L’ho lasciato dopo 10 anni

Ciao a tutti, vi scrivo la mia storia in cerca di conforto ed opinioni. Ho dovuto lasciare con tutto il dolore del mondo il mio compagno dopo 10 anni di relazione (io ho 32 anni lui 40) una relazione molto tranquille quello che pensavo di desiderare da sempre fino ad 1 anno fa. Quando ho iniziato a sentirmi scontata ed ho iniziato ad avercela con lui per alcuni suoi modi, ho iniziato a vederne i difetti fino a che si è presentato lo scoglio fisico che non  sono riuscita a combattere (non sono superficiale almeno spero veramente di non esserlo perché mi son data colpa anche di questo) ma lui era diventato trasandato, non si curava e ogni volta che tentavo di farglielo notare si innervosiva. La comunicazione era diventata nulla. Non riuscivo più a vedere quello che cercavo nel partner che desideravo, io mi prendo tutte le colpe in quanto sono cambiati i miei sentimenti nei suoi confronti e non i suoi nei miei.

Così sopraffatta dalla disperazione l’ho lasciato, sono stata 3 mesi nel letto a piangere (seguita da psicoterapeuta) fino a qualche settimana fa quando ho deciso di iniziare un po’ a riprendere la mia vita in mano. Ho però sempre questo dolore di sottofondo, mi sale la nostalgia, il senso di colpa per averlo fatto soffrire così tanto ed averlo abbandonato. La mancanza dei momenti belli, mi risalgono i ricordi e mi chiedo sempre se la direzione che ho preso è davvero quella più giusta per entrambi.. Allora vorrei chiedere, so che i tempi sono sempre personali ma voi all’incirca per almeno aver capito che stavate prendendo la direzione giusta per voi, quanto ci avete impiegato? Come si fa a lasciare andare il passato? Grazie!


da: Mina

4 Commenti

  1. Grazie per le vostre gentili risposte.
    Io ho molta paura, tutti riescono a superare la fine di una relazione?
    Ho paura per il suo dolore perché gliene ho inflitto tanto, inoltre convivevamo da 7 anni a casa sua. Penso anche quanto sia difficile vivere li per lui, da solo, con molte cose che ricordano me, che disastro!
    Vorrei che mi odiasse, io nonostante il dolore e i dubbi non sono tornata da lui. Forse anche perché lui non ha insistito per niente. Ha accettato subito la cosa, molto più maturo di me ha capito forse subito che non c’era più tanto amore.

  2. Cara Mina, molte volte gli uomini quando si sentono “accasati”, si lasciano andare, un po’ per pigrizia, un po’ perché forse non sono più in “caccia”.
    Forse fra un po’ di tempo, lui se ne renderà conto, cambierà e magari tenterà di riprendersi quello che un tempo era suo.
    In ogni caso, capisco il tuo dolore, dopo tanti anni è normale. Non ti preoccupare, ti riprenderai sia tu che lui.
    Ci vuole solo un po’ tempo

  3. Ciao Mina, lo so che è difficile ma credimi è meglio che lo hai lasciato, ai fatto benissimo anzi puoi trovare di meglio e sinceramente una persona che non ha cura della sua persona significa che non si ama, si lascia andare, si trascura, non gli importa del giudizio degli altri. Non ti devi dare nessuna colpa credimi, anche io avrei fatto lo stesso, la prima persona che devi amare e te stessa. Ti auguro buona fortuna per tutto!

    • “ai fatto benissimo”.
      “una persona che non ha cura della sua persona”.

      Mina io prima di seguire ‘sti consigli poco italiani di sconosciuti anonimi preferirei parlarne con qualcuno che conosco e mi conosce realmente.

      Fidati.
      Altrimenti se vuoi una sequela di luoghi comuni, leoni da tastiera e persone mancanti di empatia, accomodati pure su internet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.