Home / TRADIMENTO / Situazione Complicata

Situazione Complicata

Salve, credo di essere nei guai. Ho incontrato tre mesi fa un ragazzo 11 in meno di me io 45 lui 34 e ci siamo innamorati però sto capendo che non può andare avanti.
Ma ogni volta che voglio allontanarmi lui mi minaccia di far sapere tutto alla mia famiglia perchè io so sposata con una figlia di 25 anni. Sono confusa. Che faccio, ho paura che possa fare qualche danno.

da: Giovy

5 Commenti

  1. E che vuoi fare. Sei una donna, e ti assumi le tue responsabilità. Se le minacce “cambiano tono” e modalità lo denunci, altrimenti ti prepari alle conseguenze della soffiata. I figli devono giudicarti come mamma, i familiari come figlia/sorella/ecc.
    L’unico che può giudicarti come donna e’ un eventuale marito/compagno se l’hai. In tale ultimo caso, conscia che l’hai combinata grossa, la cosa più sbagliata che puoi fare e’ trovare le colpe della tua sbandata nei comportamenti di lui, negli altri, nella situazione economica, e menate simili, ma affrontare la cosa da donna adulta.
    Sai che la colpa e’ solo ed esclusivamente tua, chiedi scusa, ti prendi il tuo fardello di responsabilità e ti allontani in punta di piedi. Te avrai imparato dall’errore e lavorerai su te stessa per non rifarlo nella nuova vita che hai diritto a costruirti alla luce del sole senza essere crocifissa, e il tuo lui avrà diritto di trovare una compagna leale che lo ama e non lo tradisce. C’est la vie e si ragiona con la testa, non con la f*ga

  2. Guarda cara Giovy, io ti posso solo dire di stare serena, conosco bene quei tipi li e ti posso assicurare che sono i meno adatti a compiere atti estremi perchè sono dei vigliacchi. A loro piace solo sporcare le persone con le parole per vendicarsi del nulla che sanno di essere, a te loro servi solo come specchio per gonfiare il loro immenso ego, vedono le loro azioni subdole e insincere rispecchiate in te, sono dei bugiardi senza coscienza e mentono anche davanti a fatti evidenti che comprovano le loro bugie. A nulla serve difendersi e provare la tua BUONA FEDE e se tu sei la miglior persona al mondo, per loro sarai sempre e solo la peggiore, credimi. Anche per me è stato difficile smascherarli perchè apparivano come le migliori persone al mondo, anche a detta degli amici (perchè con loro hanno comportamenti ineccepibili) e spesso mi sono sentita accusata di essere una brutta persona, una persona senza carattere, mi hanno persino detto che dovevo curarmi, quando a mio avviso erano loro che avrebbero dovuto farsi vedere da un buon medico.
    Non sanno darti niente ma vogliono tanto da te solo per poi accusarti di avere secondi fini, insomma scappa da loro appena puoi, non serve a nulla difendersi, provare la tua buona fede, perderesti sempre e comunque. Usa il silenzio che è l’ unica arma in grado di distruggerli e vivi la tua vita come meglio puoi e lasciali perdere.
    In bocca al lupo!

    • Eifel, ma bevi molto per caso? Va dal marito, mente giurando la “buona fede” e poi? Il marito in un primo momento le crede, poi inizia a fare 2+2 e i conti non tornano, poi indaga meglio, e poi lei crolla e il marito, toccandosi il capo, capisce che ha le corna! Forse non capite una cosa: errare è umano, e se l’errore ha un prezzo da pagare, lo si paga in silenzio e con dignità.
      Se esiste una, e dico una sola, possibilità di essere perdonati e dire la verità (TUTTA, per quanto male possa fare), chiedere scusa (una sola volta, e senza piagnistei) e allontanarsi volontariamente. Le bugie hanno le gambe corte, e sulla menzogna, sull’omissione di parti di verità, non si può ricostruire nulla.
      vvio che lui ha tutto il sacrosanto diritto di non perdonarla se non ci riesce, e questo si mette nel conto delle responsabilità del tradimento (anche perché chi perdona il tradimento, spesso, e solo perché ha anch’egli tradito. Il tradito che è stato sempre leale e fedele non perdonerà mai ne lei, ne se stesso per esserle stato fedele e averle dato fiducia). In altri termini, inutile trovare scusanti altrove, l’ammaliatore doppiogiochista, lo stolker pseudoscemo, il momento di debolezza e cazzate simili: una donna adulta sa che tradendo sta facendo qualcosa che ha delle conseguenze, e se queste arrivano fa mea culpa e impara una lezione nella vita che non dimenticherà mai (ovvio vale lo stesso anche nella versione maschile).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *