Home / SOFFRIRE PER AMORE / Non riesco a dimenticarlo
Non riesco a dimenticarlo. Sono passati quasi due mesi da quando il mio ex mi ha lasciata per un'altra. La mia autostima è andata a farsi fottere. Non riesco più ad accettarmi, mi sento brutta dentro e fuori ed ho paura di non trovare una persona che mi apprezzi veramente. Mi sento di aver sbagliato tutto con lui per via del mio carattere un po' pesante. Mi manca tremendamente e ancora sento di amarlo

Non riesco a dimenticarlo

Ciao ragazzi/e! Sono passati quasi due mesi da quando il mio ex mi ha lasciata per un’altra. La mia autostima è andata a farsi fottere. Non riesco più ad accettarmi, mi sento brutta dentro e fuori ed ho paura di non trovare una persona che mi apprezzi veramente. Mi sento di aver sbagliato tutto con lui per via del mio carattere un po’ pesante. Mi manca tremendamente e ancora sento di amarlo, ma a lui non interessa. Lui adesso è felice con lei, ha trovato la sua anima gemella ed io stupida che mi dispero e ci penso.

So che dovrei non pensarci, ma non ci riesco.
Sto facendo il possibile: uscire, conoscere gente nuova, studiare etc. Ma ci penso, in continuazione a lui che ama lei. Un’ossessione.

da: Lila95

2 Commenti

  1. ciao lila95 , ti capisco e’successo pima a me dopo 20 anni di matrimonio è un figlio, ma bisogna farsene una ragione e andare avanti. trova i motivi dentro di te per farlo e spt non continuare a pensare a lui cerca di distrarre il tuo pensiero , guarda la TV ,ascolta la musica , vai fuori e cerca di distrarti . ci vuole del tempo e tanto per cui mettiti il cuore in pace ,prima lo fai meglio è per te . non sei la prima e non sarai l’ultima e Devi reagire . Auguri

  2. Mi dispiace, purtroppo ti capisco… Posso dirti che in questi casi c’è solo un amico che può aiutarci a dimenticare: il tempo. Inizialmente è dura, è normalissimo. Ma prima o poi passerà, fidati che non sarà per sempre. Serve un po’ di tempo, per riuscire a guardare oltre e metterci una pietra sopra. Mi dispiace dirti che non ci sono rimedi magici. So bene che è un altro discorso, ma io ad esempio ho perso mio padre alla fine della terza media. Ho passato i primi due anni a pensarlo costantemente, ogni secondo della mia vita. Col tempo poi ho iniziato a farmene una ragione e sebbene pensare a lui mi faccia ancora molto male, sono riuscita a superare questo periodo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close