Home / TRADIMENTO / Mi ha tradito con una collega

Mi ha tradito con una collega

Eccomi a cercare un sostegno da parte di tutti voi. Ho 33 anni e un bimbo di due anni. Ci siamo trasferiti tre mesi fa in una nuova regione, per seguire il mio compagno e il suo lavoro. Abbiamo lasciato tutto alle spalle, amici, vecchi lavori e la nostra vita. Ci siamo trasferiti con la speranza di avere una vita più facile e serena di quella passata, fatta di problemi economici, di affitti troppo costosi e di un lavoro da liberi professionisti che non ripagava. L’arrivo in questo nuovo posto è stato traumatico, la grande città, la solitudine, la difficoltà nel dover gestire il bambino e la cana tutti i giorni da sola. Ci siamo allontanati, probabilmente già prima di arrivare qui, e il trasferimento ha dato il colpo finale.

Poi lui è partito per un viaggio con una sua collega. Al rientro l’ho trovato strano. E poi ho scoperto tutto. Mi ha tradito. Abbiamo trascorso un mese di fila a litigare, a tirare fuori tutti i nostri malesseri, le nostre diffidenze. Ora stiamo cercando di ricostruire, ma io noto che non sono la sua priorità. Pensa a suo figlio (come è naturale che sia), pensa ai problemi di gestione pratici e ai suoi spazi. Sono convinta che non mi ami più. Che abbia trovato in lei una persona che reputa più adatta a lui, e penso che non abbia il coraggio di dirmelo. Non sono disposta a stare con un uomo che non mi ama. In amore non voglio scendere a compromessi, ma non so cosa fare.

da: Greta

4 Commenti

  1. Mi dispiace moltissimo per tutto, so che cerchi conforto ma purtroppo qualunque cosa che leggerai qui non sarà abbastanza! Hai ragione a volere un uomo che ti ami, che non ti tradisca, che si prenda cura di te. Devo dire che se già hai realizzato questo sei un passo avanti con la soluzione del problema. Vuoi un uomo accanto e non un surrogato. Devi forse fargli capire proprio questo. Che se non è disposto ad essere quel tipo di uomo ti perderà. C’è però un altro aspetto da prendere in considerazione e cioè: ti ha tradito, sei disposta a perdonarlo? A perdonarlo davvero, ad accettarlo

  2. E’ una gran bella situazione di merda ma alla fine dipende tutto da come intendete gestirla . Tu dici “in “amore” non voglio scendere a compromessi” e io ti dico SI ma l’AMORE in questo caso dovrebbe essere il tuo nei confronti di vostro figlio . Non sto dicendo di rimanere con un uomo che ti ha deluso per il bene della famiglia, a volte funziona e a volte no, ma semplicemente di tenere in considerazione la terza parte in causa. generalmente non spezzo lance a favore dei “traditori” ma in questo caso sono certo che tutti i fattori da te citati (cambio di località, problemi economici, solitudine etc.) hanno giocato un ruolo molto importante. A voi il demolire o ricostruire solo , per favore, tentate di coinvolgere il piccolo il meno possibile

  3. Mi spiace tu stia soffrendo.
    Purtroppo la risposta la devi trovare dentro di te.
    Che stiate riorganizzando la vostra relazione, ci sta.
    Il punto fondamentale è se davvero entrambi avete voglia e desiderio di ricostruire, sulle macerie degli sbagli passati, un sereno rapporto di coppia che potrà anche basarsi, in futuro, sull’amore.
    Se invece lui pensa ancora a lei, ho qualche dubbio possa accadere almeno finquando non andrà, se mai andrà, male la sua relazione con la collega.
    Ritagliati i tuoi spazi ed i tuoi tempi e non ti colpevolizzare mail per il suo tradimento.
    Fallo per te e sarà, comunque andrà, una cosa fatta bene.
    Spiace molto quando un bimbo deve soffrire a causa dell’immoralità di un genitore.

  4. Io come madre, mi sento di scriverti di pensare al bene di tuo figlio.
    Se il bambino deve crescere vedendovi litigare allora meglio lasciarsi.

    Ti dico, come donna conosco tutto il casino che accade dopo la nascita di un figlio nella coppia.
    Vita sessuale pari a zero fin quando il bambino non inizia ad avere una sua autonomia…stress boia, nervosismi per punti di vista differenti sul come tirarlo su etc…
    Alcuni uomini poi ne risentono di più perché vengono “accantonati” dalla partner perché si mette ovviamente al primo posto il bambino.
    Tuo figlio ha ora 2 anni, dovreste iniziare ad intravvedere la luce in fondo al tunnel per tutto quello che riguarda il “tempo da dedicare a voi due come coppia” e ritrovarvi. Peccato che lui abbia fatto il minchione.
    Come donna ti direi” lascialo ” ma come madre prova a vedere se potete recuperare il rapporto per far crescere vostro figlio con due genitori che si amano. Provate a darvi un nuovo inizio, sempre restando che lui non sia innamorato di sta sua collega. Se però è lui a farti capire di non volere più stare con te lascialo andare.
    In bocca al lupo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close