Home / RIFLESSIONI / Lui più giovane

Lui più giovane

Ciao,
sono separata e ho conosciuto un uomo piu giovane di me di 7 anni, single, siamo innamorati persi.
Lui vorrebbe un figlio da me e a dire la verità ci stiamo provando, ma senza risultato.
Il problema sono io, che sono alla soglia dei 50 e ho già  due figli grandi.
E poi ho paura ad affrontare un’altra gravidanza.
Qualche consiglio?

da: Melania

6 Commenti

  1. Cara Melania,
    la questione è seria. Ti dirò che dei sette anni non mi importa veramente poi molto e se voi andate d’accordo e vi amate non te ne dovresti preoccupare.
    Mi vorrei però soffermare sulla questione figlio. Io credo che non è una decisione da prendere alla leggera. Intanto secondo me hai troppi anni. Te lo dico perché io ho fatto un figlio a 30 anni e l’altro a 40. Ovviamente non è stato premeditato ma è capitato così. Ne sono contenta, avevo pensato che sarebbero stati due figli unici invece forse per il carattere (comunque completamente diverso), forse perché sono dello stesso sesso, forse perché sono solo due (e quindi ognuno di loro si deve tenere stretto quell’unico fratello che ha) alla fine vanno abbastanza d’accordo e si parlano (non sapete quante amiche hanno figli che non si guardano in faccia e si “odiano”). Ora ho premesso questo perché ovviamente non solo dovresti fare i conti con gli altri figli (hai immaginato quale impatto possa avere su di loro un nuovo fratello così piccolo rispetto a loro?) ma dovresti fare i conti con la tua età. Pensa ancora al fatto generazionale.
    Posso già dirti, nonostante io sia una persona di larghissime vedute e piuttosto moderna, che 40 anni fra mio figlio e me sono troppi. E’ vero che spesso mio figlio mi dice che “le altre mamme mica sono come te che ci si può parlare di tutto…”, ma il fatto è che quando io avrò 70 anni lui ne avrà 30. Renditi quindi conto che quando tu avrai 70 anni lui ne avrà 20. Non credi che la differenza di età sia troppa? Se la natura ci ha fatto fare i figli fino a 40 circa (poi diventa sempre più difficile) ci sarà un motivo. Non ho ancora preso in considerazione la difficoltà di rimanere incinta alla tua età e di fare figli sani (ok con la amniocentesi si possono vedere un sacco di malattie genetiche ma è sempre un rischio). Insomma io credo che tu abbia preso questa decisione un po’ troppo alla leggera. Comprendo che tu voglia rendere felice il tuo compagno, ma io credo che avere un figlio alla tua età, se anche riuscissi a rimanere incinta, non sia una buonissima idea. E’ vero che adesso si fanno tutti a una certa età ma io, che ne so qualcosa, posso assicurarti che è veramente faticoso avere di nuovo a che fare con pappette e pannolini.
    Ricorda poi che i primi tre anni sono quelli peggiori perché non si può staccar loro di dosso nemmeno un occhio. Evidentemente non ricordi più le nottate passate in piedi, il fatto che dormiresti anche su un letto di chiodi per quanto sonno si è perso, ecc. Ora queste cose da giovani sono meno pesanti ma tu hai un certa età. Ora vi volete un monte di bene, ma quando tu stremata non ce la farai a stare dietro al tuo bambino, alla casa, al lavoro, agli altri ragazzi e al tuo uomo, non pensi che rischieresti di mandare all’aria il vostro meraviglioso amore?
    Quindi io ti esorterei a pensarci veramente. E scusa se sono stata un po’ troppo cinica e realista. Ma un figlio è una cosa seria e tu ne hai già due che immagino saranno la tua gioia. Capisco le esigenze del tuo compagno ma se ti vuole veramente bene penso si farà bastare il tuo amore. Ti auguro tanta felicità.

    • Ciao Daniela,
      intanto grazie per avermi risposto, non ti considero cinica, anzi!! Forse in ciò che ho raccontato della mia storia d’amore sono sta fin troppo breve e poco precisa.
      Ho detto che ci stiamo provando, è vero, e so benissimo che alla mia età è difficile rimanere incinta e so anche con quali rischi. E non credere…..quello che hai scritto tu lo penso anche io…
      solo che non so come fargli capire che noi due insieme staremmo bene lo stesso e che comunque lui riuscirebbe con il tempo a farsi amare anche dai miei figli.
      Forse non comprende che non siamo in una situazione ”normale” dove ci si conosce, ci si fidanza e poi ci sposa! Io ho già dato! 😉 mentre lui no. E per quanto riguarda i sette anni di differenza….non si vedono e non ce ne facciamo sicuramente un problema…stiamo tanto bene insieme, parliamo di tutto e poi lui mi fa ridere, cosa che non mi succedeva da tanto tempo di stare cosi bene insieme ad uomo.
      Grazie di tutto.

      • Cara Melania, sono veramente contenta che dopo la fine del tuo matrimonio tu abbia ritrovato il sorriso con un altro uomo. Questa è una bella testimonianza per tutte quelle persone che scrivono qui dopo la fine di un amore e che pensano che non troveranno più nessuno che li farà felici. Quindi senza volerlo la tua lettera ha potuto aiutare e dare speranza a qualcuno.
        Detto questo passiamo quindi alla questione figlio: vedo che alla fine la pensi come me. Credo solo che toccherebbe farlo capire al tuo compagno. Capisco che sia difficile per lui accettare di non poter avere una famiglia normale come quella che sinora a sognato ma che non poteva avere forse perchè non aveva ancora trovato la donna della sua vita. Purtroppo il destino a volte fa degli scherzi strani e la vita gli ha riservato una donna che ha già dei figli e con un’età più in là della sua. Sono sicura che la differenza tra voi non si nota, magari quella che sembra più giovane tra i due sei tu. Ma io direi che è già stato fortunato a trovare oggi come oggi, che l’amore vero sta diventando una cosa rara, una persona che lo ami e con cui essere felice. Forse prima (e succederà se i tuoi figli vedranno che ti sa rendere felice) o poi sarà accettato dai tuoi ragazzi e allora avrà avuto, anche se in un modo diverso da come aveva pensato, la sua famiglia. Vivete felici e godetevi quel che il fato vi ha riservato senza complicarvi oltre la vita.

        • Grazie Daniela,
          mi sembra proprio di parlare con un’amica!!
          Lui è… fantastico!! E’ proprio la persona che mi fa felice e mi ha fatto tornare la voglia di esserlo, e credo di essere lo stesso io per lui.
          ed è quello che gli dico sempre che lui è un regalo che mi ha fatto la vita! Mica una persona qualunque…
          Un abbraccio
          Melania

  2. Concordo con Daniela, io ho 31 anni e vedo la fatica che fanno i miei genitori con mia figlia (15 mesi) quando la affido a loro…fatica fisica.
    Prendila in braccio, corrile dietro, occhio alle sedie, occhio ai cassetti, alle prese, agli spigoli…falla mangiare, cambiala, lavala.
    Insomma sono cose che fanno tutte le mamme, però un conto è farlo a 30, uno a 40 e un altro a 50…per non parlare della gravidanza e delle sue complicazioni sopra ad una certa età.
    Ora che potresti iniziare a goderti la vita perché i figli sono grandi (e sistemati?) vorresti ricominciare da capo?
    Il mio compagno ha 46 anni, però per loro è diverso, mica devono partorire…allattare, pigliarsi le lacerazioni o i punti del cesareo.
    Poi non parliamo della festione familiare e delle notti in bianco con le coliche o i dentini…
    Valutate bene il da farsi, come ben sai non è una passeggiata ma è un altro impegno a vita.
    BUONAfortuna

    • Infatti hai ragione, ho proprio voglia di godermi la vita insieme al mio compagno!
      Grazie anche a te per avermi risposto.
      A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close