Home / CRISI DI COPPIA / Mi ha lasciata

Mi ha lasciata

Mi ha lasciata dopo una forte crisi che ha colpito entrambi, prima me e poi lui. Convivevamo ed ho subito dovuto cercare un’altra casa. Un po’ per disperazione, un po’ perché stanca di tutto ho conosciuto un’altra persona e ci sono stata insieme. Nella disperazione più totale gliel’ho confessato ed ha sofferto per questo. Ho lasciato il lavoro e la città in cui vivevamo. Nelle settimane successive l’ho pregato di darci un’altra chance, di fare terapia di coppia insieme, ma non ha voluto. Dice che adesso non può più dimenticare ciò che ho fatto. Perché?

Mi chiedo perché anche adesso deve essere colpa mia se ho rovinato tutto. Non lo capisco. Vuole continuare a sentirmi, a sapere come sto perché si sente in colpa per quello che mi ha fatto. Perché deve essere tutto così complicato?

da: Luce

18 Commenti

  1. Tradire una persona ne mina la fiducia che è alla base di qualsiasi rapporto non si fida più di te anche se ti vuole bene putroppo non ci sono più speranze per un rapporto insieme senza fiducia lo hai perso.

  2. Gia come dice massimo se il bene o l’amore che prova per te non e’ forte a tal punto da fargli superare questo tradimento non puoi fare piu nulla quibdi magari con il tempo passa ma metti in conto che magari non gli passera’ mai puoi solo aspettare buona fortuna

  3. Ciao, dici che è stata una forte crisi che ha colpito prima te e poi lui. In che modo questa crisi ha colpito lui? Come si comportava o si è comportato nei tuoi confronti? Era distaccato, freddo..insomma la tua crisi si è espressa in un tradimento, ma lui invece cosa faceva?? Comunque probabilmente le responsabilità della crisi sono da entrambe le parti, ma non puoi liquidare ciò che hai fatto come una cosa di poco conto. Da come scrivi sembra quasi che ti aspetti che lui subito ti debba capire e perdonare. Hai fatto una cosa grave all’interno del rapporto, a prescindere dalle motivazioni, hai sbagliato, è quello che hai fatto purtroppo non si cancella in nessun modo, e questo, anche se lui ti perdonasse, avrà delle forti ripercussioni sul rapporto, sulla fiducia e anche su come si comporterà lui in futuro probabilmente. Non è che ora “deve essere colpa tua” di quello che hai fatto. Però neanche può essere colpa sua. Non puoi obbligarlo ad accettare quello che hai fatto..io non perdonerei una persona che mi tradisce, crisi o non crisi, uno si inventa qualunque altra cosa per affrontare il problema, e soprattutto parla. Non perdono se uno mi tradisce perché io non tradisco, anche se non amo più, lascio prima. Non so cosa consigliarti, ma se io mi trovassi nella tua posizione, so che starei malissimo perché mi becco le conseguenze di una stronzata che ho fatto, e probabilmente perdo una persona importante. C’è poco da fare…..

    • Mi sono espressa malissimo perché ormai non ho più la concentrazione. Dopo avermi lasciata, ho sofferto tantissimo, per me è stato uno shock ma ad un certo punto mi sono come ribellata a questa condizione:dopo un mese dalla fine della relazione ho conosciuto casualmente un’altra persona a cui mi sono aggrappata per disperazione.

  4. Eh, mettiti nei suoi panni…tu lo perdoneresti se ti confessasse disperato di essere andato a letto con un’altra?
    Ormai avete completamente srotolato la vostra vita insieme, ti sei trasferita, cambiato lavoro…guarda avanti.
    La terapia dovevi proporgliela prima, non ora che è cornuto.
    Saluti e buone cose

    • Ragazzi, io gliel’ho proposta in lacrime prima ancora che ci separassimo la terapia. Sapete cosa significa vivere con un ragazzo che mette un muro ogni volta che gli si fa una richiesta più profonda? Sapete cosa significa elemosinare sesso perché lui non ci pensa più? Sapete cosa significa spegnersi? Vedere il tuo lui che pensa a se e solo a se?

    • Norah, purtroppo é una storia lunga in cui per tanti motivi era già stata minata parte della fiducia, da parte forse di entrambi anche se dimostravamo la cosa in maniera diversa, almeno credo, perché in tutta sincerità ho avuto accanto un ragazzo che mi ha negato qualsiasi dialogo con il suo io più profondo. Per paura, per disintetesse, chissà. Io so solo che col tempo mi sono un po’ chiusa in me stessa fino a che non ho desiderato di allontanarmi da lui perché secondo il mio istinto lui mi faceva soffrire. Siamo stati insieme 9 anni e tutto è avvenuto lentamente. Un giorno gli ho detto che non lo amavo più, gli volevo bene, ma non riuscivo più a vederlo come una volta perché mille volte gli avevo chiesto di venirmi incontro, di cercare un dialogo anche dal punto di vista sessuale perché non sentirsi desiderata fa male e non sapere il perché é tremendo. Lui.non parlava. La sua vita con me era solo un atto pratico: lavorare, guadagnare, fare viaggi. Tutto molto bello. Io ero sua amica, ma volevo essere anche amata. A 30 anni fare l’amore 2 volte l’anno non fa bene. Dopo sei mesi di astinenza, un giorno dispiaciuta gli ho fatto notare che erano 6 mesi che non stavamo insieme e lui è sembrato dispiaciuto a sua volta ma come al solito è rimasto sulle sue e nulla è cambiato.

      • ciao Luca,
        raccontata così non posso non darti ragione. L’unica cosa sbagliata è stato il “tradirlo”, ma non potevi probabilmente fare diversamente. Mi chiedo: dovevi lasciarlo prima, se a soli 30 anni ti trattava in questo modo, a 40 o a 50 cosa sarebbe successo? Ti capisco più che bene, specialmente dal punto di vista sessuale: io sto con mia moglie da oltre 10 anni, sposati da non molto, ma ora come ora il sesso lo devo elemosinare. Molte volte passano mesi e mesi prima che si faccia toccare. E io ogni giorno le dimostro il mio amore per lei e non faccio altro che farle capire quanto mi piaccia ancora (ancora oggi mi masturbo pensando a lei). Ma niente, quando mi avvicino sembra quasi le faccia schifo.
        Non so cosa sia dovuto questo cambiamento, ma è da molto che fa così. Poi ho scoperto casualmente che aveva e che ha tutt’ora molti ammiratori e che questi ammiratori probabilmente sono anche andati oltre al solo apprezzamento.
        Per questo ti capisco e ti sono accanto.

  5. cara Luca,
    la tua unica colpa è stata appunto esserti buttata troppo presto tra le braccia di un altro. Capisco la crisi, ci può stare e c’è sempre in tutte le coppie anche in quelle più consolidate. Apprezzo molto il tuo coraggio a confessare il tutto al tuo ex compagno, ma purtroppo non puoi pretendere che lui accetti tutto questo.
    Magari col tempo se ne potrà fare una ragione e metabolizzare il colpo, ma al momento no.
    L’unica cosa che puoi fare, come magari ti hanno già consigliato, è al momento di lasciarlo stare. Non lo cercare. Se vuole, sarà lui a farlo.
    Anche se è stato lui a gettare per primo la spugna, a lasciarti, non affrontando la vostra crisi, non puoi pretendere che ti “perdoni” al volo, sarebbe un po’ presuntuosa come cosa da parte tua.
    in bocca al lupo

  6. Avete mai pregato qualcuno affinché ascoltasse i tuoi bisogni più profondi? Nessuno può davvero soddisfarli, si sa. E in fondo me ne sono stata buonina buonina lì ad assecondarlo in tutto ed il mio lui era uno che: viaggiava a destra e a manca da solo, aveva mille amiche tra cui ex, c’ha messo una vita a decidere di andare a vivere insieme. Io ho cambiato paese per lui e sono andata a vivere da sola pur di stare nella stessa città in cui era lui. Ho fatto tanto. Credo. Ma in fondo non basta mai.

  7. Luce, io penso che dovreste chiudere il capitolo della vostra storia. Si capisce benissimo che lui non ti amava più. Nessun uomo sano, a meno sia gay (ma non è che per caso lo è? Oppure ha un’altra?), a 30 anni fa sesso solo due volte all’anno. Come se non bastasse la NON intesa sessuale, non c’era dialogo, viaggiava spesso da solo (o si portava qualche altra donna?), e altre cose cui hai accennato. Sinceramente io credo che lui abbia preso a pretesto il fatto che l’hai tradito per mettere fine alla storia e dare anche la colpa a te, così lui sarebbe risultato innocente anche sul fronte sesso.
    Comprendo quindi il fatto che tu l’abbia tradito, perché nel contesto di quel che hai raccontato, ci vedo anche un momento di debolezza, fatto poi quando eravate separati. Quindi io in questo caso (e sottolineo in questo caso) non lo vedo un vero e proprio tradimento.
    Comunque tanto non ha importanza. Il consiglio che ti do e di andartene via e non cercarlo più. Non era l’uomo adatto a te. E se dà la colpa a te della fine della vostra storia, mandalo a quel paese. Hai 30 anni, ancora la vita davanti, e la possibilità di incontrare un uomo che ti farà felice.

    • Chiudere tutto, lasciare andare via: è tutto giusto, sacrosanto per me stessa. Il dolore resta. La delusione per non aver capito niente dell’amore anche. Tutti intorno a me mi dicevano che non c’era ed io invece continuavo a vedercelo questo amore.
      Non mi poteva dare più di quello che mi dava ma io lo amavo lo stesso. E non so spiegarmi perché.
      Lui ha pianto e sofferto per me ma forse mi voleva solo un gran bene?
      Io ho anche subito rifiuti da parte sua e critiche sul mio aspetto.
      Credetemi, io non c’ho capito niente dell’amore in 9 anni.

      • Ragazzi, il punto è che lui.ha continuato a cercarmi, a chiedermi come stavo, a chiedermi di non sparire perché “sono la persona più cara che ha”. Mi ha chiesto addirittura di essere amici, di costruire qualcosa di “diverso” e bello comunque. Io non ce la faccio. Forse è bello ciò che mi sta proponendo. Io ci vedo solo un gran parac**o. Aiutatemi a vederci chiaro. Grazie a tutti.

        • Daniela, mi chiedi se ha altre. Gliel’ho chiesto. Dice di no. Come faccio a pretendere la verità se chi hai accanto te la nasconde? Forse è vero, non c’è nessuna altr. Fatto sta che tra le mille spiegazioni, ricevute solo dopo che mi ha lasciata e per mia espressa richiesta, c’è che lui negli anni:
          1)si è infatuato di altre
          2)ero ingrassata e non gli piacevo più
          3)l’amore era un po’ svanito
          Più chiaro di così. Scusatemi, sono solo arrabbiata e volevo sfogarmi. So bene che non c’è più niente da salvare.

          • Ok ora è tutto più chiaro…il tradimento è stato un momento di debolezza che in questa situazione lui un po si è andato a cercare, io sono sempre contro il tradimento, ma in certe situazioni la colpa del tradimento non sta sempre solo da una parte. Evidentemente quest’uomo non ti ama abbastanza, e questo già da tempo ormai, il fatto che ti propone un’amicizia è dovuto anche al fatto che sicuramente essendo stati insieme per anni è difficile anche per lui staccarsi da te. In effetti da quello che racconti forse non ci sono le basi sufficienti o comunque è troppo tardi per ricucire il rapporto, anche la mancanza di intesa sessuale non è il massimo. Magari hai fatto uno sbaglio ad andare subito con un altro, ma a questo punto e data tutta la situazione che hai spiegato non fartene troppo una colpa, non è questo il motivo che ha causato la fine della storia, lui già ti aveva lasciata e anche prima non ti dava l’amore di cui avevi bisogno. Fossi in te non accetterei la sua amicizia, almeno per un bel po’….se stai così male sarebbe peggio per te sentirlo continuamente.
            Forse è meglio mettere una pietra sopra su un rapporto finito, e che non ti dava abbastanza.

          • Vedi Luce gli uomini sono bugiardi. Mio marito mi ha guardata negli occhi e con il fare più innocente del mondo mi ha detto che non mi ha tradito. Sicuro avrebbe passato anche la macchina della verità se ce lo avessi attaccato. Quindi non ti crucciare.
            Capisco il tuo dolore, il tuo sconforto. Il senso di aver fallito e di non aver capito che non ti amava. Ma succede. Accade alle persone che amano e benchè si soffra così tanto, preferisco essere così piuttosto che anafettiva e quindi non essere viva.
            Tu soffri perchè sei viva perchè hai amore dentro di te. Adesso è brutta ma vedrai ti rialzerai.
            Ti consiglio comunque di non accettare la sua amicizia. Sarebbe soltanto un altro sfruttamento nei tuoi confronti. Perchè se non ti amava più, se si era infatuato di altre donne nel mentre che era anche con te, avrebbe dovuto parlarne e magari anche lasciarti. Non ti avrebbe dovuto farti sprecare dell’altro tempo dietro a lui. In più trovo una brutta scusa il fatto che dic adi non provare desiderio perchè sei ingrassata. Ok che l’estetica fa la sua parte, ma io credo che dietro questi pretesti ci siano altre problematiche. Sei proprio sicura che non sia gay? Il fidanzato della figlia di una mia amica non lo ha mai ammesso, ma per vie traverse la ragazza lo ha saputo solo dopo un anno che lui l’aveva lasciata ed erano stati insieme per 7 anni.
            Ad ogni modo non pensare che sia colpa tua, non credere che il tuo “tradimento” (ma io non lo considero tale) in tutto questo centri qualcosa. Eravate in crisi profonda già da molto tempo. Significa che non era l’uomo per te. Ti auguro tutto il bene possibile.

  8. In ogni caso , lo hai tradito , qualunque sia stata la sua mancanza il tradimento non è mai giustificato non c’ è perdono per questo . Evidentemente se ancora vuole sapere come stai ti ha amato molto e ci tiene a te ma a sbagliare sei stata tu e qualunque cosa ti abbia fatto mancare il tradimento non è mai giustificato dimenticalo perché non ti amerà più.

  9. …lo mollavi senza tradirlo se lui non ti soddisfaceva. A 30 anni uno dovrebbe “battere i chiodi con l’uccello” citando il mio migliore amico…quindi evidentemente avrà qualche problema.
    Riprenditi in mano la tua vita in tutti i sensi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *