Home / PROBLEMI DI CUORE / Ex ancora innamorato?

Ex ancora innamorato?

Salve a tutti, è la prima volta che scrivo in questo forum e mi farebbe piacere sapere cosa ne pensate della mia storia.
Ho 20 anni e il mio (non riesco ancora a definirlo ex) ragazzo mi ha lasciata dopo quasi un anno di relazione perché a me ci tiene ma in questo momento non sente più le stesse motivazioni di andare avanti. Sin dall’inizio si è sempre mostrato cotto per me, sempre gentile e premuroso. E’ stato lui a dirmi per primo “Ti amo” dopo quasi 5 mesi, dicendo che per lui è una cosa importante e che non l’aveva mai detto a nessuno prima.
Qualche mese prima di lasciarmi però aveva cominciato a dire che qualcosa era cambiato in noi (cosa che io reputavo normale in quanto penso sia naturale che una relazione evolva nel suo corso e non rimanga tale come i primi mesi) tanto da chiedermi una pausa di riflessione. Quel periodo per me è stato abbastanza struggente perché volevo aiutarlo o comunque cercare di risolvere la situazione, senza essere assillante. Premetto che studiamo nella stessa città quindi per lui era inevitabile vedermi almeno per qualche giorno a settimana. Non gli scrivevo mai, era sempre lui a scrivermi per primo, ma quando cercavo di entrare nell’argomento “relazione” si innervosiva e chiudeva la conversazione, diceva che non era il momento di parlarne. Io avevo bisogno di parlarne ma lui non si dimostrava disponibile. Fino a quando sono arrivata al punto di scoppiare perché non ce la facevo più in quella situazione e avevo bisogno di definire nel bene o nel male un punto.

Siamo finalmente usciti e a fine serata siamo entrati nell’argomento e lui ha espresso quello che ho detto all’inizio di questo messaggio. Inevitabile la mia reazione da ragazza innamorata: per me era come buttare via tutto il tempo speso assieme. Lui ha cercato di tranquillizzarmi dicendo che ovviamente non riuscirà a vedermi solo come un’amica in quanto da quando ci siamo conosciuti è subito cominciata un’attrazione reciproca e non siamo mai stati effettivamente amici. Non vuole perdere i contatti con me, dice che sono una ragazza stupenda, che questo periodo servirà ad entrambi per capire delle cose e che non esclude che in futuro non si possa ripresentare un’altra occasione. Per me è stato un duro colpo perché mi sono molto innamorata di lui e “purtroppo” lo sono ancora e sentire queste cose che si contraddicono da sole mi ha portata nella disperazione totale. Ci siamo lasciati con un lungo abbraccio da parte sua e mi ha addirittura baciata. Ho passato i due giorni successivi a piangere.

Quando ci siamo rivisti (sempre per motivi scolastici) due giorni dopo, ha cominciato a comportarsi in una maniera assurda: mi parlava sempre, mi ha fatto due regali, continua a farsi sentire per messaggio… in poche parole quando mi vede di persona non riesce a starmi distante e le parole (messaggi ecc) non coincidono con i fatti. E’ come se lui quando mi scrive e lui quando mi vede siano due persone completamente diverse. Un po’ come se quando mi scrive seguisse la testa (essere coerente con il fatto che mi ha lasciata) e quando mi vede seguisse il cuore.
Io sono ancora innamorata di lui perché è il classico bravo ragazzo, quando dice le cose è sincero e in questo momento lo vedo solo molto confuso. Cerco comunque di stargli passivamente vicina e non nego che lo vorrei in tutte la maniere di nuovo accanto a me perché quello che ho capito in un anno assieme è proprio il fatto che uno completa l’altro.
Mi ha lasciata un mese fa ma io non riesco a togliermelo dalla testa perché per me lui è stato ed è ancora una persona molto importante. Ora come ora non so mai bene come comportarmi quando mi scrive e quando ci vediamo di persona.
In questo momento ci soffro perché vorrei di nuovo averlo al mio fianco e vorrei anche capire cosa posso fare per trasmettergli le stesse emozioni che gli trasmettevo prima.
Grazie mille in anticipo!

da: Sole

8 Commenti

  1. In amor vince chi fugge, proprio per dare una risposta scontata, però è vero. Vista la sua incoerenza tu negati, sparigli, fagli credere che ti ha perduta e vedi come tornerà se è realmente innamorato.
    Prova a dirgli che hai conosciuto un altro e che vorresti uscirci, fallo ingelosire un po’.
    Lui sapendo che tu stai sempre lì per lui è ovvio che fa come gli pare.
    Inizia a zerbinarti di meno vedrai come cambierà.

  2. Grazie Mau per la risposta!
    Il mio problema è che in questo modo, cioè sparendo, ho paura in qualche modo di perderlo. E’ un tipo tanto timido e ci ha messo un sacco per conquistarmi… non capisco come invece ci abbia messo così poco a “lasciarmi andare”. Lo sento comunque in qualche modo ancora vicino anche se ho paura di perderlo definitivamente… lui per me è davvero importante!
    E’ che ogni tanto, nelle occasioni scolastiche in cui ci vedevamo, è capitato un paio di volte che cercasse il contatto fisico, mi prendeva il braccio, me lo accarezzava… e in quei momenti non sapendo che fare (anche se sotto sotto gli sarei saltata addosso) non dicevo o facevo niente, facendo la figura dell’impassibile.
    Sono sempre stata una tipa forte di carattere ma in questo momento mi sento solo tanto debole ed insicura.

  3. Direi che non hai nulla da perdere no?
    Nel senso che lui è già andato per la sua strada non essendo più il tuo ragazzo, piuttosto che continuare a soffrire così, prendi le distanze, o tornerà da te oppure entrambi vi rifarete una vita 🙂

    • E’ questo che non riesco a togliermi dalla testa. Per me è come se lui fosse ancora qui, lo sento ancora in qualche modo “vicino”.. questa sensazione ce l’ho ogni tanto, altre volte mi sembra di sentirlo lontano.
      Siamo molto simili nei modi di fare e pensare, siamo entrambi timidi (anche se io ho un carattere più forte di lui)… è una persona che mi piacerebbe ancora avere al mio fianco proprio per questa complicità.

  4. “In amor vince chi fugge”

    Sta definizione non l’ho mai capita Mau. Esattamente…che COSA vince??
    Perché per me è tutto relativo, visto che in molti casi “vince” chi si libera di colui che è fuggito…solo che non se ne rende conto subito.

    • Ciao J.J Bad (spero di avere scritto il tuo nome correttamente) ti ringrazio per il tuo parere. Secondo questo modo di dire dovrei essere la vincente o la vinta? In ogni caso in questo periodo non mi sento nessuna delle due… anche se non è né colpa mia né colpa sua per la rottura (non posso condannarlo se non se la sente di andare avanti) non mi sento né la vincente né la vinta, mi sembra solo di aver fallito il mio compito di stare bene in coppia. So che è un pensiero sbagliato perché la coppia si fa in due e entrambi senza accorgercene, in momenti diversi, non abbiamo dato all’altro ciò di cui aveva bisogno in quel momento. Io l’ho pensata così. Per me era una cosa risolvibile ma se lui non ha trovato l’equilibrio che cercava e ha preferito mollare tutto devo solo rispettare la sua scelta… vorrei solo tornare a essere felice con lui, mi manca lui e mi manca tutto di noi.

  5. Sì vabbè cara mia, c’è troppa gente oggi che “non trova l’equilibrio” o “non è più sicura di amarti come prima”. Manco ci fosse un virus del genere in giro…invece sono solo seghe mentali.
    Le seghe mentali se le crea l’essere umano. Non è subentrata una malattia, un qualcosa di inevitabile…semplicemente lui ha deciso di farsi gli affari suoi fregandosene di come ti senti tu poichè tu non sei lui. E se, lasciandoti, lui sta meglio…buona camicia a tutti!
    Comunque siete giovani e tutto questo ci può stare. Il problema però è che questo “virus” contagia anche un sacco di adulti, che improvvisamente se ne escono con ‘ste frasi da ragazzini…

    • Sono d’accordo sul fatto che sono solo seghe mentali. E ammetto che le seghe mentali me le faccio anche io e anche troppe! Dovrei imparare a fregarmene come fa la maggiorparte della gente ultimamente, ma non ci riesco.
      Il giorno in cui mi ha lasciato ma mi ha detto che non è che non vuole più avere a che fare con me l’ho “messo alle strette” dicendo “o mi vuoi o non mi vuoi, non esiste una via di mezzo”… la sua risposta è stata “Dal tuo punto di vista hai ragione ma io non riesco a vederla così” o qualcosa di simile.
      So che sono giovane e che in futuro ripenserò a questa faccenda ridendo, ma sono una persona sensibile quando si tratta di sentimenti come questi. Forse perché è anche il mio primo amore, ma staccarsi emotivamente da una persona che ami è molto difficile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *