Home / SMETTERE DI SOFFRIRE / Non riesco a dimenticarla

Non riesco a dimenticarla

Ho avuto la mia prima vera storia a 22 anni, con una ragazza che mi ha donato tanto amore e felicità.

Dopo 6 mesi abbiamo deciso insieme (anche se di mia iniziativa), di lasciarci, perchè le cose non andavano più bene e anche per lo stress dovuto (1) agli esami in università diverse; (2) la distanza che rendeva difficile vedersi. Premesso poi che venivamo da due realtà completamente diverse: io paesanotto e semplice, lei donna di città molto attiva.

Quando l’ho lasciata, a parte i primi giorni di dolore per la sua mancanza nel non poterla più sentirla e vederla, devo dire che sono stato bene. Molto bene.
Ho ripreso i miei spazi, sono tornato alla vita tranquilla e spensierata, ho rifrequentato i miei vecchi amici, mi sono sentito LIBERATO da una “catena” che mi teneva vincolato a lei (soprattutto nel risponderle sempre ai messaggi, stando attaccata 24/24 – anche la notte, con annessi problemi d’insonnia). Mai più felice e libero.
Io le volevo comunque tanto bene e al momento del lasciarci eravamo d’accordo di rimanere amici.

Tempo qualche settimana dopo, ho scoperto che si è messa insieme “ufficialmente” con un suo amico (con cui aveva avuto un flirt qualche anno fa). Dico “ufficialmente” perchè adesso vedo i social riempiti di loro foto, bei momenti, sorrisi, felici.

Io invece solo, pensando che quando ci siamo lasciati abbiamo fatto un discorso bellissimo, molto maturo, in cui evidenziavamo le nostre differenze, di carattere e stile di vita, e che nonostante tutto avevamo maturato una bellissima esperienza e di come questa relazione potesse giovare ad entrambi per il prossimo (non immediato) futuro.

Da quando lei vive con lui io non riesco più a dimenticarla. Mi sveglio tutti i giorni e mi addormento tutte le notti pensando a lei, buona parte dei miei pensieri durante la mia giornata vanno a lei. Lei non mi manca, e non ci tornerei assieme per niente al mondo se avessi la possibilità! Non le ho più scritto e non voglio scriverle per questione di orgoglio. Ma mi mancano l’esperienze avute con lei, l’uscire in posti nuovi (e aggiungo, BELLI!), avere qualcuno a cui raccontare cosa hai fatto durante la giornata in modo maturo, avere una donna da amare e un’amica con cui confidarti allo stesso tempo. Questa magia non si trova ovunque.

Ecco allora che mi ritrovo qui, dopo quasi 3 mesi ancora a pensare a lei, che nella mia vita non c’è più. Un vuoto che non si PUO’ riempire con altre cose.
Mi dicevano che in amore le persone sono sostituibili. Lo credevo, ma ora non più.

Prima di conoscerla ero un ragazzo di campagna, uscivo con amici, avevo storie/flirt leggeri, ero gioso, simpaticone, mi divertivo. Ci scappava qualche birra e qualche “limone duro” in discoteca con sconosciute, e mi divertivo.
Dopo l’esperienza con lei mi sono ritrovato più serio, vecchio e anche se ho solo 23 anni, vorrei rivivere quelle emozioni con un’altra ragazza ma non so dove trovarla.
Ci sono alcune ragazze che frequentavo che ora mi cercano, ma mi rendo conto che non è più la stessa cosa. Non riuscirei più a stare con ragazze di quel tipo. Semplicemente, le ignoro. Il mio “palato” si è raffinato. Ed è una cosa bruttissima. E’ anche vero che bisogna fare selezione e non pescare la prima che ti capita, ma ora diviene davvero difficile.

Ho provato quindi a frequentare posti nuovi, gente nuova, club privati, ma alla fine il risultato è che mi sento ancora più solo e mi ritrovo in un paesino di campagna dove tutto è tranquillo e morto. Non mi hanno nemmeno preso all’Erasmus e quindi non ho possibilità di cambiare aria o provare nuove esperienze.
Mi aspettano solo una vacanza al mare con amici e qualcosa di poco conto, quando io vorrei tornare a rivivere quelle esperienze che mi riempivano la vita.
Paradossalmente in questi giorni preferisco starmene a casa a leggere libri filosofici di H.Hesse, A.Schopenhauer e F.Nietzsche, quantomeno mi consolano e mi stimolano di più intellettualmente, trattando i temi dell’Amore che troviamo nell’Eros e nel Logos, nell’Apollineo e Dionisiaco.

Quando finirà tutto questo? Quando riuscirò a dimenticarla?
Quella ragazza mi ha cambiato e io ora non riesco e non VOGLIO tornare ad essere quello che ero pr

da:Hans

5 Commenti

  1. Hans, tutto ciò finirà quando avrai la tua indipendenza economica.
    Potrai andartene dal tuo paesino, lavorare in una città grande, viaggiare (lavoro e soldi permettendo) e di incontrare persone nuove, donne comprese.
    Pensa a studiare, il resto verrà, è evidente che non eri innamorato della tua ex perché altrimenti non vi sareste lasciati così a cuor leggero e ora ti ritrovi semplicemente a pensarla perché è stata la tua ultima esperienza “più significativa”.
    Ci vuole tempo e pazienza.
    In bocca al lupo

    • Hai ragione Mau!
      Se fossi piú indipendente economicamente sarebbe diverso!
      Quello che mi preoccupa però, finita l’universitá, non ci saranno meno opportunitá di conoscere donne?
      A questa etá vedo che sono piú o meno quasi tutti fidanzati e la cosa mi fa paura. Alcune addirittura si sposano.
      Da un lato preferirei studiare come dici tu e portare a termine i miei obiettivi, dall’altro ho paura di perdere esperienze che solo ora potrei fare. Aggiungo che sto terminando un percorso di laurea magistrale in Ingegneria, che richiede molti sacrifici e vita sociale ridotta allo zero assoluto…

  2. Credo Hans, che tu sia maturato prima di altri ragazzi e dalla tua esperienza precedente abbia capito che una ragazza non serve solo per farci del sesso. E’ indubbio che se si trova quella giusta, o quella che in quel momento ci fa sentire una grande condivisione mentale, si sta al settimo cielo. Affrontare la vita in due, avere stessi progetti, percepire le stesse sensazioni l’uno per l’altra è come dicevo ben diverso che avere rapporti superficiali con una ragazza. Ed è di questo che tu adesso senti la mancanza, non certo della tua ex che comunque crescendo non era più la ragazza adatta a te. E’ certo che non è facile trovare quella persona con cui ci si sente in grande sintonia e per questo tu adesso ti trovi a leggere libri per arricchire la tua mente. Sta tranquillo comunque che prima o poi una persona che ti farà stare bene la troverai, questo è sicuro. Ci vuole solo un po’ di pazienza. Paradossalmente magari la troverai proprio quando non la cercherai più, o nel momento in cui non ci penserai. Ti faccio i miei migliori auguri.

    • Hai centrato il punto Daniela. Manca una persona con cui sentire una grande condivisione mentale. La condivisione implica interessi simili, e purtroppo, i nostri interessi non sono così comuni nella nostra societá. In particolare avevamo in comune una grande passione per le Arti, la Musica e la letteratura che ci portava spesso a frequentare musei e mostre di vario tipo. Studiavamo entrambi in accademie d’Arte.
      Ma la disparitá di caratteri e di stile di vita ci ha portato a rompere il rapporto.
      Mi trovo ora a leggere i libri non solo per arricchire la mia mente (per me la vera ricchezza è la cultura), ma per trovare risposte ai mille quesiti che ci pone la Vita, e in particolare modo, l’Amore.
      Ma nel cercare vane risposte i quesiti aumentano… Di fronte ad una societá liquida, in cui gli amori e le relazioni affettive non sono mai state così fragili.

  3. Concordo con Mau….sei rimasto attaccato a questi ricordi di 6 mesi….si vede che anche se in poco tempo ti ha dato molto questa ragazza….ma, se non eri innamorato, hai fatto bene a finirla così.
    Andando oltre sarebbe stato molto più difficile
    fatti coraggio, e’ solo un momento. Passerà in fretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *