Home / SOFFRIRE PER AMORE / Ho paura che possa accadere qualcosa tra me e il migliore amico del mio ragazzo

Ho paura che possa accadere qualcosa tra me e il migliore amico del mio ragazzo

Salve a tutti, ho una relazione a distanza da un anno e amo molto il mio ragazzo. A settembre lui verrà a trasferirsi nella mia città per l’università, da solo, così potremmo stare realmente insieme e fare tutte le cose che abbiamo sempre sognato. Con molta probabilità verrà con lui anche il suo migliore amico, il problema però è sorto quando il mio ragazzo mi ha detto di avere un cancro in fase terminale e che ormai manca poco prima di morire. Questo fatto mi distrugge, mi crea molto disagio e tristezza. Questa sua condizione non ha fatto che aumentare anche la mia depressione che già era molto intensa di suo.

La mia paura peggiore è di svegliarmi una mattina e accorgermi di non averlo più con me, e di aver perso l’unica persona che realmente mi rendeva felice e mi ha resa tutto quello che ora sono. Con lui ho parlato di un dubbio e una paura che mi affligge e che mi divora. Quando lui non ci sarà più (SE non ci sarà più. La speranza è sempre tanta) resteremo solo io e il suo migliore amico, e passeremo molto tempo insieme, per confortarci e stare accanto l’uno all’altra in quel momento difficile. La mia paura in questo caso è che lui si possa innamorare di me, o anche che entrami possiamo innamorarci l’una dell’altra, accorgerci che stare così a contatto scatena reazioni in noi che non dovrebbero esserci. Però spesso queste cose succedono proprio in queste situazioni delicate e difficili.

Il mio ragazzo mi ha confortata dicendo che se dovesse accadere allora vuol dire che è destino e che lui potrebbe continuare a rendermi felice come faceva (e tutt’ora fa) lui (il mio ragazzo). Io però ho molta paura, come se provare amore verso il suo migliore amico potesse essere un tradimento nei confronti del mio ragazzo. Nonostante le sue parole, non riesco ad essere tranquilla.. Voi cosa mi consigliate? Credete che potrebbe accadere una cosa del genere tra me e il suo migliore amico?
Domanda molto più importante: Io non voglio perdere il mio ragazzo, lo amo con tutta me stessa, e perderlo sarebbe come perdere tutta la mia anima. Non avrei mai pensato di vivere una situazione di questo tipo, e non so come affrontare nulla di tutto questo. Come affrontare la sua malattia e come affrontare la sua sofferenza e la mia. Se dovessi perderlo non so come potrei reagire, ma so che potrei commettere una pazzia. Come posso affrontare tutto questo?
Grazie per l’attenzione

da: Cristina

22 Commenti

  1. Beh sinceramente stare accanto a una persona che si ama in questa fase della sua.vita richiede molto coraggio ovviamente viene spontaneo stare vicini a una persona amata anche sapendo che potrebbe non esserci piu’ continua a starle accanto pero’ una cosa che mi viene da pensare e’ se tu ti poni una domanda del genere forse gia provi un attrazione nei confronti del migliore amico altrimenti non ci avresti neanche pensato a questo problema credo sia cosi poi puo essere che tu vedi questo suo amico come una persona che in un certo senso potrebbe sostituire il tuo ragazzo in un certo senso perche per il momento quello che vi lega e l’amore per il tuo ragazzo poi sta a te decidere se iniziare qualcosa con questo amico oppure farlo rimanere tale… comunque sia una verita’ di fondo secondo me c’e e cioe’ lui gia ti piace da ora…. puo’ darsi non sia cosi e’ solo un mio parere baci e buona fortuna a te e il tuo ragazzo

    • Io non provo attrazione, ma quando ci vediamo, il suo amico mostra interesse diverso da quello che si mostra ad una semplice conoscente/amica. Io non voglio voglio nessuna relazione con il suo amico. La mia paura è che lui possa volerla. Io amo il mio ragazzo, lo conosco da due anni, stiamo insieme da quasi uno (facciamo un anno la prossima settimana) il pensiero di perderlo mi distrugge, piango ogni sera per questa sua condizione. So bene che se lui dovesse.. morire.. io potrei uscirne molto più distretta di quello che lui crede e mi dice per confortarmi. So bene che potrei anche non uscirne. Così come il suo migliore amico, dopotutto si conoscono da tutta la vita. Io non voglio nessuna relazione con il suo amico, io non provo nulla per lui non conoscendolo nemmeno

      • Ho capito il concetto ma ti ripeto se spero di no dovesse accadere che il tuo ragazzo non ci sia piu e l’amico dovrebbr provarci sta a te decidere poi se accettare il suo corteggiamento oppure no quindi per il momento stai tranquilla sul fatto del suo amico e viviti piu che puoi il tuo ragazzo baci e spero che ne usciate bene tu ma sopratutto il tuo ragazzo queste malattie sono un incubo spero che ne esca!

  2. Dici che conosci il tuo ragazzo da un anno ma lo conosci a distanza. MI chiedo se lo hai conosciuto realmente, e se lo hai già visto, con quale frequenza. Non ho nemmeno capito se conosci il suo amico.
    Ti dirò che questa storia mi sembra molto confusa e anche (scusami se lo dico) non vera. Se invece è vera mi sembra assurdo che tu ti faccia fantasie sull’amico del tuo ragazzo. Nemmeno è venuto a vivere da te, nemmeno hai iniziato a curarlo e già pensi a quel che farai con il suo amico una volta che non ci sarà più il tuo ragazzo? Sinceramente non capisco che cosa hai nella testa. Mi sembri molto immatura o molto giovane oppure molto spaventata da quel che dovrai affrontare accanto a questo ragazzo. In ogni caso mi sembra prematuro da parte tua, chiederti se ti metterai mai con il migliore amico del tuo fidanzato quando questo purtroppo non ci sarà più.

    • Io e il mio ragazzo ci conosciamo da due anni e stiamo insieme da uno (facciamo un anno la prossima settimana). Io e lui ci vediamo ogni mese per tre giorni. Quando io sono andata da lui, lui mi ha presentato il mio amico, e nonostante io non abbia mai avuto una relazione seria come questa, nonché anche mia unica relazione davvero importante, ho notato un comportamento diverso nel suo amico nei miei confronti rispetto a quello che avrebbe potuto avere con una nuova conoscente. Questo suo atteggiamento me lo ha fatto notare anche il mio ragazzo, io l’ho buttata sullo scherzo. Quando ho iniziato a temere una possibile avance da parte sua ho parlato dei miei dubbi e paure al mio ragazzo che mi ha confortata. Io NON provo assolutamente NULLA verso questo suo amico. Non so nulla di lui se non cose molto superficiali, che sono molto poche a loro volta. Io sono SICURISSIMA dei miei sentimenti per il mio ragazzo. Ma avendo 17 anni, ed essendo inesperta in fatto di relazioni, mi faccio assalire da molte paure, essendo anche io una persona molto sensibile. Questa storia ti posso assicurare che è vera in tutto, tu ovviamente sei libera di credermi. La mia paura però non è quella di ”tradire” il mio ragazzo, ma quella che il suo amico possa provarci con me, anche se a distanza di tempo dalla.. sua morte.. con me. IO NON VOGLIO che accada una cosa del genere. Assolutamente NO. Io ho scritto questo testo per cercare qualcuno che mi potesse aiutare a levare questa brutta sensazione e paura da dosso. Spero si essermi chiarita al meglio

      • Adesso ti sei spiegata molto meglio. Prima scusami ma davvero il tuo racconto risultava molto confuso. L’unica cosa che avevo capito è che tu eri molto giovane. Io credo troppo per sobbarcarti le problematiche che potranno accadere una volta che il tuo ragazzo sarà nella tua città. Tu vivi con i tuoi? Ti consiglio di continuare a vivere in famiglia e di continuare a studiare. Il tuo ragazzo quanti anni ha? Non ha una famiglia sua? Scusa ma se è così malato come dice (perché questa storia mi suona strana? Sei sicura che il tuo ragazzo non ti abbia mentito e che non sia affatto malato? Scusami ma lo conosci troppo poco… Vabbè sorvoliamo su questa cosa…) dovrebbe avere la sua famiglia accanto, soprattutto sua madre che non lascerebbe mai il capezzale di suo figlio. Quindi se viene nella tua città sarà sicuro accompagnato dai famigliari, e non solo da questo suo amico. E’ ovvio che fossi tua madre non ti manderei mai a vivere con il tuo ragazzo perché sei troppo giovane per una convivenza, troppo giovane anche per accudire un ragazzo che è così malato, e posso assicurarti che so bene di che si tratta perché mio padre lo abbiamo accudito noi ed è stato un malato terminale per 4 mesi, e troppo giovane per stare insieme anche a vivere con un amico del tuo ragazzo, che sinceramente non conosci e che non sai che tipo è. Quindi mi raccomando cerca di capire bene questa storia perché a me, per come l’hai scritta, non mi convince. E non voglio dire che tu non dica la verità, perché magari la verità non l’ha detta il tuo ragazzo e il suo amico.

        • Non andrò a vivere con lui, questo no. Però ora mi stai facendo capire che forse hai ragione.. forse mi ha mentito e si è preso gioco di me..

        • Ho anche riletto bene la tua lettera iniziale e dici che il tuo ragazzo viene a trasferirsi nella tua città per l’università da solo insieme a un suo amico. Valentina stai bene attenta. Questo ragazzo ti sta prendendo in giro. Non è malato per niente. Nessuna madre, nessuna famiglia lo lascerebbe andare in un’altra città da solo o anche solo con un amico. In più se sta per morire, che cavolo gliene fregherebbe di andare all’università? Ma sei sicura che questo ragazzo e il suo amico non siano due delinquenti? Guarda nel migliore dei casi ti stanno prendendo in giro. Nel peggiore… beh io mi sono fatta già un bel film in testa dove tu non staresti affatto bene. Cristina tu quel ragazzo lo conosci davvero troppo poco, 3 giorni al mese per un anno, è come lo conoscessi da poco più di un mese. Tutta la faccenda ha un so che di strano che davvero non mi piace. In più un malato di cancro si vede per come sta male. Non hanno nessuna forza, sono pallidi, i cerchi sotto gli occhi… Magari è un drogato, tu hai visto i buchi e lui ti ha detto che sono tutte le iniezioni che ha dovuto fare perché è malato. Insomma Cristina non credere a tutto quel che la gente racconta e stai ben allerta. Perché a me questo ragazzo e il suo amico non piacciono affatto.

          • Ti ringrazio mille per le tue parole, prenderò d’ascolto ciò che dici e sinceramente ora ho anche molta paura.. ti ringrazio davvero. Sono molto grata a te per ciò che mi hai fatto capire.. potresti aver più che ragione..

  3. cara Cristina,
    innanzitutto voglio augurarti di tutto cuore veramente che il tuo ragazzo ce la faccia e che riesca a vincere questa sua malattia.
    Seconda cosa che voglio farti notare, non te la prendere, è che la tua dedica sembra molto indirizzata più che altro al miglior amico del tuo ragazzo. Sembra quasi che tu sia già innamorata di lui e non più del tuo compagno.
    Mi auguro di sbagliare.
    Al momento secondo me devi concentrarti solo su di lui, cercare di stargli accanto il più possibile, lui ha bisogno di godersi questi momenti con te fino in fondo. Non fargli vedere che pensi a questo suo amico, anzi, evita proprio di parlare di lui.
    un abbraccio ed in bocca al lupo

    • Grazie mille Davide, sono felice delle tue parole. Per quanto riguarda il suo amico, io non parlo mai di lui, ma è il mio ragazzo a farlo, e questo scatena divertimento nella mia mente sentendo comunque tutte le ”avventure” del suo amico. Io sono SICURISSIMA dei sentimenti che provo per il mio ragazzo e questa non era assolutamente una dichiarazione per il suo amico, dato che so poco di lui e quel poco sono solo racconti delle cose che fa quando esce, quindi cose molto superficiali. Il mio dubbio è scaturito dal fatto che quando sono andata dal mio ragazzo, lui mi ha presentato il suo amico e ho notato un atteggiamento molto differente nei miei confronti rispetto a quello che si ha normalmente con una nuova amica. Questo atteggiamento me lo ha fatto notare anche il mio ragazzo e io l’ho buttata sullo scherzo. Il problema che mi affligge è questo, che lui potrebbe provarci con me dopo che il mio ragazzo non ci sarò più.. SE non ci sarà più. Io ancora ci spero..

  4. Non lo hai ancora seppellito e già ti imparanoi per quello che succederà dopo?
    Tralasciando il fatto che mi sembra improbabile che un malato terminale (giovane tra l’altro) molli tutto per trasferirsi in un altra città e fare gli studi universitari (sapendo di essere a rischio vita ti assicuro che gli studi universitari sono l’ultimo dei problemi)…
    Secondo me se ci pensi al migliore amico di lui è perchè ti piace.

    Oggettivamente una persona veramente innamorata non fa i pensieri che fai tu per il semplice fatto che se andate a vivere insieme e lui muore, dovresti fottertene degli altri coinquilini, fai i bagagli e te ne torni in famiglia per un periodo, non necessariamente devi frequentare il suo migliore amico a morte avvenuta, (sperando che non avvenga). Comunque a prescindere da tutto spero che lui guarisca se è veramente malato.

    • Ho spiegato alle altre persone la situazione, leggi quei commenti prima

      • Li ho letti velocemente: in sintesi credi che lui ti stia prendendo per il culo con sta storia della malattia, nel contempo ne sei innamorata ma ti stai facendo delle paranoie per il suo migliore amico perché qualora lui morisse (pur non sapendo se è realmente malato nonostante vi conoscete da due anni e insieme da 1) temi di poterti ritrovare tra le braccia consolatorie di sto migliore amico.

        Se è questa la situazione…direi di fare un po’ di chiarezza col tuo lui.

  5. Qusta storia mi sembra un poco strana. Comunque a me sembra che tutto questo panico in realtà nasconde il fatto che sotto sotto piace anche a te. Il tuo ragazzo sta male e in teoria te ne dovresti fregare di tutto il resto. Se sei così impaurita vorrà pur dire qualcosa. Per carità non c’è nulla di male. Se due persone stanno bene insieme e c’è affinità tra di loro penso sia inevitabile che scatta qualcosa. Poi dici che i due si conoscono da una vita quindi è ipotizzabile che per certi versi sono compatibili e se ti piace uno c’è possibilità che ti piaccia anche l’altro. Però penso che ora dovresti pensare solo a stare vicino al tuo ragazzo, soprattutto considerato che gli vuoi bene altrimenti non ti vivresti la cosa in questo modo non te ne importerebbe e lo lasceresti. Poi lo dici tu stessa che lo ami e hai paura di perdelo. Per me tu vuoi bene al tuo ragazzo e gli sei legata ma anche se non lo vuoi ammettere ti piace anche l’amico. Devi stare attenta però a mettere dei paletti altrimenti rischi di affezionarti e lì sono guai perché non mi sembri proprio il tipo di ragazza spregiudicata che non ha freni e rischi si soffrire molto. Non è facile la situazione mi rendo conto, pure perchè sei giovane, ma ce la puoi fare. Magari digli al tuo ragazzo che preferisci non frequentarlo. In bocca al lupo.

    • Grazie mille.. infatti gli ho detto che le poche volte che ci vediamo al mese che preferisco non frequentare il suo amico. Sinceramente spero che non si trasferisca anche lui

  6. No io non posso credere di aver letto davvero questa storia.
    Non ci credo ditemi che sto sognando.
    Ma che cazzo di ragionamento è “ho paura per quello che può succedere dopo col suo migliore amico”?
    Io non posso credere esistano persone così.
    Ti do un consiglio guarda, sono nel cuore al tuo attuale ragazzo che oltre una malattia si ritrova accanto una troia da tre soldi, lascialo subito non farlo agonizzare ancora di più, perché io mi auguro con tutto il cuore che vinca la malattia e che possa pisciarti in testa, ma se non ce la dovesse fare, sappi che da lassù ti guarda e spero tu possa vivere nella vergogna.
    È palese dalla tua lettera che sei interessata al suo amico e vieni anche a fare l’ipocrita, che schifo.
    Perché in questo mondo ci siano persone come te io non lo so, evidentemente è giusto così, questo malato terminale e questa che viene qui a provare a pulirsi la coscienza con un ipocritá disumana, ma vi rendete conto quanto è ingiusta la vita?

    • Ma stai bene?? Leggiti tutti i commenti sopra, dove lei ha spiegato meglio la situazione, che comunque è una situazione poco chiara. E ricordati che parliamo di una ragazza giovanissima, che probabilmente è stata presa per il culo dal tizio in questione. Poi se anche fosse….è un motivo per insultare a gratis? È un sito dove dire le proprie opinioni o dove sparare a zero sulla gente? Poi è ovvio che alle persone che sono solite commentare sparando a zero e insultando prima o poi qualcuno risponde alla stessa maniera….fatti una camomilla, buona giornata.

      • Consiglio di cominciare a farti i cazzi tuoi, se ti danno così fastidio certi commenti.
        Non è che il tuo comportamento sia migliore di quello di Fabio eh.

        • Risponde quello
          che si sente preso in causa.
          Potrei fare notare altrettanto a te, perché non mi ignori semplicemente? Niente eh.
          Per quanto riguarda Fabio, caro J.J Bado, no, mi dispiace, il nostro comportamento non è uguale. Dare della troia o commenti del genere è ben diverso. È un sito dove si può insultare gratuitamente? Scusa, non lo avevo capito. E ti ricordo, che quando mi sono scagliata nei tuoi confronti (ma sempre con un linguaggio magari aggressivo ma civile) è stato perché tu per primo avevi sparato a zero su una persona che tra l’altro neanche aveva messo la sua storia, ma aveva commentato sotto. In quel caso, come in questo, non ci vedo più e mi incazzo, e no non ci riesco a farmi i cazzi miei, è un sito pubblico e non dovrebbe essere usato in questo modo, poi ripeto, se qui ognuno è libero di insultare a ruota libera”puttana, troia, non meriti di stare al mondo” e simili…allora non avevo capito l’uso di questo forum. Quindi, a parte le mie RISPOSTE ad interventi tipo il tuo è quello di Fabio, trovami una storia nella quale io abbia commentato come fate voi, trovamela!
          Fatti passare il dente avvelenato con me, che io me lo sono fatto passare da un pezzo.
          Ps: se proprio per te è indispensabile rispondermi, rispondi alle cose specifiche che ho scritto, non solo a quello che ti fa comodo come fai di solito.

          • Rilassati un attimo, perché devi sempre essere così acida?
            Questo è un sito dove può registrarsi chiunque con un nickname in assoluto anonimato. Uno lo sa già prima di partecipare. Questo è uno dei risvolti del web.
            Quindi, ribadisco il consiglio, invece di sprecare la tua incazzatura contro degli sconosciuti, sfruttala per cause migliori.
            Poi oh vedi tu, se vuoi sprecare il tuo tempo a fare la giustiziera dei mulini a vento sei liberissima.
            Però poi non ti lamentare se qualcuno te lo fa notare (cit.).

            • No non mi lamento, sei libero di farmelo notare. È che nella vita (reale) in generale non sono il tipo che si “gira dall’altra parte” e fa finta di non vedere, ognuno ha delle cose particolari che lo fanno sbroccare.
              Certo, questo è un sito web, anonimo, ecc, a mio parere non è bello questo modo di fare, dove uno forte di stare sul web e forte dell’anonimato si sente in diritto di dire ciò che vuole, anche se sono cose di poco conto alcune persone possono comunque sentirsi ferite da parole così. Imparerò a fregarmene anche io, se così va fatto. Notte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *