Home / SOFFRIRE PER AMORE / Crede che l’ho tradito ma non è vero

Crede che l’ho tradito ma non è vero

Ciao ragazzi, mi chiama Claudia ho 27 anni e sto da un anno e mezzo con un ragazzo di 25. Le cose tra noi sono state sempre difficili a causa del suo continuo pensare male su di me, diffidare per la qualsiasi, sospettare io mi sentissi e avessi sempre altra gente e roba di una gelosia estrema che col tempo mi hanno portato a diffidare fortemente anche di lui e ad essere anche io eccessivamente gelosa. Le sue richieste erano assurde, dovevamo sempre stare a telefono ogni volta uscissi e non potevo andare a fare una passeggiata nemmeno con mia madre perché altrimenti volevo farmi notare, dovevo avvisarlo e mandare foto per confermare fossi a casa, non potevo dormire tardi perché voleva dire avevo ” qualcosa di strano “da fare durante la notte.

Siamo sempre stati io e lui, ne una comitiva ne amici ne nulla. Premetto che io ho sempre avuto pochissimi amici due tre massimo, che adesso hanno anche le loro vite quindi sono davvero molto sola. Anche lui è sempre stato solo, senza molti amici. Lui mi ha sempre impedito tutto perché motivava la gelosia col fatto in passato io abbia avuto varie esperienze con i ragazzi e quindi non sono una ragazza seria per lui e in più un mio ex, con cui ha voluto parlare a mia insaputa per accertarsi su che tipo fossi a inizio relazione, gli ha parlato malissimo di me ( il mio ragazzo mi lasciò per questo, dopo pochi giorni dalla nostra relazione per poi continuare, facendomi passare il primo mese sotto accusa, tra prove e dimostrazioni continue da parte mia, fu un vero inferno, fece anche un account falso a nome mio per verificare se sentivo ragazzi ).

Potete quindi immaginare, già era esagerato di suo a maggior ragione dopo questa cosa. Non ho mai potuto fare foto e se le facevo dovevo sempre inviargliele, lui invece una volta fece una foto a mia insaputa e io li diventai una vera belva considerando tutte le pressioni che aveva sempre fatto su me. Mi ha mentito parecchie volte anche per stupidaggini ( lui giustificava che ometteva le cose per non farmi arrabbiare). Col tempo sono diventata sempre più nervosa e irascibile a causa delle pressioni e dei miei sacrifici di adottare uno stile di vita asociale che non ha mai visto. Lui ogni volta tentavo di lasciarlo in modo anche aggressivo (ero un accumulo di rabbia a causa delle sue incoerenze che da me pretendeva e lui non rispettava e delle sue inutili bugie ) mi veniva dietro, piangeva e chiamava sempre. Io da vittima arrivavo a sentirmi una carnefice e cattiva perché sentivo di trattarlo male nonostante me ne abbia fatte passare di ogni e isolata dal mondo.

Succede che mentre siamo a telefono, qualche giorno fa, sente una vibrazione dal mio cell. Succede l’inferno inizia a pensare che mi ha mandato un messaggio qualcuno e che l’ho tradito . Non capisco nemmeno io questa vibrazione ma gli spiego che sicuramente era il wifi che si era disconnesso e andandosi a riconnettere ha vibrato sul telefono e poco dopo sono arrivati i suoi messaggi su WhatsApp. Non ci crede, si dispera piange tantissimo convinto di un mio tradimento! Io vedendo che insiste in modo malato inizio ad aggredirlo stanca e stufa delle stupidaggini, mi sento sfinire mi metto a urlare come una disperata non appena stacca la chiamata. Esco di casa, da sola, distrutta. Torno a casa mi richiama dopo diverse ore continuando a piangere e chiedendomi disperato chi fosse colui che mi ha mandato il messaggio.

Io mi sento nel panico perché non c’ e nulla da fare non mi crede! Stacca la chiamata piangendo mi dice che partirà ( sua madre vive fuori) e che non lo vedrò mai più, che è finita che gli ho fatto le corna e che lui per me ha sempre fatto di tutto. Mi ha bloccato dappertutto, ho richiamato col telefono di mia madre e mio padre, gli ho mandato messaggi dal loro cellulare per fargli capire le cose, ma nulla, dice che lo sto prendendo in giro e mi ha bloccato anche sui loro telefoni! Io mi sento disperata e in colpa anche perché ho avuto un certo tipo di passato non proprio da santa ammetto ma mai un tradimento a lui e in più quando stavamo insieme da poco tempo, mi è anche arrivato un messaggio da un ragazzo che avevo frequentato prima di lui e che disgraziatamente vedendomi insieme al mio ragazzo me l ha scritto, (motivo per cui ho dovuto cambiare scheda e anche lui ha cambiato la sua ) .

Lui ha sempre pensato mi ci vedessi di nascosto con questo e che mi aveva cercato per questo motivo. Io da quando lo conosco mi sono davvero sacrificata in tutto, ho accettato isolamento totale, stare chiusa a casa, opprimenza di ogni tipo, non l’ ho mai tradito. Mi rimprovero la mia forte aggressività e il mio atteggiamento rancoroso e forse cattivo degli ultimi tempi che mi portavano a non volerlo vedere a causa di tutto quello che è successo standoci insieme, dell’ isolamento a cui ero sottoposta e della repressione mentale che avevo. Mi sento troppo in colpa nonostante non ho fatto nulla! Il fatto sia così convinto tanto da piangere perché sicuro lo abbia tradito mi fa stare male! Ragazzi aiutatemi vi prego ! 

Da: Claudia

8 Commenti

  1. Rado giustissimo infatti molte volte gli dicevo più non faccio nulla più vengo accusata a sto punto tanto vale le cose le faccio davvero ( naturalmente a parole , a fatti ero incapace e poi essendo così presa non vedevo nemmeno chi mi passava davanti!). Adesso vado a cercarmi sto film mi hai incuriosito! Grazie !

  2. Ciao dave grazie tante del commento! Solo quelli che hanno a che fare con queste persone e che subiscono e vivono queste patologie , hanno la profonda capacità di comprendere. Si esatto , lui spesso mi dice esattamente questo cioè se le cose intime che faccio con lui le ho gia fatte in passato, o proietta su di me cose che poi faceva lui. Arrivava a fare delle commedie assurde per farsi credere aumentando ancora di più la rabbia e purtroppo anche il rancore che mi ha divorato. Non sto per niente bene dave. Anche perché tutta questa diffidenza e malignita`è dovuta anche al loro marciume interno. Grazie!

  3. Claudia!!! Dio mio, mi è parso di leggere la mia storia, davvero, ti giuro. Mi è venuta la pelle d’oca leggendoti. Io sto con la mia lei da tantissimi anni, l’ho conosciuta che era una fanciulla, ed io ero single da qualche anno. Non abbiamo molti anni di differenza, ma ti assicuro che tutto quello che tu stai vivendo con lui, che hai vissuto, io l’ho provato sulla mia pelle ed è un vero incubo. Da non dormire la notte.
    Da non stare mai tranquilli, nemmeno mentre si fa l’amore era capace di smetterla, continuava a ripetermi “questo l’hai fatto con la tua ex?? e quest’altro? Ma ti piace di più farlo con me o con la tua ex??” Oppure, mi diceva “dimmi chi ti scop…quando io non ci sono??” e così via.
    Poi ci ho fatto l’abitudine e quello che mi dice mi entra da un orecchio ed esce dall’altro, fino a che non smette da sola. Con me, oltre il profilo falso, si è comprata altri numeri di cellulare e si fingeva donne che mi cercavano, per vedere io come reagivo.
    Se puoi, lascialo andare per la sua strada…non fare come me che le ho sempre corso dietro, e’ una cosa sbagliatissima. Queste persone si divertono in questo

    • Dave secondo te loro sono cosi a causa del nostro passato diciamo movimentato che a loro avviso dovremmo vivere come perenne espiazione? A me tutto questo tormento ha fatto diventare anche peggio di lui e mi sono sentita io la cattiva anche perché come dicevo nel post pretendeva sincerità ma era di una bugiardaggine e falsità allucinante. A me lui diceva di agire cosi proprio perché ero una secondo lui leggerina..pero recitava l attore….anche per cose stupide . Bugiardi patologici come non mai. Sono cosi perché immaturi e perché siamo stati il loro primo amore ? È possibile ? O semplicemente sono maligni e falsi?

      • Semplicemente sono malati. Niente di più. X queste malattie mentali nn esiste cura. Ho provato in questi anni di leggere di informarmi su queste patologie….ma nulla. Sono talmente bravi a recitare da prendere x il culo anche un bravo psicologo. Le sto dando amore comprensione sostegno….ma quando hanno la luna storta diventi il loro peggiore nemico….mi spiace….lui ti verrà a cercare. Non farti trovare. Sparisci. Cambia numero di telefono etc etc solo c così hai una speranza

  4. Ciao Claudia, vorrei che provassi a inquadrare la situazione partendo da un presupposto semplice: ti trovi in uno stato di dipendenza affettiva. Stai soffrendo come un cane, e la causa non è la sua mancanza, non è il senso di colpa, ma è lui.
    Ti sei comportata benissimo, hai fatto tutto quello che farebbe chi ama, non ti devi rimproverare nulla!
    Hai fatto tante rinunce per lui e questo è tantissimo. Quindi non devi sentirti in colpa.
    Ti invito caldamente a leggere qualcosa sulla manipolazione, sul senso di colpa indotto, sulla dipendenza affettiva. Tutto questo non per “fare un processo” a lui, ma per capire che il vortice in cui ti trovi è comune a tante persone, e si disinnesca solo fuggendo a gambe levate.
    Tutto ciò che lui ti porta è una sofferenza terribile, scappa!
    Un grosso abbraccio

    • Grazie di cuore anche a te marco ! Leggere i commenti mi fa stare un po meglio! Conosco da un po di tempo queste tecniche usate dai narcisisti ma non so se effettivamente lui sia narcisista dato non ha mai svalutato ne scartato e non è emotivamente freddo come si dice siano loro. Mi piacerebbe poter parlare meglio con chi conosce e ha vissuto queste situazioni perché so che storie come la mia , esattamente allo stesso modo coinvolgono uomini e donne. Mi piacerebbe parlarne meglio e un grosso abbraccio a te!

  5. Bella coppia: 135/10 per tutti e due. Vi soprannominerò “Black Widow & Occhio di Falco”.
    Il problema di fondo è la mancanza di amici a 27 anni: lascia che quello psicopatico di Clint Burton si crogioli nel suo brodaccio e fai un po’ di vita sociale, dalla via un po’ così le illazioni si trasformeranno in solide realtà. Ad maiora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.