Home / SOFFRIRE PER AMORE / L’amore della mia vita

L’amore della mia vita

Io e mia moglie siamo sposati da quasi 7 anni. Mi ha lasciato un mese fa, a causa di miei comportamenti, a detta sua ripetuti negli ultimi anni: non le facevo mancare niente sul lato economico, ma su quello sentimentale lei si sentiva ben più presa di me.
Io sempre in ritardo, sempre col telefono spento, e quando presente con lo sguardo assente.
Possiamo riassumere così, in poche righe, i tanti alti e bassi di questi anni.
Io ora ho scoperto di amarla follemente, ben più di quando stavamo insieme. Ho frequentato altre ragazze, ma ho capito che è lei la donna della mia vita, e ho capito che io sono l’uomo della sua vita.
Siamo usciti amichevolmente, la situazione è altalenante, lei passa dal dire “se cambi tornerei con te”, al dire “ufficializziamo la separazione che è ora”.
“Mi dispiace so che ti manco ma a me per ora non interessa” a “ho diversi corteggiatori ma tu rimani il mio preferito, se solo non mi avessi fatto stare male..”
Ora sostiene di non amarmi più, ma di essere stata molto innamorata in passato, come di nessuno, e come probabilmente mai le ricapiterà.
A volte andiamo a cena fuori, mi abbraccia, le manco, poi si convince di non aver bisogno di me.
Non ha nessuno, non vuole stare insieme a nessuno in questo momento.
Parliamo di un pendolo che oscilla molto velocemente, e che difficilmente si può prevedere.
Ho in mente dei grandi gesti per riconquistarla, quelle cose che le facevo quand’eravamo fidanzati gesti che probabilmente le sono mancati.
La mia paura è solo di sbagliare i tempi: troppo presto, ha ancora questa altalenanza di alti e bassi, momenti di rancore, ecc.. o troppo tardi, dove l’abitudine di stare da sola si sostituirà a questo pensiero fisso di me (perchè nel bene o nel male ora parla a tutti di me, e mette post con frecciatine su fb verso di me) e arriveranno nuovi corteggiatori.

Prima avevo pensato di ristabilire le basi di un rapporto pian piano, ripartendo dall’amicizia, ma non c’è verso. Quando siamo insieme dopo un po’ attacca con il passato, poi quando io evito, arriva la mancanza, mi abbraccia e ha bisogno di starmi vicino. Poi è felice della serata con me, poi ricomincia tutto daccapo.
Di conseguenza ho pensato ad una terapia d’urto, cioè a qualche episodio emotivamente forte che le riaccenda il sentimento.
In ogni caso sono apprezzati consigli, pareri, ecc..
Specifico che io sono disposto anche a corteggiarla per anni – sia chiaro non come stalker (non la seguo, non la chiamo, non le scrivo, solo quando mi cerca lei, o sporadicamente io ci vediamo) – ma come innamorato che di tanto in tanto compare per ricordarle che sono io, che sono qui.

da: Aldo

33 Commenti

  1. Aldo, di solito ( ma non sempre ) quando una donna lascia il suo uomo o non ama più, oppure è arrivata al limite!Da quanto ho capito la ” corda si è spezzata ” e credimi anche se cerchi di rifare ” un nodo ” non durerà, non a lungo! Quando si ama no si lascia e non si prendono pause di riflessione … Per me personalmente … Si cerca di parlare con il partner, di chiarire quello che non va bene si cerca di andare avanti … Di mettere su una bilancia le cose belle e le cose brutte, evidentemente per tua moglie la bilancia pesa di più sulle ” cose brutte”… per aver preso questa decisione. Non metto in dubbio che tu L ha ami ma sai come si dice: ” non ti rendi conto di quello che hai finché non L ho perdi”! E poi essere lasciati non si accetta facilmente ….si soffre un po di più rispetto a chi lascia ! Lei deve prendere una decisione al più presto perché più passa il tempo più si abitua ad avere ” la sua libertà” si rifarà nuove amicizie, nuove abitudini e magari capirà che sta meglio Senza di te. Se L ha rivuoi , prenditela senza ” ma” e ” forse” altrimenti vai avanti con la tua vita ! P.s.: anche io sono indecisa nel lasciare mio marito ma la mia storia e ben diversa, e raccontarla su questo sito mi ha aiutata tanto ! Ti auguro tanta felicità ….

    • Ti ringrazio, in verità suppongo che un po’ di tempo la aiuti a mettere da parte il rancore e pensare alle belle cose… Io a fronte degli anni passati e del forte sentimento che c’è stato farò di tutto.

  2. Quando il sentimento si spegne, quando la fiducia svanisce nel nulla, quando una donna dice “non ti amo più”, non c’è più nulla da fare se non andare oltre.
    Tutto il resto, il tuo “sentire”, sono solo TUE fantasie.

    • Senza offesa, ma la tua mi sembra una visione molto limitata ed estremamente pessimista.
      Magari è una reazione a situazioni sfortunate che hai avuto, ma non penso che sia costruttivo portare negatività in assoluto.
      Non ci sono regole o dinamiche fisse, a volte le cose vanno bene, a volte male. A volte l’amore ritorna, a volte no, si creano nuove storie, si torna coi vecchi partner.. basta aprire gli occhi e guardare il mondo per vedere che, nel bene o nel male.
      Le cose non sono bianche o nere, ci sono tante sfumature.. E il futuro purtroppo non può predirlo nessuno.

  3. Per me dovresti fare proprio come dicevi: riprendi a corteggiarla (che non significa necessariamente essere uno stalker), cercala tu per primo, ricomincia con quei gesti che facevi quando eravate fidanzati. A volte una donna manda “frecciate” perché spera che la persona a cui sono rivolte le percepisca e comprenda che sono finalizzate a smuoverlo (metodo, a mio parere, non molto efficace perché ad un uomo si deve parlare in modo diretto). Se lei torna a rimuginare sul passato ricordale che voi state vivendo ADESSO, che tu tornerai ad essere quello che eri e che per ENTRAMBI la routine non lascerà che il rapporto si raffreddi. Sinceramente, trovo molto infantile che lei si sfoghi su facebook, rendendo pubbliche le vostre faccende personali, e anche questo suo atteggiamento bisognoso ed altalenante non è molto incoraggiante. Se dovesse continuare così anche dopo un tentativo forte da parte tua di riconquistarla (ma sii deciso, falle sentire che davvero lei deve tornare ad essere tua), dammi retta Aldo, chiudi. Perché non è vero che non ci possono essere altre storie importanti: se un amore diventa vivere di sensi di colpa, non è più amore. Buona fortuna!

    • Ti ringrazio Elena, il tuo è il commento più costruttivo che ho letto.
      Io in realtà non ho sensi di colpa, ho esaminato razionalmente ciò che è successo, ed effettivamente sono arrivato alla conclusione che quei problemi hanno determinato una rottura.
      Rivedendo il passato (lettere, ricordi, frasi, foto, video ecc..) devo dire che raramente, anche dai racconti, ho visto un amore del genere vissuto da due persone, se non nei film.
      Io sono convinto che un amore del genere non si possa spegnere, ma purtroppo quando si rimane delusi si trasforma in odio e rancore.
      Gli sfoghi in realtà non sono mai stati troppo diretti, ma più fatti in modo che io li capissi.
      La vita spesso fa incontrare nuovamente due persone che si separano (un’amica mi raccontava di due suoi amici che hanno divorziato e si sono risposati dopo 7 anni!) e io so che non amerei mai più una persona così. Il mio sogno, il mio obiettivo sarà riconquistarla, sempre.
      La vita va avanti, logico, non nego che se la cosa si dilungasse io potrei avere un’altra, e lei un altro, ma come ho detto, difficilmente penso che la vita non ci farebbe riavvicinare.
      Si è creato un legame quasi telepatico, che abbiamo verificato anche quando siamo andati l’ultima volta a cena, cose particolari che ci hanno fatto pensare.. Lei ha anche detto “se tu non fossi stato così stronzo e trascurato con me, io non ti avrei mai lasciato..”

  4. Ma secondo me è stata fin troppo con un superficiale come te! Ottima scelta!

  5. Ciao Aldo, io proverei a farti riflettere su una frase che hai riportato detta da lei all’ultima cena in cui siete stati insieme. Riporto le tue esatte parole:

    Lei ha anche detto “se tu non fossi stato così stronzo e trascurato con me, io non ti avrei mai lasciato..”

    Ecco vedi forse da parte tua qualche mancanza c’è stata altrimenti non vi sareste separati e lei non avrebbe detto questa frase. Tu invece in un commento di risposta a un interlocutore dici che non hai niente da rimproverarti.
    Ora ti dò un consiglio: non partire con questa idea. Cioè sicuro anche lei avrà avuto le sue mancanze, ma dovete riconoscerlo entrambi e quindi venirvi incontro. Solo così vedrete che potrete riappacificarvi. Io credo che tu abbia pensato solo che lei per te ci sarebbe sempre stata e quindi fiero di questo l’hai trascurata. Ma le donne non stanno con un uomo che non le fa sentire importanti, o che una volta sposate pensino che ormai è fatta e lei non andrà più via. L’amore va coltivato come un fiore in giardino. Va concimato, annaffiato. Ecco io credo che tu forse (almeno per quel che pensa lei, quel che può aver sbagliato lei lo sai tu, mai io cerco di farti capire meglio lei, per entrarci più in sintonia e quindi rimettervi insieme) hai trascurato di annaffiare e concimare il fiore. Credo sia importante ora fargli capire che hai compreso che stai perdendo la persona più importante della tua vita e che hai intenzione di non trascurarla più. Penso che tu non debba fare lo stolker ma comportarti secondo quanto piace a tua moglie. Se è il tipo che vuole decidere lei quando sentirti segui il suo volere, se capiscii che a lei piace anche che sia tu ogni tanto a farti sentire fallo.
    Insomma mettici buona volontà e speriamo tutto si aggiusti. Auguri.

    • Ti ringrazio Daniela, sono d’accordo con te.
      Hai frainteso ciò che intendo, cioè che io non mi rimprovero, nel senso che non è che mi commisero, ma passo il tempo a lavorare sui miglioramenti che posso fare come persona prima di tornare alla riconquista..

  6. Aldo ti rendi conto che qualora lei tornasse con te alla prima cazzata che farai nei suoi confronti ti rinfaccerà tutte le tue mancanze e ti lascerà per la seconda volta? Quindi bada bene a quel che fai con lei.
    Credo che l’amore della tua vita, per lasciarti avrà avuto veramente le scatole piene.
    Un uomo difficilmente cambia le proprie attitudini e son certa che lei pensa che se anche dovesse ritornare con te, tempo un paio di anni e si ritroverebbe a che fare con il solito Aldo che a tutto pensa tranne che a lei.

    una donna solitamente sopporta molto, tanto, soprattutto se ci sono i figli ed è una che ci tiene al concetto di famiglia. Però poi arrivi ad un punto che diventi talmente stanca e stufa di non sentirti amata o considerata dall’uomo che ami che tutto passa in secondo piano e desideri riappropiarti della tua vita, dei tuoi spazi, di non voler più al tuo fianco la persona che ti causa infelicità.
    Lei avrà passato anni a sperare in un tuo cambiamento e fidati che una donna che ha sofferto per molto tempo e arriva al punto di lasciarti non la riconquisti così, su due piedi.
    Non ti auguro niente, spero solo che lei possa avere il meglio per se stessa.

    • Concordo col tuo punto di vista, proprio per questo sto aspettando molto tempo prima di tornare.
      Sia per far sbollire la cosa, sia per farmi rivedere gli errori ed essere sicuro questa volta, non dico di essere perfetto perchè sarebbe impossibile per chiunque, ma per lo meno di non ricadere negli stessi sbagli.
      Sicuramente su due piedi non sarà facile, a tal proposito come ho scritto, so che andrei avanti anche per anni.

  7. Ciao Aldo, in tutto ciò che hai scritto mi ha colpito il punto in cui dici che sei convinto di essere l’uomo della sua vita. In questo io ci vedo un eccesso di sicurezza, si può affermare che un uomo/donna sia quello/a della nostra vita, ma come si può parlare per un’altra persona e stabilire che si è l’amore della sua vita? È solo una riflessione, perché personalmente io non lo direi mai. Tutti coloro che vivono o hanno vissuto un amore coinvolgente e speciale pensano che il loro amore viva una sintonia maggiore rispetto a quella di tante altre coppie, di vivere cose che si vedono giusto nei film, come hai scritto in un commento sopra. Non ho ben capito se è in questo mese che lei ti ha lasciato che ti sei frequentato con altre ragazze. Suppongo di sì, altrimenti vorrebbe dire che le hai frequentate mentre stavate insieme. Ad ogni modo mi sembra che ci hai messo un po’ poco a cercare altre frequentazioni, specie se sei così interessato a recuperare il rapporto con tua moglie. Da come scrivi, ed è solo un’impressione ovviamente, mi sembri una persona molto pragmatica, che fa piani e stabilisce come deve agire. Prova ad usare solo il cuore per riconquistare tua moglie, renditi conto che nella vita tutto può cambiare, non è scritto come pensi che sia tu l’uomo della sua vita. Di punto in bianco tutto potrebbe cambiare. Forse questo può aiutarti a dare le cose (e tua moglie) meno per scontate. Fai tutto ciò che vuoi fare per riconquistarla, ma non fare troppi calcoli, FAI e basta, con tutto il tuo sentimento che provi. Questo è il mio modesto parere. Auguri.

    Ps: non è “costruttivo” considerare costruttivi solamente i commenti che combaciano più o meno con la tua idea.

    • Si in sette anni l’ho conosciuta talmente tanto, e lei ha conosciuto talmente tanto me, che quello che c’è stato fra noi non si può ripetere.
      Non vuol dire che torniamo per forza insieme, non ho nessun eccesso di sicurezza, so solo che nè io nè lei rivivremo sensazioni così intense e complici come ci sono state. Un feeling di questo tipo, che raggiunge livelli telepatici, capita una volta su mille secondo me.
      Ho sentito di tanti amori coinvolgenti, ma duraturi e con certi episodi, secondo me sono pochi.
      Sul discorso “frequentare” non ho scritto bene, intendo dire che ho conosciuto altre ragazze, con le quali ho chiacchierato del più e del meno, con le quali mi sono trovato bene e penso possa nascere un’amicizia. Ma queste frequentazioni (oltretutto pubbliche, e insieme ad altri amici, quindi nulla di segreto o scorretto) mi hanno confermato che io posso amare solo una persona, lei.

      Ti ringrazio per il consiglio di usare il mio cuore, è giustissimo. Diciamo che io associo sensazioni a strategie, cioè agire d’impulso nella vita spesso mi è costato pagarne le conseguenze.
      Se il mio cuore ha in mente qualcosa, magari la metto da parte, e preparo il momento migliore per poter uscire allo scoperto, ma sono d’accordissimo su quanto dici.

      Sui commenti hai frainteso quello che intendo, cioè che un commento costruttivo può dire qualsiasi cosa, anche in contrasto con la mia, ma se è di due righe, tipo
      “per me ha fatto bene a lasciarti” o “non torna con te” o “tranquillo andrà bene”
      sono commenti totalmente inutili, che non mi danno niente…
      Costruttivo significa che può farmi ragionare, esattamente come il tuo.

  8. Antonella Fabiani

    Ciao,
    ho letto nel tuo messaggio la mua storia di due anni fa , lui mi aveva lascuata e dopo si È scoperto innamorato più di prima ed ha fatto di tutto per ritornare insieme e ce l ha fatta. L unica differenza è che…io non ne volevo sapere più niente, volevo riprendermi la mia indipendenza, quindi non so se lei te la stai facendo un po pagare…anche se in senso buono o se le piace sapere che tu ora sei lì pronto…
    io non so cosa consigliarti…l unica cosa che posso dirti è primo, di non cercare ad essere emotivo…e vedere se realmente vuoi lei o hai idealizzato una persona che ora non è più lì pronta….o se davvero vuoi avere un rapporto nuovo.
    e poi se davvero hai capito che è lei la tua donna…allora fatti vedere un uomo disposto a riaverla, ma no uno zerbino perché ti senti in colpa.Dovrete avere un
    Amore maturo e serio che guarda al futuro.
    quindi basta uscite amichevoli ecc almeno secondo me…ormai le avete fatte, ora ci sei ma per voi due insieme, no per lei solo.
    gli sbagli come le cose più belle si fanno in due.quindi riprendi la tua vita e sarà lei a volerne far parte.

    • Grazie Antonella, si ho ripercorso mentalmente la nostra storia e ho capito cosa l’ha portata ad agire in questo modo, forse eccessivo, ma è un accumulo di mancanza di accortezze da parte mia.
      Come faccio a farmi vedere un uomo disposto a riaverla?
      Io non sto facendo lo zerbino, ma le sto facendo vedere che se ha un problema ci sono.
      Se parlo di noi due lei dice che non ne vuole più sapere perchè è stata troppo male.. parlando ha detto che ha vari corteggiatori, che io continuo a essere quello con cui starebbe di più, se appunto, non l’avessi fatta soffrire così.

      Ho pensato ad un’uscita in un bel posto lontano, con la scusa di doverla portare a cena in un bel posto.. chissà.. 🙂

  9. Antonella Fabiani

    Sai Aldo ora nel bene o nel male il coltello dalla parte del manico ce l ha lei:se molli ti potrebbe dire che non hai lottato abbastanza…e se continui ad esserci potresti finire per diventare un porto sicuro perché non le piace abbastanza qualcuno altro.Io sono sempre per non arrivare mai a dire :se lo avessi detto se lo avessi fatto:) Quindi si creerei un momento tutto vostro.Pensa a qualcosa che avrebbe voluto tanto fare, ma non lo avete mai fatto insieme non so perché non vi conosco quindi non saprei consigliare senza elementi:) magari potessi organizzare:))) è un po anche il mio lavoro;) io le direi semplicemente:che è inutile che le dica che sei cambiato ecc ecc per farla tornare…perché le persone non cambiano, ma possono capire moltoE tu hai capito delle cose (preparati a dire quali perché te le chiederà. .) Dove sei mancato, ma spiega anche il perché
    E proprio per quello che hai capito. ..tu vuoi esserci nella sua vita, ma no come amico, perché se vuole quello ci vorrà tempo , non ora.Le direi che avete entrambi paura, lei di continuare a non star bene con te, e tu hai la paura di perderla per sempre.Ma se non vivete queste paure insieme non lo scoprirete mai come sarebbe potuto essere oggi.
    spero che questo basti a convincerla, se dovesse ancora essere titubante allora all istante portala a casa, con cortesia, ma di che è meglio finirla li.E ricorda la donna è attratra dalle incertezze e dalle prese di posizione, tutto ciò che ha a portata di mano, non è per cattiveria, maa volte si da per scontato, un po come hai fatto tu con lei no;) un abbraccio

    • Grazie Antonella, quello che mi scrivi è veramente utile!
      Hai centrato la situazione.. se mollo non ho lottato abbastanza, se continuo ad esserci al contrario, divento quel porto sicuro in assenza di altro; certo da una parte significherebbe anche “ho visto il mondo e tu sei il migliore” ma dall’altra significa anche essere una ruota di scorta e non è nemmeno detto che capiti, quindi meglio evitare..
      Ho in mente alcune cose, ho tante cartucce da usare nel tempo, non mollerò.

      In generale in passato prima di lei non ho avuto grandi storie serie, ma ho sempre avuto ragazze che si prendevano cotte per me (ci sono tutt’ora), un po’ sarà per via dell’aspetto fisico (non lo scrivo per vantarmi, tanto nemmeno sapete chi sono e di dove sono, ma solo per descrivere oggettivamente la situazione) un po’ perchè sono sfuggente, non lo faccio apposta, ma lo sono in modo innato.
      Anche sulle prese di posizione e sul lasciare incertezze nelle ragazze, compresa mia moglie, sono sempre stato un maestro, ripeto, innato, poichè le cose le faccio senza calcolarle.

      Il problema però è questo: sicuramente all’inizio questo mio aspetto l’ha attratta, ma a lungo andare ha iniziato a non gradirlo più, a differenza di tutte le altre, che forse trattandosi di tempi minori, l’hanno sempre trovato un mio aspetto intrigante e attraente.
      Tanto che se io le dico “bene lasciamoci, facciamo la separazione” sono convinto che lei per orgoglio e presa di posizione direbbe di si. Varrebbe la pena di rischiare?
      Io l’ultima volta le ho detto che è meglio aspettare, e lei ha detto che in effetti ho ragione e non è più tornata sull’argomento.
      Dall’altra parte però c’è anche l’ipotesi che in questa situazione particolare, vedermi così determinato le farebbe pensare “oddio e se perdo l’idea di avere questo porto sicuro?”. Insomma il dubbio mi pervade, e me lo merito, io che sono così sempre sicuro di me stesso.

      Sul vivere le paure insieme, hai centrato anche qui, lei ha paura che si verifichino le stesse cose, io di perderla.. in alcuni giorni potrebbe ascoltarmi, volermi, in altri no. Purtroppo è molto volubile, è una ragazza piena di pregi, ma ha il difetto dell’insicurezza, con conseguenza facilità di essere influenzata dagli altri e poca solidità.

      In effetti ora si è un po’ girata la frittata, io ero tanto convinto di lei, mentre lei aveva paura di perdermi molto spesso. Ora è il contrario.
      In effetti se io fuggo, questa volta potrebbe essere lei ad inseguire, per paura.
      Ma dall’altra parte io non sarei onesto, poichè sarebbe una fuga programmata, non sentita…

      Mi sento molto Amletico… Essere o non essere..

  10. E tu “solo ora” ti sei accorto che la ami? Ma non farmi ridere…

    • Purtroppo per quanto ti faccia ridere, spesso ci si accorge dell’importanza delle cose solo quando le si perdono..

      • Antonella Fabiani

        Io credo che quando non si sa cosa fare è bene fermarsi.E ripeto…sei certo di aver capito che è la donna della tua vita?
        Perché la donna della tua vita, sapresti come prenderla e come sorprenderla:) con l’ansia e la paura…non si fa niente di così buono che possa durare nel tempo a mio parere.Non vivere mai in funzione di qualcuno. Per me lei è tra il non voler perdere la sua libertà ritrovata e avere ancora te dentro.
        io sarei più netta ma sono donna:))) ma da donna posso dire che fa più pensare una donna il vedere un uomo determinato che vederlo insieme ad un’altra. Se ti vedesse con un altra sarebbe la conferma ai suoi occhi che non era vero il tuo volerla.Ma se tu sei chiaro e netto nella tua posizione senza farla ingelosire, almeno non ora e ti stacchi facendola pensare alle tue parole, allora se torna torna perché convinta in altri modi, è un vivere e far vivere un rapporto con ansia.
        Un po contorto come discorso…ma la morale è una sola l’amore vero arricchisce entrambi. Se impoverisce in qualche modo la vita dell altro, non è essere innamorati di una persona, ma essere innamorati dell’amore in generale.

        • E’ giusto, ma da una parte sapendo che sono desiderato, questo mi fa guadagnare punti di valore ai suoi occhi, è infatti è così, ma non sa se ho un’altra o altre, al massimo lo può sospettare.

          Qualche giorno fa siamo usciti, poi mi ha cercato di nuovo il giorno dopo. Prima che me ne andassi mi stava per baciare, per salutarmi, e io non ho colto, probabilmente colpa del raffreddore, e l’ho baciata sulla guancia. Non so se ho fatto male o bene….

          • Be dai, ti sei fatto desiderare abbastanza ora (in fondo da quello che scrivi mi sembra che lei dei segnali te li dia). La prossima volta sii deciso e attaccala al muro, vedrai che funziona 😜 Dopodiché cambia tutto ciò che devi cambiare se ti interessa davvero il rapporto con lei e la Ami.

          • Aldo, forse dovevi cogliere il bacio al volo. Un rifiuto, anche se giustificato dal raffreddore, non è mai gradito. Perché io al suo posto sarei confusa dai diversi e contrastanti segnali che hai dato. Magari sarebbe il caso di farle capire che il bacio lo volevi, eccome se lo volevi. Ricorda che ritornare al punto in cui era così disponibile sarà un po’ difficile, perché dovrai riconvincerla di nuovo sulla serietà delle sue intenzioni e comunque appena lei farà un piccolissimo gesto o passo verso di te, ti conviene prenderlo al volo, a costo anche di trasmetterle una bella influenza! 😀

  11. Aldo la mia storia è simile alla tua ma con due bambine…dove vivi?

  12. Aldo la mia storia è simile alla tua ma con due bambine in più…dove vivi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *