Home / PROBLEMI DI CUORE / Innamorarsi al tempo di Internet

Innamorarsi al tempo di Internet

Ciao, è la prima volta che scrivo ma molti dei post che ho letto qui mi hanno aiutato nel tempo a sentirmi meno sola e ad avere degli ottimi spunti di riflessione per analizzare meglio la mia vita e le mie emozioni.
Sono una donna di 30 anni che in questo momento si ritiene una single convinta: ho avuto una storia molto importante e molto lunga, che poi ho chiuso perchè non ero più davvero innamorata e non era giusto tradire e non dare la possibilità ad entrambi di provare ad essere felici. Ho avuto un’altra storia breve ma importante, non era vero amore ma mi ha insegnato tanto e mi ha permesso di fare esperienze bellissime.
Non sono una donna o una persona che necessariamente bisogno di avere accanto qualcuno per avere conferme sul essere belle o sentirsi meno sole, a me queste cose non mi interessano. Per dire, in questo momento non mi preoccupa l’eventualità che potrei restare sola per sempre, la vita e l’amore possono avere significato anche fuori dai normali standard di aspettative per il futuro.[racconto questo per far capire un po’ chi sono…] Non mi piace tanto avere storielle a caso magari solo per fare del sesso, se capita bene, ma pur non aspettandomi niente da nessuno cerco comunque di selezionare bene le persone con cui esco.
In un momento di inattività lavorativa ho deciso che avrei imparato una nuova lingua che potesse essermi utile a fini lavorativi e anche per avere le giornate impegnate, uno scopo, un obbiettivo possono rendere meno frustrante e triste dover arrancare per cercare lavoro. Comunque, su consiglio di un’amica che studia Giapponese mi sono iscritta in un sito di Interscambio linguistico molto utile e molto vecchio stile: niente foto, solo una breve annuncio per dire che lingue si vogliono imparare e perchè. Molto semplice e pratico.
Un giorno, mi scrive questo ragazzo Ucraino della mia età (io sto studiando russo, lui è madrelingua russa, parla un italiano PERFETTO). Non mi scrive le solite cose e il classico “ciao come va?” ma quasi una lettera di presentazione in cui mi proponeva chiaramente cosa voleva(continuare a praticare italiano) come lo voleva ( conversazione a voce ogni tanto, con possibilità di smettere nel caso non ci fossimo ritenuti gradevoli a vicenda) e cosa poteva offrire. Una mail un po’ standard, ma che avrei potuto scrive io. Questo modo di fare mi è piaciuto.
Ormai ci sentiamo da alcuni mesi e da una semplice simpatia sta nascendo un rapporto, per quanto virtuale e non si capisca esattamente che cos’è, dove due persone scelgono di parlarsi e fare quello che si erano proposti( io davvero sto migliorando un sacco col Russo e io lo aiuto a perfezionare l’italiano), stiamo scoprendo l’uno la cultura dell’altro e cosa più importante tutti e due stiamo scoprendo punti in comune inimmaginabili, dalle cavolate al senso della vita. A turno capita di sentire dalla voce dell’altro delle cose e delle affermazioni, dei modi di vedere e scherzare, che potevano essere miei, o suoi, dipende e tutti e due ci stupiamo di quanto siamo simili e di come nessuno dei due aveva mai conosciuto altre persone cosi prima di entrare in contatto io e lui. Possiamo parlare per ore e ore, ridiamo, ci mandiamo foto di quello che vediamo ogni giorno(mai nostre, quello non è fondamentale e non siamo tipi da Selfie), lui mi ha mandato un audio dove si sentiva i rumore dei suoi passi sulla neve fresca, visto che io non ho mai visto la neve e io gli mando foto del mare in tempesta … possono sembrare cazzate ma io le trovo bellissime.
Per più di un mese ci siamo parlati cosi, senza mai esserci visti in faccia ma alla fine decidiamo di fare una videochiamata per vederci in faccia. Io ero emozionata, manco avessi 16 anni.
Dopo un mese ho scoperto che non solo è interessante, intelligente, simpatico, colto, un po’ bastardo ma che è anche bellissimo, almeno secondo i miei gusti.Credo che l’attrazione sia reciproca e ora stiamo pensando di venire a visitare l’uno il paese dell’altro appena possibile.
Io ammetto di essere presa ma non voglio immaginare nessuno scenario specifico, ma non so se mi sto innamorando, un po’ forse si, ma è possibile senza mai essersi visti davvero? senza mai aver sentito la chimica con un altra persona, un’altra pelle?
Amo la sua voce e certe volte sia in webcam che guardando qualche sua foto io mi perdo a fissare  i suoi occhi, quel taglio cosi particolare … ho paura di essere un po’ pazza e un po’ ridicola, siamo due persone che credono nella libertà e che i rapporti finiscono, ma non so lui è talmente tanto diverso, esistono delle coincidenze cosi strane che non so … non ci sto capendo più niente.
Qualcuno ha avuto esperienze simili o ha qualche parere da darmi?
Vi ringrazio e scusate, lo so che ci sono persone che passano per questo sito e che soffrono, però sarei curiosa di leggere dei pareri esterni, incondizionati.

Buona giornata a tutti

da: Susy

9 Commenti

  1. Cara Susy, ho visto che nessuno ti risponde allora ti rispondo io. Il mio consiglio, è di andarci con i piedi di piombo. Lo dico per esperienza personale. Ti dico come la penso: credo che in questo momento della tua vita, sebbene tu stia bene anche sola, senti la mancanza di qualcuno accanto a te. Questa mancanza, magari inconscia, ha fatto si che in questo ragazzo tu vedessi tutto quel che vorresti trovare nell’uomo ideale. Ora non ti dico di non conoscerlo, affatto. Anzi devi conoscerlo, ma bene. Certo è difficile se siete così distanti, ma prima di buttarti in questa storia con tutta l’anima, cerca di capire bene chi hai di fronte, perché è facile travisare, soprattutto quando la mente vorrebbe avere davanti finalmente qualcuno che ci fa star bene dopo tanto tempo.
    Perciò prendi la cosa con il dovuto distacco se puoi, perché devi contare pure che il ragazzo potrebbe essere come si presenta, ma potrebbe essere completamente diverso. Mettici quindi in conto che potresti esserti illusa. Perché pensare di sentirsi molto in sintonia mentre non è vero è una delle cose che facilmente accadono quando si conosce qualcuno tramite internet e non di persona (dove hai sicuramente altri sensi a disposizione per conoscere questa persona).
    Nel mio caso presi un abbaglio e lui era tutto il contrario di ciò che pensavo fosse.
    A te auguro succeda diversamente, ma comunque sii cauta.

    • Cara Daniela,
      ci vado con i piedi di piombo però ogni giorno che passa non posso fare a meno di apprezzare la compagnia, per quanto per adesso virtuale di questa persona. Però posso dirti una cosa, io in realtà non sento la mancanza di una persona accanto perchè io se in questo momento non ne ho una è per mia scelta, perchè non me la sentivo più di prendermi delle responsabilità in un momento come questo in cui non so ancora bene cosa farò e dove sarò, ci sono state delle rivoluzioni nella mia vita che ancora stanno progredendo. Non mi sento sola per tanti motivi però lui a differenza di tutte le altre persone che ho conosciuto dal vivo, su internet, lui ha di diverso che è un po’ come me, in una fase della vita simile e in questo momento è nato un confronto, uno spazio dove facciamo tante cose, studiamo, ridiamo, ci parliamo veramente…magari si sono ingenua però qualsiasi sia l’esito di questo scambio, mi sento meno sola, non come donna in cerca di un uomo, ma come essere umano, perchè è bello parlare e sentirsi capiti, certe volte non le dico io le cose ma le dice lui e le esperienze e le riflessioni sono davvero molto simili.
      Comunque sarò cauta, un abbraccio e ancora grazie!

      • Conosco quella sensazione cara Susy. Ti senti compresa come non mai, ti fa piacere avere qualcuno. Non intendevo dire che hai assolutamente bisogno di qualcuno, che non sai stare da sola. Ma hai solo 30 anni è chiaro che se si trova la persona giusta è meglio stare con qualcuno che da soli. Continuo a dirti di gioire di aver conosciuto questa persona ma di non puntarci troppo per il futuro, nè di attaccartici troppo almeno finchè non l’avrai conosciuta (e molto bene) nella realtà. E’ solo un consiglio per non avere poi grandi disillusioni nel caso in cui dovessi scoprire che quella persona non è quella che credi. Poi magari potresti essere fortunata una delle poche fortunate come alcune delle persone che ti hanno risposto in questo forum e questo te lo auguro.

  2. Ciao Susy, io e il mio attuale marito ci siamo conosciuti tramite sociaL e credimi ci amiamo tantissimo. Infondo e social solo uno dei tanti luoghi dove si possono conoscere persone. Quindi se ti trovi così affine a quest’uomo non fartelo scappare.
    Perché guarda, puoi conoscere uno oggi, frequentarlo per anni e credimi alla fine non lo conoscerai mai davvero. La vera conoscenza è quella che sia vivendo insieme.
    E poi oggi sempre più persone si conoscono tramite facebook, meetic, e via dicendo.
    Penso addirittura che sia un modo ottimale per comprendere dall’inizio se una coppia potrà funzionare e nel mio caso ha funzionato alla grande. Dimenticavo, abbiamo un figlio.
    Quindi buttati, buttati, buttati e non avere paura.
    Il consiglio di un’amica

  3. Il tuo caso somiglia un po al mio. per motivi di lavoro mi sentivo quasi tutti i giorni con una collega di una sede all’estero. Da li siamo passati su facebook, What’sApp ed adesso viviamo insieme.
    Nel mio caso mi hanno aiutato, però come dice daniela … prudenza!

  4. Per me stai idealizzando di brutto, lasciando intendere che tutto sei tranne una donna che non ha paura di restare sola. Ma hai davvero 30 anni?

    • Ciao Marco, da dove nasce tutta questa sicurezza? Chi ti dice che lei non riesce a stare sola? Dal racconto della ragazza sembra chiaro che rieasca a stare tranquillamente sola.
      Come ho già raccontato ho conosciuto la mia donna tramite social. Capisco i suoi dubbi, quella strana sensazione di trovarsi molto affine ad una persona che non si conosce dal vivo, ma questo non vuol dire che ha paura o non ha 30 anni. Trovo davvero pesante il tuo commento

    • Caro Marco, ringrazio te e gli altri per la risposta, tanto per iniziare.
      Io sto bene da sola sinceramente, non ho problemi a conoscere uomini qui a cui posso interessare più o meno per quella che sono, ma non ho mai avuto paura di stare sola.
      Si ho davvero 30 anni e appunto visto che ho 30 anni, sono una persona ragionevole, con i piedi per terra e tutto sommato indipendente( se non economicamente , almeno mentalmente si) e per questo mi sto facendo delle domande. Tutto qua.

  5. Io la vivrei con leggerezza, per primo dovete vedervi dal vivo, poi si penserà. Se sono rose fioriranno…e se son cachi….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *