Home / PROBLEMI DI CUORE / Voglio tornare con la mia amata

Voglio tornare con la mia amata

La mia storia di fidanzamento (non convivenza) è finita dopo 2 anni e mezzo, dei quali 2 stupendi, la più bella storia della mia vita e della sua, i nostri caratteri erano molto compatibili e ci piaceva fare le cose in comune con molto amore, anche il sesso andava alla grandissima. Io 42 anni lei 37. Negli ultimi 6 mesi erano subentrati dei litigi, lei era molto più nervosa del solito perché aveva perso il lavoro a settembre ed io più giù d’umore per problemi lavorativi ed economici che non ci hanno più permesso di fare la vita di prima e lei aveva paura del nostro futuro per mancanza di progetti.
Sta di fatto che il 22 dicembre dopo l’ennesimo litigio per un futile motivo non ci sentiamo più, non la chiamo io, non mi chiama lei (ma io sapevo che non avrebbe richiamato dato che non la ha mai fatto nemmeno in precedenza per il suo carattere orgoglioso e puntiglioso). Il mio non chiamare è stato come un atto di lasciarla andare, visto che le mie condizioni preoccupavano seriamente anche me. Però il 13 marzo notte mi sveglio di soprassalto e mi manca(dentro di me mi era sempre mancata, ma non lo ammettevo a me stesso), inizio a scriverle un messaggio che non invio. L’indomani caso del destino la incontro sulla stessa strada per il mio luogo di lavoro, ci salutiamo e lei mi dice che stava andando al lavoro (quindi lo aveva trovato), ma scopro che lavora nel mio stesso luogo da 3 mesi e non me lo aveva detto ed io non me ne ero accorto.

La chiamo per un caffè e la messaggio, ma lei risponde che è passato troppo tempo e si è riuscita a ricostruire un equilibrio nella sua vita per l’ennesima volta, poi successivamente dice che io non potevo farmi vivo così dalla sera alla mattina dopo tanti mesi di silenzio solo perché l’avevo vista per strada, non funziona così e non  ha più senso nulla nemmeno vedersi. Comunque fino ad oggi non mi ha consentito di vederla, abbiamo parlato al telefono due volte, di cui una l’ho chiamata di notte e  lei mi ha risposto, ma negandomi di vederci e mi ha mandato su tutte le furie, cosa che non avevo fatto fino a quel momento e gli ho detto tante cose che non penso nemmeno, quindi gli errori da non fare che tu consigli nei tuoi video da evitare li ho commessi tutti nonostante sto cercando di agire sulle mie emozioni e di mantenere la calma. Gli ho anche chiesto 3 volte di cancellare il mio numero e cancellarmi da tutti i social, ma lei non vuole, dice che è da bambini. Quindi non so se ha alzato un muro temporaneo o definitivo. Finora non mi ha detto che non mi ama più, ma io la vedo appagatissima dal nuovo lavoro, si fa’ forza su quello.
Per Pasqua l’ho chiamata 2 volte ma zero risposta, al che gli ho inviato un messaggio al quale lei hai risposto con dei freddi auguri.

Dopo qualche messaggio sentimentale, ma non smielato a sorpresa un sabato mi arriva un messaggio nel quale chiede di vedermi perché forse un chiarimento dal vivo me lo deve, precisando che però non devo mettermi strane idee in testa. Andiamo a cenare fuori, serata molto piacevole con sguardi e battutine….ma dove lei mi ribadisce che i motivi di paura per il futuro stanno alla base della nostra rottura e che lei aveva iniziato a pensare ad una separazione già qualche mese prima. A fine serata in macchina prima di tornare a casa ci abbracciamo molto forte, lei mi accarezza il petto e i nostri visi si iniziano a sfiorare e ad accarezzarsi, ma mi chiede di non baciarla e io gli rispondo che non avevo nessuna intenzione di farlo, il momento dura una decina di minuti ed  è stato molto toccante per entrambi. Al ritorno a casa mi ha inviato un messaggio ringraziandomi della piacevole serata (come sempre tra noi), ma scrivendomi anche “perdonami….” Sinceramente lei mi sembra confusa tra una scelta razionale che ha deciso di voler prendere e la scelta detta dal cuore, ma anche dal piacere perché tra noi c’è molta attrazione. Ora non so cosa fare, penso di non contattarla per un po’, in modo che magari ci pensi un po’ su, voi cosa mi consigliate?

da: Stavros

5 Commenti

  1. Ciao Stavros, credo che i problemi passati abbiano influito molto sulla fine del vostro amore. Lei perdeva lavoro e sicuramente si è sentita molto giù, forse avrebbe voluto vedere in te una persona forte ma in quel momento anche tu avevi dei problemi.
    Fatto sta che si è spento l’amore ma dopo un periodo di interruzione sembra che qualcosa si stia riaprendo. Io ti consiglio di avvicinarti a lei lentamente, non pressarla e soprattutto devi fargli vedere che anche tu sei diverso, più sicuro di te, più piacevole.
    Se non acceleri troppo credo che hai molte possibilità di tornare con lei

    • Matt grazie della risposta. Tu hai ragione e hai centrato i punti nevralgico/logici che hanno portato alla fine del rapporto. Io in quel periodo non ero proprio in grado di darle sicurezza, ma non ero proprio me stesso, quello che ha sempre conosciuto. Di sicuro non la presserò, anche perchè lunedì gli ho augurato buona settimana e lei non mi ha nemmeno risposto. Nell’uscita di sabato le ho spiegato queste cose e spero che lei ci rifletta su, inoltre gli ho fatto presente che anche nella situazione lavorativa le cose sembrano incanalarsi per il meglio, non so se ci crederà e se ora le interessa ancora (a sensazione direi di si). Grazie della speranza che credi ci possa essere, anche se io non sono mai ottimista quando le storie finiscono altrimenti ci si resta ancora peggio.

  2. Stravos io proverei, senza pressarla, ma per la chiarezza, a dirle tutto quel che pensi e provi proprio come l’hai detto a noi. Penso che la sincerità in una coppia sia importante e mi sono sempre chiesta perché a volte certe cose non vengano dette all’altro. Cioè le hai detto che dopo l’ultimo litigio in cui vi siete lasciati tu volevi lasciarla libera perché anche tu avevi problemi al lavoro e non ti sentivi sicuro di poter continuare un progetto con lei? Questo è importante perché se lei si è sentita abbandonata proprio nel momento in cui aveva più bisogno di te, tu invece avevi un problema quasi analogo e hai pensato invece di starle dietro come lei avrebbe voluto, di lasciarla perché per te in quel momento era il meglio per lei. Vedi la questione è che le persone hanno vedute e modi diversi di pensare. Tu pensavi di farle del bene lasciandola e non cercandola, lei invece probabilmente voleva essere cercata. Se è una donna orgogliosa, non vuole correrti dietro vuole che sia tu a farlo. Ora però magari è troppo tardi e non le interessa più che tu la rivuoi, ma chiarirsi, dirsi tutto quel che non è stato detto, credo sia importante. Dille che non volevi dirle cose che non pensavi, cose dette solo per ferire, ma che ti sei pentito tanto di aver detto. Falle sapere anche che l’avevi sognata il giorno prima di incontrarla di nuovo, quasi fosse un segno del destino. Insomma non pressarla, ma falle capire davvero che le cose sono cambiate, che tu hai capito che averla lasciata allora e non averla cercata è stato un grandissimo errore che hai compreso solo dopo. Forse non servirà a niente, se non a chiarirvi e darvi un altro grande abbraccio, ma almeno non ti sarai tenuto tutto dentro e avrai usato tutte le possibilità che avevi. Ti auguro davvero di riuscire a rimetterti insieme a lei.

    • Ciao Daniela, grazie per la risposta e per l’augurio che mi fai. Io non mi perdonerò mai di non averla chiamata per tre mesi, tra l’altro non le ho fatto nemmeno gli auguri di natale e capodanno…comunque questa cosa qui le ha fatto molto male, poi pensa che il 30 dic (solo 8 giorni dopo il litigio) ha trovato lavoro nello stesso luogo dove lavoro io. Con una telefonata si sarebbe aggiustato tutto come sempre e ci sarebbero state nuove prospettive dato che lei il suo problema lo aveva risolto e anche alla grande, perché è super entusiasta del suo nuovo lavoro. Credimi io sono stato un vegetale per tre mesi, solo lavoro e allenamenti poi stop, niente uscite, niente di niente.
      Tutte queste cose gliele ho spiegato via messaggio, telefono, ma non le ha volute accettare. Nell’uscita di sabato sembra che abbia prestato più attenzione, anche se ha detto che dall’indomani non ci sarei dovuto sentire di poterla chiamare e chiederle di uscire come se niente fosse perchè per lei vale la decisione che ha preso per il suo bene e una nuova strada ma io di nuova strada vedo solo la parte lavorativa, nella nostra uscita ha quasi detto di amarmi ancora, ha detto di essere stata benissimo e mentre ci abbracciavamo e mi accarezzava il pettorale ha detto dove lo trovo un altro come te che dopo 3 mesi che non ci vediamo mi ha aperto la portiera della macchina e mi ha spostato la sedia al ristorante per farmi sedere, poi dopo mi ha scritto il messaggio con: perdonami. Non la presserò, ma non è facile perchè la paura di perderla è tanta, dato che si tratta anche di una ragazza stupenda che ha 37 anni, ma ne dimostra meno di 30. Ancora grazie per la risposta.

      • Dopo l’uscita di cui ho scritto sopra sembra essersi un’altra volta richiusa a riccio. Lunedì gli auguro buona settimana e non mi risponde…oggi la incrocio in macchina e ci facciamo un sorriso a 32 denti, gli scrivo un semplice messaggio di saluto e niente, nemmeno una risposta per educazione. Secondo voi come devo continuare a comportarmi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *