Home / PROBLEMI DI CUORE / Amare un uomo sposato

Amare un uomo sposato

Tre mesi fa ho conosciuto un uomo, il classico colpo di fulmine. Bellissimo, colto, dolce, intelligente. .. l’uomo perfetto insomma. .. ma sposato! Stiamo vivendo una storia fatta di una passione travolgente, ci vediamo una volta a settimana e facciamo l’amore x ore e ore, con una tenerezza mai provata prima. …poi lui torna a casa e ovviamente non posso chiamarlo. Ci sentiamo quasi tutti i giorni al telefono, io lo sento che anche lui è coinvolto, ma non possiamo uscire allo scoperto ne condividere nulla di più. Lui ha moglie e figlia, quindi.. Quando non lo sento mi manca da morire, non riesco nemmeno a mangiare. Continuo a ripetermi di tornare con in piedi x terra, che queste storie non hanno futuro, che voglio e merito di più che queste briciole d’amore. Vorrei uscire con altri uomini, per distrarmi e darmi altre opportunità, x smettere di pensare sempre e solo a lui. Ma la sola idea di essere sfiorata da mani che non siano le sue mi fa ribrezzo. Non so se questo è amore, di certo è una grande passione. Ma com’è difficile viverla! Lui mi ha detto fin dall’inizio, vedendo che entrambi siamo così presi, che non può garantirmi nulla, e non vorrebbe mai farmi soffrire. Abbiamo deciso che dovrebbe essere solo ottimo sesso, ma sappiamo entrambi che non è così. Poi mi dico che è presto, troppo presto x pensare ad un futuro insieme, che gli uomini sposati raramente lasciano la moglie. .. ma qualcuno lo fa. Non sono più una ragazzina, entrambi abbiamo passato i 40 anni, mi merito una relazione come si deve, e anche lui. E mi sento come se avessi 15 anni! Farfalle nello stomaco, notti insonni, ansia e batticuore quando lui sta arrivando a casa mia…

da: lover

 

108 Commenti

  1. Io vivo una situazione uguale e sono sconvolta da leggere in quanti siamo! io non ne conosco di persona donne e uomini che vivono queste relazioni o forse mi chiedo non ne parlano con sincerità.
    Ho 33 anni, un anno fa ho incontrato un uomo che ha una compagna da 10 anni e una figlia che ora ha 2 anni e mezzo.
    Ero sul punto di lasciare il mio ex, padre di mia figlia che ora ne ha 4, che infatti poi ho lasciato.
    Stesse dinamiche, lui un po scappa poi mi allontano io ecc.
    Io da maggio vivo con mia figlia in un bell’appartamentino vicino a quello del mio ex con cui ho creato un buon rapporto quasi di amicizia, dico quasi perché non è proprio che ci raccontiamo tutti i nostri problemi ma ci sosteniamo, aiutiamo, passiamo del tempo insieme con la bimba ecc.
    Lui vive in un’altra città ma viene spesso per lavoro e a volte si ferma per giorni, giorni in cui dorme qui a patto che arrivi quando mia figlia già dorme ed esca prima che la svegli, a meno che la bimba non sia dal padre ovviamente.
    Solo un mesto fa mi ha chiesto di presentargliela e lo abbiamo invitato a cena come uno dei miei innumerevoli amici amiche colleghi che frequentano casa nostra, una casa abituata a ricevere amici e parenti.
    In questo anno penso di essermi occupata principalmente di risolvere i miei problemi personali, vivo a Milano che è una città che ti costringe a guadagnare tantissimo per poter fare una vita minimamente dignitosa, ed io essendo freelance, devo lavorare tanto, a volte la notte, ed occuparmi di mia figlia, della casa, dei gatti ecc.
    Nell’arco di tutto questo anno però sono stata perdutamente innamorata di quest’uomo di cui sono amante, che dal principio era terrorizzato di quello che provava per me, di perdere tutto, mentre ora oltre a quella paura si è aggiunta principale quella di perdermi. Col passare dei mesi ogni volta che sento la sua mancanza mi arrabbio. E quindi lui, se prima si tratteneva dal dichiarare quello che sentiva ora è più espansivo e presente. Credo che soffra molto, credo che soffra più di me, che almeno sono libera e sincera. Dice di pensarmi continuamente, e quando facciamo l’amore è per entrambi una magia mai provata con nessuno, di questo sono certa.
    Ma credo anche che ami in qualche modo anche la sua fidanzata, con cui ha costruito molto, e so cosa vuol dire mettere i figli prima di tutto quindi non riesco a non comprenderlo.
    Ci sono stati momenti in cui mi ha detto di pensare di mollare tutto per me, momenti che sono arrivati dopo che io ho sofferto tanto e sperato in un futuro insieme.
    Ecco in quei momenti io mi congelo dalla paura,. Penso che forse non funzionerebbe, che sarebbe logorato dalla mancanza della sua ex e dalle complicanze nel vivere la figlia più quotidianamente, penso che non ha la più pallida idea di cosa voglia dire davvero affrontare quello che ho affrontato io, che logorerebbero il nostro rapporto certe emozioni…temo anche che chissà magari finirebbe come sono sempre finite tutte le mie storie, penso che perderei la mia libertà, la libertà di fare quello che mi viene in mente di fare senza averci affianco un uomo geloso o dover stare a casa a preparare la cena nei giorni senza bimba..insomma io non posso che tacere quando lui mi dice così, e far trapelare tanta paura, raggelandolo ulteriormente nella sua condizione.. dapprima gli dicevo di non essere pronta di nuovo a fidanzarmi, ma ora dopo un anno, di recente ho capito che quello che mi spaventa davvero è altro.
    Mi spaventa il fatto che lui sia un uomo che lascerebbe la sua fidanzata solo se ci fossi io ad accoglierlo.
    Mi spaventa il fatto che lui non abbia mai pensato di lasciarla per rispetto a lei, per rispetto a se stesso, per rispetto a sua figlia che vive in un ambiente in cui non regna l’autenticità.
    Anche a mia figlia piacerebbe tanto che io e il suo papà tornassimo insieme, disegna famiglie con mamma papà e bambini e di sicuro a volte gli manco io a volte gli manca papà.
    Ma è felice sempre, e io credo di darle il massimo aiutandola a diventare una persona autentica che manifesta le sue contraddizioni o le contraddizioni che si vivono con l’etica sociale.
    Mi piacerebbe che imparasse spontaneamente a non logorarsi dai sensi di colpa da adulta, che trovi sempre il modo di perdonarsi e dirsi la verità per quanto possa apparire obliqua li per li.
    Ora non so cosa succederà, io sento che non finirà l’attrazione che sentiamo io e lui e sarà difficile smettere di vedersi, mi risulta davvero complicato anche uscire con altri uomini, a volte ci provo ma poi sparisco perché non si avvicina mai minimamente alla magia quello che trovo nel rapporto con gli altri uomini, seppur intelligenti, talentassi, buoni e belli.Questa è la prima volta che scrivo in un forum spero di essere stata utile a qualcuno

    • Ciao Viola,
      mi trovo anche io nella stessa condizione solo nella parte d lui. Mi sono innamorato di questa meravigliosa donna dove lei è libera e io sposato. Sono quasi 6 mesi che siamo insieme passando per un periodo di disperazione perché lei voleva lasciarmi per i sensi di colpa… solo che ogni volta che ci vediamo non ci stacchiamo l’uno dall’altro ed e diffide per me e per lei … lei è innamorata quanto me e stiamo bene insieme… mi piacerebbe vivere una vita con lei ovviamente il transito è sempre lento e pieno di insidie non le ho promesso nulla ma se sarò ben supportato potrebbe essere una sorprendente e piacevole sorpresa per noi.

  2. Io vivo la vostra situazione da un anno è bello stare insieme senza staccarsi mai. Ma dopo si torna alla realtà e ci si sta male.

  3. Questa situazione è assurda, mi chiedo come sia potuto succedere. Io sposata senza figli perché nn ero pronta e lui sposato e più grande di dodici anni di me ma con due figlie. Lo stesso paese lo stesso corso io un negozio lui ne ha altrettanto uno e ogni giorno anche a distanza di pochi metri lo vedo ma nn posso stringerlo a me e baciarlo. E’ una sensazione terribile fingere tutto questo, in più poi mi tocca vedere la moglie. Non so più dove sbattere la testa io lo amo e nn posso lasciarlo andare dal mio cuore

  4. sonono anna 40 anni dopo 2 anni che sono stata l’amante di un uomo sposato,ora siamo felicemente sposati ,vuoi sapere la strategia,mi facevo vedere in giro con lui ed ho mandato sms anonimi dalla cabina alla ex moglie del mio lui,finchè non ci ha scoperti,e lei lo ha buttato fuori di casa chiedendogli il divorzio,se non sei tu a smuovere le acque,nessun marito lascerà mai le sicurezze familiari,devi esere tu a smuovere le acque,se il tuo lui una volta scoperto dirà alla moglie che sei solo un avventura allora vyol dire che sei stata solo una dei suoi passatempi e vale la pena lasviare le tende,solo provicando una situazione forte,si sapà la verità altrimenti rimarrà di adeguarsarsi a fare l’amante a vita,sveglia! buona fortuna e tanta felicità a tutte.l’audacia premia,devono essere questi uomini e le loro mogli a svergognarsi ed a pagare dazio non voi! anna

    • Complimenti un altra maestra di vita … w la vida! 😂😂😂😂😂😂😂
      Non è che l’uomo non lascia la moglie bisogna vedere veramente cosa c’è dietro tutto questo, penso che lui te ne abbia parlato di questo… dietro la rottura di un matrimonio ci sono tanti fattori come soldi, figli solo per citarne alcuni come appunto anche situazioni difficili… d’altronde non ci si sceglie ci si incontra non pensò che vi avete puntata la pistola l’uno con l’altro…
      non condivido ciò che hai fatto ne lo condivido come consiglio…mi dispiace…
      Se avresti avuto a che fare con me con tutto l’amore che potevo avere per te avresti infranto uno dei principi che si chiama rispetto e ne potrei aggiungere altri… io mi sarei separato ma neanche tu mi avresti più visto…

      • Condivido con sagittario66

        • non mi interessala tua condivisione,ci sono uomini che quando non vanno d’accordo con la moglie anche con 800 euro al mese preferiscono vivere in convento o lontano da leui e uomini che per amore vero sono disposti anche a sfasciare una famiglia che non sono le mure domestiche,mio marito vede i suoi figli quando vuole e non ha rinunciato al ruolo di padre ,un uomo che ama un’altra donna se non lascoa la moglie è perché le vuole ancora bene o c’è un tacito accordo fra coniugi che ognuno fa la SUA VITA ,MA SALLVA LA FACCIATA. HO SOLO FOTOGRAFATO LA Realtà E PORTATO LA MIA ESPERIENZA PERSONALE,DEI GIUDIZI E MORALSMI NON SO CHE FARMENE

          • Elisabetta tu hai seguito il tuo cuore, la mia condivisione era per le donne che nn hanno rispetto nn su di te,anzi ti ammiro per la forza che non ho io. Auguri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *