tutti

    • Buon ferragosto anche a te… fidati che quando finirà con la ragazzina si prenderà a badilate nelle palle chiedendosi cosa gli sia preso.
      Con questo non voglio alimentare tue false speranze, ma stai pur certa che mentre tu ritroverai la tua serenità, lui finirà solo col mangiarsi i gomiti solo soletto.

  20. Ciao Giada, mi è capitato qualcosa di molto simile.
    Vorrei sapere come stai e… com’è andata a finire la tua storia?
    In bocca al lupo!

    • Ciao Ilenia, io a quest’ora avrei già festeggiato 13 mesi di matrimonio. Ma cosi non è stato. Da settembre 2015 è rientrato in Calabria, è fidanzato, non mi ha mai più rivolto la parola, lui e tutta la sua famiglia. Anche la sorella che era una mia carissima amica ha deciso di non avere più rapporti con me.
      Per quanto riguarda me sto molto meglio, ma ancora sono single, nelle mie frequentazioni cerco se,pre qualcosa che ricordi lui, e non trovandola desisto dal continuare.
      A te invece cos’è successo?

  21. é capitata la stessa cosa a me pochi giorni fa, e mi sento terribilmente in colpa, ma purtroppo nn c e piu niente da fare me la sono cercata ed é giusto che lei mi odi.
    Ne soffrirô in silenzio.

    • Ciao Tony, potrò sembrare immatura ma se penso e ripenso al motivo per cui l’ho fatto non lo so. Come ti ha scoperto la tua lei?

      • Ciao Giada e successo anche a me io avevo tradito il mio fidanzato nel 2012 e lui lo ha scoperto nel 2013 e solo che lui non mi ha lasciata subito ma si è vendicato di me per tre anni facendo una commedia con la sorella facendomi credere che se la facesse con sua sorella e poi voleva farmi passare per pazza con tutti mi ha sputtanato con tutti con la sua famiglia con i suoi amici e avevo anche la data di scadenza il 27 ottobre 2016 da quello che ho capito dalle battute che facevano che in questi ultimi tre anni c’era anche un altra l’amica di sua sorella che lo aspettava siamo stati insieme 16 anni e io sto malissimo ho la depressione e non ho nessuno che mi aiuta

      • Beh ma non eri depressa quando lo hai tradito… insomma lui si è vendicato, scema te che non lo hai lasciato quando hai avuto il sentore che ti stesse prendendo per i fondelli.

      • E che io speravo che un giorno mi avrebbe perdonato invece mi ha solo illusa per tre anni facendomi credere che ci dovevamo sposare io lo so che ho sbagliato ma se fossi stata al suo posto non lo avrei mai illuso facendogli credere che lo avrei sposato lo avrei lasciato subito oppure lo avrei perdonato

      • Io sono la meno indicata per dire qualcosa. Sono passati quasi due anni, ho saputo che il mio ex parla di matrimonio, non mi ha mai più rivolto la parola. Il semplice incontrarlo mi mette ansia e mi riaccende il dolore.
        Shaky purtroppo chi tradisce è dalla parte del torto. E sono cazzate il fatto di dire che si tradisce perché qualcosa non va nella relazione. Non si risolvono col tradimento i problemi.

  22. Giada ma tu come hai fatto ad andare avanti io non ci riesco sono arrabbiata con me stessa per quello che ho fatto ho perso il mio amore è in più non ho nemmeno le amiche perché erano tutti amici suoi e non ho nemmeno i genitori sono deceduti sono completamente sola ed è anche per questo che non riesco a superare la fine della nostra storia perché non ho nessuno che mi aiuti ad uscire dalla depressione

  23. Ciao Giada sono un uomo di 48 anni molto piacente a dire il vero e Calabrese di origine.
    Sono qui a raccontarti la mia storia non solo per te ma per chi credo possa capire cosa sia veramente un tradimento cosa cambia e cosa può succedere nel corso del tempo.
    Inizio la mia storia a 21 anni ero un ragazzo molto vivace se si può dire un gran donnaiolo anche molto precoce attento sopratutto a mantenere un certo atteggiamento molto molto provocante.
    Quell’estate del 1991 come tutte le estati ad aprile viene una ragazza con il fidanzato in un locale ci siamo messi a scherzare a fare 4 chiacchiere qualche sera e la cosa era finita li. Da li a pochi giorni partono, io inizio a lavorare in questo locale come cameriere a giugno, nel periodo di agosto questa ragazza torna con una sua amica. Spesso quando finivo di lavorare passavamo il tempo insieme a fare 4 chiacchiere , non era solo bellissima non ho mai guardato alla bellezza esteriore, ho sempre guardato una persona nel suo insieme.
    Sono una di quelle persone che guarda la mente non l’aspetto solo fisico, che ha anche la sua importanza. MI faceva impazzire ero completamente preso da quello che aveva passato mi confessava i suoi sentimenti quello che ha passato ci raccontavamo tutto anche le cose più intime spesso indicibili facevamo finta di odiarci prendendoci in giro ma avevamo capito entrambi che era nato qualche cosa.
    Ci siamo innamorati perdutamente, potrei raccontarti a distanza di ben 27 anni ogni momento vissuto e passato con lei sia quando lei e stata in vacanza o di quando io sono stato da lei nella città dove abitava. Non ho mai dimenticato e non credo che mai dimenticherò il suo profumo le sensazioni i suoi modi la sua voce la casa che avevamo potrei dirti anche i suoi vestiti e le sue scarpe la sua taglia e ogni neo sul suo corpo.
    Hai tempi quando sono salito c’era ancora l’idea razzista dei meridionali un po faciloni che trattavano le donne del nord tipo usa e getta, i genitori non erano molto contenti a dire il vero non hanno mai voluto conoscermi gli dovevamo dare del tempo a dire il vero io e lei di sta cosa ridevamo .
    Io intanto avevo fatto un concorso statale molto importante era il 26 ottobre me lo ricordo benissimo lei mi ha accompagnato alla stazione oltre avevo un lavoro che mio padre doveva finire e mi aveva chiesto una mano si trattava di qualche mese e sarei tornato da lei, mi disse non t’innamorare di qualche terrona io gli risposi il tempo che prendi la macchina e vai a casa io sono gia tornato. Insomma andai a fare sto benedetto concorso ( che attualmente e il mio lavoro) e sono riscenso in calabria per aiutare mio padre a terminare un lavoro importante prendere dei soldi salire di nuovo da lei e stabilirmi li, trovare un lavoro, in quel periodo era molto facile sopratutto al nord.
    Spesso avevamo qualche discussione, sopratutto con mia mamma, perché la chiamava gli diceva spesso che sarebbe stato meglio se ci lasciavamo adesso perché non ero il ragazzo giusto per lei lo stesso faceva sua mamma sempre con lei. Ci amavamo in testa ogni giorno io avevo lei lavoravo ma lavoravo anche fuori orari non aveva nessuna importanza che ora era e se avevo pranzato o cenato un panino veloce e si continua dovevo finire perché volevo tornare da lei, mi mancava non stavo bene l’unica cosa che mi faceva continuare era il fatto che presi quei soldi sarei potuto arrivare da lei.
    Hai tempi non c’erano i telefonini allora andavo in una cabina ricordo la tasca sempre piena di gettoni per il telefono quel pomeriggio la chiamai nella pausa dal lavoro come ogni volta e lei mi disse che doveva parlarmi di una cosa importante che era successa. Mi disse che la sera aveva avuto una lite con sua madre sempre la solita storia come ho detto che ero un terrone che prima o poi l’avrei lasciata e altro lei mi disse che era furiosa e usci fuori di casa e stava nel cortile lo stesso dove abitava il suo ex ragazzo ( stessa palazzina) era sceso per consolarla e parlare un po perché aveva sentito la lite con i genitori.
    Erano stati insieme 7 anni per la rabbia finirono per andare a letto, fu chiara con lui gli disse che era stato un atto di debolezza e che non cambiava nulla mi avrebbe raccontato tutto, perché non voleva con me un rapporto falso come con lui, non sarebbe mai riuscita a perdonarsi il fatto di non avermelo detto, si sarebbe sempre sentita disonesta nei miei confronti, mi disse che lui ci rimase male e se ne andò.
    Sono rimasto congelato non mi reggevano le gambe ero arrabbiatissimo non riuscivo a ragionare lucidamente completamente fuori di testa e lei continuava a parlare cercavo di seguire quello che lei diceva dopo un po gli chiesi solo perché avesse fatto una cosa del genere lei si mise a piangere piangevo anche io e chiusi il telefono. Andai a casa e avevo tutte le sue foto tutto quello che mi aveva regalato e bruciai tutto non volevo provare tutto quell’odio tutto quel rancore e dolore tremendo incontrollabile,se ne sarei stato capace avrei bruciato perfino tutto quello che mi aveva detto nel mio cervello.
    Ricordo mia mamma che aveva capito e rideva, mentre bruciavo tutto, mi disse, non te la prendere vedrai che ci saranno un sacco di donne e che t’innamorerai di nuovo mi girai verso di lei e gli dissi che quello che bruciava non era solo il ricordo di lei ma anche il suo perché tutto quello che era successo era anche per colpa sua. La richiamai quella sera stessa , quel giorno non sono riuscito a lavorare e nemmeno i giorni dopo ho fatto di tutto per cambiare questo mio modo di essere l’amavo perdutamente uno sforzo immane ci sentivamo tutti i giorni ma non volevo salire ancora dopo un mese volevo migliorarmi e poi salire da lei ne avevamo pure parlato, ma nella mia testa c’era una cosa sola, volevo fargli provare quello che avevo provato io per mettere le cose in pari, fargli capire che significa tradire quando si ama cosi intensamente, che motivo aveva di andare a letto con lui se non lo amava?

    Non era il sesso che gli mancava d’altra parte da quel punto di vista non la lasciavo mai in pace e nemmeno lei a me. Un po e come la storia di Adamo ed Eva per stare bene e non avere problemi nel paradiso non dovevano toccare questa maledetta mela, qui e riferito al tradimento.
    Dopo qualche mese mi era arrivata la lettera che avevo vinto il concorso che iniziavo a lavorare ( caso strano stessa professione del suo ex ma con molte più responsabilità). In parole povere possiamo dire un Militare di professione che svolgo ancora oggi. Ci siamo sempre sentiti sempre fingendo di essere buoni amici lei mi raccontava le sue cose che aveva riprovato con il suo ex ma non provava niente e che da li a poco si sarebbero lasciati, caso strano la stessa cosa era successa a me non avevo sentimenti per nessuno, ero molto chiaro quando vedevo che una donna era molto interessata a me mi allontanavo sempre, non riuscivo a provare emozioni per nessuna donna.
    Molti miei amici pensavano che ero gay perchè era impossibile rifiutare di uscire con alcune donne che d’altra parte almeno alcune, anche bellissime. Alla fine dopo qualche anno mi sono sposato, sinceramente non lo so nemmeno io perchè l’ho fatto, forse volevo un rapporto stabile rifarmi una vita avere una famiglia e lasciarmi tutto dietro le spalle senza mai smettere di pensare a lei.
    Esperimento non riuscito ci siamo separati dopo 3 anni ho scoperto che lei mi aveva tradito (e credetemi non me la sono presa affatto certo mi ha fatto un po schifo lei, ma con una indifferenza totale) avevamo un bambino, mio figlio di 18 mesi che oggi ha 23 anni ed e l’unica persona a cui ho raccontato tutto questo. Anni e anni senza trovare nessuno fino a 32 anni quando incontro la mia attuale moglie e decidiamo di andare a vivere insieme, dopo anni di convivenza e stata lei a dirmi di sposarci e questo ve la dice tutta.
    Andiamo d’accordo stiamo insieme ormai da moltissimi anni ci vogliamo bene lei e sempre un po distante non riesco mai a capirla non si è mai aperta con me sono solo suo marito basta, ha i suoi segreti io non posso stare nella sua vita e non ne faccio parte e solo lei e il figlio. Non nego che mai io ho dimenticato quella donna non c’e’ giorno mese o anno in questi 27 anni che non mi faccio delle domande….che potreste farvi anche voi sulla vostra storia : perchè ancora amo e odio quella donna?
    Era inutile continuare l’amavo e l’amo troppo sono sicuro che se gli dicessi di lasciare il marito lo farebbe ma per fare cosa andare a vivere con una persona che ancora dopo 27 anni prova dei rimorsi per quello che ha fatto? amare delle volte significa sacrificarsi e rinunciare per non fare del male alla persona che si ama. Questo e uno dei motivi per cui non ho voluto ritornare da lei ma entrambi ne pagheremo a vita le conseguenze . Sono passati 27 anni il caso vuole che due anni fa ci siamo sentiti dopo ben 10 anni,e sposata ma non ha voluto avere figli mi ha detto che non se la sentiva, si trova nelle mie stesse condizioni non sta bene con suo marito gli vuole bene ma non lo ama.
    Ci siamo chiesti quasi scusa di nuovo a vicenda per quello che era stato di cosi brutto dando la colpa alla giovane età ma parlando mi ha confessato che spesso pensa a me lo stesso ho confessato io, stavo iniziando a parlare e con un filo di voce mi ha detto non sono mai più riuscita a trovare in nessuno quello che avevi tu, gli ho detto stavo per dirtelo io. Adesso carissimi maschietti o che credete di essere maschi perché la vostra donna vi ha tradito o viceversa fatevi una domanda ma io amo il mio partner a tal punto da essere, non pari come il mio, ma più forte della mia rabbia e del mio odio di avermi tradito?
    Sono riuscito a capire a comprendere il motivo per cui l’ha fatto perdonarla continuando a stare con lei sicuro e consapevole del fatto che non devo mettere d’avanti a tutto gelosie e insicurezza sul nostro rapporto? perchè chi ha tradito ha commesso un errore o forse un atto vile ma il problema e il suo se sa di aver sbagliato ed e pentito non c’e’ nessun modo per potervi aiutare. Starvi vicino vi da quasi fastidio e sa di falso, dirvi la verità anche se e pura fin nei minimi particolari, non farà altro che peggiorare le cose.
    Da parte mia se potessi tornare indietro direi a lei una cosa, se non mi ami più dimmelo ma non dirmi che mi hai tradito o che ami un altro, se mi ami veramente e mi hai tradito ed e stato un atto di debolezza o solo sesso non dirmelo affatto e fai in modo di non farlo scoprire mai. Come sono adesso un traditore un uomo che se deve portarsi a letto una donna sposata lo fa senza nessun rimorso o paura di essere scoperto e lei che lo ha voluto e sono io che lo voglio se mia moglie mi dovrebbe scoprire non ho nessun dubbio me ne frego pensi quello che vuole. Ma se avessi lei… dio solo sa se ci sarei per qualcuno.
    Una cosa importante mia mamma e venuta a sapere che mi sono sentito con lei due anni fa eravamo a casa era natale mi ha detto una cosa allora so che vi siete sentiti che effetto ti ha fatto? gli ho detto lo stesso di quando l’ho conosciuta lei mi ha detto allora non ami tua moglie? gli dissi che volevo bene a mia moglie lei ha capito che aveva fatto un grosso errore e come gli dissi quel giorno non l’avrei perdonato fino a quando non sarebbe finito quello che provavo per lei.
    Si e sentita umiliata un piccolo prezzo da pagare per qualunque persona si metta di mezzo nella vita degli altri.
    Adesso Giada pensa tu quello che vuoi di questa storia ma se non si e risolta subito per mia esperienza personale non si risolverà mai bisogna chiudere e cercare di andare avanti non come ho fatto io pero divertiti e cerca di capire che il problema non sei solo tu il problema e il suo come il mio ego e di tanti altri. s
    Scusate manca qualche accento e virgola ma e dovuta un po alla mia svogliatezza di rileggere già e stato difficile scriverlo

    • Ho letto le prime righe soltanto, che sono tutte autoreferenziali e vanitose, poi mi è vsnuta la nausea.
      Un uomo che sostiene di essere piacente parte già malissimo. Poi ci meravigliamo che le donne oggi non fanno le donne.
      E grazie, sono gli uomini a fare le donne…

      • gia J.J hai pienamente ragione ma a quanto pare non hai letto proprio nulla scusami. io parlo di AMARE non se stessi ma AMARE una persona. Il tradimento in psicologia e considerato come elaborare un lutto ma ci sono lutti che ti segnano la vita e possono anche fartela cambiare radicalmente tu credi che chi si droga voglia dogarsi perché gli piace? Spesso è un’alternativa a dei problemi molto più profondi non tutti reagiscono allo stesso modo e non tutti come coppia hanno avuto un rapporto speciale. per te e facile trovare un diamante puro? trovalo? Ci sono poche persone compatibili per ogni uomo o donna che possano veramente formare una coppia perfetta. Noi lo eravamo perfetti con un po di problemi come tutte le coppie capita però che quel diamante inciampi e ti cade dentro una una pozzanghera e oltre a sporcarsi si rovina leggermente e non e cosi bello e puro come prima. Accettare di ripulirlo e tenerselo e pensare sempre che è un po rovinato e meglio disfarsene ma non per questo non pensi più a quel diamante. Bisogna essere veramente innamorati e profondamente per capire una cosa del genere la cosa che mi fa più rabbia è il fatto che abbia segnato tutto il corso della mia vita futura e sopratutto di carattere. La mia come ho scritto non e stata una presa di posizione perche qualche cretino possa pensare che sono un Cornuto contento. La mia decisione e stata per una questione di carattere ma sopratutto per il suo bene, prima o poi sarebbe uscito di nuovo questo discorso e sicuramente non ci avrebbe fatto bene a nessuno dei due come coppia, gelosie, il pensiero continuo che non avrei mai più avuto fiducia in lei, l’impossibilità a passare di nuovo un dolore del genere che sarebbe stato sicuramente insuperabile, volevo farla stare bene anche con la sua famiglia che a quei tempi odiavano ed era una cosa bruttissima stare con uno del sud. Ma come ho scritto sono passati 27 anni e siamo rimasti con gli stessi sentimenti e le stesse idee di quando ci siamo lasciati.

  24. Per forza che non leggo tutto, mi stufo. Non hai il dono della sintesi… 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.