Home / TRADIMENTO / Ho Scoperto che mia Moglie mi Tradisce

Ho Scoperto che mia Moglie mi Tradisce

Ho scoperto che mia moglie mi tradisce con un suo sollega di lavoro. So che si vedono perchè me lo racconta una sua amica. Il perchè è semplice. Alla sua amica gli piace quest’uomo da sempre, iniziavano ad uscire e si era creata una certa intesa, ma poi ha scoperto che quando non poteva vederla è perchè si vedeva con mia moglie. Chiamatela vendetta femminile, di fatto però lei mi ha aperto gli occhi su dei comportamenti di mia moglie piuttosto ambigui negli ultimi tempi.

Penserete: Lasciala, che ci fai con una così? Ma io la amo tantissimo, abbiamo due figli, una situazione economica precaria, come faccio a lasciarla? Il problema vero è che mi sento debole, non riesco a vedere la mia vita senza di lei, senza considerare il fatto che in caso di separazione vedrei i miei figli al 50%, e dovrei affittarmi un appartamento per me (e non psso economicamente).

Sono al punto di dirle che so tutto e so che da quel momento potrebbe cambiare la mia vita, ma che scelta ho? Come posso fare?

da: Andrea

16 Commenti

  1. Mi spiace per quello che stai vivendo. Primo o poi gli racconterai tutto. Io ti consiglio di non aspettare. La tua vita non cambierà perché gli farai sapere la verità, la tua è cambiata nel momento stesso in cui lei ti ha tradito .

  2. Il tradimento è uno stravolgimento totale quindi è normale che ti senti debole. Anche io ho scoperto che mia moglie mi tradiva e credimi mi è crollato il mondo addosso. Quando ho deciso di raccontargli tutto lei ha negato ogni cosa fino ha che non potendo negare l’evidenza. Mi hai incolpato di tutto dicendo che se era andata con un altro è colpa mia ,che la trascuravo che non la rendevo felice.
    Sono tornato a vivere dai miei, poi lentamente e lei si è riavvicinata mi ha chiesto perdono di ciò che ha fatto. Non è stato facile ma alla fine siamo tornati insieme. Credo e spero che adesso siamo più forti di prima però dentro di me c’è sempre una sensazione sgradevole che non riesco a fare a mandare via

  3. Brutta storia amico! Io ci sono passata e posso dirti che non credo di aver sofferto mai così tanto. E credimi capisco le tue paure e le tue perplessità. Non si tratta solo di lasciare la moglie ma qui ci sono di mezzo i bambini. Spero che tutto possa risolversi per il meglio, in bocca al lupo

  4. Guarda il lato positivo. Hai scoperto anche che il matrimonio non conta nulla oggi. Anzi sposarsi è’ diventato puro masochismo.
    Tanto la gente oggi e’ tendenzialmente paracula, non ti puoi mai fidare al 100%

  5. Grazie mille ragazzi delle vostre risposte. Ieri non ce lo fatta è gli ho raccontato tutto. Non solo ha negato, mi ha minacciato di denunciarmi per calunnia. Mi ha anche detto che non può più vivere con me, che sono un bugiardo e che siamo in crisi da tempo, solo io non vedo questa crisi.
    Ecco, adesso mi ritrovo a vivere la mia paura più grande. Mi vuole lasciare e mi ha detto che lei resta a casa (che è di mia proprietà) perché i nostri figli sono piccoli.
    Non riesco a descrivere come mi sento adesso

    • Non è mica un bell’essere umano. Non so cosa consigliarti, probabilmente di allontanartene per quanto doloroso e difficile possa essere anche a livello economico. Non vorrei che i miei figli crescessero in mezzo a certe tensioni. Meglio separati a quel punto.

  6. Scusa se il mio commento ti crea maggiore dolore però lo sai che tua moglie è una grande stro…

  7. Eh ma ce ne sono fin troppe come lei in Italia!
    Finché la società attuale trasforma certe tipologie di stronzaggine in comportamenti normali e difesi dalla legge…più che stronza la definirei furba.

    Aaaahhh!!! Femminicidio!! Ma vaff…

  8. Be’ si, la classica solidarietà femminile che non si smentisce mai! Comunque, per Me hai fatto bene a parlarle, tanto prima o poi ti sarebbe uscito.
    Condivido con l’altra/altro Fra che tua moglie non sia poi così docile.
    Ma per casa e figli, puoi stare tranquillo che si aiuta il coniuge con più difficoltà se farai una giudiziale e/o se consensuale troverete un accordo che vada bene anche a te.
    In bocca al lupo

  9. La casa è sua sta cippa, se era di tua proprietà prima del matrimonio non rientra nella comunione dei beni, quindi che si facesse le valigie.
    Per il resto mi spiace per i tuoi figli.
    Lei è una grande stronza almeno avesse avuto il buon gusto di dirti la verità.
    Tu comunque non andartene di casa. È tua.
    Che se ne andasse lei.

    • Concordo con Mau. Prima di andartene, informati bene con un legale divorzista. Non è detto che debba essere tu ad andare via
      e vaffanculo a tutte le moglie troie e traditrici che ci sono al mondo!!!!!

  10. Grazie di nuovo ragazzi ma la casa l’ho comprata con i miei soldi quando ormai eravamo sposati, prima del matrimonio vivevamo in affitto. Ho parlato con l’avvocato e mi ha detto che vista l’età dei miei figli dovrò uscire io di casa. Non ho prove concrete del suo tradimento e se pure le avessi potrebbero rivolgersi contro di me (vedi legge sulla privacy). All’improvviso viene cancellata la mia idea di famiglia, quella per la quale avevo lottato. Soffro al pensiero che i miei figli soffriranno nel non vedermi più a casa tutti i giorni, ma la vita continua. Nessuno me li porterà mai via, li vivrò per quanto deciderà il tribunale e lentamente spero che vogliano passare sempre più tempo con me.

    • Caro Andrea, che dire? Situazioni come la tua sono molto diffuse; oggi la donna è volitiva, non sopporta la mancanza di armonia ed empatia col partner, mettono tutto a repentaglio anche coi figli di mezzo!
      Tu mi pari una brava persona, sicuramente non sei il tipo che beve,picchia e tradisce la moglie. Ma, tant’e….le “femmine” hanno bisogno di conferme, di provare le emozioni che solo un innamoramento dispensa; tu forse l’hai data per scontata,forse non l’hai supportata abbastanza nella vita familiare coi figli che, quando arrivano stravolgono tutto e, se la coppia non è ben consolidata rischia di scoppiare.Forse i segnali non li hai raccolti, non avete approfondito, la situazione ristagnava: mancanza di empatia, poco sesso e svogliato, tu ancora innamorato, lei oramai proiettata verso nuove sensazioni, la ricerca della propria felicità e benessere psichico.Mi spiace ma credo che la relazione sia giunta al capolinea, senza appello; ma spero di sbagliarmi! Dipende tutto da lei, se non è veramente innamorata del collega forse, per i figli ci ripenserà: potrebbe rinsavire, ma le parole e gli atti dette e fatti nella circostanza pesano e non sono un buon viatico per la riconciliazione. Se tu non avessi scoperto il fatto tutto sarebbe filato liscio.

      Un fatto pare certo: che quando si cessa di amare poi non si riattiva il tutto von l’interruttore. Dico pare per esperienza, ma volte l’astio, il risentimento causato da vere o presunte trascuratezze porta soprattutto la moglie a prendere una decisione irrevocabile.Forse tua moglie aveva trovato un equilibrio con questa relazione clandestina che le permetteva di tirare avanti, il tirare avanti é deleterio.
      Spero tu non abbia rimpianti per quello che forse hai e fatto mancare a tua moglie, ricorda però che la responsabilità é di tua moglie; anche tua vabbè, non hai mai approfondito, non hai capito che tua moglie avesse una relazione “ti accontentavi”. Te lo dico perché anche io ho passato una situazione simile, l’amavo e l’amo però ho capito subito che ci fosse la terza persona. Poi, per ragioni economiche, figlio ecc abbiamo riprovato ma é molto difficile, io sono sempre dubbioso, sospettoso, e lei si sente in gabbia!
      Il tradimento é devastante per chi ama; anzi proprio per questo: se non si amasse vi sarebbero “solo” le questioni pratiche ed economiche, ms così non è! Mi pare di capire che tra i due tu sia quello che guadagna di meno e, chiaramente il soggetto debole, forse anche psicologicamente.
      Coraggio, meglio una buona separazione che una pessima convivenza! Vedrai che il tempo sistemerà.
      Namaste

  11. Grazie Stany delle tue parole. No, non sono il soggetto più debole economicamente, posso dire che siamo alla pari, entrambi insegnati. Il punto è che i figli sono piccoli e di conseguenza vengono assegnati alla madre ed io dovrò uscire di casa.
    sai, dopo due figli ci possono stare dei momenti di calma, non dico che io non ho colpe, forse si sarà sentita trascurata ma ho sempre agito per il suo bene e la famiglia, loro sono stati sempre al primo posto perché ci credevo davvero.
    Sono stato ripagato con il tradimento e dovrò uscire di casa. Non avrò il contatto quotidiano con i miei figli…non è giusto tutto questo

    • Decisamente no.
      Eppure ci sarà sempre qualcunA che giustificherà il comportamento di tua moglie. Puoi metterci la mano sul fuoco!

      Ed è questo che mi fa incazzare. Non c’è più confine tra libertà e mancanza di rispetto, e’ assodato! Certe nefandezze vengono sempre giustificate con le frasi più banali e disarmanti, mettendosi sempre al centro di tutto.
      E’ terribile se pensiamo a quale futuro ci potrà riservare questa ormai diffusa mancanza di valori.

  12. Andrea scusami ma sei un pirla, e l’avvocato che hai sentito pure perché? Te lo dico subito perché l’ho fatto io, appena appreso che mi tradiva le ho messo alle calcagna un investigatore che in una settimana ha raccolto le prove della fedifraga.
    Date al mio avvocato che ha contattato il suo e ha minacciato la giudiziale se non fosse uscita di casa lasciando i figli a mio carico. Il tradimento PROVATO costituisce atto contrario ai doveri di matrimonio per cui è punito dalla legge. Ripeto devi provarlo quello che sostieni. tu pensa che nonostante le prove che ha il mio avvocato, la mia ex ancora oggi nega tutto.
    Svegliati, non subire, siete ancora sposati e devi provare quello che dici per poi avvalertene in sede legale .
    è’ ora di finirla che noi ometti rammolliti ci facciamo fregare da mogli dal l’ormone facile. Bisogna reagire non mollare quello in cui crediamo: una famiglia e i figli, lei se ne deve andare e casa e figli a te. Devi obbligarla alla consensuale a queste condizioni. Uomini fuori le p…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close