Home / PROBLEMI DI CUORE / Il sogno più bello

Il sogno più bello

Circa venti anni fa, in vacanza, ho conosciuto un ragazzo. Anche se si è trattato di un semplice flirt estivo senza prospettive dato che eravamo poco più che adolescenti e ci separavano diverse centinaia di  km, ho sempre conservato un ricordo meraviglioso di quei momenti, vissuti con la spensieratezza e l’entusiasmo che si hanno forse solo a quell’età. Terminata l’estate, ci siamo persi di vista, ma negli anni successivi mi è capitato spesso di ripensare a questo ragazzo e di chiedermi cosa ne fosse stato di lui. Alcuni anni fa ci siamo “ritrovati” tramite un social network ed abbiamo cominciato a scriverci sempre con maggiore frequenza, ritrovando man mano la confidenza dell’epoca.

A volte ricordavamo i fatti del passato, a volte condividevamo episodi della quotidianità, altre ancora ci scambiavamo battute o riflessioni. Lui mi ha informato del fatto che aveva un legame da alcuni anni e la nostra corrispondenza si è sempre mantenuta sui binari della correttezza. Alla fine ci siamo anche incontrati di persona, sempre mantenendo un profilo amichevole. In realtà per me è stata un’emozione infinitamente più intensa di quanto mi aspettassi, che tuttavia ho dissimulato, data la situazione. Dopo esserci rivisti lui però si è allontanato all’improvviso, smettendo di farsi sentire e rispondendo in maniera fredda ai miei messaggi.

Pur dispiaciuta, non ho insistito nel cercarlo, nè gli ho chiesto spiegazioni, ma anche se  è passato più di un anno continuo a chiedermi il perchè di questo allontanamento e avverto una sensazione di mancanza, come se avessi  in qualche modo perso per la seconda volta questa persona che ha incarnato il sogno più bello della mia adolescenza. Sono consapevole che si trattasse comunque  di una situazione senza concretezza e senza futuro e non mi sono mai fatta illusioni, ma al tempo stesso non riesco, dentro di me, ad archiviarla. Grazie a chi vorrà darmi un parere o un consiglio.

da: Lady

4 Commenti

  1. cara Lady, purtroppo come capita a molti, il primo amore dell’adolescenza mai si dimentica e farà sempre parte della nostra vita. Quando hai, grazie ai social network, potuto ricontattare questo ragazzo ed avere anche la possibilità di vederlo, credo che in qualche modo tu abbia “sognato” una seconda possibilità con lui.
    Come tu sai però forse è stato meglio così, che lui abbia “smesso” di farsi sentire.
    Ti saresti fatta solo delle illusioni e lui è come ti ha già accennato, impegnato.
    Conserva dentro di te questi bei ricordi, ma non aspettarti nulla di più….
    un abbraccio ed in bocca al lupo x tutto

    • Davide79, ho riflettuto sulla tua risposta e credo che tu, pur usando molta delicatezza, sia riuscito a centrare la questione. Hai ragione, è arrivato il momento di “riconsegnare” una volta per tutte la questione al passato, anche se probabilmente non sarà facile. Ti ringrazio e ricambio l’in bocca al lupo e l’abbraccio

  2. Cara lady ti dico io cosa è successo: la sua lei ha saputo di questo vostro scambio di riflessioni etc…e gli ha detto chiaramente di tagliare i ponti con te e lui ha eseguito da bravo uomo innamorato.
    Niente di più niente di meno.

    Ci scommetto quello che vuoi.
    anche il mio primo amore estivo,col quale poi sono stata amica per anni (nonostante la distanza ci sentivavamo quotidianamente e specifico che era un semplice volerci tenereaggiornati sul quel che ci accadeva come due vecchie comari)come si è trovato quella che poi ha sposato (e quindi il suo vero amore) mi ha fatto capire velatamente che era meglio non sentirci piú perché la sua lei era gelosa e non voleva. Capita, mi è dispiaciuto perché ci conoscevamo da 15 anni e più ma lungi da me voler crear casini in una coppia!

    • Cara Mau, la tua ipotesi è più che plausibile e nel mio caso in effetti non potrei proprio escludere che sia andata così. La penso esattamente come te quanto al non mettersi in mezzo e non avrei comunque tentato di fare nulla, ma non nego che se ci fosse stata la possibilità di continuare a frequentarsi, probabilmente sarei tornata a vedere “l’altra comare” con occhi diversi e lo so che non sarebbe stato un bene. Mi rendo conto che razionalmente la mia può sembrare una situazione da nulla ed agevolmente superabile, ma interiormente mi rimane ancora difficile lasciar andare questa persona e forse tu potrai comprendermi. Ti ringrazio per aver risposto e per aver condiviso la tua storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *