Home / PROBLEMI DI CUORE / interrompere una relazione da amanti

interrompere una relazione da amanti

Mi dispiace che siamo arrivati a questo punto in cui non abbiamo neanche voglia di parlarci.
Ci sono stati mesi in cui mi bastava saperti lì a raggiungermi di tanto in tanto. Ci sono stati momenti in cui ci siamo amati come avremmo sempre desiderato sentire, poi li abbiamo lasciati lì, sentendoci per altro molto maturi nel farlo.
Ma ora mi rendo conto che non posso restare, la strada che hai scelto di vivere non mi piace al punto che non mi interessa più immaginarla.
Io ho bisogno di cambiare vita di nuovo, come ho bisogno di ascoltare un disco nuovo al mese, di fare ricerca, di un progetto di lavoro nuovo appena finisce quello iniziato, ho bisogno di crescere tutta in blocco portandomi dietro tutto, come sempre.
Io non ho bisogno di evolvere in segreto e di tornare al nido, il mio nido é sentirmi al sicuro nel cambiamento.
Da quando ti conosco ho lasciato l’uomo a cui volevo bene ma che non amavo più, ho cambiato casa, ho trovato i soldi per mantenere mia figlia, mi sono concentrata su di me pur scoprendo giorno dopo giorno di appartenerti nella mia più totale libertà.
E la nostalgia é un sentimento che mi piace vivere quotidianamente, anche visceralmente, ma col tempo mi sono impegnata a scremare il rimpianto, me ne porto dietro sempre un pezzettino ovvio, ma sono diventata abile a non aumentarlo troppo col passare degli anni.
Nel modo in cui vivo la nostra relazione adesso sono intervenuti proprio i rimpianti, i rimpianti e anche i dubbi su di te, questo forse ti agevolerà nell’allontanarti da me.
Il rimpianto di non essere mai stati una coppia.
Perchè tra qualche anno sará tardi per diventarla, il momento gusto sarà bello che passato, poi puoi raccontarti quello che vuoi per poter andare avanti senza soffrire molto, ma la verità è che il momento giusto non è rimandabile per tutti gli anni migliori; anche nell’eventualità ci frequentassimo ancora saró piena di rimpianti, e sará tardi per lei perché non venga distrutta completamente, piuttosto che incentivata a ricercarsi, ristupirsi della vita…anche se poi anche questi sono affari suoi, la sua vita probabilmente le avrà già proposto delle alternative che anche lei ha scartato..sará principalmente tardi per me avere totale fiducia in noi (anzi già ora sono iniziati i maledetti dubbi), e a pensarci un attimo il mio più grande rimpianto sarà quello di non essermi accorta per tempo di non aver colto l’occasione di crescere le nostre figlie come amiche..tra qualche anno saremo tutti abituati a mantenere gli spazi largamente separati e se si guarderanno negli occhi immaginando il nostro segreto passato si sentiranno probabilmente vittime in difesa.

Devo accettare il fatto che non riusciró a sentire una persona cosí affine a me per i prossimi boh tot anni, immagino che tra 5 anni probabilmente nn avró ancora incontrato nessuno in grado di poterlo fare, ma avró me stessa non avendo più te, e per questo forse, nonostante continueró ad amarti potrei lentamente smettere di desiderarti qui vicino.

Immagino che un giorno vi lascerete, coi vostri tempi potreste ipotizzare che si può essere ottimi genitori pur non stando insieme, vi auguro di sostenervi e di starvi vicino, di credere che si possa fare qualcosa che nessuno ci ha mai insegnato ma che sarebbe una figata..
Nn abbiamo più 15 anni, non ci si lascia e ci si dimentica, certe persone restano tutta la vita ed é bello anche se ambiguo. I miei genitori sono cresciuti grazie alle critiche e ai perdoni di noi figlie, immagino come tutti quelli della loro generazione.

Tu sei il mio amore, non avrò neanche bisogno di farti leggere queste righe, tu le leggerai dai miei silenzi e ti verrà da piangere a vedermi e leggermele in faccia, perche tu mi capisci come io capisco te; io ho deciso di fare un passo in avanti,
lo avrei fatto con te affianco, mi sarebbe piaciuto non dubitare del fatto che avresti accettato le mie evoluzioni senza la minima paura di perdermi, che ci saremmo stimolati, che con la tua stima mi sarei sentita piena di energia, peró se ti aspetto potrei fermarmi per uno o due anni ancora e potrei ritrovarmi costretta a toccare il fondo per risentire l’impulso di crescere in autonomia..potrebbe volerci una settimana magari per tornare a questo slancio, ma voglio sperimentare il rispetto per questa luce notturna che mi porta a non pensarti per ritrovarmi.

Ho pensato mi stavo quasi per trasformare in tua moglie, stavo già per accoglierti sempre, con rancori alternati al nessun rimprovero o alla gioia, noi donne possiamo plasmare gli uomini in persone orribili per loro stessi, senza neanche rendercene conto..agli uomini di solito succede solo con le donne che hanno una dipendenza grave.

Però ora ho voglia di ritrovarmi nella merda da sola. Mi sento invecchiata in questo anno e mezzo.
Voglio essere qualcosa di nuovo.

Spero che tu non ti chieda ulteriormente se hai fatto la scelta giusta.
Perché sarebbe una perdita di tempo, hai fatto la scelta sbagliata.
non quella di rimanere con la donna che hai scelto per la vita, ma quella di non aver avuto il coraggio di essere sincero, di mettere in gioco tutto quello di te che hai ancora da scoprire e condividere.
Non hai fatto la scelta comoda, ma hai consacrato quel l’idea di famiglia che ci ha portati tutti dall’analista, o che ci ha fatto desiderare di averne uno se non avevamo i soldi per averlo..
Hai messo davanti agli affetti le cose, non sei stato disposto alla fatica, hai usato il tempo e lo spazio come alibi, ti sei chiesto se rimanere te stesso o se sia meglio sforzarti di rispettare il dogma..
Io lo so che di indole non prendi facilmente una decisione, ma so anche che d’istinto avrai sempre bisogno di alimentare un flusso di riflessioni, per questo, scansando ogni ostacolo, hai seminato un rimpianto grosso come un macigno…e non parlo solo di me, anzi, ci ho messo un anno a capire che chissenefrega se non ci fossimo più piaciuti un giorno, che chissenefrega di tornare indietro o di ricambiare percorso, non avremmo spaccato più cuori di come si siano spaccati così, adesso.

Detto ció
Io me ne sto già andando,

Se posso darti un consiglio perdonati, non passarci sopra, non devastarti, pensaci davvero, perdonati.
Io lo faró senza alcun dubbio, senza che tu mi chieda scusa.

da: Dea

3 Commenti

  1. Ti auguro di andartene davvero da questa storia, perché molte donne “amanti” arrivano ad un punto di rottura, ma poi scoprono che ancora ci stanno dentro.
    Basta un incontro, una parola o uno sguardo per scoprire che niente è davvero finito.
    Queste storie devono essere terminare dentro noi stesse, deve esserci davvero la parola fine, quella che poi permette davvero di rinascere.
    Conosco tate amanti che in realtà non sono mai uscite da questo tunnel.
    E poi fattelo dire, un altro uomo che non ha le palle di lasciare una donna he non ama, che però trova il coraggio di tradire … che persona è?

    • Tralasciando ogni questione normale,a un certo punto da amante le strade sono sempre quelle. O lui molla tutto per te o tu te ne devi fare una ragione e andare avanti.. tremende le relazioni da amanti,non ci finirei manco sotto tortura … limitanti e dolorose,e si tirano dietro un sacco di problemi.. e poi vale la pena accontentarsi di un uomo a metà? E poi non bisogna neanche dimenticare che se decide di mettersi con te quello che ha fatto alla moglie lo fa anche a te … penso proprio che ti meriti di meglio,un uomo single e che si dedichi completamente a te.. però so che quando si entra dentro queste situazioni uscirne è davvero difficile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *