Home / PROBLEMI DI CUORE / Dilemma e Paura

Dilemma e Paura

Premesso che io non voglia dilungarmi parecchio in questo post che sto scrivendo sulla vicende che hanno fatto parte della mia storia, sto cercando un parere di persone che magari possano comprendermi. Tutto comincia quando la mia ultima ex decide di lasciarmi di punto in bianco. Le motivazioni erano cavolate che a mio parere potevano essere risolte con del dialogo. Non vorrei soffermarmi a raccontare ogni singolo fatto, arrivo direttamente al sodo: ne sono ancora innamorato? Vi spiego meglio. Lei non è stata la mia prima storia e non è nemmeno stata quella più lunga, ma è sicuramente quella per la quale ho sofferto molto e ancora un po’ oggi ne ho nostalgia. Ho provato un senso di vuoto e smarrimento che mai mi erano capitati durante la mia vita.

Ho provato a parlare e cercare altre ragazze, ma al massimo, dopo un breve entusiasmo iniziale, non ho nemmeno voglia di uscirci e/o farci qualcosa pur avendone avuta occasione. Sono completamente disinteressato e quello che mi fa essere così apatico lo sto cercando ma ancora non l’ho trovato. Di una cosa sono sicuro, il pensiero alla mia ex, almeno una volta al giorno, nelle situazioni più disparate c’è sempre. Si è fatta odiare nei suoi comportamenti, ma non c’è giorno in cui io non voglia sentire ancora la sua voce, il suo profumo oppure parlarci. La evito, non la vedo da un po’, quando succede è per puro caso, non voglio guardarla, non voglio nulla.

Nessuno sa di tutte queste cose anche se delle volte la nostalgia è talmente forte da farmi fare un film mentale come se non esistesse nulla di quel che è accaduto. Non mi ritengo perfetto, anzi sbaglio spesso, eppure io ci ho messo l’anima. Sarà sempre il mio più grande rimpianto, ne sono sicuro, forse il mio primo vero amore, quello a cui darei amore incodizionato sempre, ogni giorno. Vorrei strillargli in faccia tante cose, forse con le lacrime, forse con cinismo estremo, non saprei, so solo che la vorrei qui e non c’è. Nessuno deve sapere queste cose, apparte voi, su questo forum, unico sfogo. Con amici ne avevo parlato, ma se dopo tutto questo tempo ritorno con queste cose passo per quello matt.. Non lo faccio apposta a pensare a lei ogni volta che sento una canzone o leggo una frase. Io devo fingere di odiarla a morte anche se così non è e credetemi non posso andare a riprenderla, rischio un rifiuto certo al 100%. Ora arriva il mio quesito, il momento che mi serve una risposta che possa darmi pace.

Ho troppa paura che il suo pensiero mi accompagni sempre e questo da un lato, appunto, mi spaventa. Qualcuno di voi c’è passato/a? Avete dei consigli? Cosa posso fare? Non so dove sbattere la testa, mi sento vuoto e incompleto. Grazie mille a tutti in anticipo a tutti quelli che spenderanno qualche minuto del loro tempo a leggere questa cosa e magari a rispondermi.

da: Poloslash

5 Commenti

  1. Credo che il pensiero di lei ti accompagnerà sempre…fino a quando non incontrerai un altra che te la farà dimenticare e sta pur certo che da qualche parte esiste.
    In bocca al lupo

  2. Io credo, invece, che parlarne anche con gli amici aiuti molto in queste situazioni. Ti aiuterebbe anche a stancarti ed a razionalizzare.

  3. Ciao,
    innanzi tutto dici che lei si è comportata male, ma io mi chiedo anche lei cosa pensi di
    come ti sia comportato tu, magari pure lei penserà la stessa cosa di te. Secondo me si è quasi sempre in due a sbagliare. Secondo punto, se a te interessava chiarire, perchè non lo hai fatto? Magari potevate risolvere. Terzo punto, se da lei oggi non vuoi nulla allora pace, impara a convivere con questa assenza, non sei l’ unico a farlo se lo vuoi sapere.

  4. Ciao, ci sono passato anche io purtroppo.
    È difficile, lo so bene. Il mio unico consiglio che posso darti, è di cominciare a coltivare le tue passioni o immergersi nel tuo lavoro/studio… oppure esci con gli amici, vedi tu, fai qualcosa, tieniti impegnato. Stare da solo peggiorerà solo la situazione. Viaggia!
    Purtroppo queste “soluzioni” non funzioneranno sempre, credo che in fondo tu non dimenticherai mai quella ragazza come è giusto che sia se hai condiviso dei bei o bruttti momenti, significativi. Ma distrarsi – e uscire con nuove ragazze, come ho fatto io – è un tocca sana, rafforza l’auto stima e ti tiene in salute.
    Inutile poi dire che secondo me l’unico vero antidoto definitivo – come dice Mau – sarà quando ne troverai un’altra e stai ben certo che la troverai! (Ci sono passato anche io!). Ci vorrà molto tempo forse, chi lo sa! Ma tu tieniti impegnato, auguri!

  5. Ciao,
    mi sento di risponderti perché sto vivendo una situazione simile. E’ da quasi un anno che è finita con la persona che più di tutte mi è entrata nel cuore e per cui ho provato un amore vero e grande. E’ finita male, lui aveva iniziato ad allontanarsi e dopo pochi mesi abbiamo chiuso. Per quanto mi riguarda il destino vuole che lo debba vedere tutti i giorni perché lavoriamo nella stessa struttura. Ho pensato più volte di licenziarmi ma non posso permettermi di perdere un lavoro tra l’altro molto importante per me. Ti capisco benissimo perché anch’io mi chiedo se ne sono ancora innamorata. Lui mi ha fatto veramente soffrire e dovrei odiarlo piuttosto, ma non ci riesco. Da una parte sono arrabbiata con lui, sì, e a volte quando lo vedo mi verrebbe da prenderlo a schiaffi, ma oltre questa rabbia c’è ancora molto sentimento. Lo penso tanto, ricordo tutti i bei momenti, lo vorrei stringere forte a me e dirgli che la mia vita senza di lui è insignificante. Non ho più incontrato nessun altro che mi abbia fatto provare qualcosa anche di lontanamente simile. Non ho voglia di uscire con altri uomini, sarebbe una distrazione fasulla, solo un tappabuchi senza sostanza. Quindi mi dispiace dirlo ma alla luce di tutto sì, penso di essere ancora innamorata. Certo è un amore minato dalla delusione e dalla sofferenza, ma è ancora amore. Da quanto scrivi mi verrebbe da dirti che per te è lo stesso.
    Condivido il consiglio di cercare di impegnarti in cose piacevoli, che ti fanno stare bene, in cui investire tempo ed energie. Ci vuole tempo e pazienza per dimenticare un amore, è quello che mi dico sempre anch’io. E l’importante è ricordarsi che non possiamo più avere quella persona perchè è finita e questo vuol dire che le cose non andavano o comunque che l’altro/altra non provava più le stesse cose. La mia speranza e fiducia è che prima o poi arriverà un’altra persona verso cui provare un amore forte. Se lo abbiamo provato una volta, vuol dire che dentro di noi c’è la capacità di provarlo e viverlo, cosa non scontata per tutti.
    Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close