Home / SMETTERE DI SOFFRIRE / Prima o poi doveva succedere

Prima o poi doveva succedere

Già, così. Torni a casa per il weekend, esci con i tuoi amici e poi la rivedi. Una Ex, o meglio, LA Ex. Quella per cui hai fatto tanto e che ti ha fatto soffrire altrettanto. Quella che credevi, dopo anni insieme, essere quella giusta. Il tuo grande amore. Ma dopo un anno di separazione e di litigi, ci si saluta a malapena. Io arrabbiato e deluso per la sua disonestà, lei arrabbiata e offesa per ciò che le ho detto nella nostra ultima litigata mesi prima. Ma al suo fianco non ci sono le sue amiche. No, c’è lui, il suo nuovo ragazzo. Bassetto, ma molto bello: biondo, occhi azzurri, spalle larghissime, muscoloso.

Iniziano le pare, il senso di inferiorità. Ma soprattutto il fastidio: quella persona che così tante volte ho stretto tra le mie braccia, baciato, accarezzato, chiamato mia, ora è tra le braccia di un altro. Si fa baciare da lui, si fa accarezzare da lui, fa l’amore con lui, lo guarda con gli stessi occhi con cui guardava me.
Allora capisci che non puoi dimenticare, qualunque cosa tu faccia. Se una persona ti ha sfiorato l’anima resterà sempre dentro di te. Ogni volta che la rivedrai il tuo cuore salterà un battito. Per un attimo quando gli occhi si incroceranno ti rivedrai giovane, innamorato e pieno di speranze, insieme a lei.
Forse è questa la cosa più importante, lasciare nell’altro queste sensazioni. Avrà tantissimi altri amori, certo. Si sposerà e avrà figli. Invecchierà e avrà nipoti. Ma nel suo cuore ci sarà sempre posto per me, nei momenti difficili forse penserà a quanto era felice con me. Si chiederà magari come sto e cosa faccio nella mia vita, se sono sposato e ho figli, se ho realizzato i miei sogni. Perché certe emozioni non si possono dimenticare.

da: Anonimo

15 Commenti

  1. Quando finisce un amore i pensieri vanno sempre nella stessa direzione. Si pensa che l’ex adesso è molto felice con il nuovo compagno, che è un giorno ripenserà ai bei tempi passati insieme, eppure dopo anni che mi sono lasciato sono arrivato ad una conclusione diversa.
    Non è detto che adesso sia felice, anzi, potrà trovare ancora altre storie d’amore.
    Dopo un certo periodo, quando anche tu avrai fatto altre esperienze. così come lei vi dimenticherete. Dimenticherai le vacanze insieme, le feste, compleanni. Sarà come un capitolo chiuso della propria vita ormai passata che non ti da nessuna emozione. Il presente ed è quello che ti arricchisce. …quello che è stato è stato

  2. mentre leggevo, la voce narrante era quella dell’Amaro Montenegro ! Ragazzi , per l’amor di Osho, smettiamola co ‘sti viaggioni : quando n’aMMore finisce la signorina di turno, nove volte su dieci, t’ha già rimpiazzato al grido di “se va bene a me buona camicia a tutti” e non è che ogni tanto te pensa con un sorriso trasognante. So cresciuto pure io a Maison Ikkoku, per carità, però…

    • Maison Ikkoku??
      TOP!!

      Ho proprio deciso in questi giorni di rivedermela tutta prossimamente!

      • Guarda, io più invecchio più riprendo roba proveniente dalla mia infanzia comics-manga-cine-animation-nerd e , quando posso, mi informo sul nuovo , non sono mai stato troppo nostalgico . Non so se possa interessarti ma c’è un cross-over recentissimo tra “Cyborg 009” e “Devilman” , è na cacata ma se sei cresciuto con quelle due serie ti ci diverti . Altro consiglio che mi sento di darti : “Ping-Pong the animation” una delle robe meglio scritte che abbia visto nell’ultimo periodo . Lo trovi qui insieme ad altra roba https://www.vvvvid.it/

        • Io invece sono un terribile nostalgico, ma non disdegno i prodotti nuovi. Purché non siano le solite cagate moderne per giapponesi repressi che imperversano oggi, ma come minimo devono darmi emozioni.
          Cyborg 009 vs Devilman l’ho solo sbirciato, ma pur amando le opere originali (specie Devilman sia manga che cartone) non mi fa impazzire perché rientra palesemente nel concetto di “reboot/remake” che oggi imperversa, ahimè.
          Invece mi piace anche riscoprire prodotti anni ’80 inediti da noi, perché molto spesso in passato osavano molto di più di oggi in termini di aspetti filosofici.
          In questo senso ti consiglio la serie tv del 1983 intitolata Armored Troper Votoms (si trova sottotitolato in italiano), sarebbe poi un real robot che deve molto a Gundam ma che amplia di parecchio il concetto di “robot giapponese” come mezzo militare e come storia soprattutto di uomini più che di robot. Un vero romanzo di fantascienza classica in animazione. Tra l’altro ha un finale bellissimo.

          Conosco bene vvvvid.it, grazie comunque per i suggerimenti.
          Mi incuriosisce Ping Pong The Animation.

          PS: perdonate il nostro tergiversare 😛

  3. Sono d’accordo con Max. No non siamo speciali viviamo dei momenti intensi da innamorati ci diciamo cose bellissime “per sempre “solo tu” ecc ecc che non sono false sono vere in quel momento. Non è una colpa siamo fatti così ci innamoriamo una o più volte ed è vero un sentimento autentico ma col tempo può fingere esser dimenticato o diventare un ricordo.
    Poco da fare ma è così altrimenti chi viene lasciato soffrirebbe per sempre ma non è così, si innamorerà di nuovo, tanto come chi ci ha lasciato è sempre la stessa cosa, per ognuno di noi la propria storia intensa e bellissima poi finita era particolare e irripetibile Be’ no!!!!
    E’ così per tutti si chiama amore può finire e ricominciare.

  4. Su qualche argomento sono d’accordo con voi. Sono stato rimpiazzato in tempo 0, non si è mai fatta sentire, ecc ecc. Però non riesco ad essere così cinico. Detta così è come se avessi buttato via degli anni preziosi insieme ad una persona che si è rivelata diversa da quella che sembrava.

    • “Detta così è come se avessi buttato via degli anni preziosi insieme ad una persona che si è rivelata diversa da quella che sembrava.”

      In effetti all’atto pratico è in parte proprio così purtroppo.
      Di positivo però ci hai guadagnato alcune cose importantissime per la tua formazione personale: l’esperienza e i ricordi

      • Forse non solo all’atto pratico. Quando si viene a scoprire che il nuovo gallo è migliore amico del galletto che te la ha portata via, che lo frequenta da quando il galletto l’ha sedotta e poi sfnaculizzata per un’altra (forse lo frequenta per ripicca a sto punto) e che questo è il terzo ragazzo in un anno da quando ci siamo lasciati, beh allora si penso che li ho buttati letteralmente nel cesso. O che il coglio*e sono io che penso le cose che ho scritto nel thread, che forse la ho idealizzata troppo. Non so, ho provato a scriverle per recuperare quantomeno un rapporto civile e chiarire tutto. Non solo sviava gli argomenti, ma si percepiva strafottenza nei suoi messaggi. Per cosa poi? Essere liquidato con un semplice “buonanotte a presto”. Forse ha usato certe parole per tenermi buono, per farmi contento. Boh, mi sento un pirla.
        Scusa lo sfogo.

        • Non sei un pirla. E’ necessario passare attraverso i ragionamenti che stai facendo tu. Stai solo dando perle ai porci e te ne stai rendendo conto pian piano. 😉

  5. Concordo con Rado e JJBad.

    Da xx posso rassicurarti che lei quando ti rivedrà al massimo penserà: ma come potevo stare con quello?
    Oppure non gliene potrà fregare di meno.

    Soprattutto se è lei che ha lasciato te.

  6. Oppure è una delle innumerevoli donne che non avrà mai le palle di ammettere con se stessa, con le sue amiche e con te, che ha fatto una cazzata lasciandoti, che le manchi.
    Per orgoglio e perché sa di averti fatto soffrire.

    Questa di solito e’ la situazione più classica…

    • Orgogliosa lo è, molto anche. Era ancora arrabbiata e offesa per delle cose che le ho detto 6 mesi fa.

    • Orgogliosa è orgogliosa. Ma anche se fosse così credo che tu abbia centrato la questione nel commento precedente: sto dando perle ai porci e devo svegliarmi fuori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close