Home / TRADIMENTO / Tradimento e Convivenza

Tradimento e Convivenza

Salve a tutti, vorrei condividere questa mia esperienza con voi, credo mi farà stare meglio.
Io ho 30 anni, lei 23, stavamo insieme da quasi 3, convivevamo da quasi 2 anni.
Con lei era una favola, sembrava fatta per me, tanta dolcezza, tante tenerezze ma poco sesso poco dopo aver iniziato la convivenza. Credo che questo sia uno dei fattori scatenanti del suo tradimento.
Le ho fatto smettere di prendere le pillole perchè stava male, da quel momento un pò la voglia mi è scesa, i preservativi non mi aiutavano, abbiamo provato con l’anello ma un disastro e diciamo che lei non mi aiutava molto con i suoi completini della nonna ultra coprenti sul divano.
Inoltre da quando ho iniziato a lavorare a tempo pieno la mia vita è cambiata e mi sono calmato molto e lei questa cosa l’ha sentita. Voleva uscire, divertirsi, godersela perchè da quando ha 14 anni non ha mai smesso di lavorare (l’ho sempre stimata per questo).
Tre mesi dà abbiamo avuto la prima crisi, il primo litigio dopo piu di 2 anni perfetti (o almeno io la vedevo cosi) .
Io le ho proposto di separarci se non provava piu niente, ha 23 anni, le è scesa, lo capivo. Ero disposto a lasciarla a casa mia per un pò, il tempo di trovare un’altra sistemazione. Ma lei in ginocchio davanti a me, con le lacrime mi rispose : ti amo, voglio continuare.
Io da allora ho messo la 5a, ho fatto di tutto, organizzato viaggi, mi sono svegliato fuori e devo dire che è stato un bene. Eh si la vedevo come l’unica donna della mia vita. Volevo vivere la mia vita con lei.
Le cose comunque diventavano sempre piu fredde fino a che qualche giorno fà ho di nuovo ripreso in mano la situazione (se aspettavo lei…) e le ho proposto un distaccamento e li sono partite parole tipo : sei una bellissima persona, et etc, allorché l’ho bloccata chiedendole di evitare queste frasi fatte. In pratica stava dicendo che non mi amava piu, le era scesa.
Ammise che non aveva importanza il mio cambiamento, lei voleva già lasciarmi ma non aveva le palle di farlo. Ma se te l’ho proposto io, boh…
Io comunque le proposi di rimanere li, non volevo metterla in crisi con il lavoro.
Poi il giorno dopo, anzi la stessa sera tutto è stato chiaro. L’ho beccata con una persona che conoscevo, era la seconda volta e nel mezzo ci sono stato ancora io.
Frequentava questa persona da 2 mesi (proprio quando è iniziato il tutto) e uno dei suoi ultimi messaggi è stato : stavo per piangere quando facevo l’amore con lui.
Dopo un primo momento di rabbia (il giorno successivo, ieri) ho ripreso in mano la situazione, non riesco ancora a mangiare ma non riesco nemmeno a versare una lacrima se non per qualche momento di debolezza. I ricordi che mi danno queste 4 mura sono ancora freschi.
Ho preparato i sacchi con la sua roba e domani passerà a ritirare tutto. Non credo la sentirò mai piu. Purtroppo sono fatto cosi, il tradimento per me è inconcepibile ed è ancora piu inconcepibile che mi dici ti amo dopo aver fatto l’amore con un’altra persona qualche giorno prima.
L’unica cosa che non riesco a capire e se lei mi ha usato per stare a casa mia e quindi sfruttarmi oppure non ha avuto il coraggio di dirmelo come asserisce lei.
Fatto sta che un’altro messaggio suo fu : non pensavo che mi avresti scoperto. Ho come la sensazione che voleva tirarla ancora per un pò..ancora qualche giorno, eh si, lui fra qualche giorno parte per parecchi mesi in giro per il mondo (solito maledetto che attira le donne ma che scappa dall’Italia perchè non ce la fa, per la seconda volta).
Poi magari mi avrebbe mollato o avrebbe provato a farsi mollare (eh si ci ha provato, mettendomi anche queste parole in bocca), tanto lui sarebbe già partito e nessuno avrebbe saputo nulla. Peccato che l’unica volta in cui ho deciso per un sesto senso di fare indagini è saltato fuori tutto.
Ormai la porta è chiusa e non tornerò indietro. La perdonerò ma nulla piu.

Perdonate la forma, gli errori e tutto quanto. E’ un pò tardi e sono ancora fresco di shock perchè io l’ho amata per davvero.

da: Massimiliano

10 Commenti

  1. caro Massimiliano, ti capisco benissimo, capisco la tua rabbia, la tua delusione. Ed il tuo dolore. Più volte l’ho provato sulla mia pelle, e anche se ogni volta mi sono sempre detto “questa volta farà meno male, questa volta sarà diverso”, ogni volta invece faceva sempre più male e a fatica mi sono rialzato. Se ti può far sentire meglio, hai ragione, sicuramente lei ha pensato di essere più furba di te, che non ti saresti accorto di nulla, che non lo avresti mai saputo. E sarebbe stata ancora insieme a te, a casa tua, ad “usarti” a “sfruttare” il tuo buon cuore.
    E purtroppo questa donne maligne, mia moglie compresa, non capiscono che se qualcosa cambia in noi, molte volte è solo dovuto a stress, stanchezza, troppo lavoro, troppo preoccupazioni. Ma se qualcosa in loro cambia all’improvviso, il nostro sesto senso (hai detto proprio bene) ci avvisa che qualcosa non va e che dobbiamo approfondire. Sai quante volte ho maledetto questo sesto senso?? Troppo. Forse sarebbe meglio continuare a vivere tranquilli, senza sapere nulla e aspettare che siano loro a cambiare atteggiamento e a decidere di scegliere se noi o l’amante. Poi mi rendo conto che sono tutte cazzate. Meglio sapere, accorgersi magari da soli del tradimento, piuttosto che passare sempre da coglioni.
    Vedrai Massimiliano, sarà dura all’inizio, lo stomaco si chiude, gli occhi rimarranno sempre aperti invece alla notte, sarà così per un po’….Ma ti rialzerai, più forte, e ti accorgerai del tempo che hai perso e ti renderai conto che è solo lei ad averci perso!!!
    ti sono accanto

    • Grazie delle parole di conforto, sei stato davvero gentile.
      Il mio sesto senso è stato però fuori uso prima di qualche giorno fà, i suoi ti amo, il far l’amore con me mi han totalmente reso cieco.
      Oggi se ne andrà, non la voglio nemmeno vedere, le ho preparato tutto giu in cantina.
      Ma nonostante tutto mi sono sentito di scriverle un’ultima volta, augurandole tutto il bene possibile.
      Il tutto con freddezza e distacco.
      Eh si…gli occhi la notte non si chiudono, la fame non arriva.
      Mi risollverò, sò già fin da ora che è stato meglio cosi ma il mio cuore ha bisogno di tempo per attutire il vuoto.
      Grazie ancora amico.

  2. Caro Massimiliano ti sono vicino! Ho sofferto molto anche io per una ragazzina di 20 anni! Le persone immature sono così, hanno questi volta bandiere improvvisi, seguono i sentimenti dettati dal momento e non pensano ad altro.
    Ammiro molto la tua forza nel chiudere, sono convinto che grazie ad essa riuscirai presto a sorridere di nuovo!

  3. Perdonami Massimiliano ma non riesco a inquadrare la tua situazione.
    Ho letto la storia quindi mi farebbe piacere risponderti e darti un consiglio, ma non ti capisco.
    Non ti ispira, non riesci a farci sesso, la vuoi lasciare, e poi lei ti dice che ti ama.

    Poi mi manca un passaggio

    1)”Io le ho proposto di separarci se non provava piu niente, ha 23 anni, le è scesa, lo capivo. Ero disposto a lasciarla a casa mia per un pò, il tempo di trovare un’altra sistemazione. Ma lei in ginocchio davanti a me, con le lacrime mi rispose : ti amo, voglio continuare.”

    lei ti dice che ti ama, benone!

    2) “Io da allora ho messo la 5a, ho fatto di tutto, organizzato viaggi, mi sono svegliato fuori e devo dire che è stato un bene. Eh si la vedevo come l’unica donna della mia vita. Volevo vivere la mia vita con lei.”

    fantastico! quindi va tutto bene da come leggo! lei ti ama tu ti sei svegliato e mi viene da pensare vissero felici e contenti..

    3) “Le cose comunque diventavano sempre piu fredde”

    Ma cos’è successo fra il punto 2 e 3? Se hai messo la quinta perchè in un attimo si è spento tutto?
    Ma la ami o no? Ti interessa o no? E’ la seconda volta che la vuoi lasciare.. ti meravigli che ti tradisce?
    Se tu sei freddo, noioso ecc.. è normale, a lei passa, e ha bisogno di provare passione col primo mascalzone che incontra (io ne so qualcosa perchè di indole sono un po’ mascalzone, e spesso le ragazze mi hanno “usato” senza avvertirmi che erano impegnate, ma nel tuo caso questo è un mascalzone di mer** che sa bene ciò che sta facendo.. ma la dinamica psicologica sempre quella è!).
    Io non voglio giustificare il tradimento, tradire è sempre sbagliato.. e non sono nemmeno cinico, tutt’altro, ti spiego solo cosa può averla portata a tradirti.

    Ma è logico che inconsciamente ami te! Semplicemente si annoiava, perchè i tuoi cambiamenti magari non erano realmente ciò che lei si aspettava.. pensaci bene, a cosa ha portato alla crisi.
    L’amore non è una cosa casuale.. è come la febbre, ci sono delle cause che alzano la temperatura, le stesse che abbassano l’amore, si tratta di “infezioni”, se davvero ci tieni a lei, sorvola il tradimento, certo fagliela pagare, ma cerca di capire cos’è successo e perchè l’ha fatto.
    Cerca di capire se ti ama davvero, e se è pentita veramente. Solo tu puoi capirlo.

    Altrimenti è come dice Davide, tu non perderai niente, e lei un giorno si accorgerà di cosa ha perso!

    • Mi rendo conto che è difficile da interpretare.
      Allora, non ho mai detto che non mi ispira, anzi era tutto il mondo. Avevamo solo un pò di difficoltà a livello sessuale ma che non dipendevano dal rapporto. Perchè quando facevamo l’amore era stupendo per entrambi.
      Non avevo intenzione di lasciarla, ma mi rendevo conto delle sue necessità, ed ero pronto a una separazione. E’ stato doloroso dirglielo, non lo pensavo davvero ma non voglio obbligare nessuno ad amarmi.
      Tra il punto 2 e 3 non manca nulla, io ho messo la 5a ma in realtà lei aveva la testa già sull’altro e io non me ne sono reso conto. Lei come ha scritto ieri e l’altro ieri non mi amava, anzi ha scritto proprio :
      “sono stata una merda ed è da martedì che c’è questa cosa ti ho lasciato…ho sbagliato a non lasciarti subito quando ho sentito interessi per un’altra persona ma non sono stata capace di affrontare la situazione”. E martedi non mi ha lasciato, tant’è che sabato ci ho fatto l’amore e il giorno dopo l’ho beccata.
      No Aldo, per me questo è un errore che non troverà perdono, il mio cuore è segnato.
      Io non farei e non ho mai fatto una cosa del genere benchè mi sia capitato. Mi sono tirato indietro sempre con donne fidanzate e impegnate. Se sei impegnata e fai una cosa del genre, per me, non sei una donna.

      • Ciao Aldo, per difficoltà sessuale a cosa ti riferisci? Avevi problemi di erezione? Eiaculazione precoce? Hai sempre avuto questi problemi o solo dopo la convivenza?
        Tralasciando buona parte della tua storia, quello che ti posso dire è che purtroppo, per quanto il sentimento sia importante in una storia d’amore, il sesso è fondamentale e se non è appagante per entrambi uno dei due prima poi tradirá. E scusami se non sarai d’accordo, ma credo che sia anche giusto. è necessario trovare dialogo per parlare e risolvere qualsiasi tipo di problema. Parlo per esperienza diretta perché nel mio caso avevo problemi di erezione con la mia ex e alla fine lei mi tradì. Io ovviamente ruppi subito il rapporto. Ora sto costruendo una nuova storia con un’altra , e devo dire che il sesso è sicuramente migliore.

  4. Massimiliano sei un signore e non aggiungo altro. Troverai sicuramente di meglio.

    • Ciao Franz!!!
      non ho mai avuto problemi di erezione, anzi.
      E anche il desiderio sessuale è sempre stato vivo
      Il “problema” sessuale a cui mi riferisco è che facevamo l’amore poche volte nell’ultimo periodo a causa del mio lavor che mi prendeva anima e corpo e il suo che la esauriva.
      Mi è stata data una “finta” possibilità di recupero .

      Comunque l’ho sentita e nonostante tutto le voglio bene e mi dispiace vederla a pezzi (credo che l’abbia sentita parecchio) . Stò cercando di tirarla su di morale ma le ho posto dei limiti, non ci sarà piu una seconda possibilità.

      La rabbia è scesa e cosi anche il pugno che sentivo nello stomaco, oggi stò meglio, la mia ripresa è iniziata!

  5. Massimiliano sono felice per te… mi consola sapere che prima o poi si esce dal limbo della sofferenza.
    In bocca al lupo per la tua ripresa 😊

    • Ho scoperto in questi pochi giorni che alcune persone tenevano a me e si sono fatte avanti per tirarmi su e parlare. E io che pensavo di stargli sul cazzo…
      Il mio migliore amico mi ha ingozzato e alla fine si è sbloccato anche lo stomaco :).

      Per il resto, ho usato una terapia d’urto, ho amplificato il dolore volutamente, fumando.
      E dopo 4 giorni quello che prima mi sembrava una montagna, ora è una collina.
      La rabbia si è trasformata in malinconia, la collera in perdono.

      Non sarei mai arrivato cosi in profondità in cosi poco tempo e non volevo passare le settimane a stare male. Ho un lavoro, ho gli amici, ho la mia vita.

      Grazie Ilaria ma uscirne dipende anche da che carattere ha una persona e soprattutto da quanto si conosce. Mia madre, donna dal grande cuore ma di una freddezza disarmante mi ha passato questa “dote”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close