Home / SOFFRIRE PER AMORE / Grande Delusione, Grande Confusione

Grande Delusione, Grande Confusione

Buongiorno ragazzi, quanti di voi si saranno trovati diverse volte in una situazione scomoda e che provoca ansia senza nemmeno capire ciò che ti ci ha portato?!
Beh, io purtroppo in questo campo sono una cima, mi autocritico per il semplice motivo che sono sbadato, delle volte non penso a fondo alle cose e questo mi crea non pochi problemi. Finché ti dimentichi di comprare il latte per tua madre al supermercato le conseguenze sono irrisorie ma, quando ti distrai in una relazione con una persona che ha delle aspettative cambia completamente il discorso e quell’insieme di emozioni negative che ti fanno pensare solo a voler tornare a 3 ore prima prende il sopravvento, ovviamente sempre una dopo che l’errore è stato commesso!

Vi spiego brevemente qual è la mia storia:

Ho una storia con un ragazza da quasi un anno, tra conoscenza e fidanzamento, una storia molto dinamica e viva, pochissimi litigi superflui e molta passione, fino qui direte, beh, tutto in regola, beate te! Si esatto beato me, se non fosse che abbiamo sempre avuto un problema di comunicazione per quanto riguarda il parlare delle problematiche personali in quanto entrambi abbiamo avuto esperienze passate poco gradevoli, lei più di me.
in più di una situazione quando lei ha avuto un malessere, non fisico, mi ha allontanato mettendomi un muro. Penso che questo sia dovuto ad una mia mancanza in quanto nessuna persona fa le cose a caso solitamente, quindi ho cercato di migliorarmi per evitare che questo portasse a lungo termine ad un collasso della relazione.
Cosa che, come potrete dedurre dal fatto che io stia scrivendo qui, è successa.
La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata il fatto che ieri sera avevo un impegno, lei ha avuto un problema e mi sono giustamente offerto di essere presente fisicamente, proposta che per giusta cause è stata bocciata, allora ho optato per rimanere a casa ed ascoltarla, facendole compagnia tramite il telefono e dicendo alla persona con cui avevo un impegno di rimandare perché avevo un contrattempo importante.
Dopo averla ascoltata e fatta sfogare sembrava stesse davvero meglio e mi sentivo molto più tranquillo anche io, allora decisi di dirle che sarei sceso un attimo a salutare le persone con cui mi presi l’impegno e che sarei tornato poco dopo per tenerle compagnia. Una volta sceso sono stato intrattenuto più del previsto e rispetto ai 20 minuti mezz’oretta massimo che mi aspettavo di assentarmi ho prolungato stando fuori un ora. Nel frattempo rispondevo saltuariamente alla mia ragazza in quanto preso da un discorso; poi una volta giunto a casa ho ripreso ad essere “operativo” e la mia ragazza iniziò con lo scherzare sull’accaduto dicendomi frasi che però mi facevano capire che le aveva dato fastidio il mio comportamento. Inizialmente ero davvero convinto stesse scherzando ma subito dopo capii quanto fosse seria. Mi sono sentito rimproverare per essere stato menefreghista in un momento di bisogno e in cui si era finalmente aperta con me, naturalmente con frasi che suscitano non pochi sensi di colpa e ti fanno capire anche direttamente che ha superato il momento di debolezza grazie ad altre persone (altra causa del mio successivo malessere).
Ha iniziato rinfacciandomi le esperienze passate nelle quali non si è aperta e puntualizzando sul fatto che quando l’ha fatto io sono sparito, nonostante avessimo chiuso il discorso relativo al suo problema e mi sembrava stesse meglio). Le parole che mi sono giunte dopo sono state l’equivalente di un paletto di legno nel cuore di un vampiro.. parole con le quali esplicava la delusione nei miei confronti: il bisogno di non sentirmi per un po’, dovuto alla ricerca di una risposta alla domanda “sto meglio con o senza i lui?”; il fatto che io le fossi caduto in basso, che con me non sarebbe più stato lo stesso e non sarebbe più riuscita ad aprirsi e che fino a quando non fosse stata meglio e avesse risolto il problema non avrei dovuto scriverle rispettando questa sua richiesta.
Ho quasi avuto una crisi di panico, cosa che non mi ha mai colpito, dovuta alla sensazione di inadeguatezza e disorientamento, paura di essere sostituito, paura di perderla per sempre a causa di un errore commesso per una mia interpretazione sbagliata del suo stato d’animo!
Oggi mi sento strano, ogni tanto ho dei tremori e sento freddo, mi sono presentato regolarmente al lavoro per distrarmi e pensare ad altro. Sono una persona molto emotiva e questa cosa mi ha lacerato in quanto non è stata di certo fatta con l’intenzione di ferirla ma ha portato ad una situazione di stallo relazionale!

Ora ho intenzione di mettermi in gioco per dimostrarle che può fidarsi di me e che non è troppo tardi, voglio farle capire che io non sono la persona distratta che sono ogni tanto ma una persona che tiene tanto a lei e non aveva intenzione di commettere tutti questi errori. Naturalmente l’intenzione è quella di lasciarle i suoi spazi e non assillarla con inutili messaggi di scuse, di pentimento e storie varie in quanto penso che chi sbaglia paga e si deve prendere le sue responsabilità.

da: Hope

2 Commenti

  1. Hope a me sembri una persona affidabile e sincera. Detto fra noi la tua ragazza ha esagerato in questa occasione. Non si può essere sempre a disposizione e tu comunque eri convinto che si fosse tranquillizzata. Ora detto questo posso immaginare, che questa reazione esagerata della tua ragazza sia dovuta però a tante altre mancanze da parte tua che nel corso della vostra relazione si sono a mano a mano sommate. Evidentemente alla fine come si suol dire è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.
    Sinceramente mi meraviglio di questa vostra mancanza di comunicazione visto che qui a parole sei stato molto esaustivo e quindi non sembri uno che di solito sta zitto, come spesso fanno tutti gli uomini (è un luogo comune dire che gli uomini sono troppo taciturni e le donne troppo ciarliere, ma un pochino di verità c’è).
    Quindi evidentemente sei uno che scrive ma non parla troppo. Forse ti conviene scriverle una lettera così come l’hai scritta qui su questo sito. E cercare di convincerla, proprio come dici tu, senza esagerare e tampinarla troppo per non ottenere l’effetto contrario, ma stando fermo sugli aspetti di affidabilità e presenza.
    Certo sarebbe un peccato che vi lasciaste visto che mi sembra vi vogliate bene. Tra l’altro oggi come oggi non tutti i ragazzi sono disposti a rimettersi in gioco per amore della propria ragazza (ma anche viceversa, parlo in generale). In un mondo in cui io vedo solo menefreghismo, arroganza ed egoismo, tu mi sembri un ragazzo veramente come si deve. E sarebbe un peccato per lei se ti lasciasse andar via. Ti auguro davvero di ritrovare presto serenità e felicità con la ragazza che hai nel cuore.

  2. ciao Hope, mi spiace come ti stai sentendo, è capitato tante volte anche a me….E’ brutto quando ti senti lacerare lo stomaco da qualcosa che non sai neanche cosa possa essere.
    Ricordati però questo: molte volte le donne, anzi, quasi sempre, tendono a darci colpe inesistenti, solo perché non sanno come fare per allontanarci dalle loro vite.
    Quello che ti ha detto sono solo scuse e basta. 1 ora con degli amici, contro i 20 minuti, è una motivazione valida per tenerti il muso???
    Voleva solo farti sapere, dando naturalmente la colpa a te, che qnd non eri li a messaggiare con lei, c’era un altro a farlo. Quindi stai pur tranquillo che il suo malessere è passato!
    Avrebbe fatto così anche se tu fossi stato li, si sarebbe inventata scuse del tipo “io stavo male, tu dovevi correre qui da me e non lo hai fatto. Si vede che non sono abbastanza importante per te, e lo sono invece i tuoi amici”.
    ti sono vicino, non preoccuparti, tanto fanno quasi tutte così

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *